Archivi categoria: Gestione Magazzino

Mappatura del magazzino: cosa significa e come farla

Mappare il magazzino significa stabilire delle regole di ordinamento dei propri articoli in modo da allocarli in posizione precise per permettere a qualsiasi operatore di trovarli facilmente.

etichetta mappatura magazzino colorata
etichetta ubicazione magazzino

Stabilire un piano di ordinamento, organizzando le ubicazioni di stoccaggi con un criterio logico e affiancandolo ad un sistema di etichettatura ben visibile delle posizioni porta enormi vantaggi al tuo sistema logistico.

La mappatura del magazzino ti permetterà di sapere in qualsiasi istante dove trovare la tua merce e questo determinerà:

  • una diminuzione dei tempi di prelievo e movimentazione  merci
  • drastica diminuzione degli errori legati alla logistica
  • flussi operativi veloci ed efficienti

Criteri di mappatura del magazzino

Identificare quindi il miglior criterio per identificare le ubicazioni del proprio magazzino è la prima analisi che devi eseguire per evitare qualsiasi spreco di tempo e spazio.

Un’organizzazione efficace del proprio magazzino è indispensabile per  assicurare al cliente un servizio più rapido ed efficiente. 

Puoi applicare un criterio di mappatura fissa oppure casuale.

La mappatura fissa prevede che un determinato articolo venga sempre allocato nella stessa posizione.

La mappatura con un criterio casuale non prevede uno schema rigido per lo stoccaggio delle merci che vengono allocate in qualsiasi spazio vuoto disponibile.

Se opti per questa seconda scelta devi comunque ottenere un vantaggio operativo  e prendere in considerazione prodotti che vengono movimentati con maggiore frequenza o che hanno una data di scadenza e quindi devono essere disposti in posizioni accessibili con più facilità.

Puoi anche utilizzare un criterio misto, che sia la combinazione  dei due, l’importante che rappresenti efficacemente i flussi aziendali.

DENOMINAZIONE DELLE UBICAZIONI DI MAGAZZINO

Per eseguire la mappatura del magazzino per prima cosa devi identificare e dare un nome (una sequenza numerica o alfanumerica) a tutte le posizioni disponibili per stoccare la merce: devi quindi denominare ogni singolo scaffale, corridoio, contenitore e spazio disponibile.

Devi creare delle posizioni che aiutino a prelevare e spostare la merce del modo più rapido possibile, creando percorsi efficaci che evitano qualsiasi rallentamento.

Quindi merce con una rotazione più elevata dovrai posizionarla  in un’ubicazione facilmente raggiungibile e articoli poco movimentati potrai collocarli in zone meno accessibili.

TC800 terminale per mgazzino

Devi mettere in atto una strategia che semplifichi tutte le movimentazioni, evitando che il personale sprechi il suo tempo a trovare e prelevare i tuoi prodotti.

Una volta stabilite tutte le posizioni di allocazione della merce dovrai procedere all’etichettatura di tutte le ubicazioni

Quando decidi la numerazione da assegnare alle diverse posizioni pensa a possibili espansioni future.

Adotta un sistema di numerazione standardizzato e che ti garantisca un utilizzo a lungo termine.

COME STAMPARE LE ETICHETTE PER LE UBICAZIONI DI MAGAZZINO

Il modo più semplice per etichettare le ubicazioni è rendere il processo di stampa autonomo.

La tecnologia più economica e veloce per stampare le etichette di magazzino è il trasferimento termico.

Le caratteristiche principali che contraddistinguono le stampanti a trasferimento e che le rendono così vantaggiose sono:

  1. elevata velocità di stampa
  2. eccellente qualità di stampa di testi, grafica e codici a barre
  3. la più ampia scelta di materiali di stampa rispetto a tutte le altre tecnologie
  4. resistenza delle stampe a fattori aggressivi (ambientali, chimici, meccanici)
  5. bassi costi di proprietà, di esercizio e di manutenzione

Il materiale idoneo per le etichette da utilizzare in magazzino deve avere caratteristiche di resistenza a temperature variabili, caldo in estate e  freddo in inverno, all’umidità, alla polvere e altri fattori deterioranti: il polipropilene o il poliestere sono la scelta ideale.

Etichette in polipropilene o in poliestere stampate a  trasferimento  termico con ribbon resina garantiscono  un risultato durevole nel tempo e  resistente.

Se acquisti una stampante dotata di taglierina potrai utilizzare un ‘unica striscia continua di materiale adesivo che taglierai  alla misura necessaria.

Una  soluzione immediata ed economica che renderà il tuo processo di stampa completamente indipendente.

Se invece le tue ubicazioni non sono fisse e variano rapidamente puoi valutare le etichette elettroniche come mostrato al seguente video

L’utilizzo di un’etichetta elettronica ha l’indiscutibile vantaggio di poter essere aggiornata in tempo reale anziché produrre una nuova stampa.

Le etichette elettroniche per la logistica sono dotate di display e-paper completamente grafico che consente la lettura di un codice a barre o bidimensionale con un comune lettore barcode.

Se invece hai bisogno del colore per distinguere con un solo colpo d’occhio le differenti ubicazioni puoi optare per una stampante di etichette a  colori.

Anche queste stampanti possono stampare su materiali estremamente resistenti come il polipropilene o il poliestere.

Qualsiasi sia la tua scelta, non preoccuparti dell’etichettatura eccessiva: a ogni luogo, anche se attualmente non utilizzato,   dovrebbe essere assegnata un’etichetta univoca in modo che non siano necessarie ulteriori procedure di etichettatura .

LA MAPPATURA DEL TUO MAGAZZINO DEVE ESSERE SUPPORTATA DAL SOFTWARE

Il software di gestione del tuo magazzino deve prevedere l’inserimento delle ubicazioni associate  a ciascun articolo.

È inutile  dedicare questo lavoro accurato solo per tenere traccia del piano di mappatura del tuo magazzino su un foglio di calcolo Excel o, peggio ancora, su un sistema arcaico con carta e penna.

Devi avere un software che preveda le ubicazioni di magazzino, quindi se ancora non lo hai, ti consiglio di dedicare del tempo a questo.

Esistono software  come Danea EasyFatt che ad un costo davvero contenuto ti permettono di associare ad ogni prodotto la sua ubicazione

CONCLUSIONI

Per una mappatura efficace dei tuoi spazi esplora le specifiche esigenze, il modo in cui gli articoli vengono raccolti nelle varie posizioni del magazzino e quali articoli devono essere tenuti a portata di mano per completare le attività quotidiane.

Se stai cercando una soluzione completa ed efficiente per gestire il tuo magazzino contattaci

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/


GestArt: l’app Android per gestire il tuo magazzino con un terminale portatile e codice a barre

GestArt è un’ applicazione che abbiamo sviluppato per terminali Android per la gestione del magazzino  e del punto vendita.

GestArt è stata realizzata per velocizzare le operazioni di:

  • carico e scarico merce (bolle in ingresso e in uscita)
  • ordini clienti ordini fornitori
  • controllo dei prezzi
  • interrogazione articoli
  • inventario  

Tutte le operazioni possono essere eseguite senza errori velocizzando i flussi aziendali attraverso la lettura del codice a barre posto sui prodotti

gestire il magazzino con un terminale portatile come fare

Il suo utilizzo è semplice e intuitivo; permette di gestire diversi campi:

  • codice articolo
  • codice a barre
  • descrizione articolo
  • quantità prelevata 
  • giacenza
  • unità di misura
  • prezzo
  • data di scadenza  e lotto di produzione

L’immissione dei dati può avvenire attraverso un lettore di codice a barre integrato al palmare o dalla tastiera del terminale .

GestArt permette di creare files contenenti i dati letti, che verranno esportati (via  wifi o via cavo) per poi essere importati nel software centrale di gestione aziendale.

Allo stesso modo, l’app GestArt consente  di importare l’anagrafica dei tuoi prodotti  con la descrizione degli articoli, la relativa giacenza, prezzo e unità di misura cosicché alla lettura di un codice a barre possano essere visualizzate le informazioni relative al prodotto.

L’applicazione GestArt è integrabile con molti gestionali esistenti come Danea EasyFatt, TeamSystem, etc.

Cosa puoi fare con GestArt e come funziona

L’applicazione GestArt installata su un palmare Android dotato di scanner integrato ti consente di gestire le operazioni di magazzino in completa mobilità.

Con GestArt puoi eliminare la gestione della tua azienda tramite liste cartacee che creano errori e rallentano la tua attività.

Quindi con un palmare dove è installata l’applicazione GestArt puoi fare un carico di magazzino nella zona di arrivo merce semplicemente leggendo il codice a barre sui prodotti e digitando la relativa quantità.

Nello stesso modo puoi gestire l’ordine di un cliente o l’inventario

Le fasi operative del programma possono essere divise in:

  • Importazione delle anagrafiche articoli (opzionale)
  • Lettura (o inserimento) dati
  • Creazione e Trasmissione del file (contenente i dati letti)
  • Eliminazione letture

Il menù principale si presenta con 6 pulsanti con le seguenti funzionalità:

  • Leggi
  • Crea file risultato
  • Elimina letture
  • Importazione anagrafiche prodotti
  • Invio file a PC
  • Informazioni

Lettura

Per le operazioni di inserimento, dal pulsante “Leggi” si possono gestire i seguenti campi:

Operazione: rappresenta un nome arbitrale che può indicare il fornitore o il cliente da servire, il nome dell’inventario o il suo operatore. Questo campo può anche essere lasciato vuoto.

Articolo: rappresenta il codice a barre da leggere e/o da inserire.

Per inserire il codice manualmente occorre digitarlo e subito dopo premere “enter” (da tastiera), il codice appena inserito si evidenzierà e la Q.tà sarà automaticamente messa ad 1.

Q.tà: rappresenta il numero di pezzi del prodotto appena inserito.

La quantità si può inserire anche con numeri decimali, per esempio 3.40

La prima schermata di inserimento richiede sempre di inserire (ma può essere lasciato vuoto) il campo Operazione, così nella sezione superiore del display sarà sempre visualizzato questo dato.

In questo modo l’operatore ha sempre un riferimento all’operazione che sta svolgendo.

INSERIMENTO DEGLI ARTICOLI TRAMITE LETTURA DEL CODICE E A BARRE

Nella schermata successiva possiamo incominciare a inserire gli articoli.

Il campo articolo può essere inserito manualmente o tramite la lettura del codice a barre.

Se abbiamo ad esempio 10 articoli identici, possiamo leggere consecutivamente i codici a barre ed il programma automaticamente incrementerà le quantità fino alla lettura di un nuovo codice, oppure dopo aver letto il codice, si possono inserire le quantità manualmente premendo il pulsante in basso F4-Qta e inserire il valore desiderato.

Se è stata caricata l’anagrafica articoli (e valorizzata con i prezzi e gli altri dati), sul display apparirà la descrizione dell’articolo, la giacenza disponibile, la sua unità di misura, il prezzo unitario articolo, il prezzo totale riga e infine il prezzo totale di tutti gli articoli letti (quindi per esempio il prezzo totale dell’ordine o della commessa).

Se gli articoli caricati non sono valorizzati nei campi prezzo e giacenza, questi saranno considerati come 0.

All’inserimento di un prodotto corrisponderà il relativo decremento della giacenza; per esempio, se la giacenza è valorizzata positivamente con il numero 20 e la quantità prelevata è 1 (cioè la quantità inserita è uno) significa che ho disponibili altri 20 pz (cioè la giacenza totale prima che si prelevi un prodotto è 21). Le giacenze potranno anche andare in, negativo se non è stata abilitata il controllo giacenza.

Creazione e Trasmissione del file

Una volta terminata l’operazione di inserimento dei dati, è possibile tornare al menù principale del programma attraverso il tasto “indietro” di Android .

Attraverso il pulsante “Crea File Risultato” tutte le letture effettuate verranno scritte su un file di output, così si potrà procedere ad una nuova operazione di lettura.

Il programma permette di generare (sul palmare) uno o più file, in modo tale da permettere diverse operazioni consecutive ( per esempio la creazione di più bolle) trasferirli al PC tutti in una volta

I files verranno salvati nella cartella del palmare Documents/Gestart e potranno essere trasferiti al computer in due modalità

  • trasmissione tramite il cavo USB collegato della base di ricarica o direttamente al palmare
  • attraverso il pulsante “Invio File a PC” con trasmissione Wifi

CONCLUSIONI

GestArt è un’applicazione realizzata per dispositivi Android che ti consente di gestire la tua azienda

  • rapidamente
  • senza errori
  • in completa mobilità

Se la utilizzi con  un terminale dotato di lettore di codice a barre integrato potrai realizzare un flusso operativo basato sul codice a barre efficiente che ti consente di ottenere una tracciabilità accurata dei tuoi articoli.

Se stai cercando una soluzione per la tua  azienda contattaci

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/


GESTIRE L’INVENTARIO E IL MAGAZZINO CON IL CODICE A BARRE: QUELLO CHE TI OCCORRE PER INIZIARE

Per gestire l’inventario con il codice a barre è importante comprendere le basi di un sistema di identificazione automatica.

I componenti principali che devi prendere in considerazione sono:

  • Hardware per la lettura e la stampa del codice a barre
  • Software per la gestione del  codice a barre
  • Il codice a barre stesso
codice a barre sui prodotti come gestirlo

In questo articolo esamineremo questi 3 componenti, nonché il modo in cui il codice a barre viene utilizzato come parte fondamentale della gestione dell’inventario e di tutte le operazioni di magazzino, come carico e scarico merce

HARDWARE PER LA GESTIONE DEL CODICE A BARRE

L’hardware per la gestione di un sistema basato sui codici a barre è composto da :

  • Lettori  di codici a barre
  • Stampanti di etichette
  • Palmari con lettore di codice a barre integrato

Il tipo di hardware che utilizzerai per la gestione del codice a barre dipende dal tuo flusso operativo e dall’ambiente in cui lavori.

Pertanto, alcune attività avranno bisogno solo di uno scanner collegato con cavo USB al PC, mentre altre aziende potrebbero gestire il magazzino con terminali portatili e lettori wireless che permettono di lavorare in mobilità .

Quindi se hai un negozio e il tuo flusso di lavoro si svolge sul punto cassa un semplice lettore con cavo potrebbe essere l’unico strumento necessario.

lettore di codice a barre Datalogic per il punto vendita e la cassa

Se invece hai un magazzino con zone di carico e scarico  merce dedicate l’utilizzo di palmari e lettori wireless o lettori di codice a barre indossabili rendono il tuo flusso lavorativo estremamente efficiente riducendo drasticamente la possibilità di errore.

STAMPANTE DI ETICHETTE

Puoi scegliere tra diversi modelli con costi differenti , tuttavia tutto ciò di cui hai veramente bisogno quando stai per iniziare , è una semplice stampante di etichette.

Le stampanti a  trasferimento termico o termiche offrono la tecnologia di stampa più veloce, economica ed efficiente.

Generano codici a barre chiari e leggibili con un costo stampa minore di qualsiasi altra tecnologia, sono progettate per stampare etichette con codice a barre e lo fanno meglio di qualsiasi altra tecnologia

LETTORE DI CODICE A BARRE

Il secondo componente hardware di cui avrai bisogno è uno scanner di codici a barre.

Per trarre vantaggio da un lettore di codice a barre  è importante scegliere quello giusto per le tue esigenze, altrimenti rischi di acquistare un modello che non sia in grado di leggere i tuoi codici a barre o non possa essere opportunamente configurato per trasmettere il dato come ti occorre.

Se vuoi approfondire l’argomento per selezionare  il lettore giusto puoi leggere le nostre guide

PALMARI CON LETTORE DI CODICE A BARRE

I terminali portatili sono uno strumento indispensabile se devi gestire il magazzino della tua attività in mobilità.

Carico e scarico di magazzino, inventario e controllo merci se eseguiti con un palmare dotato di lettore di codice a barre sono procedure più veloci e  soprattutto prive di errori.

Tuttavia, scegliere il palmare che abbia le caratteristiche adatte al tuo lavoro non è una selezione banale, considerata la vasta gamma di modelli offerti dal mercato.

terminale per la gestione del tuo magazzino con codice a barre

Ci sono alcune caratteristiche fondamentali che devi valutare per scegliere il terminale giusto:

  • sistema operativo e software che devi installare sul terminale
  • tipo di connettività: devi lavorare solo sotto copertura wifi o ti occorre anche una scheda SIM?
  • fattore di forma: esistono terminali che hanno un fattore di forma simile a quello di uno smartphone rinforzato e modelli più robusti, per ambienti impegnativi, dotati di tastiera fisica e di una serie di accessori per il trasporto e il montaggio sul veicolo

SOFTWARE PER LA GESTIONE DEL CODICE A BARRE

Per gestire qualsiasi movimentazione con il codice a barre  hai bisogno di un software.

Il software rappresenta il cuore di un qualsiasi sistema di tracciabilità, inventario e gestione del magazzino.

Il software ti serve per analizzare i dati e archiviarli.

Il software ti consente  l’acquisizione rapida ed efficiente dei prodotti in entrata, in uscita e in giacenza sia che utilizzi un semplice lettore che un palmare.

Perché ti occorre un software per gestire il codice a barre?

Il codice a barre è un’immagine, formata da una sequenza di barre nere e spazi bianchi che quando la leggi con uno scanner si traduce in una stringa alfanumerica o numerica.

Quindi quando scansioni un codice ottieni una sequenza solo di numeri oppure numeri e lettere senza alcuna informazione.

Tramite il software puoi associare ad una specifica stringa le caratteristiche del prodotto come descrizione, prezzo, peso, fornitore, etc…

Ad ogni articolo del tuo magazzino deve corrispondere un codice  a barre univoco e quindi una stringa di identificazione univoca: il software ti permette di associare una stringa specifica ad un determinato prodotto e a tutti gli attributi del prodotto.

Una volta eseguita l’associazione potrai avere un’analisi completa del singolo prodotto quindi:

tutte le movimentazioni di magazzino in entrata e in uscita, cioè da chi hai comprato quel prodotto, quando lo hai acquistato, a chi lo hai venduto, la quantità in giacenza, il prezzo di acquisto e  di vendita, etc…

IL CODICE A BARRE

Dopo aver verificato la compatibilità con i dispositivi per la lettura e la stampa del codice a barre e il software, devi selezionare la simbologia di codice che rappresenterà i tuoi prodotti.

Esistono codici a barre 1D (lineari), come il comune codice EAN13, il codice 128, il codice 39 e codici a barre 2D, come il QR e il Data Matrix

È meglio l’utilizzo di un codice 2D o 1D?

Dipende dall’applicazione. A seconda del compito che deve svolgere il codice, queste 2 categorie di codici soddisfano esigenze diverse e ognuno ha i suoi vantaggi.

I codici 1D sono adatti per l’identificazione di prodotti le cui informazioni cambiano frequentemente. In questo caso il codice 1D che identifica il prodotto sarà l’elemento di collegamento al database che contiene i dati dinamici variabili sul prodotto, come ad esempio il prezzo, la descrizione, la giacenza,ecc…

I codici 2D invece, in virtù della capacità di codificare una gran quantità di caratteri, possono essere dei codici “parlanti” e quindi contenere tutte le informazioni necessarie all’identificazione del prodotto.

Ad esempio, il codice QR può contenere fino a 2.509 caratteri numerici o 1.520 caratteri alfanumerici. Ciò ha reso questi codici molto popolari per scopi pubblicitari in quanto possono trasferire rapidamente il collegamento a un sito web e informazioni commerciali con una singola scansione.

codice 2D

La considerazione più importante quando si seleziona la famiglia di codice da adottare per la gestione del magazzino è scegliere un’opzione di codifica che sia logica e il più semplice possibile.

CONCLUSIONI

Il magazzino deve gestire le attività di spedizione, ricezione, rifornimento, prelievo e imballaggio che spesso si verificano contemporaneamente.

I codici a barre forniscono a ogni articolo un identificatore univoco che semplifica la movimentazione dei prodotti sia all’interno che verso l’esterno del magazzino.

L’utilizzo di fogli di calcolo e/o di  immissione manuale dei dati per eseguire conteggi di inventario e altre attività può portare a errori rallentando notevolmente il flusso aziendale.

L’utilizzo del codice a barre ti consente non solo di contrassegnare i singoli prodotti ma anche  ogni posizione del magazzino come scaffalature, pallet e contenitori con un’etichetta che può essere facilmente scansionata in qualsiasi momento con un lettore.

Ciò è utile per eseguire velocemente e ciclicamente i conteggi e trasferire l’inventario tra reparti o ubicazioni.

Se vuoi iniziare a gestire il tuo magazzino con il codice a barre e desideri un nostro consiglio CONTATTACI

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

Cerchi una soluzione completa per la gestione del tuo magazzino?

Dai uno sguardo alle nostre soluzioni già configurate pronte all’uso

https://acsistemionline.com/


QUALI SONO GLI STRUMENTI UTILI PER GESTIRE L’INVENTARIO DEL TUO MAGAZZINO?

Il modo in cui viene gestito l’inventario della tua attività ha un impatto incisivo sulla redditività dell’azienda.

Conoscere le movimentazioni delle merci nel tuo magazzino ti permetterà di prendere decisioni  sulle scorte di  magazzino, sui prodotti danneggiati, su eventuali furti, su articoli poco richiesti e ti aiuterà a fare acquisti commisurati ai dati di vendita.

I conteggi dell’inventario devono essere eseguiti in modo sistematico per evitare perdite ed errori dovuti ad una gestione non organizzata.

Per realizzare un inventario in modo veloce e senza errori devi utilizzare il codice a barre.

Quali sono gli strumenti indispensabile che ti aiutano a gestire velocemente il tuo magazzino?

Per  una gestione organizzata con codice a barre ti occorre:

  • Un software
  • Una stampante di etichette
  • Un lettore di codice a barre o un palmare dotato di lettore di codice a barre

Vediamo come ognuno di questi strumenti ti aiuterà ad ottenere un sistema di gestione e controllo del magazzino efficiente e veloce.

SOFTWARE PER LA GESTIONE DEL MAGAZZINO

Gestire il tuo inventario tramite fogli di calcolo non è una buona idea, anzi forse è la decisione peggiore che un’azienda può adottare.

Un foglio di calcolo come Excel può sembrare la soluzione più economica e semplice, ma può essere lenta, imprecisa e renderà più difficile fare un’analisi accurata dell’inventario e dei movimenti di magazzino.

Dotare la tua azienda del software di magazzino idoneo alle tue esigenze è indispensabile per la gestione con il codice a barre.

Con un software  attraverso lettori di codici a barre o palmari puoi eseguire velocemente carico e scarico merce, analisi delle giacenze regolari, merce in arrivo, prodotti  esauriti o  sotto scorta di sicurezza o da riordinare.

Le operazioni di carico e scarico sono semplificate quando utilizzi codici a barre  che velocizzano l’identificazione sia degli articoli che dei movimenti.

inventario di magazzino come gestirlo

Un software di magazzino ti consente di avere una tracciabilità completa dei tuoi prodotti.

Saprai sempre con esattezza in che modo un certo prodotto, associato ad un lotto di produzione oppure identificato con precisione tramite un seriale, è stato movimentato, da chi l’hai acquistato, in che magazzino è stato spostato, a chi è stato venduto.

Scegliere il software di inventario giusto significa chiedersi “quali funzionalità mi servono?”

Puoi trovare validi software da poche centinaia di euro fino a migliaia di euro in funzione delle funzionalità che desideri implementare e della struttura della tua azienda

Stampante di etichette

Le stampanti di codici a barre svolgono un ruolo essenziale nel funzionamento di un magazzino.

Sebbene le etichette con codici a barre non rappresentino una spesa significativa, i problemi legati all’etichettatura rallentano il flusso di merci in entrata e in uscita : senza etichette affidabili e facilmente scansionabili da un lettore barcode, la gestione dell’inventario e le operazioni della catena di fornitura possono fermarsi.

È quindi fondamentale selezionare il giusto tipo di stampante per le tue operazioni di magazzino.

Tra i modelli fissi sono disponibili due opzioni per la stampa di etichette con codici a barre:

  • stampanti desktop, di dimensioni ridotte per medi o bassi volumi di stampa 
  • stampanti industriali, più grandi, generalmente con una struttura in metallo, adatte agli ambienti più impegnativi e progettate per gestire elevati volumi di stampa

Per i magazzini più piccoli che devono gestire  un volume di stampa medio (dalle 100 alle 500 etichette al giorno) e operano in un ambiente relativamente pulito e a temperatura controllata , le stampanti desktop funzionano perfettamente.

I modelli desktop sono generalmente meno costosi, in alcuni casi circa la metà del prezzo di una stampante industriale dello stesso produttore.

Per magazzini con volumi di stampa elevati e ambienti in cui la stampante è esposta a polvere, sporco o umidità, le stampanti industriali rappresentano l’opzione più idonea.

I criteri per comprare la stampante di etichette giusta per le tue esigenze sono molteplici e vanno tenuti in considerazione alcuni parametri essenziali, tra cui:

  • Tipologia di stampante
  • Tecnologia di stampa
  • Volume di stampa
  • Larghezza di stampa
  • Risoluzione
  • Interfaccia di connessione
  • Ambiente operativo
  • Accessori

Puoi approfondire la scelta della stampante più idonea alle tue necessità al nostro articolo

Lettore di codice a barre e palmare dotato di lettore di codice a barre

Cosa significa gestire i prodotti con il codice a barre?

Significa che tutti i movimenti di magazzino vengono effettuati tramite la lettura del codice a barre che deve essere univoco per ciascun prodotto: in questo modo si velocizzano le operazioni e si azzerano gli errori rispetto ad un controllo manuale.

Un lettore di codice a barre si collega con il PC in emulazione tastiera e ti permette di lavorare in tempo reale velocemente e senza errori.

lettori di codice a barre zebra ds2208 e ds2278
DS2208 con cavo e DS2278 cordless

Lavorare con un lettore barcode in emulazione tastiera è come lavorare direttamente con la tastiera del PC, ma il codice del prodotto anziché digitarlo lo scansioni con il lettore evitando errori e velocizzando il processo di immissione dati.

Diversamente, l’utilizzo di un terminale portatile è estremamente utile quando si ha la necessità di lavorare in mobilità, in zone distanti dalla postazione PC.

Ad esempio, l’arrivo merce e la corrispondente attività di carico del magazzino con un terminale portatile possono essere eseguiti direttamente nella zona dove  arriva la merce: un’operazione  semplice e veloce che minimizza la possibilità di errori rispetto ad una gestione cartacea.

terminale per il magazzino e per la gestione dell'inventario

Quindi un palmare dotato di lettore di codice a barre integrato ti consente di lavorare in completa mobilità, diversamente da un lettore che lavora in prossimità della postazione PC dove gira il programma di magazzino.

Analizzare il proprio flusso aziendale ti aiuterà scegliere fra un terminale portatile o un lettore di codice a barre

Se ti interessa una soluzione completa per velocizzare le operazioni di magazzino contattaci ai nostri riferimenti

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

https://www.acsistemisrl.com/


Ultimi articoli

INFOGRAFICA: COSA TI SERVE PER GESTIRE IL MAGAZZINO?

Un magazzino ben organizzato ed efficiente è il punto di partenza di qualsiasi attività che movimenta articoli.

Carico e scarico merce sono operazioni quotidiane che, se inesatte, implicano grandi perdite di tempo e produttività.

Vediamo quali sono gli strumenti giusti per mantenere costantemente aggiornato il tuo magazzino.

Le operazioni tipiche in un magazzino sono:

ETICHETTATURA

SCANSIONE DEL CODICE A BARRE

CARICO E SCARICO DEGLI ARTICOLI

STAMPANTI DI ETICHETTE: quante etichette devi stampare? E dove?

Se devi produrre poche etichette al giorno, sarà sufficiente una stampante di etichette desktop

http://www.acsistemisrl.com/desktop.html

Per elevati volumi di stampa avrai bisogno di una stampante di etichette di classe industriale, con una struttura robusta per resistere agli accidenti tipici degli ambienti difficili.

http://www.acsistemisrl.com/industriali.html

Per stampare in mobilità, esattamente nella postazione
in cui applicherai le etichette, ti occorrerà una
STAMPANTE PORTATILE

http://www.acsistemisrl.com/portatili.html

LETTORI DI CODICI A BARRE: modelli leggeri e modelli robusti SCEGLI L’OTTICA GIUSTA!

Se devi solo leggere i codici e lavori in prossimità del PC,
la soluzione più indicata è un lettore CON CAVO

http://www.acsistemisrl.com/con-cavo.html

Se devi leggere i codici allontanandoti dal PC,
la soluzione ideale è un lettore WIRELESS

http://www.acsistemisrl.com/wireless.html

Se devi leggere i codici durante operazioni da svolgere a mani libere, la soluzione ottimale è un lettore INDOSSABILE

http://www.acsistemisrl.com/indossabili.html

VUOI IL MASSIMO DELL’EFFICIENZA?

CARICO E SCARICO DI MAGAZZINO CON TERMINALE PORTATILE

Per tracciare la movimentazione in un magazzino
e comunicare tempestivamente con il software gestionale,
lo strumento di lavoro ideale è un
TERMINALE PORTATILE

http://www.acsistemisrl.com/palmari.html

CONCLUSIONI

Ognuno di questi dispositivi ha opzioni di configurazione personalizzabili per le varie esigenze operative

Esistono modelli base e modelli avanzati per soddisfare tutte le necessità

Cerca con noi la soluzione ideale per la gestione del tuo magazzino

Elisabetta Urbisaglia

Tel. 06.51848187

info@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com

Approfondisci:

UNA LOGISTICA ORGANIZZATA E VELOCE HA BISOGNO DI DISPOSITIVI GIUSTI

Il magazzino è l’anima del vostro business.
È lo snodo attraverso il quale confluisce tutta la movimentazione aziendale: materie prime e prodotti finiti nella produzione, pallet e colli in un centro di distribuzione, una moltitudine di prodotti eterogenei nel settore retail.

dispositivi per la gestione del magazzino

Il mercato attuale è contrassegnato da una repentinità tra domanda e offerta, incalzata dalla diffusione ed emulazione della vendita online, per cui un cliente deve risultare soddisfatto completamente e subito.

Da qui nasce l’esigenza di un’impeccabile gestione del magazzino.

La tempestività del servizio offerto è il valore aggiunto che fa la differenza!!!

Un magazzino ben organizzato è necessario anche a chi ci lavora dentro, perché l’identificazione immediata degli articoli fa risparmiare tempo e migliora la produttività aziendale.

Esistono varie categorie di magazzino, dai grandi centri logistici ai piccoli retrobottega, ma a tutti i livelli l’automazione genera una drastica riduzione dell’errore umano.

Un inventario aggiornato in tempo reale è il cuore del magazzino.

Sicuramente l’integrazione di tecnologie mobili, wireless e di acquisizione automatica dei dati contribuisce a rendere ancora più veloci i processi di gestione del magazzino.

La scansione di codici a barre, sia 1D che 2D, permette di verificare velocemente che gli articoli corretti siano stati caricati, prelevati, imballati e spediti.

codice a barre per la gestione del magazzino

La visibilità dei dati di inventario garantisce una serie di importanti vantaggi:

  • inserimento di dati più accurati nei sistemi di gestione
  • riduzione dei problemi di esaurimento delle scorte
  • riduzione dei livelli di inventario
  • riduzione dei costi di gestione dell’inventario
  • riduzione dei requisiti di spazio dell’inventario

Quali sono i dispositivi giusti nella gestione del magazzino?

Per rispondere in maniera tecnicamente corretta è necessario distinguere la soluzione per i grandi centri di distribuzione e stoccaggio da quella per i piccoli magazzini, perché i metri cubi, le condizioni ambientali, la modalità operativa degli addetti ai lavori sono fattori che fanno la differenza.

Magazzini di dimensioni “industriali”

La robustezza e l’affidabilità sono requisiti fondamentali.

Gli ambienti logistici possono essere polverosi e sporchi, luminosi o bui, avere pavimenti in cemento o gommati, scaffalature molto alte con conseguente distanza di lettura dei codici molto estesa, e in funzione della posizione geografica possono essere soggetti a temperature elevate, all’umidità, al freddo o  al caldo.

I dispositivi rugged sono ingegnerizzati per resistere a molteplici fattori aggressivi, per offrire performance appropriate al settore operativo al quale sono destinati, nonché allestiti per essere ergonomici alla manualità degli addetti ai lavori.

Scocche, gruppi ottici, tastiere, batterie: ogni componente va adeguato all’utilità specifica.

Presentiamo con una serie di video alcuni dispositivi adatti ai magazzini industriali dei brand più affidabili. 

LETTORI MANUALI INDUSTRIALI

ZEBRA LI3678 LETTORE RINFORZATO LONG RANGE

ZEBRA 3600 – ULTRA RUGGED SCANNER

LETTORE INDUSTRIALE DI CODICE A BARRE HONEYWELL GRANIT

LETTORI INDOSSABILI  per operare a mani libere

LETTORE INDOSSABILE PROGLOVE MARK II

LETTORE DI CODICE A BARRE AD ANELLO ZEBRA RS5100

SOLUZIONE RFID

RFID PER LA LOGISTICA DI MAGAZZINO: ESEMPIO PRATICO

STAMPANTI FISSE

STAMPANTE ZEBRA ZT411 CON DISPLAY TOUCH

HONEYWELL PX940 STAMPANTE DI ETICHETTE CON VERIFICATORE DI CODICE A BARRE INTEGRATO

STAMPANTE ZEBRA ZT230

STAMPANTE TOSHIBA B-EX4

STAMPANTI PORTATILI per stampare sul luogo di applicazione dell’etichetta

STAMPANTE PORTATILE DI ETICHETTE ZEBRA ZQ600

STAMPANTI PORTATILI ZEBRA

TERMINALI WIFI

TERMINALE PORTATILE HONEYWELL CK65

HONEYWELL EDA61K IL PALMARE PER IL TUO MAGAZZINO

PALMARE ZEBRA MC3300 RFID

TERMINALI INDOSSABILI

LETTORI DI CODICI A BARRE INDOSSABILI ZEBRA

TABLET VEICOLARI

DATALOGIC TASKBOOK TABLET PER APPLICAZIONI INDUSTRIALI

TABLET INDUSTRIALI

TABLET RINFORZATI ROBUSTI E RESISTENTI

Magazzini di medio-piccole dimensioni

Sono applicazioni che non richiedono una protezione estrema da acqua e polvere.

Un dispositivo progettato per ambienti office, punti vendita, magazzini contenuti, ha una solidità ideale per la maggior parte delle situazioni ordinarie.

Vediamo alcune soluzioni complete nei prossimi video

LETTORE DI CODICE A BARRE WIRELESS PER INVENTARIO E PUNTO VENDITA

LETTORI DI CODICE A BARRE WIRELESS AD ANELLO O A PISTOLA?

LETTORI E STAMPANTI DI CODICE A BARRE PER LA GESTIONE DEL MAGAZZINO CON DANEA EASYFATT

INVENTARIO DI MAGAZZINO CON PALMARE ANDROID

CONCLUSIONI

Prima di adottare una soluzione è opportuno determinare i requisiti della vostra applicazione. Utilizzare le informazioni sulle specifiche ambientali per identificare un dispositivo con il giusto livello di robustezza è una regola di buon senso che si dovrebbe seguire per effettuare la selezione di uno strumento di lavoro adeguato.

Elisabetta Urbisaglia

06.51848187

info@acsistemisrl.com 

www.acsistemisrl.com


Inventario di magazzino con GestMa per terminali Android

L’app Android GestMa è stata studiata per ottimizzare le operazioni di inventario e di magazzino con un palmare Android con lettore di codice a barre integrato.

Molti software gestionali utilizzati per la gestione del magazzino non hanno la possibilità di utilizzare palmari wifi e lavorare in mobilità in tempo reale.

gestione magazzino con terminale portatile

Che significa lavorare in tempo reale con un palmare?

Per la gestione in tempo reale con un palmare è necessario utilizzare un software residente sul palmare che comunica direttamente con il gestionale aziendale e che ci  consente di inserire i dati nelle schermate del gestionale.

La mancanza di questa comunicazione diretta implica delle limitazioni e per  gestire i movimenti di carico, scarico e inventario di magazzino solitamente si lavora su liste cartacee che successivamente dovranno essere confermate manualmente al PC, creando inevitabilmente errori.

Per migliorare queste movimentazioni, c’è la possibilità di una soluzione intermedia, che non lavora in tempo reale, ma comunque permette uno scambio di dati tra palmare e gestionale riuscendo comunque ad eliminare gli errori e velocizzare le operazioni.

Come funziona il flusso operativo?

I gestionali utilizzati prevalentemente nelle piccole e medie imprese permettono l’esportazione e l’importazione di file in formato TXT o CSV, per l’anagrafica articoli, la descrizione prodotti, le giacenze e l’importazione di  file relativi a carichi, scarichi di magazzini o inventari.

Da questa esigenza è stata sviluppata l’idea dell’ applicazione “GestMa”  per dispositivi Android per la gestione del magazzino a costi contenuti utilizzando palmari robusti con lettore di codice a barre integrato.

applicazione Android per la gestione del magazzino

Una volta definiti i tracciati record delle anagrafiche degli articoli e dei movimenti di magazzino è sufficiente creare una cartella condivisa su un PC per utilizzarla come fonte di scambio dati con il palmare.

Il primo passo è l’importazione nel palmare delle anagrafiche articoli compresa la giacenza di magazzino.

A questo punto si può iniziare la raccolta dei dati tramite scansione del codice a barre degli articoli, inserendo la quantità movimentata e dove previsto anche lotto e data di scadenza.

applicazione per magazzino con palmare per codice a barre

Ultimato l’inserimento dei dati che può essere relativo ad una operazione di scarico, di carico o inventario di magazzino verrà generato un file da trasmette alla cartella condivisa utilizzando la comunicazione wifi.

A questo punto, dal gestionale  residente sul PC è sufficiente importare questo file dalla cartella condivisa e abbiamo la sicurezza di un dato certo e privo di errori perché le letture sono state effettuate tramite il lettore di codice a barre eliminando qualsiasi digitazione manuale.

Con una semplice applicazione si possono ottimizzare diversi processi aziendali, inoltre i tracciati record per lo scambio dei dati possono essere personalizzati per l’utilizzo su qualsiasi gestionale.


Approfondisci

Se hai la necessità di una soluzione per il magazzino con palmare Android contattaci

Telefono 06.51848187

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

RFID nella logistica per la tracciabilità delle spedizioni

La tecnologia RFID utilizzata per l’identificazione automatica sta crescendo molto, sia per interesse che per numero di installazioni, considerando che solo nel 2019 c’è stata una crescita del 25% rispetto al 2018.

Rfid per la tracciabilità nella logistica

Le aziende sono costantemente alla ricerca di nuove soluzioni per diminuire i costi del personale, per ottimizzare e velocizzare i flussi aziendali e per ridurre drasticamente gli errori di tracciabilità e una soluzione RFID ben progettata si dimostra un investimento efficace nell’automazione dei processi logistici e produttivi.

Proprio per questa crescita esponenziale i più grandi costruttori stanno investendo molto nella costruzione di soluzioni hardware RFID con prestazioni e costi competitivi dei reader RFID, delle antenne e dei tag.

Esempio pratico: controllo spedizioni attraverso la tecnologia RFID

Nelle piattaforme logistiche le spedizioni vengono effettuate in pallets o colli singoli, i quali, in funzione della lista di carico, vengono posizionati di fronte alla baia assegnata per essere successivamente caricati nel bilico.

Questa operazione viene comunemente eseguita con terminali portatili e lettura del codice a barre, ma in questo modo non possiamo avere la certezza che l’operatore legga il codice a barre del pallet o del collo durante la fase di carico del mezzo e si possono verificare flussi che generano errori.

Ad esempio, se l’operatore effettua le letture massive e successivamente carica la merce, poiché il processo è asincrono, non si ha la certezza di quanti colli siano stati effettivamente caricati sul bilico oppure l’operatore può omettere una lettura del codice a barre di un collo o pallet e caricare ugualmente la merce. In questi casi si genera un disallineamento tra la lista di carico e la merce effettivamente caricata.

RFID per la gestione del magazzino

La tecnologia RFID UHF come risolve il problema?

In questo caso la tecnologia RFID risolve il problema perché il collo viene automaticamente letto in corrispondenza del passaggio attraverso un varco RFID.

Ad ogni collo o pallet viene applicata una etichetta con tag RFID UHF e la lettura del tag viene effettuata tramite dei varchi dove sono posizionati dei reader industriali RFID in corrispondenza della ribalta: in questo modo abbiamo la certezza che il controllo avvenga solo ed esclusivamente nella fase di carico.

Possiamo inserire anche delle torrette di segnalazione con luce verde o rossa, per avvisare in tempo reale l’operatore: luce verde collo corretto, luce rossa collo non corrispondente alla lista di carico.

torrette di segnalazione luminosa per RFID

Oltre ad una torretta, in corrispondenza della ribalta, può essere inserito un monitor dove l’operatore può visualizzare la lista di carico che riporta i colli caricati nel mezzo.

Nell’esempio della foto la lista di carico è composta da 10 colli, l’operatore ha caricato il mezzo solo con 6 colli che vengono contrassegnati in colore verde, mentre in rosso sono evidenziati i colli mancanti.

lettura tag rfid

L’operatore avrà la certezza di aver caricato correttamente il mezzo e completata tutta la lista di carico solo quando tutte le unità diventeranno verdi, come mostrato nella rappresentazione seguente

lettura etichette rfid magazzino

Questa è un’applicazione molto richiesta in piattaforme logistiche di medie e grandi dimensioni dove l’intensa movimentazione di colli e pallets può dar luogo ad errori di carico e scarico della merce.

Guarda il video

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


Approfondisci

Tracciabilità dei beni e inventario: codice a barre o RFID?

Per molto tempo i codici a barre sono stati la tecnologia predefinita per l’identificazione e la tracciabilità delle risorse.

Negli ultimi anni l’ascesa della tecnologia RFID (Radio Frequency Identification) ha sfidato questa posizione dominante.

RFID stampa e codifica

Questi due metodi di identificazione automatica hanno caratteristiche e prestazioni differenti, quindi quale tecnologia offre l’opzione migliore per la tua applicazione?

La comprensione del funzionamento, l’analisi dei benefici e dei punti critici può aiutarti a scegliere la tecnologia più idonea alla tua azienda.

Tracciabilità con codice a barre

La maggior parte delle realtà ha familiarità con i codici a barre come mezzo per gestire l’inventario e la tracciabilità delle risorse.

I codici a barre per essere decodificati richiedono l’uso di un lettore ottico. Lo scanner decodifica le barre che generalmente rappresentano una serie di numeri o una stringa alfanumerica. Le informazioni decodificate vengono inviate al software gestionale che riporta le informazioni associate alla sequenza decodificata, come descrizione del prodotto, prezzo, giacenza, produttore, etc…

scelta-del-lettore--ambiente

Per eseguire la scansione di un codice a barre è necessario avvicinarsi al codice e orientare correttamente il lettore. Quindi lo scanner deve avere una linea visiva libera, non ostruita altrimenti non riesce a decodificare il codice.

Questa è una delle principali differenze tra una soluzione con codice a barre e una soluzione RFID, in quanto quest’ultimo non richiede una linea di vista libera.

La tecnologia RFID

L’identificazione a radiofrequenza comunemente conosciuta come RFID legge le informazioni utilizzando le frequenze radio al posto di un raggio ottico.

I sistemi di gestione tramite RFID richiedono etichette a radiofrequenza (tag) e un lettore RFID.

Un lettore RFID trasmette un segnale radio codificato per interrogare il tag. Il tag riceve il messaggio e risponde con le informazioni memorizzate al suo interno.

Differenze operative tra codice a barre e RFID

La visibilità ottica è solo una delle molte differenze tra le due tecnologie.

Le applicazioni con codice a barre richiedono la scansione di ciascuna etichetta.

Con una soluzione RFID ben progettata è possibile leggere centinaia di tag al secondo

Di conseguenza, il tempo necessario per eseguire attività che richiedono la scansione di molti articoli può essere ridotto drasticamente.

magazzino con RFID

La tecnologia RFID non è inoltre ostacolata da alcuni dei problemi comuni che influenzano la scansione dei codici a barre, come etichette sporche, strappate o stampate male.

Le etichette con codici a barre sono suscettibili a problemi di lettura quando vengono stampate su supporti facilmente danneggiabili. Selezionare il materiale giusto per l’etichetta richiede un’analisi accurata delle condizioni a cui verrà sottoposta nel suo ciclo di vita.

L’efficacia di una tecnologia RFID, tuttavia, può essere ostacolata da metalli e liquidi. Questi elementi possono interferire con i segnali radio, rendendo difficile o impossibile per il lettore interagire con precisione con i tag.

Vantaggi di una soluzione con codice a barre

Le soluzioni con codice a barre sono più economiche. Le informazioni con codice a barre non richiedono codifica e vengono stampate direttamente sull’etichetta con costi decisamente minori.

Gli scanner sono normalmente più economici dei lettori RFID equivalenti.

lettore di codice a barre

I codici a barre sono universalmente scansionabili in qualsiasi parte del mondo.

Esistono etichette di una gamma praticamente infinita di materiali che assicurano la precisione della scansione in qualsiasi condizione operativa.

La precisione complessiva della scansione con i codici a barre è spesso superiore a quella RFID.

Codici a barre: criticità

Per essere in grado di leggere il codice, gli scanner necessitano di una linea di vista diretta sull’etichetta.

La maggior parte degli scanner di codici a barre ha un raggio di scansione limitato.

Solitamente i codici a barre codificano una stringa numerica o alfanumerica e non contengono ulteriori informazioni associate al prodotto.

Le etichette con codice a barre possono solamente essere lette, mentre un tag RFID può essere letto e scritto e quindi ad esempio può contenere dati di lavorazione e avanzamento di produzione.

Ogni codice a barre deve essere scansionato singolarmente.

RFID: vantaggi

I tag RFID non richiedono una linea di vista diretta, quindi è possibile leggere un tag “nascosto”, ad esempio applicato sotto un tavolo o dietro un quadro

Alcune applicazioni possono leggere più tag contemporaneamente.

I tag RFID possono contenere molti più dati, come registrazioni di manutenzione, dati di avanzamento produzione, specifiche del prodotto, ubicazione e descrizione di un cespite.

I tag RFID sono dispositivi di lettura / scrittura che consentono di modificare i dati contenuti nel tag durante il suo ciclo di vita.

tag rfid

I tag RFID hanno una maggiore sicurezza dei dati memorizzati, che possono essere crittografati o protetti da password.

I tag RFID possono avere codici a barre stampati sulla loro superficie come backup in caso di danneggiamento

RFID: criticità

I tag RFID sono più costosi delle etichette.

L’ampia gamma di lettori e tag con caratteristiche differenti può rendere complicata la selezione dell’hardware idoneo alle specifiche esigenze. I progetti RFID sono difficilmente replicabili, in quanto richiedono un’analisi accurata dello specifico ambiente operativo e delle condizioni che possono influenzare la radiofrequenza.

I sistemi RFID hanno difficoltà in presenza di metalli o liquidi.


Approfondisci

ETICHETTE RFID SU METALLI: LA SOLUZIONE ZEBRA SILVERLINE

È possibile che si verifichi una collisione tra lettore e tag quando si sovrappongono più segnali di lettori diversi o quando numerosi tag rispondono allo stesso tempo.

Conclusioni

In sintesi, il codice a barre è più semplice da implementare rispetto ad una soluzione RFID. A meno che non si abbia effettivamente bisogno delle funzionalità aggiuntive offerte dalla RFID l’utilizzo di una soluzione basata sul codice a barre è più economica e può essere applicata alla maggior parte degli ambienti, anche i più ostili.

L’RFID offre delle caratteristiche extra, ma molte aziende lo usano semplicemente per fare lo stesso lavoro di un codice a barre, ma a un prezzo più elevato. I tag RFID possono essere molto utili quando le risorse non sono facilmente accessibili come per esempio l’identificazione di un componente all’interno di un’unità sigillata o dove la posizione del bene è conosciuta solo approssimativamente.

Hai domande? Ti occorre un consiglio?

Contattaci

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

Approfondisci

STAMPANTI DI ETICHETTE: VANTAGGI NELL’UTILIZZO DELLA TECNOLOGIA A TRASFERIMENTO TERMICO

Come fare un inventario del magazzino dei ristoranti e delle dispense delle cucine

Lo stoccaggio degli alimenti nelle cucine e nelle dispense dei ristoranti è una fase critica, che deve essere eseguita con i dovuti accorgimenti al fine di ottenere un inventario aggiornato che tenga conto delle scorte ma soprattutto dei tempi di conservazione degli alimenti.

Lettura codice a barre alimenti

Una corretta e precisa fase di stoccaggio porta evidenti vantaggi:

  • permette un approvvigionamento delle materie prime funzionale e senza sprechi, modellato sulle esigenze reali e sui consumi effettivi e non presunti
  • agevola la corretta rotazione dei cibi con una gestione ottimizzata delle scadenze in modo da consumare quelli che scadono prima (o consegnati per primi)
  • permette un controllo accurato, veloce e regolare della merce immagazzinata

Il magazzino di un ristorante è un sistema molto dinamico, con alta rotazione dei prodotti. Una corretta gestione significa ridurre lo spreco ed evitare l’accumulo di prodotti inutilizzati o vicini alla data di scadenza.

inventario ristorante

Vediamo come poter facilmente strutturare una gestione automatizzata con codice a barre.

Gli strumenti per fare l’inventario devono essere di semplice utilizzo e di dimensioni contenute per non occupare spazio e garantire una completa mobilità all’interno della struttura.

L’operatività deve essere comprensibile a tutti gli operatori eliminando l’impegno di software complicati che rallentano il flusso e la velocità operativa.

Qualsiasi processo di automazione deve migliorare e velocizzare il flusso operativo e non deve in alcun modo rappresentare un ostacolo o un rallentamento delle attività quotidiane.

La soluzione che qui esaminiamo permette di fare l’inventario con:

  • una stampante di etichette portatile Bluetooth collegabile a PC, smartphone e tablet
  • un palmare Android con integrato un lettore di codice a barre
  • un’APP per la stampa delle etichette e un’APP per l’inventario, entrambe installate sul terminale

Al seguente video puoi vedere una breve presentazione delle due semplici fasi in cui può essere organizzato l’inventario

La 1° FASE richiede l’etichettatura dei prodotti presenti in dispensa.

Sull’etichetta sarà stampato il nome del prodotto (ad esempio zucchero, uova, olio, marmellata di fragole, etc.).

Al singolo prodotto sarà associato anche il QR code che codifica il nome del prodotto.

Poiché il codice QR può contenere fino a 4.296 caratteri alfanumerici, possiamo decidere di codificare altre informazioni aggiuntive per identificare l’alimento in modo univoco e dettagliato.

Sul terminale Android è installata un’applicazione specifica per la creazione e la stampa delle etichette da applicare sui prodotti.

stampa etichetta alimenti

L’APP per la stampa è dotata di diversi layout pronti: è sufficiente scrivere il nome dell’alimento di cui si vuole stampare l’etichetta, creare il QR code associato e mandare in stampa dal terminale collegato via Bluetooth alla stampante.

Con la stessa stampante è poi possibile stampare anche etichette con la data di confezionamento e di scadenza dei prodotti semi-lavorati o delle confezioni aperte.

Se vogliamo, possiamo codificare la data di scadenza all’interno del QR code: in questo modo quando leggeremo il codice otterremo la descrizione e la data di scadenza del prodotto in un unico passaggio.

Una volta stampata e applicata l’etichetta sui singoli prodotti, sulle confezioni, sugli imballi, sui prodotti semi-lavorati passiamo alla seconda fase in cui velocemente procediamo all’inventario.

Terminale per inventario ristorante

2° FASE

Attraverso l’APP Inventario installata sul terminale leggiamo il QR code e inseriamo la relativa quantità: FINITO!!!

L’ APP permette anche di verificare e modificare la lista dei prodotti letti.

Inoltre, possiamo esportare la lista creata su un file Excel per poterlo elaborare, consultare ed effettuare un’analisi dei dati da PC

La semplicità della soluzione proposta agevola le operazioni di stoccaggio e di verifica della dispensa che possono essere eseguite quotidianamente o a fine turno senza rallentare il ciclo lavorativo.

Per qualsiasi informazione, se desiderate approfondire la soluzione, potete contattarci ai nostri riferimenti

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

06.51848187


Approfondisci

Etichette: stampante laser o stampante termica?