PACKAGING PERSONALIZZATO PER E-COMMERCE: TUTTO QUELLO CHE SERVE PER ESSERE AUTONOMI SPENDENDO POCO

Negli ultimi anni c’è stata una proliferazione di vendite online, incentivata dalla pandemia e dall’inflazione.

Dagli e-commerce dei brand più famosi, ai canali social come Instagram, ai portali dove chiunque vende qualcosa.

Le vendite online sono una realtà molto redditizia dove piccole imprese commerciali sono riuscite a movimentare grandi affari.

La soddisfazione del cliente aumenta quando percepisce un servizio professionale e curato nei dettagli.

L’esperienza di unboxing, cioè di scartare l’imballo, può essere vissuta dall’acquirente come un momento magico se il packaging è affascinante.

La personalizzazione delle confezioni commerciali ha un costo, ma se vuoi promuovere la tua identità di brand con un gusto unico e riconoscibile, puoi farlo abbattendo le spese e in completa autonomia.

etichette adesive colorate e nastri in raso per confezioni personalizzate

In questo articolo parliamo di stampanti termiche: le uniche in grado di stampare etichette adesive, bustine in plastica, cartellini e nastri in raso, tutto l’occorrente per confezionare e firmare i tuoi articoli.

Come funziona una stampante termica di etichette

Le stampanti termiche realizzano una stampa monocromatica nera, colorata o metallizzata.

Questa tecnologia di stampa a caldo produce stampe definite e resistenti ed è ideale per grafiche minimaliste o stilizzate.

L’elemento inchiostrante si chiama ribbon ed è un nastro che viene fuso dal riscaldamento della testina di stampa.

Nella stampante il ribbon scorre parallelamente al supporto da stampare e viene trasferito su questo per contatto.

Il ribbon esiste in 3 diverse composizioni: cera, resina e misto cera-resina

Il segreto per stampare a trasferimento termico è abbinare il ribbon corretto al materiale su cui stampare e selezionare una giusta temperatura per fonderlo.

Cosa puoi stampare con una stampante termica

Le stampanti di etichette a trasferimento termico possono stampare su supporti in bobina come:

  • etichette adesive di qualsiasi forma e materiale (di carta, sintetiche, in polipropilene trasparente)
  • bollini tondi e chiudi-busta
  • supporti adesivi continui come rotoli di carta  o plastica da utilizzare come scotch personalizzato
  • nastri di raso e nastri da pacco regalo per infiocchettare i tuoi articoli
  • bobine di cartellini con foro da attaccare al prodotto con un cordoncino o un elastico
  • bustine tese di poliestere (larghezza massima di 110 mm per il passaggio nella stampante)

A seconda della tipologia di confezione potrai utilizzare la combinazione di accessori più utile per decorare e sigillare il tuo packaging

L’ampia gamma di colori di stampa disponibili, incluse le tinte metallizzate (oro, argento, blu metal e rosso metal), permette di realizzare una personalizzazione accattivante.

Estrema facilità di utilizzo della stampante e possibilità di stampare sia dal programma a corredo che da qualsiasi altro software grafico (Canva, Word, Adobe, CorelDraw, Gimp…).

Idee grafiche per packaging: stampa il tuo stile

Qualsiasi azienda dovrebbe ricercare uno stile che la rappresenti in tutte le sue manifestazioni: l’insegna, il sito web, i canali social, la carta intestata, le scatole da spedire.

L’immagine coordinata crea una comunicazione visiva immediata che induce un progressivo riconoscimento dell’azienda, con conseguenze positive sul successo.

L’immagine diventa coordinata quando i differenti strumenti comunicativi risultano graficamente simili l’uno con l’altro, utilizzando gli stessi elementi grafici come font, colori, loghi.

Un packaging personalizzato con nastri in raso, etichette adesive e cartellini stampati con uno stile coerente rafforza il valore dell’azienda e fidelizza il cliente.

Come personalizzare un packaging

L’elemento che contraddistingue la tua immagine è il colore?

Puoi replicarlo utilizzando etichette colorate con le tinte caratteristiche del tuo brand.

Possiamo fornirti etichette del colore specifico che ti occorre, da abbinare a nastri in raso con la stessa gradazione.

Possiamo fare una produzione di etichette in cui sulla stessa bobina c’è una sequenza di colori scelta da te

Vuoi realizzare un packaging sobrio ma professionale?

Puoi stampare logo, testi e immagini su supporti bianchi o trasparenti e puntare ad un design minimalista.

Le etichette trasparenti entrano in sintonia con qualsiasi tipo di superficie

Il tuo packaging deve essere sofisticato e lussuoso?

Puoi dare risalto ai tuoi prodotti stampando con foil oro o argento.

Il trasferimento termico è la tecnologia più economica per stampare colori metallizzati.

I ribbon metallizzati sono disponibili anche nelle modernissime tinte rosso metal e blu metal, per confezioni con una stile sgargiante e deciso.

Se li utilizzi con etichette trasparenti otterrai un effetto elegante e immediatamente distinguibile

Conclusioni

Per procurarsi un packaging accattivante basta individuare 1 o 2 misure di etichette adesive che possano essere utilizzate con varie funzionalità: le puoi applicare su barattoli, tappi, buste, scatole e ovunque tu voglia descrivere un prodotto o rafforzare l’ immagine del tuo brand.

Contattaci per acquistare con installazione, configurazione e istruzione gratuite.

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/

CODICI A BARRE PERFETTI: LINEE GUIDA PER STAMPARLI SENZA ERRORI

Il codice a barre è l’elemento primario per un flusso operativo automatizzato, veloce e senza errori.

Oramai trovi codici a barre stampati ovunque, ma affinché i lettori barcode possano essere in grado di decodificarli devono essere rispettate alcune regole nella generazione e nella stampa del codice.

In questo articolo ti diamo 5 suggerimenti per creare codici a barre senza errori

UTILIZZA LA QUIET ZONE

Lo scanner richiede un’area intorno al codice a barre che sia priva di segni e sufficientemente ampia, la cosiddetta “quiet zone”.

La quiet zone è necessaria affinché il lettore riconosca l’inizio e la fine del codice.

ANATOMIA DI UN CODICE A BARRE QUIET ZONE

Assicurati che non ci sia alcun segno, carattere o simbolo all’interno della quiet zone.

Se ti interessa approfondisci l’argomento nel nostro articolo

UTILIZZA UN CONTRASTO ELEVATO PER LA STAMPA DEL CODICE A BARRE

Nella stampa del codice a barre non puoi utilizzare qualsiasi combinazione di colori.

Le stampe ad alto contrasto sono più facili da leggere per gli scanner.

Evita codici a barre chiari su sfondi chiari e codici a barre scuri su sfondi scuri.

Inoltre, alcune combinazioni di colori dei codici a barre sono molto sfavorevoli, come rosso su bianco, nero su blu e nero su verde.

Ovviamente il contrasto migliore si ottiene con un codice a barre nero su uno sfondo bianco.

Se questo non è possibile ti consiglio di attenerti alle combinazioni di colori indicate nella seguente figura.

combinazione di colori per stampare un codice a barre con il giusto contrasto

FAI ATTENZIONE ALLA SUPERFICIE SU CUI STAMPI IL CODICI A BARRE

Materiali lucidi, in alluminio o pellicole possono influire sulla lettura a causa delle riflessioni causate dalla superficie.

Anche superfici corrugate o ondulate possono creare una distorsione delle linee del codice influendo sulla leggibilità del codice.

Quando stampi il codice su superfici curvilinee fai attenzione che l’intero codice sia ben visibile e non segua le curve del contenitore, altrimenti il raggio di scansione potrebbe non intercettare tutte le barre. 

GARANTISCI UNA BUONA QUALITA’ DI STAMPA

Spesso vediamo codici a barre stampati male o danneggiati.

Controlla il tuo processo di stampa, considerando che:

  • la stampa termica diretta non è durevole, i materiali termici sono sensibili al calore, all’abrasione, allo sfregamento, alla luce.
  • la stampa a trasferimento termico, utilizzando un ribbon come elemento inchiostrante, è molto più resistente. Permette di utilizzare materiali sintetici come il polipropilene, il PVC o il poliestere che, abbinati a ribbon resina, ti assicurano stampe indelebili.

Qualsiasi tecnologia di stampa utilizzi, assicurati che i materiali e il metodo di stampa sia idoneo per la tua applicazione e ti garantisca stampe perfette per tutto il ciclo di vita del prodotto.

GENERA IL CODICE A BARRE SECONDO GLI STANDARD GS1

La creazione e la stampa del codice a barre deve essere realizzata seguendo degli standard specifici della famiglia di codice che utilizzi.

Ci sono delle regole che devono essere rispettate che specificano la qualità di stampa, la dimensione delle barre, il colore e lo sfondo del codice a barre, nonché la sua posizione sull’etichetta o sulla confezione.

Per le linee guida puoi far riferimento al GS1 Italy, l’unico ente autorizzato a rilasciare codici a barre univoci GS1.

CONCLUSIONI

CONCLUSIONI

È fondamentale che i codici a barre vengano letti in modo tempestivo e coerente, indipendentemente da dove lavori.

Affinché non si abbiano problemi di lettura devi assicurarti che il codice a barre venga generato e poi stampato senza errori

I codici a barre illeggibili possono rallentare o addirittura fermare il flusso di lavoro.

Se ti occorrono gli strumenti idonei per stampare, marcare o scansionare il codice a barre, contattaci.

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro


AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

TERMINALI PORTATILI PER DANEA EASYFATT COME FARE LA SCELTA GIUSTA

Danea EasyFatt, nella versione Enterprice ed Enterprice One, consente di gestire i movimenti di magazzino tramite terminali portatili.

La gestione con un terminale ti permette di lavorare ovunque, in completa mobilità, senza essere collegato alla postazione PC dove è installato Danea.

QUANDO È UTILE LAVORARE CON UN TERMINALE PORTATILE

Se devi fare un inventario e spostarti tra i vari scaffali o zone del tuo magazzino, certamente un palmare con lettore barcode integrato è utile.

Se hai la zona di scarico merci dislocata in un punto distante dalla tua postazione PC, oppure se desideri preparare un ordine per un cliente muovendoti liberamente, un terminale portatile ti aiuta a lavorare in modo continuativo, realizzando un flusso operativo veloce e privo di errori.

come sceglier e un terminale portatile per Danea easyfatt

QUALE TERMINALE SCEGLIERE PER DANEA EASYFATT

L’errore più comune è scegliere una soluzione per Danea EasyFatt partendo dall’hardware, cioè dal terminale.

Devi focalizzare l’attenzione sul programma installato all’interno del terminale che ti permette di scambiare i dati con Danea.

In altre parole, non è il terminale che ti permette di scambiare le informazioni con Danea, ma un programma appositamente progettato per Danea Easyfatt che deve essere installato nel terminale.

Partendo da questo presupposto ti consiglio di valutare quali operazioni desideri effettuare con il terminale e quali informazioni vuoi visualizzare sul terminale.

In questo articolo ti presentiamo 2 soluzioni complete, con le quali leggi semplicemente il codice a barre dei tuoi prodotti, inserisci la quantità e crei un file che trasferisci al PC tramite Wi-Fi e successivamente lo importi in Danea EasyFatt tramite il pulsante “Importa da terminale portatile”

Con   entrambe le soluzioni puoi gestire tutti i documenti di Danea:

  • documenti di trasporto
  • fatture
  • ordini clienti e ordini fornitori
  • rettifiche di inventario

Approfondiamo quali sono le differenze sostanziali tra questi 2 terminali

TERMINALE MT-37 CON PROGRAMMA CODICE / QUANTITA’

Il terminale MT-37 è un terminale Android dotato di un programma progettato per Danea EasyFatt con il quale:

  • leggi il codice a barre sul prodotto
  • inserisci la quantità dalla tastiera del terminale

Una volta che hai letto il codice a bare dei tuoi prodotti invii il file al PC tramite wi-fi

terminale portatile MT37 per danea easyfatt

A questo punto puoi importare il file creato in qualsiasi documento di Danea EasyFatt tramite il pulsante Utilità> Importa da terminale portatile

INVENTARIO IN CLOUD

Inventario In Cloud è un’applicazione progettata per Danea EasyFatt installata su terminali Android

Questa è una soluzione più articolata e completa, che ti consente di visualizzare sul terminale le informazioni dei prodotti di Danea EasyFatt.

https://www.inventarioincloud.com/

La prima sostanziale differenza dalla precedente soluzione è che al terminale viene passata l’anagrafica dei prodotti di Danea tramite wi-fi.

Avere l’anagrafica dei prodotti memorizzata sul terminale ti permette di visualizzare non solo il codice a barre del prodotto ma anche la relativa descrizione, la giacenza, il prezzo, l’ubicazione di magazzino (se valorizzata).

Inoltre, con Inventario In Cloud puoi gestire prodotti con lotto e scadenza oppure prodotti con numero seriale.

Un altro aspetto distinguibile di Inventario In Cloud è che ogni operazione che esegui con il terminale, oltre ad essere inviata Wi-Fi al PC, viene salvata in Cloud, in uno spazio web personale riservato.

Quale è il vantaggio del Cloud?

Avere una copia di tutte le operazioni in Cloud significa che puoi lavorare con il terminale portatile ovunque, in una rete diversa da quella di Danea EasyFatt e puoi quindi scaricare il file dal tuo spazio riservato da qualsiasi postazione PC.

Questa condizione è utile se lavori da remoto, se hai magazzini dislocati in zone differenti, se fai delle operazioni con il terminale e poi successivamente hai la necessità di scaricare i file in qualsiasi PC.

Inoltre, con inventario in Cloud hai le funzioni di filtro e ricerca

Il FILTROci permette di effettuare una ricerca tra gli articoli scansionati nell’operazione corrente

La RICERCA viene effettuata su tutti i prodotti contenuti nell’anagrafica di Danea e viene elaborata inserendo una parola chiave.

A fine elaborazione il programma vi restituirà tutti gli articoli che contengono la parola chiave ricercata nella descrizione.

La RICERCA è una funzione vantaggiosa se ad esempio non riesci a leggere il codice a barre dell’articolo perché stampato male oppure per gli articoli che non sono dotati di codice a barre

Guarda le nostre 2 soluzioni con terminale portatile che ti permettono di lavorare in completa libertà, lontano dalla postazione PC dove è residente Danea

Entrambe le soluzioni sono efficienti e ti permettono di ridurre drasticamente gli errori

La scelta giusta dipende dal tuo modo di lavorare e dalle informazioni che desideri visualizzare sul terminale

Se vuoi un nostro consiglio contattaci

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro


AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

Ultimi articoli

  • COSA SERVE PER STAMPARE LOTTO E SCADENZA?
    Per stampare lotto e scadenza sui prodotti esistono molti metodi, da selezionare valutando la soluzione più congrua al proprio volume di produzione. In funzione di questo fattore si può optare per un marcatore manuale o automatico. In questo articolo analizziamo alcuni sistemi di marcatura e perché sceglierli. Marcatore per lotto e scadenza manuale o automatico? Una marcatura manuale è idonea per stampare lotto e scadenza su una produzione giornaliera di circa 500 unità, si effettua con un dispositivo manovrato manualmente da un operatore, per cui la precisione della marcatura dipende dall’abilità individuale. Una marcatura automatica è indicata per produzioni medio alte, necessita di un nastro trasportatore, su cui posizionare un marcatore automatico comandato da una fotocellula che invia il comando di stampa al passaggio dei prodotti. Le marcature automatiche sono più rapide e precise rispetto alle marcature manuali.
  • ETICHETTE PER BARCA A VELA CON NOMI E NUMERI
    Ti è mai capitato di fare una escursione in mare o partecipare a una regata in barca a vela? Sia i principianti che un gruppo competitivo possono trarre vantaggio dall’applicazione di etichette identificative e di posizione. Durante le manovre è possibile far confusione tra le varie drizze ed anche il conteggio della posizione del carrello può rallentare i tempi di esecuzione. Con il nostro Kit di etichette adesive prestampate potrai eseguire i comandi senza difficoltà.
  • COME ACQUISTARE I RIBBON PER STAMPARE A TRASFERIMENTO TERMICO
    COME ACQUISTARE I RIBBON PER STAMPARE A TRASFERIMENTO TERMICO La stampa a trasferimento termico è una tecnologia estremamente diffusa per la sua velocità, semplicità e versatilità. Questo articolo è una guida utile ai neofiti della stampa a trasferimento termico, che spiega come effettuare correttamente un acquisto di ribbon su uno shop online.
  • EPSON C4000 COME INSTALLARE E CONFIGURARE LA STAMPANTE
    La stampante di etichette a colori Epson CW-C4000 per funzionare correttamente deve essere installata e configurata coerentemente con il materiale che si utilizza. La stampante C4000 può stampare su un’ampia gamma di supporti, sia fustellati che continui e, come tutte le stampanti di etichette professionali, il driver della stampante e/o il software dal quale si generano le stampe deve rispettare parametri di configurazione specifici del materiale. In questo articolo descriviamo la procedura di installazione della stampante e del relativo driver di stampa
  • LETTORE ZEBRA DS2208 : COME AGGIUNGERE UN ENTER (RITORNO A CAPO) O UN TAB
    LETTORE ZEBRA DS2208 : COME AGGIUNGERE UN ENTER (RITORNO A CAPO) O UN TAB
  • SIGNIFICATO DEI SIMBOLI DI LAVAGGIO E COME STAMPARLI
    I capi d’abbigliamento e tutti gli articoli tessili devono essere etichettati con apposite etichette che, in genere, vengono cucite in punti discreti ma accessibili. Sulle etichette vanno riportate la composizione del tessuto e le istruzioni di lavaggio. I simboli di lavaggio del bucato rispondono a uno standard internazionale (ISO 3758: 2012). In questo articolo vi forniamo una guida per interpretare correttamente le istruzioni di manutenzione di un articolo tessile, utile sia ai consumatori che ai produttori nel settore moda.

CONTATORI DI ETICHETTE: COME SCEGLIERE IL MODELLO GIUSTO

I contatori di etichette sono macchine per il trattamento di etichette adesive in rotolo, dedicate a tutti gli utenti che devono eseguire dei conteggi con un’azione roll-to-roll (DA ROTOLO A ROTOLO)

Il dispositivo è composto dall’ accoppiamento tra uno svolgitore ed un riavvolgitore motorizzati con interposta una fotocellula che rileva il passaggio delle etichette.

contatore di etichette in bobina

La fotocellula è collegata ad una centralina di controllo con display, programmabile per svolgere varie operazioni:

✅ contare le etichette tramite un contatore progressivo o regressivo

✅ controllare la presenza delle etichette

✅ arrestarsi in presenza di una etichetta mancante o di un gap errato e permetterne il riposizionamento

✅ ribobinare etichette con velocità e precisione.

In alcuni modelli di conta etichette le operazioni avvengono senza nessun settaggio, grazie alla capacità della centralina di eseguire un auto-apprendimento della lunghezza dell’etichetta.

Tramite il pannello di controllo è possibile impostare:

• velocità di riavvolgimento

• bobinatura interna o esterna

• controllo della mancanza di etichette o presenza dell’interspazio

• programmare conteggio progressivo o regressivo con arresto automatico

Come scegliere un contatore di etichette

Quando si acquista un contatore di etichette è importante valutare la sua flessibilità in funzione delle proprie esigenze.

I parametri fondamentali sono:

LARGHEZZA MASSIMA DELLE ETICHETTE
DIAMETRO ESTERNO DELLA BOBINA
DIAMETRO DEL MANDRINO SVOLGITORE
DIAMETRO DEL MANDRINO RIAVVOLGITORE

Nel caso in cui si utilizzino anche etichette trasparenti, bisogna accertarsi che sia disponibile una fotocellula a ultrasuoni in grado di rilevare supporti con scarso contrasto.

La maggior parte dei modelli hanno mandrini a espansione con diametri regolabili da 40 a 110 mm; solo alcuni modelli hanno il riavvolgitore con mandrino sostituibile o fisso da 25 mm.

Se ti occorre un contatore di etichette con integrato un sistema di marcatura per stampare data di scadenza e lotto di produzione, approfondisci nel seguente articolo:

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/

Ultimi articoli

COME IMPOSTARE LE STAMPANTI ZEBRA ZT411 E ZT421

Affinché una stampante di etichette possa funzionare senza errori e generare etichette nitide e precise, è necessario configurare le impostazioni di stampa coerentemente con il materiale sul quale desideri stampare.

ZT411 stampante di etichette industriale come impostarla

In questo articolo approfondiamo come impostare il driver delle stampanti Zebra ZT411 e ZT421 in funzione della dimensione, del confezionamento e del materiale delle etichette che utilizzi.

COME ACCEDERE AL DRIVER DELLA STAMPANTE ZEBRA ZT411 E ZT421

  • Accendere la stampante e collegarla al PC
  • Inserire le etichette e, se stampi a trasferimento termico, il ribbon di stampa
  • nella sezione Impostazioni > Stampanti e scanner seleziona il driver della Zebra ZT411 o ZT421 e premi  Gestisci ==> Preferenze di stampa

In questo modo accediamo alla configurazione DRIVER, che si presenta come illustrato nella seguente figura:

driver stampante zebra zt411 e zt421 come configurarlo

IMPOSTAZIONE SETUP PAGINA

Nel menù situato sul lato sinistro della finestra, come prima voce troviamo SETUP PAGINA, in cui dobbiamo configurare una serie di valori

Inseriamo le dimensioni dell’etichetta, facendo attenzione alla definizione della larghezza e dell’altezza in riferimento al verso di stampa e all’unità di misura

Scegliamo la tipologia di supporto che dobbiamo stampare in funzione delle seguenti indicazioni:

  • etichette con GAP se sono prefustellate con spazio ogni etichetta
  • etichette con marchi neri se, sul retro della siliconata, è presente un black mark (una riga spessa nera) come solitamente troviamo nelle etichette trasparenti 
  • etichette con tacche se presentano dei fori appositi
  • etichette continue se si utilizzano supporti continui, tipo un rotolo di carta termica per ricevute oppure una bobina in TNT per etichette abbigliamento

CONFIGURAZIONE DELLE OPZIONI DI STAMPA

La seconda voce che incontriamo nel menù di sinistra è Opzioni di stampa, dove vengono definiti i parametri principali del processo di stampa: velocità, scurezza, modalità di stampa.

driver stampante zebra zt411 e zt421 come configurarlo per stampare senza errori

VELOCITA’: si può scegliere tra un range di valori molto esteso considerando che:

basse velocità garantiscono stampe più nitide e precise, alte velocità potrebbero obbligare ad una conseguente scelta di scurezza (temperatura) superiore

SCUREZZA: la scurezza indica la temperatura di stampa. Questo parametro va da 1 a 30 e deve essere impostato in funzione del materiale di stampa e della metodologia di stampa

Nella stampa a trasferimento termico la scelta del valore di scurezza dipende principalmente dal ribbon in uso

  • Ribbon in cera – scurezza bassa
  • Ribbon in cera/resina – scurezza media
  • Ribbon in resina – scurezza alta

È possibile riscontrare stampe di scarsa qualità a causa di una discrepanza di accoppiamento tra il materiale delle etichette e il ribbon:

  • su etichette in carta si stampa con ribbon cera o cera-resina
  • su etichette in carta lucida è consigliabile utilizzare ribbon cera-resina
  • su etichette sintetiche si stampa con ribbon cera-resina o resina 

Considera, inoltre, che ribbon di scarsa qualità potrebbero portare problemi come stampe non omogenee, rottura o pieghe del nastro e scarsa aderenza sull’etichetta

Nella stampa termica diretta (senza l’utilizzo del ribbon) i valori di scurezza dipendono dal materiale: la carta termica protetta richiede un valore di temperatura più alti rispetto alla carta termica standard

ribbon per stampanti di etichette

STAI CERCANDO IL RIBBON PER LA TUA STAMPANTE? NOI LO ABBIAMO

stampante per etichette di spedizione

QUALE STAMPANTE SCEGLIERE?

TI AIUTIAMO NOI

Modalità di stampa: spuntiamo una delle due opzioni

  • Trasferimento termico se utilizziamo il ribbon (nastro inchiostrato)
  • Termico diretto se stampiamo su supporti termici

Il driver di stampa consente una gestione completa della stampante.

CONCLUSIONI

In questo articolo abbiamo evidenziato i parametri principali, ma per una stampa accurata e professionale un’approfondita conoscenza del driver ti garantirà stampe di elevata qualità e la risoluzione dei più comuni problemi di stampa.

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro


AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

TARATURA STAMPANTI DI ETICHETTE: COME E QUANDO ESEGUIRLA

Le stampanti di etichette in bobina possono stampare su tantissimi tipi di supporto con formati e materiali diversificati.

Potrebbero essere etichette in carta, etichette in plastica, bollini tondi, cartellini, braccialetti identificativi sanitari, fettucce di raso o TNT, moduli continui per ricevute… un elenco estremamente variegato.

Le stampanti termiche sono molto versatili e possono stampare a diverse temperature e velocità, da selezionare in base alle esigenze e ai materiali utilizzati.

Sensori della stampante termica

Mentre la bobina scorre, come fa la stampante a sapere quando iniziare a stampare?

Grazie ai sensori di rilevamento supporto.

Sono dei componenti ottici che sfruttano i principi di trasmissione e riflessione della luce per intercettare le etichette.

In base al tipo di supporto caricato è necessario selezionare il sensore adeguato, e nelle stampanti con i sensori mobili, posizionarli nel punto corretto dell’etichetta.

Moduli continui (senza rilevamento dei sensori)

Etichette pretagliate rettangolari o tonde, separate da uno spazio (gap)

Etichette e cartellini con un intaglio centrale o laterale (foro/tacca)

Etichette pretagliate con una striscia nera colorata sul retro (black mark)

Quando eseguire la taratura della stampante di etichette?

Possono verificarsi varie situazioni in cui è necessario calibrare la stampante:

  • la stampante salta una o più etichette
  • la stampa si sovrappone all’etichetta successiva
  • la posizione di stampa si sposta su e giù sulle etichette
  • la stampante interrompe la stampa in posizioni casuali delle etichette
  • stai utilizzando un supporto continuo ma viene stampata solo una parte del layout
  • la stampa è disallineata

Come eseguire la taratura della stampante di etichette?

La procedura di calibrazione nelle stampanti di etichette può essere eseguita in diversi modi, in funzione della marca e del modello della stampante:

  • attraverso la pressione di tasti specifici
  • attraverso il pannello di controllo della stampante (se è presente)
  • attraverso il driver della stampante
  • attraverso utility software del costruttore che consentono la configurazione e la gestione della stampante.

Perchè la stampante non è calibrata?

Le cause che producono un disallineamento delle stampe possono essere molteplici, ma qualsiasi sia il motivo, come primo passo devi verificare che il driver della stampante sia correttamente configurato.

Puoi accedere al driver dalla cartella Stampanti e scanner del tuo PC (Windows). Seleziona la stampante dall’elenco e fai clic su Gestisci.

I parametri fondamentali da gestire sono:

  • dimensioni etichetta (larghezza x altezza)
  • scelta del tipo di sensore per il rilevamento dell’etichetta (gap, black mark, foro, modulo continuo)
  • impostazioni della velocità e della temperatura (scurezza) di stampa.
  • scelta della modalità di stampa tra termico diretto (senza ribbon) e trasferimento termico (con ribbon).

A questo punto puoi eseguire la procedura di calibrazione in uno dei modi previsti dal tuo modello di stampante.

Se la procedura è andata a buon fine, spingendo il tasto feed la stampante avanza esattamente di un’etichetta

Perché la taratura non ha funzionato?

Il layout da stampare può essere creato attraverso vari software, che comunicano con la stampante non necessariamente in sincronia con il driver.

Per realizzare etichette accattivanti con una grafica complessa, è possibile stampare anche da programmi come Adobe Illustrator, Corel Drow, Gimp, Canva…

Prima di inviare il comando di stampa dal software grafico, accertati che non ci siano incongruenze tra il documento creato e le impostazioni del driver.

Conclusioni

Saper impostare il driver di una stampante termica è fondamentale.

È il primo passaggio che insegniamo a tutti i nostri clienti.

Va eseguito ogni volta che si cambia il formato dell’etichetta, che si cambia PC, che si usa un software di stampa diverso e tutte quelle volte che, pur non avendo consapevolmente modificato nulla, le stampe non seguono il passo giusto.

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/