Archivi categoria: Lettori di codici a barre

Il tuo lettore di codice a barre non legge al primo colpo? Tutto quello che dovresti sapere

Potrebbero esserci diversi motivi per cui un codice a barre non viene scansionato.

In questo articolo analizziamo  le possibili cause per le quali il tuo lettore, sebbene non sia guasto, non legge al primo colpo e spesso devi premere più volte il grilletto del lettore per ottenere la scansione del codice a barre.

Le cause più comuni del mal funzionamento di un lettore di codice a barre sono:

lettore di codice a barre perchè non funziona

Basso contrasto del codice

Affinché uno scanner possa decodificare correttamente un codice a barre 1D o 2D, lo scanner deve essere in grado di riconoscere le differenze tra le linee scure e gli spazi chiari.

Possiamo avere un codice con basso contrasto quando:

  • il codice a barre è stampato su una superficie altamente riflettente che acceca lo scanner
  • la stampa del codice non è uniforme
  • non si è utilizzata una corretta combinazione di colori per il codice e lo sfondo

Violazioni della Quiet Zone

Le Quiet Zone sono le aree bianche che circondano il codice a barre 1D o il codice 2D.

Questo spazio consente al lettore  di distinguere  chiaramente il codice a barre da altri elementi grafici, testi  o segni.

QUIET ZONE codice a barre
QUIET ZONE

La Quiet Zone è necessaria per ottenere una corretta lettura del codice a barre  e deve essere sempre presente.

Nei codici a barre 1D, la Quiet Zone è posizionata all’estremità sinistra e destra del codice.

Come regola generale, la Quiet Zone dovrebbe essere almeno 10 volte più grande della larghezza della barra più stretta del codice a barre.

Nei simboli 2D, la Quiet Zone è lo spazio che circonda l’intero simbolo e quindi va rispettata su tutti e quattro i lati del codice e di solito è il 10% dell’altezza o della larghezza del simbolo.

Se il testo o altri elementi grafici entrano in Quiet Zone, l’algoritmo di decodifica potrebbe tentare di interpretare questi elementi come parte del codice a barre generando un errore nella decodifica.

Posizione impropria di lettura

A volte la mancata lettura è data dalla posizione fisica dello scanner rispetto al codice.

I lettori di codici a barre sono caratterizzati da distanze minime e massime che consentono allo scanner di mettere a fuoco adeguatamente il codice in modo chiaro.

Se sei troppo vicino o troppo lontano per il campo ottico del tuo scanner, non riuscirai a leggere il codice.

Anche l’angolo di inclinazione  dello scanner può causare mancate letture.

In alcune situazioni, trovando l’angolo di lettura corretto riuscirai a  leggere il  codice.

A volte, se la superfice è molto riflettente  la luce riflessa dal codice a barre acceca il lettore.

Inoltre, se utilizzi un lettore 1D, ricordati che il fascio prodotto deve attraversare orizzontalmente tutto il codice a barre, mentre i lettori 2D possono leggere il codice qualunque sia l’orientamento.

Stampa non omogenea

Una distribuzione non omogenea dell’inchiostro o una superficie molto assorbente  può causare una migrazione dell’inchiostro che genera una stampa con  basso contrasto e/o violazioni della Quiet Zone.

Codici a barre danneggiati o distorti

La qualità dei codici può deteriorarsi quando le superfici sono esposte a fattori ambientali aggressivi che possono creare piccoli graffi, macchie e deterioramento del codice.

I lettori più evoluti e di buona marca implementano un algoritmo di correzione che consente di leggere anche i codici danneggiati o stampati male.

codici a barre danneggiati

I lettori di codici a barre non sono tutti uguali: un buon lettore può fare una grande differenza sulla velocità di lettura e di conseguenza sulla produttività.

Impostazioni dello scanner

Molti scanner forniscono all’utente la possibilità di regolare le impostazioni in funzione dell’utilizzo.

Ad esempio, se uno scanner 2D non decodifica un codice QR, potrebbe essere un semplice problema di configurazione.

Oppure se non riesci a leggere un codice appartenente alla famiglia interleaved 2 di 5, potrebbe essere un problema di abilitazione dalla lettura dello specifico codice.

Conclusioni

La scelta di un lettore non sempre è banale.

Devono essere valutate le esigenze specifiche di lettura per poter selezionare il dispositivo giusto fra la vasta gamma di lettori disponibili sul mercato.

Spesso la ricerca si ferma al prezzo più basso: è giusto fare un acquisto commisurato alle proprie possibilità ma i lettori non sono tutti uguali ed è importante optare per uno scanner che riesca a decodificare senza problemi e al primo colpo qualsiasi codice a barre.

Il consiglio è di non scegliere da soli, l’ampia scelta di lettori disponibili può creare confusione: parla con un professionista che sappia valutare le tue esigenze e consigliarti il lettore di codice a barre giusto per la tua attività.

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com



ULTIMI ARTICOLI

  • ETICHETTE IN CARTA O PLASTICA? COME FARE LA SCELTA GIUSTA
    Esiste un’ampia gamma di materiali per le etichette, ognuno con delle caratteristiche specifiche Quando si determina l’etichetta giusta per la propria applicazione, può essere utile comprendere il processo di produzione delle etichette. Lo strato superiore delle etichette, comunemente indicato come materiale dell’etichetta, viene chiamato substrato. Generalmente siamo abituati a pensare a 2 tipi di supporti: etichette in carta o etichette in plastica. In realtà, ci sono decine di materiali differenti ma per semplicità analizziamo le differenze principali di queste 2 macro categorie illustrando i vantaggi e gli svantaggi nell’utilizzo di un’etichetta in carta o in materiale sintetico
  • STAMPANTI DI ETICHETTE ZEBRA ZD421 E ZD621: NUOVI MODELLI COMPATTI E AFFIDABILI
    Se stai cercando una stampante di etichette da 4 pollici con caratteristiche all’avanguardia, concentrate in un modello desktop, Zebra propone le nuove stampanti ZD421 e ZD621. Evoluzioni di serie di successo di Zebra, i nuovi modelli aggiungono ancora più funzionalità e opzioni di sicurezza, per tutte le tue necessità attuali e future. Vediamo in dettaglio le caratteristiche specifiche.
  • 6 caratteristiche che devi valutare prima dell’acquisto di una stampante di etichette industriale
    Quando devi acquistare una stampante di etichette di classe industriale? I punti fondamentali che devi valutare per l’acquisto di una stampante di etichette di classe industriale sono: L’ambiente di utilizzo della stampante Il volume di stampa L’installazione semplice e rapida La semplicità di utilizzo La gestione e la manutenzione senza complicazioni Marca Con l’enorme numero di modelli presenti sul mercato, scegliere una stampante di codici a barre e dati variabili per la tua attività può essere un’impresa non semplice. Fortunatamente, è facile trovare il modello giusto se si eseguono i passaggi per determinare le proprie esigenze
  • VIRGO – Fustellatore digitale compatto per etichette in rotolo
    Il fustellatore digitale Virgo è la soluzione ideale per chi produce etichette in rotolo, con tirature medio-basse, sia per un utilizzo personale che conto terzi. Il Virgo ha una tecnologia di taglio plotter in grado di lavorare su diversi tipi di materiali sia neutri che prestampati, producendo rotoli di etichette altamente professionali. Svolge le bobine, lamina le etichette per conferire una maggiore resistenza, esegue una fustellatura digitale, rimuove il materiale in eccesso attorno ad ogni etichetta, divide in piste e riavvolge la bobina finita. Tutto in un unico passaggio!
  • ETICHETTE PER INTEGRATORI ALIMENTARI: LEGALITÀ E LEGGIBILITÀ
    Da un punto di vista legislativo gli integratori e i nutraceutici sono prodotti alimentari e come tali vanno etichettati, facendo riferimento alla Direttiva 2002/46/CE. Sono prodotti destinati ad un pubblico attento e desideroso di informazioni, per cui sia l’etichetta frontale, che ha la funzione di attirare l’attenzione con grafiche e slogan, sia quella posteriore, dove vengono posizionati i testi informativi più approfonditi, giocano un ruolo fondamentale. Questa ricchezza di contenuti va organizzata sull’etichetta con lo scopo di invogliare il cliente all’acquisto.
  • Come sfogliare e stampare data e lotto su astucci in cartone e buste
    Se devi stampare data di scadenza  e lotto di produzione su astucci in cartone il Feeder è una soluzione … Continua la lettura di Come sfogliare e stampare data e lotto su astucci in cartone e buste

COME ACQUISTARE UN LETTORE DI CODICE A BARRE: LA GUIDA COMPLETA

Quando pensi di acquistare lettori di codici a barre, immagini un piccolo dispositivo che può aiutarti a leggere il codice a barre su un’etichetta e quindi ti indirizzi forse verso lo strumento meno costoso, ma il meccanismo è più complesso.

Un lettore è progettato non solo per catturare l’immagine di un codice a barre, ma anche per decodificare le informazioni e per trasmetterle ad un computer.

Questa trasmissione viene inviata tramite connessioni con cavo o wireless a seconda del modello dello scanner.

Nella pratica uno scanner di codici a barre inserisce i dati proprio come faresti tu con la tastiera del PC, ma molto più velocemente e senza errori.

In questo articolo rispondiamo a una serie di domande al fine di fornire una base di conoscenza per chi deve acquistare un lettore di codice a barre e vuole fare una scelta consapevole e commisurata alle proprie esigenze.

Ricorda i lettori non sono tutti uguali, non farti guidare solamente dal costo nella selezione dello scanner, devi scegliere il lettore adatto alle tue esigenze operative e di lettura.

Qual è la differenza tra un codice a barre 1D e 2D?

Quando la maggior parte delle persone pensa ai codici a barre, immagina un codice lineare orizzontale composto da linee e spazi di larghezza variabile distribuiti da sinistra a destra come si vede ovunque sui beni di largo consumo.

Quello che vedi sui prodotti che acquisti solitamente è un codice a barre 1D (cioè a una dimensione).

Questa sequenza di linee nere e spazi, delimitato da aree non stampate su entrambe le estremità (la “quiet zone”), rappresenta le informazioni che lo scanner leggerà.

Il codice a barre 1D che incontri più frequentemente è l’EAN 13.

Una singola riga di codice a barre 1D contiene in genere da 8 a 25 caratteri di informazioni di testo.

A differenza del codice a barre 1D che viene letto orizzontalmente, il codice a barre 2D (bidimensionale), simile a un quadrato o un rettangolo, memorizza le informazioni sia orizzontalmente che verticalmente, quindi viene letto in due dimensioni.

Il codice 2D utilizza modelli di quadrati, esagoni, punti e altre forme per codificare i dati.

Questa rappresentazione aumenta notevolmente la quantità di informazioni che possono essere rappresentate dal codice: considera che una piccola forma può contenere più di 4.000 caratteri e 7.000 cifre.

Un esempio di codice a barre 2D è il codice QR.

Codice 2D
Codice 2D

I codici a barre 2D hanno una capacità di lettura quasi del 100% da qualsiasi angolazione, anche se sono  leggermente danneggiati, a causa dei dati ridondanti e della tecnologia di correzione degli errori.

Con un codice a barre 2D puoi codificare una moltitudine di informazioni alfanumeriche, immagini, indirizzi di siti Web, voce e altri tipi di dati.

Quali informazioni sono rappresentate dai codici a barre 1D e 2D?

I codici a barre sono un metodo a basso costo per aiutare le aziende a tenere traccia dei loro beni.

Quando un codice a barre 1D viene decodificato, si traduce in cifre alfanumeriche (cioè numeri e lettere) oppure una sequenza solo numerica, che rappresenta una sorta di “targa di riconoscimento” di un articolo specifico.

Le informazioni lette vengono inviate al database del software gestionale e la stringa decodificata dallo scanner viene associata a dati specifici dell’articolo come prezzo, descrizione, pezzi in giacenza nel magazzino.

Quindi il software rappresenta il cuore di una gestione con il codice a barre.

Un codice a barre 2D codifica informazioni alfanumeriche ma anche immagini, prezzi, indirizzi di siti Web, voce e altri tipi di dati binari.

Qual è la differenza tra i lettori di codici a barre laser 1D e imager 2D?

I lettori di codici a barre laser hanno rappresentato l’origine degli scanner di codici a barre 1D.

Lo scanner dirige un raggio di luce rossa verso la sequenza di linee nere e spazi bianchi. Questo raggio di luce è diretto avanti e indietro da uno specchio rotante o prisma. La luce viene poi riflessa dal codice a barre in un componente elettronico di rilevamento della luce chiamato cellula fotoelettrica.

Lo scanner rileva la larghezza e la sequenza delle strisce bianche e nere e le converte in numeri decimali.

I lettori di codici a barre laser sono soggetti a guasti più frequenti a causa delle parti in movimento.

I lettori laser possono leggere solo simbologie di codici a barre lineari come Code 39, Code 128, il codice Ean e altri.

Gli scanner laser standard possono leggere da pochi millimetri a pochi centimetri di distanza a seconda del codice a barre.

Esistono lettori laser a raggio esteso che possono leggere a diversi  metri di distanza, in particolar modo quando si utilizzano etichette riflettenti.

Lo scanner di codici a barre 2D imager funziona come una fotocamera digitale. Questi scanner possono leggere sia codici a barre 1D che 2D.

Un lettore  imager 2D scatta una foto e utilizza un algoritmo di decodifica per individuare i dati codificati.

A differenza di uno scanner laser, l’imager non richiede che il codice a barre sia orientato in un modo specifico per essere letto.

Gli imager 2D possono leggere i codici a barre su qualsiasi superficie, compresi smartphone, tablet e schermi dei PC.

La lettura di codici a barre da uno schermo può essere difficile per gli scanner a causa della polarizzazione dello schermo, dei livelli di luminosità, di lucentezza della superficie e riflettività.

Ancora una volta è importante sottolineare che i lettori non sono tutti uguali e differiscono molto nelle performance di lettura, quindi è fondamentale acquistare un lettore di un buon costruttore affinché funzioni correttamente e legga i codici al primo colpo.

Lettori scadenti ti costringono a leggere più volte lo stesso codice oppure a cercare l’inclinazione o la luce giusta per decodificare correttamente il codice e questo ti farà solamente perdere tempo.

Quali sono le applicazioni comuni per i codici a barre 1D e 2D?

I codici a barre 1D sono comunemente utilizzati per i prodotti di largo consumo e di solito rappresentano 8-15 cifre alfanumeriche.

Sono utilizzati per identificare elementi in cui le informazioni associate possono cambiare frequentemente. Ad esempio, un articolo associato a un codice EAN  potrebbe non cambiare, ma il prezzo sì.

In sostanza, il codice rappresenta un elemento statico in un database che può subire una modifica del prezzo, della descrizione  o dell’ubicazione.

I codici a barre 2D consentono alle aziende di codificare più informazioni sui prodotti, rendendo più facile la tracciabilità mentre si spostano lungo la catena di approvvigionamento.

In virtù della loro elevata densità di dati, i codici 2D possono essere utilizzati su articoli molto piccoli in cui un codice 1D non entrerebbe.

I lettori di codici a barre possono leggere tutti i codici?

Come abbiamo scritto precedentemente esistono due classi di codici a barre:

  • codici1D
  • codici 2D

I codici 1D, come il codice EAN, sono composti da spazi bianchi e linee nere a larghezza variabile.

I codici 2D, come i codici QR e Data Matrix, utilizzano quadrati, esagoni e altre forme per memorizzare i dati.

Non tutti i lettori di codici a barre possono leggere tutti i codici a barre.

I lettori di codici a barre laser e gli imager lineari leggono solo codici a barre 1D.

Gli scanner di codici a barre 2D con tecnologia imager (basati su fotocamera) leggono tutti i comuni codici a barre 1D e 2D.

Quindi quando scegli un lettore la prima domanda che devi porti è:quale tipo di codice devo leggere?

Uno scanner può leggere i codici a barre da qualsiasi angolazione?

I lettori di codici a barre 1D possono leggere i codici a barre 1D solo con un angolo molto limitato che è perpendicolare alla variazione orizzontale delle barre bianche e nere.

Gli scanner di immagini 2D hanno il vantaggio di poter leggere codici 1D e 2D da qualsiasi angolazione.

I lettori di codici a barre possono leggere qualsiasi colore?

Attenzione all’utilizzo del colore, specialmente nelle situazioni in cui si realizza una scelta “estetica”

I lettori di codici a barre non possono leggere tutti i colori o le combinazioni di colori.

Uno dei  motivi principali per cui i codici a barre possono essere difficili da scansionare è la mancanza di contrasto tra lo sfondo e i colori delle barre.

Nero, blu scuro, verde scuro e marrone scuro funzionano bene per la stampa di codici a barre, ma non per gli sfondi delle etichette.

combinazioni di colori del codice a barre giuste e sbagliate

Le combinazioni di colori da evitare sono

  • rosso e bianco
  • marrone chiaro e bianco
  • giallo e bianco
  • rosso e verde
  • rosso e marrone
  • rosso e blu
  • nero e verde
  • nero e marrone
  • nero e blu

I codici a barre piccoli sono  un problema?

Si, per alcuni i lettori i codici molto piccoli possono costituire un ostacolo nella decodifica.

Ogni scanner avrà una risoluzione minima per la specifica delle dimensioni della cella.

Se la dimensione X minima del codice a barre fosse inferiore a quella che può essere letta dallo scanner, potrebbe essere un problema.

In un codice a barre 1D lineare (come un codice 128 o EAN), la dimensione X si riferisce alla larghezza della barra più stretta nel simbolo.

In un simbolo 2D (come un Data Matrix o un codice QR), la dimensione X si riferisce alla misura dell’altezza e della larghezza di una cella (elemento quadrato).

Inoltre, se stai stampando etichette che saranno lette nella catena di approvvigionamento devi garantire che i tuoi codici a barre siamo letti da tutti i lettori che incontreranno nella loro distribuzione. Per questo compito dovresti utilizzare un verificatore di codice a barre

Puoi approfondire l’argomento al seguente articolo

Conclusioni

Quando acquisti un lettore di codice a barre ti consiglio di analizzare quali sono i tuoi requisiti di  lettura, quali codici devi leggere, quale è l’operatività che vuoi ottenere, in quale ambiente utilizzerai il lettore.

Se vuoi effettuare una scelta commisurata alle tue esigenze contattaci

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


Lettori a presentazione: GUIDA ALLA SCELTA

Gli scanner di codici a barre a presentazione, anche noti come scanner da banco, si attivano ogni volta che un codice viene presentato davanti al lettore fornendo un’ area di scansione che decodificherà tutti i codici intercettati.

Lettori a presentazione

Questi scanner permettono di lavorare a mani libere, producono in genere un modello di scansione “omnidirezionale”, cioè possono scansionare codici a barre da qualsiasi direzione.

La scansione risulterà più veloce ed è ideale per le applicazioni di vendita al dettaglio come negozi, supermercati e grandi store.

CHE CODICE DEVI LEGGERE?

Quando si acquista un qualsiasi lettore, la prima cosa che va stabilita è che tipo di codice dovrà leggere, perché i gruppi ottici sono differenti per codici 1D (linear) o 2D (imager), i secondi possono leggere anche i primi e non viceversa.

codici a barre

Codici 1D, cioè i comuni codici formati da sequenze di barre nere e spazi bianchi come l’EAN 13, il codice 128, il codice Farmaceutico, l’Interleaved 2 di 5, il codice 39 e molti altri

Codici 2D, tipo il QRCode o il DataMatrix

Un altro vantaggio è la capacità degli imager 2D di leggere i codici a barre sugli schermi dei dispositivi mobili, come smartphone e tablet

GUIDA ALLA SCELTA

La scelta del lettore va effettuata in base alle specifiche esigenze di lettura e di operatività ed è sempre opportuno rivolgersi ad un esperto del settore che sappia indirizzarti verso una scelta commisurata alle proprie esigenze.

Se serve una configurazione di lettura particolare, nel caso il codice avesse prefissi o suffissi, oppure se devi trasmettere solo una parte del codice, è importante assicurarti che il modello scelto supporti la specifica configurazione.

Non seguire la logica del ribasso del prezzo proposta da fornitori troppo commerciali e che non sanno nulla di identificazione automatica!

I costruttori più importanti mettono a disposizione degli utenti manuali e strumenti software per la configurazione del lettore: questo è un aspetto fondamentale, spesso trascurato, che ti garantisce che il lettore funzioni correttamente per le tue esigenze attuali, ma anche future.

Presentiamo alcuni dei più affidabili lettori a presentazione, da quelli adatti ad uno spazio sul banco ridotto a quelli più ingombranti, e infine una soluzione ad incasso per chi ha la possibilità di realizzarla.

DATALOGIC Magellan 1500i

Datalogic MAgellan 1500 lettore di codice a barre

Il Magellan 1500i è uno scanner a presentazione ad alte prestazioni, con un design accattivante e compatto, utile in diversi ambienti applicativi quali la cassa di un punto vendita al dettaglio, di una farmacia o in una società di servizi.

Potenti algoritmi di decodifica forniscono prestazioni di lettura senza confronti su una varietà di codici 1D e 2D, compresi codici difficili da leggere, troncati e danneggiati.

Datalogic Magellan 1500 lettore di codice a barre da banco piccolo e compatto

Il nuovo sistema di illuminazione permette di passare senza interruzioni dalla lettura dei codici a barre 1D e 2D stampati a quelli su display di smartphone e tablet.

La tecnologia Motionix™ di Datalogic per il rilevamento del movimento, consente all’operatore di passare dalla modalità a presentazione a quella manuale semplicemente impugnando lo scanner.

DATALOGIC Gryphon GPS 4400 lettore 2D

DATALOGIC Gryphon GPS 4400

Il lettore Gryphon™ GPS 4490 è uno scanner a presentazione con tecnologia 2D area imager con un formato compatto e moderno, la soluzione ideale per gli ambienti con spazi ridotti.

Il supporto regolabile consente di posizionare lo scanner in modo da agevolarne la lettura.

In grado di acquisire i codici da telefoni cellulari, tablet e schermi di computer, il lettore a presentazione GPS4400 garantisce ottime prestazioni di lettura anche a distanza ravvicinata, scansione wide angle, elevata tolleranza al movimento, letture estremamente rapide e decodifica immediata anche di codici a barre stampati in modo scadente o danneggiati.

Il Gryphon™ GPS4490 è dotato di tecnologia ‘Green Spot’ di Datalogic per la conferma visiva di buona lettura e di numerose funzionalità avanzate, quale l’acquisizione di immagine/firma e dei documenti, così che non diventa più necessario dotarsi di apparecchiature distinte.

HONEYWELL QuantumT 3580

HONEYWELL QuantumT 3580

Il lettore a mani libere QuantumT™ 3580 offre le migliori prestazioni di scansione di codici 1D in un fattore di forma compatto, garantendo prezioso spazio libero sul banco.

Possibilità di passare dalla scansione omnidirezionale a 20 linee alla scansione a linea singola per la lettura di codici a barre ravvicinati.

Prevede il montaggio a parete, l’appoggio sul banco e la funzionalità manuale per facilitare la scansione di prodotti ingombranti che verrebbero gestiti con difficoltà dai lettori fissi.

HONEYWELL Orbit 7120 e OrbitCG 7180

HONEYWELL Orbit 7120 e OrbitCG 7180

Orbit è il lettore 1D a mani libere omnidirezionale più venduto per tanti motivi. Innovativo, piccolo, elegante e conveniente per le applicazioni di vendita al dettaglio in cui lo spazio sul banco ha molta importanza.

Testina di scansione inclinabile fino a 30º per utilizzarlo in scansioni mirate o su prodotti di maggiori dimensioni.

Massima velocità di lettura con uno schema di scansione omnidirezionale a 20 linee, permutabile in modalità a linea singola con OrbitCG 7180.

Scansione automatica: è sufficiente avvicinare un codice a barre all’ Orbit e il lettore eseguirà la scansione al primo passaggio.

HONEYWELL Orbit 7190g

Tecnologia ibrida all’avanguardia: il lettore omnidirezionale a 20 linee Orbit 7190g racchiude un laser e un imager in un unico scanner a mani libere, eliminando così la necessità di acquistare un ulteriore lettore per la lettura dei codici 1D, 2D e PDF digitali.

HONEYWELL Orbit 7190g 

Modalità doppio lavoro: lo scanner è ottimizzato per la scansione sia dei codici a barre digitali sugli smartphone dei clienti sia dei codici a barre stampati sui prodotti.

Testina di scansione regolabile di 30°: la pluripremiata forma permette la scansione palmare di oggetti grandi e ingombranti.

Design per più interfacce: Orbit 7190g è uno scanner plug-and-play e l’installazione su un sistema di cassa esistente è semplice.

Più interfacce integrate rendono il lettore Orbit 7190g compatibile con la maggior parte dei sistemi, mentre il rilevamento automatico dell’interfaccia permette una configurazione automatica del lettore al momento della connessione in base all’interfaccia corretta, eliminando così la complicata procedura di scansione dei codici a barre di programmazione.

ZEBRA SERIE DS9300

ZEBRA SERIE DS9300

Con un fattore di forma flessibile con quattro posizioni di accoppiamento alla base e un’estetica accattivante, la serie DS9300 è ideale per boutique trendy, minimarket o punti vendita con poco spazio sul banco della cassa.

Un design studiato per sopportare le cadute, gli urti e i contatti con la polvere e i liquidi tipici del lavoro di tutti i giorni.

Cattura semplice e veloce di codici a barre 1D, 2D, DotCode, DataMatrix e i nuovi codici Digimarc.

Codici minuscoli, ad alta densità, stampati male, danneggiati, troncati, a basso contrasto, coperti da cellophane o visualizzati su smartphone.

L’accessorio per il montaggio multiplo “a pantofola” mantiene fermo lo scanner su tavoli o pareti senza limitare la possibilità di inclinarlo o di rimuoverlo per l’uso palmare, un’opzione ideale per le verifiche dei prezzi, le operazioni di picking e di imballaggio.

Grazie a Intelligent Document Capture, la serie DS9300 può trasformare facilmente ricette mediche, passaporti, assegni e altri documenti in formato A6 o inferiore in immagini elettroniche chiare e di facile lettura; il software intelligente corregge automaticamente i problemi di luminosità e altri difetti per garantire una chiarezza ottimale del documento. Non è quindi necessario effettuare la scansione dei documenti su uno scanner separato, a tutto vantaggio della procedura di pagamento e dell’esperienza del cliente presso il POS.

Grazie alla tecnologia MDF (Multi-Code Data Formatting), la serie DS9300 consente di catturare più codici a barre con un’unica scansione e di trasmettere solo i codici necessari, nell’ordine richiesto dall’applicazione.

ZEBRA Imager Symbol DS7708

Lo scanner da banco DS7708 offre una dotazione di funzioni che lo pone in vetta alla sua categoria per prestazioni, semplicità d’uso, facilità di implementazione e TCO.

ZEBRA Imager Symbol DS7708

Indipendentemente dai tipi di codici a barre che dovete gestire, il DS7708 è in grado di leggerli tutti: 1D, 2D, stampati ed elettronici.

  • AMPIO CAMPO DI VISUALE E SCANSIONE OMNIDIREZIONALE

Un campo di visuale più grande di oltre il 50% rispetto agli imager 2D della concorrenza rende estremamente facile la lettura dei codici a barre, indipendentemente dalla posizione in cui sono applicati sull’articolo. La scansione diventa un gesto naturale. Non è necessario orientare l’articolo per catturare il codice a barre.

  • PIÙ FUNZIONALITÀ CON IL SUPPORTO PER L’ACQUISIZIONE DI IMMAGINI

DS7708 offre altre funzionalità di acquisizione dati per ottimizzare ulteriormente i processi aziendali. In una frazione di secondo, un operatore può acquisire l’immagine di un assegno, una patente di guida o una carta di identità per soddisfare i requisiti di sicurezza di un negozio o gli standard normativi di un settore industriale.

  • TECNOLOGIA DI IMAGING INTELLIGENTE PRZM PER PRESTAZIONI DI SCANSIONE DI LIVELLO SUPERIORE

Ridefinisce lo standard dell’imaging 2D ottimizzando le prestazioni di decodifica e migliorando in modo significativo la user experience, la produttività degli utenti, la capacità di elaborazione e i tempi di attesa dei clienti.

DATALOGIC Magellan 3450VSi

DATALOGIC Magellan 3450VSi

Lo scanner Magellan 3450VSi offre molte delle caratteristiche che hanno reso tanto efficace la famiglia di scanner imaging Magellan, tra cui decodifica di codic 1D e 2D, acquisizione di immagini, dimensioni compatte e facile accesso alle utilità messe a disposizione della Datalogic per aggiornamenti software o modifiche alla configurazione.

I miglioramenti sia hardware che software consentono una significativa riduzione della luminosità dell’illuminazione migliorando allo stesso tempo velocità, profondità di campo e velocità di lettura.

L’illuminazione delicata e discreta riduce sia l’illuminazione diretta sia quella riflessa visibili agli utenti. Ciò garantisce un ambiente di lavoro confortevole e produttività per tutto il giorno.

Lo scanner Magellan 3450VSi ha anche una zona di scansione più ampia e intuitiva, che consente una scansione più comoda ed efficiente.

DATALOGIC Magellan 3300HSi

DATALOGIC Magellan 3300HSi

Il lettore di codici a barre Magellan™ 3300HSi a presentazione orizzontale da incasso porta nei punti vendita la nuova tecnologia imaging.

Tale tecnologia offre prestazioni eccezionali in fase di acquisizione dei codici a barre difficili da leggere, come ad esempio quelli troncati, fuori specifiche o stampati male, e dei codici GS1 DataBar ™, fornendo la capacità di decodifica sia dei codici lineari 1D, che bidimensionali 2D.

Dotato di caratteristiche uniche, compreso lo slot per schede Micro-SD per facilitare la gestione, l’aggiornamento e la manutenzione del software.

Poiché la maggior parte delle caratteristiche dello scanner Magellan 3300HSi sono basate su software, nuove funzionalità sono semplici da aggiungere, anche dopo l’installazione iniziale.

Sono inoltre comprese le altre caratteristiche dei prodotti Magellan quali il report di diagnostica (Diagnostics Reporting), l’Host Download e il Productivity Index Reporting ™ che consentono al management aziendale di utilizzare i dati forniti dallo scanner per ottimizzare l’attività di lettura sul punto cassa e gestire al meglio la manutenzione dello scanner.

Modalità di lettura su telefonini, spingendo un pulsante presente sullo scanner o tramite un comando software dal terminale host. È possibile ottimizzare i livelli di luce per catturare le immagini o leggere i codici a barre su display dei cellulari o dei PDA.

CONCLUSIONI

L’efficienza di un punto vendita è assolutamente condizionata dagli strumenti in uso.

Affidati ad un professionista per valutare come risolvere le tue necessità.

Elisabetta Urbisaglia

06.51848187

info@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


Ultimi articoli

Installazione di un lettore di codice a barre a montaggio fisso: quello che devi sapere

L’installazione di un lettore di codice a barre fisso richiede l’analisi dei requisiti di sistema per poter scegliere un modello idoneo alle proprie esigenze.

Le soluzioni di scansione industriale fisse sono progettate specificamente per applicazioni che non sono costantemente monitorate dagli operatori e sono utilizzate in un’ampia varietà di settori.

lettore Datalogic a montaggio fisso

Un’attenta pianificazione preliminare e alcune semplici domande possono garantire il successo e l’affidabilità di  un’applicazione con lettore di codice a barre fisso.

A differenza degli scanner manuali che hanno un operatore che  attiva e punta lo scanner sul codice a barre, gli scanner a montaggio fisso richiedono un’analisi ben progettata per eseguire un’implementazione affidabile.

Il mercato dell’identificazione automatica offre un’ampia varietà di prodotti, prezzi, capacità e livelli di complessità.

Proprio questa vasta scelta di modelli  e opzioni spesso genera confusione nell’acquirente.

Definisci le tue esigenze

Il primo passo che devi fare  è capire esattamente cosa ti aspetti dallo scanner che vuoi acquistare.

Devi determinare le tue esigenze in modo specifico e accurato.

Alcune domande possono aiutarti a definire i requisiti che devono essere soddisfatti:

  • Devi leggere un codice monodimensionale, bidimensionale o DPM?
  • Con quale velocità si muove il tuo codice a barre rispetto allo scanner?
  • A quale distanza devi leggere il codice?
  • La distanza di lettura è fissa o variabile?
  • Quale dimensione ha il codice a barre?
  • Quale è l’orientamento del codice verticale o orizzontale?

Se hai utilizzato un lettore a pistola sai che devi puntare la linea di scansione sul codice a barre, che tutta la linea di scansione deve perfettamente centrare il codice a barre e poi devi premere il grilletto per eseguire la scansione .

Se la lettura non va a buon fine sposti il lettore fino a quando non riesci a scansionare il codice.

In altre parole, quello che fai manualmente è lo  spostamento del campo visivo dello scanner nell’area del codice a barre.

Questa azione con uno scanner manuale la puoi fare facilmente, ma con uno scanner a montaggio fisso devi creare tutte le condizioni affinché la tua etichetta con codice a barre, che viaggia ad una determinata velocità sul nastro trasportatore, sia sempre all’interno dell’area di lettura dello scanner.

Nella scansione a montaggio fisso su nastro trasportatore, non c’è alcun operatore che assista lo scanner, il che ci porta a una considerazione molto importante: gli scanner a montaggio fisso devono essere posizionati in modo che tutti i codici a barre che passano sul nastro trasportatore appaiano all’interno della “finestra di lettura”, cioè della  regione all’interno della quale lo scanner è in grado di decodificare il codice a barre.

lettori Datalogic

La finestra di lettura è definita dalla larghezza di scansione dello scanner, dalla distanza focale e dalla profondità di campo.

Inoltre, la densità del codice a barre è un parametro da valutare nella scelta del gruppo ottico: codici a barre ad alta densità richiedono brevi distanze focali, mentre i codici a barre a bassa densità consentono distanze maggiori.

Devi quindi creare un processo di acquisizione dati automatico che non abbia errori e che sia perfettamente progetto sulle tue specifiche esigenze.

Quando si montano gli scanner fissi è anche necessario tener in considerazione  alcuni fattori ambientali e fisici che determinano un’installazione di successo.

  • Il lettore è dotato di una staffa di montaggio? La staffa per il montaggio dello scanner dovrebbe essere regolabile, soprattutto se l’etichetta del codice a barre è piccola o la sua posizione può cambiare.
  • È disponibile l’alimentazione per lo scanner?
  • L’hardware di montaggio o qualsiasi altro oggetto può ostruire  la finestra di scansione dello scanner?
  • È stato considerato lo spazio per il cavo e il connettore di comunicazione?
  • È presente materiale riflettente intorno allo scanner?
  • Quali sono i livelli di urti e vibrazioni, se ce ne sono?
  • Esistono sorgenti di interferenza elettromagnetica?
  • La temperatura ambiente supera il valore nominale dello scanner?

Conclusioni

L’integrazione di scanner industriali fissi consente alle aziende di aumentare la produttività e aggiungere un livello di tracciabilità superiore rispetto ad un processo di scansione manuale.

La capacità di automatizzare un processo richiede una progettazione più accurata e un’analisi dei requisiti specifica della propria applicazione.

Per questo motivo devi rivolgerti a professionisti del settore che sappiano indirizzarti verso il lettore giusto.

Se  hai bisogno di aiuto chiamaci

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


Ultimi articoli

Come scegliere un lettore di codice a barre: la guida completa

I codici a barre hanno reso le aziende più efficienti, fornendo un metodo essenziale per tracciare e archiviare velocemente e senza errori informazioni su milioni di articoli.

Per trarre vantaggio da un lettore di codice a barre  è importante scegliere quello giusto per le tue esigenze, altrimenti rischi di acquistare un modello che non è in grado di leggere i tuoi codici a barre oppure non può essere opportunamente configurato per trasmettere il dato come ti occorre.

lettore di codice a barre 1D e 2D

In questo articolo sintetizziamo le caratteristiche principali di un lettore di codice a barre e le domande che dovrebbe porti un rivenditore per  offrirti il modello adatto alle tue esigenze.

Come funziona un lettore di codice a barre?

Uno scanner di codici a barre trasmette i dati sulla tua applicazione/software proprio come faresti manualmente con la tastiera del PC, ma molto più velocemente e senza errori di digitazione.

La lettura la puoi fare con un lettore con cavo USB collegato al PC, oppure con un  lettore wireless.

Devi leggere un codice 1D o un codice 2D?

I codici a barre 1D o lineari sono costituiti da una successione di linee e spazi a larghezza variabile, come solitamente sei abituato a vedere sui beni di largo consumo che hanno il codice EAN 13 o EAN 8.

A differenza del codice a barre 1D che viene letto in orizzontale, il codice a barre 2D o bidimensionale, che assomiglia a un quadrato o un rettangolo, memorizza le informazioni sia in orizzontale che in verticale, quindi viene letto in due dimensioni.

codici a barre lineari e 2D

Il codice 2D utilizza modelli di quadrati, esagoni, punti e altre forme per codificare i dati. Ciò aumenta notevolmente la quantità di informazioni che possono essere rappresentate da un codice 2D, che può contenere migliaia di caratteri.

Un codice bidimensionale codifica informazioni alfanumeriche, ma anche immagini, indirizzi di siti Web, testi.

Quali informazioni sono rappresentate dai codici a barre 1D e 2D?

I codici a barre sono un metodo economico per aiutare le aziende a rintracciare grandi quantità di informazioni.

Quando un codice a barre 1D viene decodificato, si traduce in cifre alfanumeriche (cioè numeri e lettere), che rappresentano solitamente un numero identificativo per un articolo specifico.

Le informazioni decodificate dal lettore possono essere associate a dati specifici del prodotto come prezzo, numero di articoli in magazzino, descrizione dell’articolo e immagine dell’articolo.

In sintesi, un codice a barre non ci fornisce il prezzo dell’articolo, tantomeno la sua descrizione, ma è una stringa di caratteri numerici o alfanumerici a cui sono associate nel database le caratteristiche del prodotto (prezzo, descrizione, etc)

Quali sono le applicazioni comuni per i codici a barre 1D e 2D?

I codici a barre 1D sono comunemente usati per i beni di consumo e di solito rappresentano 8-15 cifre alfanumeriche.

Sono utilizzati per identificare elementi in cui le informazioni associate possono cambiare frequentemente. Ad esempio, un articolo associato a un codice EAN potrebbe non cambiare, ma il prezzo sì.

I codici a barre 2D consentono alle aziende di codificare più informazioni sui prodotti, facilitando il monitoraggio di più dati sugli articoli mentre si spostano attraverso la catena di approvvigionamento.

lettori di codici a barre per la sanità

In virtù della loro elevata densità di dati, i codici 2D possono essere utilizzati su oggetti molto piccoli in cui i codici 1D sarebbero poco pratici. Ad esempio, su una provetta di analisi o su una scheda  elettronica o a scopi di marketing per incorporare collegamenti a siti Web, video, brochure e altro.

Gli scanner di codici a barre possono leggere i codici QR?

I codici QR appartengono alla famiglia dei codici 2D.

Per leggere un codice 2D dovrai acquistare un lettore con ottica bidimensionale. Un lettore 2D potrà leggere sia i codici 2D, come il QR Code che i codici monodimensionali (rappresentati dalle barre).

Diversamente un lettore 1D può leggere solamente i codici monodimensionali.

Quindi è fondamentale analizzare le tipologie di codici che dovrai leggere prima di acquistare un lettore.

I lettori possono leggere codici dallo schermo di uno smartphone, di un tablet o  un PC?

Per leggere un codice a barre dallo schermo di un telefono, è necessario uno scanner con un’ottica specifica come un linear imager o un lettore 2D.

lettura da smartphone e display

Leggere i codici a barre da uno schermo può essere difficile per gli scanner a causa della polarizzazione dello schermo, dei livelli di luminosità, della lucentezza della superficie e della riflettività, quindi è opportuno orientarsi verso modelli di costruttori leader di mercato come Zebra, Honeywell e Opticon per avere delle letture affidabili al primo tentativo.

Gli scanner di codici a barre possono leggere codici di  qualsiasi colore?

Gli scanner di codici a barre NON sono in grado di leggere tutti i colori o combinazioni di colori.

colori per il codice a barre

Il motivo principale per cui i codici a barre possono essere difficili da scansionare è la mancanza di contrasto tra lo sfondo e i colori del codice. Nero, blu scuro, verde scuro e marrone scuro funzionano bene per la stampa di codici a barre su sfondo bianco, ma non come sfondo per il codice.

I codici a barre molto piccoli possono essere  un problema?

Si possono  essere un problema per un lettore standard.

Codici a barre  molto piccoli o estremante densi richiedono delle ottiche specifiche.

Se il tuo codice fosse molto piccolo dovresti optare per uno scanner ad alta densità (HD)

densità dei codici a barre

Il vantaggio principale di uno scanner HD è che il piano focale è molto vicino alla finestra di scansione, pertanto è possibile acquisire codici molto piccoli o con gli elementi ravvicinati. Infatti, più è piccolo lo spazio fra le barre e più è difficile l’acquisizione del codice con uno scanner dotato di ottica standard. In questo caso un lettore con ottica HD è la soluzione perfetta.

Quale è l’ambiente e le condizioni in cui devi utilizzare il tuo lettore?

Quando scegli un lettore è fondamentale definire il grado di robustezza del lettore che ti occorre.

Ad esempio, un lettore utilizzato in un magazzino, o in una cella fredda, per elevati volumi di scansione avrà una struttura diversa da un lettore utilizzato in  un negozio di abbigliamento.

Considerare il flusso di lavoro e le sollecitazioni ambientali a cui sarà sottoposto il lettore come polvere, freddo, acqua, cadute è un’opzione da analizzare per indirizzarti verso modelli standard o di classe industriale.

Conclusioni

Anche la scelta di un lettore standard di codici a barre richiede l’analisi di alcune caratteristiche basilari che ti aiutano a identificare il modello giusto per le tue esigenze.

Il consiglio è di non scegliere il lettore da solo, potresti fare un acquisto incauto e non idoneo alla tua applicazione.

Affidati a chi può aiutarti non solo a scegliere il modello giusto per te, ma anche a  configurare il lettore secondo le tue necessità.

Chiamaci

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


Approfondisci

6 motivi per cui dovresti evitare di usare lo smartphone come lettore di codici a barre

Il  mio telefono ha un  lettore di codice a barre!

Questa è un’affermazione non vera: vediamo perché.

Quando uno smartphone viene utilizzato come scanner si utilizza un’applicazione che consente al telefono di scansionare i codici utilizzando la fotocamera.

smartphone samsung per la lettura del codice a barre

Invece un lettore di codici a barre è dotato di un gruppo ottico con delle specifiche caratteristiche tecniche, appositamente progettato per fare  una sola attività: acquisire i codici a barre e quindi lo fa meglio e più velocemente di qualsiasi altro dispositivo.

Il più grande vantaggio nell’utilizzo di un cellulare è  che puoi portare uno scanner ovunque porti il ​​tuo smartphone.

Il che può essere anche conveniente se devi leggere il QRCode sulle scatole dei biscotti al supermercato oppure su un cartello pubblicitario.

Tuttavia, non è consigliabile utilizzare il telefono come scanner se parte del tuo lavoro consiste nella scansione di molti codici a barre .

In questo articolo analizziamo le ragioni per le quali si deve  evitare di utilizzare gli smartphone come lettori di codici a barre.

1 # Gli smartphone non sono economici

Gli scanner di codici a barre sono pensati per un solo scopo. Pertanto, la tecnologia e la costruzione sono meno complesse rispetto a uno smartphone, riducendo significativamente i costi di acquisto e manutenzione.

2 # Problemi di velocità e affidabilità

Gli scanner di codici a barre sono più veloci in termini di prestazioni e più affidabili di uno smartphone.

Sono progettati per letture intensive, a differenza di quest’ultimo che esegue più attività alla volta riducendo i livelli di efficienza.

Inoltre, gli smartphone non hanno un motore di scansione e un gruppo ottico dedicato alla specifica attività di scansione dei codici.

codice a barre

Con uno smartphone  è difficile leggere codici a barre piccoli, densi, lontani, illuminati male. Con uno smartphone saranno più le volte che non leggi il codice, che quelle che riuscirai a scansionarlo e con un tempo di scansione molto più lungo di quello di un lettore barcode.

Hai provato a leggere un codice con il tuo telefonino? Devi inquadrare il codice perfettamente, allinearlo al codice, metterlo a fuoco, cambiare la distanza di lettura in funzione della luce e della grandezza del codice, insomma impieghi diversi secondi. Con un lettore acquisisci il codice in meno di un secondo!!!

3 # Durata della batteria

Gli smartphone utilizzano il sistema operativo e molte applicazioni installate che lavorano in background. Pertanto, la durata della batteria è inferiore rispetto a uno scanner di codici a barre che consuma energia solo quando è in uso. Inoltre, un lettore di codici a barre è destinato a svolgere una sola funzione, quindi ha una lunga durata della batteria che garantisce l’utilizzo per un intero turno di lavoro.

4 # Problemi di integrazione dei dati

Gli smartphone, se utilizzati come scanner di codici a barre, devono essere integrati nel sistema, in altre parole il codice che leggi dovrà essere passato alla tua applicazione o a un software per essere elaborato e memorizzato.

Diversamente uno scanner di codici a barre utilizzato con cavo USB o con collegamento Bluetooth trasmette i dati in “emulazione tastiera” direttamente nella tua applicazione o nel tuo software.

LI4278 lettore di codice a barre Zebra

Sono strumenti di lavoro praticamente plug and play, non richiedono download di driver o software per essere utilizzati.

5 # Problemi di sicurezza

Gli scanner di codici a barre non condividono i dati e quindi non hanno problemi di sicurezza

I dati vengono letti, trasmessi o, se richiesto, memorizzati nello scanner e quindi non hanno alcun problema legato alla sicurezza pertanto, uno scanner di codici a barre è un’opzione migliore.

6 # Aggiornamenti software

Il sistema operativo in uno smartphone richiede aggiornamenti regolari.

Ciò potrebbe comportare tempi di inattività e perdita di dati, influendo in definitiva sulla produttività e sui costi.

Diversamente, il firmware utilizzato in uno scanner di codici a barre non deve essere aggiornato.

Se proprio non vuoi rinunciare all’utilizzo dello smartphone per leggere i codici a barre puoi prendere in considerazione lettori appositamente progettati per essere abbinati velocemente con connessione  Bluetooth ad un telefono o a un tablet oppure gli smartphone rinforzati dotati di gruppo ottico.

Vediamo i modelli più diffusi che offrono i più importanti costruttori come Opticon, Zebra e Honeywell

OPTICON OPN-2006 Bluetooth

OPN2006 1D è uno scanner tascabile con memoria Bluetooth, ideale companion scanner per dispositivi Apple, Android, Windows Mobile, ricaricabile via miniUSB.

opn 2006 -lettore tascabile
OPN2006

SCANNER COMPATTO SYMBOL CS4070

Se utilizzi tablet e smartphone la fotocamera di livello consumer utilizzata per catturare i codici a barre rende la scansione lenta, scomoda e persino impossibile quando il codice a barre è meno che perfetto.

lettore piccolissimo cs4070
SYMBOL CS4070

Questo conveniente dispositivo wireless tascabile incorpora la tecnologia di scansione per codici a barre più avanzata e permette di leggere praticamente qualsiasi codice a barre 1D o 2D.

Basato sugli standard Bluetooth, il CS4070 funziona con tutti i moderni tablet e smartphone più diffusi. Inoltre, il chip MFI integrato e la certificazione Apple assicurano la compatibilità con i dispositivi mobili Apple quali iPhone e iPad

Zebra TC25  smartphone rinforzato

Costruito per lavorare  con la pioggia, il caldo, le temperature sottozero, con le cadute: il TC25 non teme nulla di tutto questo

Zebra TC25 smartphone rinforzato
ZEBRA TC25

Un vero scanner 

Con un’operazione istantanea e facilissima di puntamento e lettura potete catturare qualsiasi codice a barre elettronico o stampato praticamente in qualunque condizione – senza puntare e senza aspettare.

Cattura istantanea dei codici a barre nelle app 

Con DataWedge di Zebra potete inviare i codici a barre catturati con lo scanner direttamente alle app, senza doverle programmare o modificare. Il risultato? Grandi risparmi e nessun costo

Honeywell ScanPal EDA51 smartphone rinforzato

Lo  ScanPal EDA51 consente l’acquisizione  istantanea di codici a barre anche se il codice è danneggiato: il dispositivo EDA51 è dotato di un potente scanner Honeywell integrato. Grazie alla potente fotocamera a colori da 13 megapixel si può inoltre documentare qualsiasi cosa, da prove di consegna a pacchi danneggiati, Con il suo design touchscreen moderno e intuitivo, il dispositivo ScanPal EDA51 è semplice e comodo da usare proprio come un normale smartphone.

scanpal eda51 smartphone rinforzato
SCANPAL EDA51

Devi leggere il codice  a barre e non sai quale dispositivo scegliere?

Ti aiutiamo noi, contattaci

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito 

www.acsistemisrl.com


Come disinfettare un lettore di codice a barre

La pulizia di un lettore di codice a barre è una fase  necessaria di qualsiasi processo di sterilizzazione o disinfezione.

Scanner e palmari  aiutano il personale sanitario a svolgere un lavoro veloce e senza errori , ma sono dispositivi che devono essere considerati un’estensione della mano e come tali devono essere frequentemente disinfettati per ridurre le possibili infezioni associate all’assistenza sanitaria.

lettori di codici a barre per ospedali laboratori e farmacie

Negli ambienti sanitari, come ospedali, laboratori e farmacie dovrebbero essere utilizzati dispositivi appositamente progettati per essere efficacemente sanificati, comunemente chiamati lettori healthcare.

I lettori barcode e i palmari healthcare, a differenza dei dispositivi tradizionali, sono realizzati con materie plastiche antimicrobiche che non sono porose.

Di conseguenza, le materie plastiche antimicrobiche impediscono a batteri e sostanze chimiche di incorporarsi nella plastica.


Approfondisci

Tuttavia, la plastica antimicrobica da sola non è sufficiente per proteggere le persone e quindi devono essere eseguite le procedure di sanificazione come di seguito  descritto per operare in sicurezza evitando di danneggiare il dispositivo.

  • Spegnere il dispositivo prima della pulizia
  • Non versare o spruzzare soluzioni chimiche disinfettanti direttamente sullo scanner
  • Inumidire un panno con alcool isopropilico (soluzione al 70% come minimo) o altre soluzioni indicate dal costruttore del vostro dispositivo e pulire il corpo dello scanner e la finestra di scansione
  • Evitare l’accumulo di liquidi sul dispositivo
  • Lasciare asciugare il dispositivo oppure asciugarlo con un panno che non lasci pelucchi
  • Assicurarsi che i contatti elettrici siano completamente asciutti prima di alimentare il dispositivo

Nel settore sanitario esiste una grande varietà di disinfettanti: è importante seguire le indicazioni del costruttore per evitare danni al dispositivo o in mancanza di queste utilizzare alcool

Attenzione alle soluzioni a base di candeggina

I prodotti a base di candeggina corrodono i metalli molto velocemente e quindi è consigliabile evitare l’utilizzo di questi prodotti sui contatti elettrici.

Pulizia delle basi di ricarica dei lettori wireless

  • Staccare il cavo di alimentazione dalla base di ricarica
  • Utilizzare un bastoncino in cotone imbevuto di alcool per pulire i contatti, muovendolo gentilmente  più volte avanti e indietro.
  • Utilizzare un panno imbevuto di alcool per rimuovere grasso e sporcizia dalla culla di ricarica
  • Prima di collegare l’alimentazione assicurarsi che il dispositivo sia completamente asciutto

Se ti occorre un lettore sanificabile chiamaci: ti aiuteremo a scegliere il modello più adatto alle tue esigenze.

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

https://shopacsistemi.com/index.htm


LETTORI DI CODICI A BARRE HEALTHCARE: MODELLI E CARATTERISTICHE

Nell’accettazione di un paziente, nella somministrazione di un farmaco, nel prelievo di un campione o nella gestione delle scorte  in ambiente sanitario qualsiasi errore può avere una conseguenza fatale. 

I lettori di codici a barre per il settore sanitario sono progettati con caratteristiche uniche che li rendono strumenti idonei per l’utilizzo in ambienti sanificati.

In questo articolo facciamo una panoramica dei lettori più venduti per il settore sanitario, prodotti dai più importanti costruttori di dispositivi per l’identificazione automatica.

LETTORI ZEBRA PER IL SETTORE SANITARIO

Zebra DS4600 per il settore sanitario – lettura di codici 1D e 2D

Studiato per l’impiego al punto di cura, il DS4608-HC è dotato di telaio a prova di disinfettante che resiste a disinfezioni periodiche con i prodotti più diffusi.

Zebra DS4600 letttore per la sanità

I fori delle viti e le uscite dell’altoparlante sono coperte per ridurre il rischio di accumulo dei batteri. La protezione IP52 protegge dal contatto con i liquidi, mentre un sistema ottico brevettato con doppio isolamento ripara dalla polvere e dai liquidi, assicurando un’acquisizione del codice a barre assolutamente nitida, per una decodifica sempre rapida e affidabile.

La finestra di scansione incassata protegge il gruppo ottico della serie DS4600 da macchie, sporco e graffi che possono comprometterne le prestazioni. Inoltre, lo scanner è progettato per resistere a cadute multiple da 1,8 m su cemento e a 2.000 impatti da rotolamento.

La messa a fuoco ad alta densità consente di leggere i codici a barre curvi e minuscoli sulle boccette dei medicinali, sulle sacche per fleboclisi, le siringhe e simili. Inoltre, l’illuminazione a LED bianco facilita la scansione dei codici a barre a colori sui vassoi porta-provette e sulle cassette per biopsia.

Zebra serie DS2200 per il settore sanitario: lettori 1D/2D cablati e cordless

La serie DS2200-HC è in grado di resistere ai continui interventi di disinfezione necessari al punto di cura, e acquisisce con facilità e precisione i codici a barre di uso più comune negli ospedali.

Zebra serie DS2200 per il settore sanitario

Si tratta inoltre di uno scanner realizzato appositamente per l’ambiente sanitario che non vi farà sforare il budget, pur senza alcun compromesso in fatto di prestazioni o funzioni. I modelli con e senza cavo soddisfano ogni esigenza di scansione, per migliorare la sicurezza dei pazienti e la produttività del personale.

Zebra DS8100-HC –  lettura di codici 1D e 2D

Solo la serie DS8100-HC combina la potenza di un microprocessore da 800 MHz, un sensore ad alta risoluzione da un megapixel e l’esclusiva tecnologia di imaging intelligente PRZM di Zebra. Con questa combinazione di hardware e algoritmi avanzati, l’imager serie DS8100-HC cattura istantaneamente i codici a barre più problematici che si incontrano nelle farmacie, compresi quelli molto densi, minuscoli, curvi, stampati male, brillanti, spiegazzati, sbiaditi, distorti, sporchi o danneggiati, nonché i codici a barre elettronici su display scarsamente illuminati.

Zebra DS8100-HC -  lettura di codici 1D e 2D per ospedali e settore sanitario

Con la capacità di catturare istantaneamente i codici a barre più difficili da leggere, un alloggiamento esclusivo che assicura la massima protezione dalla diffusione dei batteri, una modalità notturna con vibrazione per le conferme di decodifica e una luce incorporata, la serie DS8100-HC si integra alla perfezione nei flussi di lavoro sanitari esistenti, aumentando le efficienze operative e assicurando che i pazienti non vengano disturbati quando non è necessario. 

Zebra CS4070-HC lettore Bluetooth

Questo scanner Bluetooth estremamente flessibile è facile da accoppiare con PC, postazioni di lavoro su carrelli e con  tablet o smartphone.

Zebra CS4070-HC lettore Bluetooth per il settore sanitario

Ha un design rinforzato a prova di disinfettante, che aiuta a prevenire la diffusione di germi, assicurando l’autonomia per l’intero turno di lavoro ed è inoltre dotato di  feedback di scansione selezionabile dall’utente: visivo (luce verde/luce rossa), tattile (vibrazione) e sonoro (segnale acustico).

ll CS4070-HC è il dispositivo di scansione individuale compatto ideale per gli operatori del settore sanitario.

Essendo abbastanza piccolo da stare in tasca o agganciato a un cordoncino, può essere portato con sé in ogni momento.

Una semplice pressione del pulsante di accoppiamento dedicato connette istantaneamente il CS4070-HC al computer con collegamento Bluetooth, a postazioni di lavoro su carrelli, a tablet e altri dispositivi mobili.

Grazie a una tecnologia di scansione di livello superiore, gli operatori sanitari possono leggere all’istante praticamente qualsiasi codice a barre, in qualunque condizione, 1D o 2D, elettronico o stampato.

LETTORI DATALOGIC PER IL SETTORE SANITARIO

DATALOGIC SERIE GRYPHON I 4102-HC – lettura codici 1D

La serie di scanner Gryphon GD4132-HC di Datalogic rappresenta la soluzione più avanzata per la lettura di codici a barre in ambienti sanitari.

Questi modelli dispongono di un grado di protezione superiore, per proteggere i delicati componenti elettronici dal contatto con la polvere e i liquidi.

Sono lettori dotati di speciali involucri Disinfectant-Ready a prova di disinfettanti, concepiti per sostenere la pulizia quotidiana con soluzioni chimiche aggressive in grado di combattere in modo efficace germi e batteri. 

DATALOGIC SERIE GRYPHON I 4102-HC – lettura codici 1D

Dai modelli a cavo, a quelli con tecnologia wireless Bluetooth® standard, fino agli scanner con radio narrow brand Datalogic STAR SYSTEM, i Gryphon HC offrono agli utenti varietà di scelta di modelli e connettività radio, in prodotti con speciali plastiche disinfectant ready.

Negli ambienti sanitari dove non è necessaria la mobilità da parte dell’operatore, la scelta ideale è il GD4132- HC , il modello a cavo.

 I modelli GM4102-HC o GBT4102-HC (STAR o Bluetooth) sono invece l’alternativa in caso di attività che richiedono connettività cordless.

Tutti i lettori Gryphon HC includono il sistema “Green Spot” brevettato di Datalogic per la conferma visiva di buona lettura, ideale per gli ambienti silenziosi, come la cura dei pazienti a bordo letto.

DATALOGIC SERIE GRYPHON  4500-HC 2D

Gli scanner  Gryphon 4500-HC 2D sono in grado di leggere qualsiasi simbologia di codice a barre 1D e 2D e possono leggere codici da monitor LCD, tablet, smartphone ed altri dispositivi mobili.

I modelli High Density (HD) sono l’ideale per la lettura dei codici più piccoli e ad alta densità.

DATALOGIC SERIE GRYPHON  4500-HC 2D per il settore sanitario

Ideale per applicazioni in ambienti di amministrazione, laboratorio e in ospedale, il modello desktop GD4500-HC 2D offre una soluzione economica con cavo, mentre i modelli cordless GM4500-HC 2D o GBT4500-HC 2D (STAR o Bluetooth) forniscono maggiore mobilità per operazioni senza filo.

Questi lettori implementano la tecnologia di lettura innovativa Datalogic con illuminazione a luce bianca altamente visibile, meno fastidiosa alla vista e in grado di leggere meglio le etichette colorate.

La tecnologia brevettata Datalogic “Green Spot” per la conferma visiva di buona lettura, è l’ideale per ambienti silenziosi e per attività di cura a bordo letto.

Una delle innovazioni più significative per gli scanner Gryphon 4500 senza filo è il sistema di ricarica wireless della batteria , che migliora l’affidabilità del prodotto e, al tempo stesso, riduce il tempo di manutenzione in quanto non è necessaria la pulizia dei contatti della base di ricarica o particolari procedure di manutenzione.

Datalogic RIDA DBT6400 Healthcare – legge i codici 1D e 2D

Il RIDA DBT6400 è lo scanner area imager cordless Bluetooth ideale per essere usato in connessione con i dispositivi mobili

Lo scanner imager RIDA DBT6400 si collega facilmente con dispositivi dotati di tecnologia wireless Bluetooth Android, Apple iOS e Windows

Datalogic RIDA DBT6400 Healthcare – legge i codici 1D e 2D

È un lettore compatto con ottica area imager quindi può leggere  i codici a barre 1D e 2D, anche se a basso contrasto, danneggiati o stampati male, oltre ad acquisire i codici  su display di uno smartphone o un tablet.

Il RIDA DBT6400 è dotato di speciali plastiche antimicrobiche e resistenti ai disinfettanti, che lo rendono la soluzione ideale per attività a bordo letto. Le dimensioni ridotte ed il peso leggero di questo lettore imager offrono maggiore libertà di movimento durante la scansione dei codici, oltre ad evitare il diffondersi di infezioni all’interno dell’ospedale.

LETTORE HONEYWELL PER IL SETTORE SANITARIO

Scanner per uso sanitario Xenon Extreme Performance (XP) 1950h e 1952h

Il lettore Xenon XP 1950h  è dotato della rinomata tecnologia di imaging Honeywell e offre prestazioni di scansione superiori, leggendo facilmente anche i codici danneggiati.

L’alloggiamento in plastica disinfettabile tutela l’investimento grazie a una struttura più duratura, in grado di resistere meglio agli effetti nocivi dei prodotti chimici aggressivi

Lettore Honeywell per il settore sanitario

Lo scanner per uso sanitario Xenon XP 1952h è il modello wireless  che offre la libertà di movimento attorno a pazienti, familiari e apparecchiature costose, in particolare nelle sale congestionate o nei reparti di terapia intensiva.

È progettato per resistere a 50 cadute da 1,8 m e 2.000 impatti da 0,5 m, offrendo  un’affidabilità di prim’ordine.

Se ti occorre un lettore sanificabile chiamaci: ti aiuteremo a scegliere il modello più adatto alle tue esigenze.

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

 https://shopacsistemi.com/index.html


Approfondisci

LETTORI DI CODICI A BARRE SANIFICABILI

Negli ultimi anni, la tecnologia di identificazione automatica è stata introdotta in molte attività del settore sanitario.

Vengono utilizzati lettori di codici a barre negli ospedali, nelle farmacie, nei laboratori di analisi per operazioni dove non si possono commettere errori:

  • identificazione e verifica dei pazienti
  • tracciabilità dei campioni
  • inventario dei farmaci
  • identificazione strumentazione chirurgica
  • somministrazione e inventario dei farmaci
Lettori Zebra per il settore sanitario
Lettori Zebra per il settore sanitario

Spesso si utilizza un lettore di codice a barre standard e non tutti sanno che esistono lettori di codici a barre specificamente progettati per il settore sanitario

Quale è la differenza tra uno scanner di codici a barre standard e uno scanner sanitario?

Ci sono 3 caratteristiche fondamentali implementate negli scanner per uso sanitario

>>>struttura plastica “disinfectant ready”, cioè trattata con additivi antimicrobici, in grado di resistere alla pulizia quotidiana con soluzioni disinfettanti aggressive e quindi in grado di prevenire la diffusione di infezioni

>>>feedback di buona lettura programmabili in modalità non disturbare

>>>lettori wireless dotati di ricarica USB

Analizziamo nel dettaglio come queste peculiarità sono elementi essenziali per il settore sanitario

Struttura disinfectant ready

In una struttura sanitaria gli scanner sono esposti a un numero di germi e batteri di gran lunga superiore a quello che ogni normale scanner vedrebbe in tutta la sua vita.

Lettori Datalogic per il settore sanitario
Lettori Datalogic per il settore sanitario

La necessità di disinfettare frequentemente  il lettore di codici a barre è un requisito essenziale per mantenere un ambiente di lavoro pulito e igienico.

Per permettere la sanificazione del lettore  viene utilizzato una plastica disinfettabile che  offre un’eccellente resistenza agli effetti dannosi dei disinfettanti e ad asciugatura rapida.

Un lettore di codici a barre healthcare offre affidabilità a lungo termine, riduce i tempi di pulizia e abbassa i costi di riparazione rispetto ai dispositivi realizzati con materiali tradizionali.

Modalità “non disturbare”

La capacità di trattare un paziente di notte e di non svegliarlo è un grande vantaggio che offre uno scanner progettato per il settore sanitario.

Questi scanner consentono di modificare l’impostazione del feedback di avvenuta lettura del codice a barre.

Lettore Datalogic per ospedali
Lettore Datalogic per ospedali

Per un’identificazione positiva di una buona scansione puoi quindi impostare un segnale visivo: una luce verde indicherà una buona lettura mentre una cattiva scansione mostrerà una luce rossa in modo da poter eseguire il tuo lavoro in modo rapido e silenzioso.

Alcuni modelli offrono anche una modalità di vibrazione, che non si trova su uno scanner standard, che fornisce un riscontro tattile di una buona scansione eliminando il riscontro di led luminosi e suoni che potrebbero disturbare il paziente.

Ricarica USB

I lettori di codici a barre wireless hanno la possibilità di essere ricaricati solo attraverso il cavo USB, eliminando la necessità di utilizzare un cavo di alimentazione separato.

Questa opportunità è importante nelle applicazioni di lettura su carrello mobile.

Lettori wireless settore sanitario
Lettori wireless settore sanitario

Anche se può sembrare un aspetto banale, la funzione di ricarica USB consente ai lettori wireless di adattarsi con molta facilità ad applicazioni che prevedono spostamenti.

Se ti occorre un lettore sanificabile chiamaci: ti aiuteremo a scegliere il modello più adatto alle tue esigenze.

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com 

https://shopacsistemi.com/index.html


Approfondisci