Archivi tag: nastri a trasferimento termico

STAMPANTI A TRASFERIMENTO TERMICO COME PREVENIRE I 5 PROBLEMI PIU’ FREQUENTI

Il trasferimento termico è la tecnologia di stampa più diffusa per la stampa di etichette con codice a barre e dati variabili.

Le stampanti a trasferimento termico utilizzano come inchiostro un nastro chiamato ribbon o foil, il quale, scaldato dalla testina di stampa, produce l’immagine sull’etichetta.

Le cause principali dei più comuni problemi riscontrati nelle stampanti di etichette a trasferimento termico sono:

  • errato caricamento del ribbon all’interno della stampante
  • impostazioni incongruenti del driver di stampa
  • scarsa manutenzione della stampante

Analizziamo nel dettaglio come prevenire o risolvere i malfunzionamenti più frequenti

1 – Errato alloggiamento del nastro a trasferimento termico

L’errato caricamento del foil all’interno della stampante, specialmente per chi si approccia a questa tecnologia, è un errore comune.

Guarda sempre i video tutorial o il manuale utente riferiti al tuo specifico modello per inserire appropriatamente il ribbon.

Attenzione che i ribbon hanno la spalmatura dell’inchiostro su un unico lato, quindi assicurati che il lato inchiostrato sia quello a contatto con le etichette.

2 – Impostazioni di temperatura e velocità

I nastri di stampa possono essere classificati in 3 categorie

  • Ribbon cera
  • Ribbon cera-resina
  • Ribbon resina

Inoltre, il mercato offre decine di formulazioni differenti tra queste categorie principali per adattarsi alla vasta gamma di materiali sui quali è possibile stampare attraverso il trasferimento termico.

Ogni formulazione di nastro richiede valori di temperatura e velocità idonei a produrre un’etichetta con qualità di stampa ottimale.

Se la stampa è sbavata o presenta delle macchie è possibile che la temperatura sia troppo alta o la velocità di stampa sia troppo bassa.

La non corretta impostazione dei valori di temperatura e velocità può produrre un codice a barre illeggibile da un comune lettore barcode.

Nell’occorrenza opposta, cioè se la stampa è sbiadita, troppo chiara e il codice a barre non ha un adeguato contrasto, potresti dover incrementare il valore della temperatura di stampa o rallentare la velocità di stampa.

Le impostazioni di temperatura e velocità le trovi nel driver della stampante o sul pannello di controllo della stampante (alcuni modelli di stampanti di etichette dispongono di un pannello di impostazione dotato di display per configurare la stampante)

nastri a trasferimento termico

3 – Presenza di grinze sul nastro di stampa

Un nastro con grinze e pieghe causerà una striscia diagonale bianca, cioè non stampata, sull’etichetta.

Per prevenire la formazione di pieghe del nastro, assicurarsi che il nastro sia caricato correttamente nella stampante.

Assicurati che non ci siano pieghe e arricciamenti nel percorso del nastro o che si formino durante la stampa.

La superficie del nastro deve essere perfettamente tesa.

La larghezza del ribbon deve essere poco più larga di quella dell’etichetta.

4 – Mancata corrispondenza tra nastro a trasferimento termico ed etichette

Come abbiamo precedentemente specificato ci sono 3 formulazioni principali per i nastri di stampa: cera, cera-resina e resina.

La regola generale è che su etichette in carta si deve utilizzare la cera o la cera-resina

Su materiali sintetici come il polipropilene, il poliestere, il PVC deve essere utilizzata la cera-resina o la resina.

Se non c’è corrispondenza tra foil ed etichette otterrai:

  • stampe troppo chiare
  • nastro che si sfalda e non aderisce all’etichetta
  • stampe che sbiadiscono con la manipolazione e lo sfregamento

Ricorda che per una buona qualità di stampa devi realizzare il giusto connubio tra foil e il materiale delle etichette.

5 – Manutenzione della stampante

Residui di colla, polvere, impurità si accumulano inevitabilmente all’interno della stampante.

A volte i problemi di stampa sono generati dalla scarsa manutenzione della tua stampante di etichette.

Per evitare e prevenire malfunzionamenti devi:

pulire regolarmente la testina della stampante

pulire regolarmente il rullo siliconato e verificare che non sia tagliato o usurato

Sia la testina di stampa che il rullo siliconato sono parti soggette ad usura quindi controllane l’integrità e la pulizia, che è consigliabile eseguire ad ogni cambio del rotolo di etichette.

L’aria compressa può essere utilizzata per eliminare i detriti in eccesso e un cotton fioc imbevuto di alcol isopropilico per pulire direttamente le superfici.

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/


AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro


Foil per il trasferimento termico: come scegliere quello giusto per la tua stampante

Il trasferimento termico è la tecnologia di stampa più diffusa per la stampa di etichette con codice a barre e dati variabili

Le stampanti a trasferimento termico utilizzano come base inchiostrante un nastro chiamato ribbon o foil.

Il ribbon viene prodotto in diverse qualità che possiamo raggruppare in tre macro-categorie

  • Ribbon cera
  • Ribbon cera-resina
  • Ribbon resina

Inoltre, il mercato offre decine di formulazioni differenti tra queste categorie principali di nastri per adattarsi alla vasta gamma di materiali sui quali è possibile stampare attraverso il trasferimento termico.

ribbon per stampanti di etichette

STAI CERCANDO UN FOIL PER IL TRASFERIMENTO TERMICO? CONTATTACI

L’aderenza di un foil per il trasferimento termico su carta, polipropilene, pvc, poliestere, tnt e materiali sintetici varia e ogni nastro offre diversi livelli di resistenza agli agenti chimici, all’esposizione all’esterno e all’abrasione.

La qualità più idonea deve essere selezionata in base al materiale dell’etichetta e alla durata/resistenza della stampa che si vuole ottenere.

Quando devi acquistare un foil per la tua stampante di etichette è fondamentale determinare le caratteristiche idonee alle tue stampe e il grado di tenuta che desideri ottenere.

MISURE E DIMENSIONI DEI FOIL A TRASFERIMENTO TERMICO

I ribbon sono prodotti in diverse misure sia in larghezza che in lunghezza.

La misura corretta dipende dalla larghezza della tua etichetta e dal modello di stampante che utilizzi.

I foil vengono prodotti con inchiostrazione interna od esterna e con un nucleo da 1/2 pollice o 1 pollice, peculiarità che dipendono esclusivamente dal modello di stampante che utilizzi.

Quindi il ribbon che sceglierai per la tua stampante oltre ad avere una formulazione idonea al materiale sul quale devi stampare, ha dimensioni e caratteristiche specifiche che dipendono dal modello della tua stampante e dalla larghezza del materiale sul quale devi stampare.

Inoltre, il foil incide direttamente sulla velocità di stampa e su tutta la produttività del tuo processo di etichettatura.

Ti garantisco che ribbon di qualità inferiore offrono prestazioni ridotte.

Analizziamo 4 punti che devi tener presente quando acquisti i ribbon per la tua stampante di etichette

Se non utilizzi il ribbon idoneo, pur avendo una stampante professionale, non otterrai un’elevata di qualità di stampa.

1 – Devi assicurarti che il foil che utilizzi sia compatibile con i materiali su cui stampi. Potresti scoprire troppo tardi che la cera o la resina non si trasferiscano correttamente sul supporto, con conseguente scarsa qualità di stampa e bassa resistenza all’abrasione fisica e agli agenti chimici.

La scelta della composizione del nastro incide sulla durata delle stampe. Non tutti i tipi di nastri e le formulazioni soddisfano i requisiti di durabilità di una determinata applicazione. I nastri sono disponibili in cera, cera/resina e resina e il mercato offre più di 100 formulazioni tra queste categorie di materiali.

La loro aderenza su carta, polipropilene, pvc, poliestere e altri materiali sintetici varia e ogni nastro offre diversi livelli di resistenza a fattori esterni deterioranti.

2 – La qualità dell’immagine è fondamentale. Non tutti i nastri sono in grado di fornire un’eccellente qualità di stampa ad alte risoluzioni come 400 o 600 dpi, caratteri piccoli, immagini complesse o codici a barre ruotati.

3 – Se stampi a velocità elevate devi testare la capacità del tuo nastro di stampa anche ad alta velocità.

4 – L’usura prematura della testina di stampa e la conseguente necessità di sostituzione è una delle principali cause dei tempi di fermo della stampante.

Il retro-rivestimento del foil a trasferimento termico è la parte del nastro più vicina alla testina di stampa.

La sua funzione principale è proteggere la testina dal calore eccessivo, dall’elettricità statica e dall’abrasione.

Se il retro-rivestimento cede, lo strato inchiostrato potrebbe entrare in contatto con la testina provocandone il blocco, con conseguenti problemi di qualità di stampa e guasti alla stampante stessa.

Un retro-rivestimento di cattiva qualità può causare attrito tra nastro e testina, danneggiando la testina e provocando un potenziale accumulo di elettricità statica.

Il foil quindi offre una protezione alla testina di stampa e devi essere certo che la spalmatura dell’inchiostro sia omogenea e non abbia accumuli che sporchino o danneggino la testina.

Spesso nastri di produttori minori hanno spalmature disomogenee che generano stampe non uniformi

CONCLUSIONI

Una buona stampante è solo il primo passo per ottenere stampe di buona qualità.

Per realizzare una soluzione di etichettatura conforme alle tue aspettative devi scegliere accuratamente il materiale di consumo.

L’hardware, il foil, le etichette, ma anche le impostazioni del driver e del software di stampa devono funzionare armoniosamente insieme al fine di produrre etichette perfettamente pulite, nitide e resistenti.

Affidati ad un fornitore che sappia porti le domande specifiche sull’ applicazione per consigliarti la scelta più indicata alle tue necessità.

Limitare la selezione del nastro a trasferimento termico al solo prezzo può comportare spese operative prevenibili che superano di gran lunga qualsiasi “risparmio” economico.

Se vuoi un consiglio contattaci

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/


Caratteristiche e impostazione del ribbon nelle stampanti Zebra a trasferimento termico

Le stampanti di etichette Zebra a  trasferimento termico utilizzato il ribbon per produrre l’immagine stampata.

La metodologia a trasferimento termico attraverso il calore della testina di stampa fonde un nastro inchiostrato, detto ribbon o foil, che trasferisce l’inchiostro sul materiale da stampare (etichette, cartellini, film flessibili, materiale tessile).

Le stampanti che utilizzano il  ribbon per la stampa sono dotate di  mandrini per il trascinamento del nastro, inoltre un sensore ne verifica la presenza.

ribbon ed etichette per stampanti Zebra

Esistono nastri di qualità e formato differente che devono essere scelti in funzione di 4 parametri principali:

  • tipo di materiale sul quale dobbiamo stampare (etichette in carta opaca, lucida, etichetta sintetica)
  • durata della stampa
  • ambiente di applicazione dell’etichetta
  • eventuali fattori aggressivi che possono deteriorare la stampa come detergenti, solventi, fattori climatici e  abrasioni

Il nastro deve essere leggermente più  largo delle etichette per proteggere la testina di stampa dal contatto diretto con il supporto.

Le etichette a trasferimento termico danneggiano la superficie della testina di stampa se vengono a diretto contatto con essa. Il nastro quindi protegge la testina di stampa impedendo questo contatto diretto.

Ribbon a tarsferimento termico colorati

I nastri Zebra, sia per stampanti desktop che industriali, vengono prodotti in diverse larghezze.

Quindi se abbiamo un’etichetta larga 50 mm dobbiamo acquistare un nastro da 64 mm e non da 110 mm come spesso accade.

In questo modo copriamo con il ribbon l’intera larghezza dell’etichetta e al contempo risparmiamo sul costo del ribbon.

I nastri possono essere classificati in 3 qualità principali :

  • cera,
  • cera / resina 
  • resina

I NASTRI CERA sono indicati per la stampa su un’etichetta in carta a trasferimento termico.

La stampa generata da ribbon cera rimane inalterata se le etichette vengono utilizzate in un ambiente interno, minimamente abrasivo e chimicamente neutro, ma  non è idonea per applicazioni che richiedono una lunga durata

IMPOSTAZIONI DI STAMPA PER RIBBON CERA

In genere le impostazioni sul driver per l’utilizzo di nastri cera sono

Temperatura (sul driver è  indicata come oscurità) : medio – bassa

Velocità di stampa: da bassa ad alta

etichette in carta con codice a barre

Il nastro cera si fonde se utilizzato con temperature elevate e la stampa si distorce perdendo nitidezza e leggibilità.

I NASTRI CERA / RESINA producono un’immagine più duratura su carta liscia o etichette patinate con superfici semi-lucide o lucide.

IMPOSTAZIONI DI STAMPA PER RIBBON CERA/RESINA

Temperatura: media-alta

Velocità di stampa: da bassa a media

I NASTRI IN RESINA sono formulati per la stampa su etichette in materiale sintetico come il poliestere, il polipropilene e il vinile.

La perfetta aderenza dell’inchiostro sulla superficie dell’etichetta rende la stampa estremamente resistente.

Le etichette in plastica con stampa in resina resistono all’esterno in piena luce solare, all’immersione in acqua, sono altamente resistenti ai graffi, agli agenti chimici e agli oli.

IMPOSTAZIONI DI STAMPA PER RIBBON  RESINA

Impostazioni di temperatura: alta

Velocità di stampa: bassa

nastri a trasferimento termico Armor

Il trasferimento termico è la tecnologia di stampa più diffusa per la stampa di etichette con codice a barre.

Il legame che si crea tra un nastro ben selezionato e l’etichetta fornisce performance di stampa in termini di durata e resistenza di gran lunga superiori a qualsiasi altra tecnologia di stampa.

Se hai bisogno di selezionare il ribbon giusto per la tua stampante contattaci

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

oppure acquista online sul nostro shop

https://shopacsistemi.com/


STAMPA CREATIVA A TRASFERIMENTO TERMICO

Il trasferimento termico è una tecnologia che sfrutta un processo di trasferimento del colore, su carta o pellicola sintetica, basato sull’impiego del calore: in pratica il  calore della testina scioglie un nastro inchiostrato, detto ribbon, che trasferisce l’inchiostro sul supporto.

stampa a trasferimento termico

Le caratteristiche principali che hanno contribuito alla rilevante diffusione di stampanti a trasferimento sono:

  • velocità
  • qualità di stampa eccellente
  • scelta ampia e versatile dei materiali di stampa
  • basso costo stampa
  • stampa in funzione del fabbisogno
  • produzione di modelli idonei a qualsiasi esigenza operativa (desktop, industriali, semi-industriali, per integrazione sulle linee, portatili)

L’impiego abituale delle stampanti a trasferimento termico è per la creazione di etichette destinate a contenere dati di tracciabilità quali codice a barre, data e lotto di produzione, indicazioni di peso o volume del prodotto, taglia e colore dell’articolo, ma anche ticket di vario genere.

Sono spesso utilizzate per stampare dati variabili su etichette con una grafica a colori prestampata.



Solitamente attraverso il trasferimento termico si producono etichette con stampa nera su sfondo bianco senza nessuna finalità estetica ma solo funzionali al loro scopo.

Non tutti sanno che il ribbon che imprime la stampa, oltre che differenziarsi per le sue caratteristiche tecniche di durabilità (in ordine di resistenza cera, cera-resina e resina) è disponibile con molteplicità di colori, ed anche preziose variazioni metallizzate, che conferiscono alle etichette un aspetto ancor più ricercato e attraente per il consumatore, nonché molto credibile da un punto di vista qualitativo.

ribbon colorati per il trasferimento termico

Inoltre, i materiali su cui poter stampare sono una gamma altrettanto variegata: carta naturale lucida od opaca, oppure materiali sintetici come il poliestere, il pvc e il polipropilene, disponibile anche nella versione trasparente che è molto adatta a dare risalto al contenuto della confezione, facendo apparire il prodotto nella sua integralità.

Se abbiamo bisogno di differenziarci è possibile stampare anche su etichette colorare utilizzando ribbon idonei.

Ed ecco che si possono realizzare, con una semplice stampante a trasferimento termico, etichette dall’impatto moderno, essenziale ed elegante, nonché durevoli perché resistenti alle varie aggressioni atmosferiche, chimiche e meccaniche.

Semplicemente sostituendo il ribbon nella nostra stampante possiamo differenziare le nostre etichette e conferire una personalizzazione più tematica alla nostra linea di prodotti.

etichette stampate a trasferimento termico

Etichette non necessariamente monocromatiche, grazie alla possibilità di sovrapporre più di un processo di stampa con ribbon di colori diversi, inserendo, per esempio, qualche particolare metallizzato che valorizza il nostro layout grafico con luminescenze tridimensionali.

etichette per olio con particolari metallici

CONCLUSIONI

Una stampante a trasferimento termico, con dei costi contenuti sia all’acquisto sia nella gestione della manutenzione e dei consumi di esercizio, non solo crea le nostre etichette con codici a barre utili per la tracciabilità e l’organizzazione del magazzino, ma può essere un valido strumento anche per la realizzazione di etichette prodotto comunicative, che catturano l’attenzione del cliente, differenziando il tuo prodotto da altri simili.

Il trasferimento termico è una tecnologia molto diffusa, semplice da utilizzare e vincente in termini di rendimento estetico, qualità percepita, costi e tempi di realizzazione.

Se vuoi scegliere la tua stampante di etichette insieme a noi chiamaci

Elisabetta Urbisaglia

Telefono 06.51848187

info@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

Leggi anche

Nastri a trasferimento termico colorati: la scelta giusta per differenziare

Il trasferimento termico è la tecnologia di stampa più diffusa per la stampa del codice a barre.

Con il trasferimento termico si producono etichette e cartellini resistenti, è possibile stampare su un’ampia varietà di materiali, sia in carta che sintetici con il vantaggio di produrre solo le quantità necessarie, evitando stock di magazzino spesso inutilizzati.

nastri a trasferimento termico
nastri a trasferimento termico

La metodologia a trasferimento termico utilizza il calore della testina di stampa per fondere un nastro inchiostrato, detto ribbon, che trasferisce l’inchiostro sul materiale da stampare (etichette, cartellini, film flessibili, materiale tessile). L’unico vincolo di questa versatile tecnologia è di produrre una stampa monocromatica e spesso un’etichetta bianca con sovrastampa nera è monotona e non cattura l’attenzione

Quando il trasferimento termico si combina con il colore si ottiene un potente strumento di stampaetichetta con ribbon colorati

Con i nastri a trasferimento termico colorati è possibile realizzare etichette che uniscono alla vitalità del colore, la velocità di stampa, la qualità, la resistenza ed un concreto risparmio economico del costo stampa rispetto ad altre tecnologie


Approfondisci

Stampanti di etichette: vantaggi nell’utilizzo della tecnologia a trasferimento termico


La distinzione attraverso l’uso di un’etichetta colorata, poiché ha un impatto visivo immediato, facilita qualsiasi operazione di differenziazione e di identificazione.


video-icon

Guarda il video


Come i ribbon neri, i nastri colorati sono disponibili in cera, cera-resina o resina per adattarsi ai diversi materiali di stampa, sia cartacei che sintetici.

Prima dell’acquisto è’ importante verificare che le specifiche tecniche del nastro siano compatibili con i modello di stampante in uso:

  • qualità: cera, cera-resina o resina in funzione della tipologia del materiale da stampare e del ciclo di vita dell’etichetta
  • larghezza e altezza del nastro: la larghezza deve essere poco più grande dell’etichetta o del cartellino che dobbiamo stampare per evitare la formazione di grinze sul ribbon
  • inchiostrazione interna o esterna
  • anima interna e diametro massimo esterno

L’utilizzo di nastri colorati per la stampa a trasferimento termico consente di evidenziare le informazioni stampate e catalizzare l’attenzione di chi guarda in alcune applicazioni specifiche:

  • Etichettatura di merce non conforme
  • Differenziazione dell’inventario
  • Etichettatura scaffali magazzino: il colore semplifica il flusso operativo
  • Settore alimentare: etichettatura prodotti in scadenza
  • Magazzino: una scelta strategica del colore è un’ottima opzione per assicurarsi che le etichette sui prodotti siano facilmente distinguibili da altre etichette non correlate.

I settori e le applicazioni che possono beneficiare di un’etichetta colorata sono innumerevoli ma quando devi stampare un codice a barre assicurati che la scelta dei colori garantisca la corretta scansionabilità del codice.

Scannable-Color-Combinations

Ing. Cristina Urbisaglia

Se hai domande o ti occorre aiuto contattaci

cristina@acsistemisrl.com

Telefono 06.51848187

www.acsistemisrl.com


Potrebbe interessarti

Etichette trasparenti: una soluzione elegante ed economica

Ribbon per stampanti Toshiba Tec: come identificare il codice corretto

Le aziende al momento di richiedere una quotazione ad un nuovo fornitore per un nastro a trasferimento termico per stampanti Toshiba TEC possono avere delle difficoltà nell’identificare la qualità corretta: cera, cera arricchito, cera resina, resina, resina speciale.

Facciamo chiarezza fra le diverse tipologie e la codifica utilizzata da Toshiba TEC.

ribbon Toshiba Tec per stampanti a trasferimento termico
ribbon Toshiba Tec per stampanti a trasferimento termico

La prima caratteristica su cui bisogna porre attenzione per selezionare correttamente il nastro a trasferimento termico è identificare il tipo di testina installata sulla stampante, che differisce in base al modello .

Le stampanti Toshiba Tec   montano testine con due tecnologie distinte: testina Flat ( piatta ) o Near Edge ( angolo ).


Approfondisci

STAMPANTI DI ETICHETTE:TESTINA FLAT O NEAR EDGE?

Stampanti di etichette:testina Flat o Near Edge?

Ad esempio la stampante B-SA4T usa testina termica di tipo Flat, mentre il modello B-EX4T1 usa tecnologia Near Edge.


La confezione di un nastro originale Toshiba ha un bollino bianco con le seguenti indicazioni:

  • Modello stampante
  • Misura
  • Qualità
  • Colore
  • Barcode codice articolo

nastro di stampa Toshiba
nastro di stampa Toshiba

Iniziamo dalla sigla che identifica la qualità del nastro:

Nastro Cera

AW6F Cera Speciale Flat,

AWR7 Cera Flat

AWR502 Cera colore Oro Flat

SW1 Cera Speciale Flat

SW2 Cera Speciale Flat

Nastro Cera Arricchito

AG4 Cera\resina arricchito Flat

AW5 Cera\resina arricchito Flat

Nastro cera-resina

AG2 Cera\resina Near edge, Flat

AG3 Cera\resina FH

AG6E Cera\resina Near Edge

SG2 Cera\Resina Near Edge

Nastro resina

SS3 Resina Flat

AS1 Resina Near Edge

AS1F Resina Flat

Nastro Resina speciale

AS2F Resina Speciale Near Edge Flat

As3 Resina per Raso Near Edge Flat

RT Resina Speciale Near Edge Flat

RT1 Resina per tessile Near Edge Flat

Una volta stabilità la qualità del nastro, bisogna conoscere le dimensioni del nastro, il modello della stampante ed il colore.

Come ultima informazione sotto il codice a barre trovate il codice articolo del nastro che include tutte queste informazioni sopra elencate ed è cosi composto:

aaabbcccddd

aaa : nome della stampante

bb : Lunghezza (x 10m)

ccc : Larghezza (mm)

ddd: qualità

Quindi l’etichetta riportata su un nastro originale sarà così composta

Qualità: Ag2

Misura: 114mm X 600m

Stampante: B-572 /B-SX5t

Ed il codice articolo completo è il seguente

BX760114AG2

BX7=aaa

60=bb

114=ccc

AG2=ddd

Articoli correlati

RIBBON SAVE: IL MODULO CHE TI FA RISPARMIARE FINO ALL’80% IL CONSUMO DEL NASTRO DI STAMPA

Ribbon Save: il modulo che ti fa risparmiare fino all’80% il consumo del nastro di stampa

Per maggiori informazioni o richiedere un preventivo potete compilare il modulo on-line

Andrea Capponi

📞 Tel. 06.51848187

Per qualsiasi informazione potete scrivermi  andrea@acsistemisrl.com