Tutti gli articoli di acsistemi

Da anni ci occupiamo di sistemi, prodotti e tecnologie per la tracciabilità e l’identificazione automatica. Amiamo l’innovazione tecnologica e l’opportunità di nuove sfide per mettere in campo la nostra esperienza e il desiderio di imparare continuamente qualcosa di nuovo….

EZCONFIG:IL SOFTWARE GRATUITO PER CONFIGURARE I LETTORI DI CODICE A BARRE HONEYWELL

Il software EZConfig è un’ utility gratuita che ti consente di configurare in modo rapido e semplice i lettori di codici a barre Honeywell e di aggiornarne il firmware, con un’ interfaccia grafica molto intuitiva.

Con questo software sia gli utenti avanzati che quelli meno esperti possono eseguire le procedure di configurazione dei lettori di codice a barre con estrema semplicità.

Invece di leggere i diversi codici di configurazioni da un manuale utente, con questo software ti basterà collegare il lettore al PC e procedere alla configurazione desiderata.

pagina di configurazione lettore Honeywell

Il software EZConfig consente di connettersi tramite browser al proprio lettore collegato al PC   e offre una funzione di rilevamento automatico del dispositivo collegato sia con cavo che wireless.

Con EZConfig è possibile:

  • configurare il lettore di codice a barre in base alle specifiche esigenze di lettura
  • aggiornare il firmware del lettore
  • clonare le impostazioni di un lettore Honeywell e impostarle velocemente sui nuovi lettori
  • salvare le nuove impostazioni direttamente nel lettore o inviarle per e-mail
  • tenere traccia delle modifiche effettuate sulla configurazione di default

E’ un software che offre il pieno controllo del lettore di codice a barre, realizzando un modo immediato e veloce di configurazione anche da una postazione remota.

L’interfaccia iniziale del software permette di creare una specifica configurazione su un lettore collegato alla porta del PC oppure si può scegliere il lettore tra i modelli dell’Honeywell, navigando tra le varie categorie di lettori mostrate.

ezconfig software di configurazione lettore di codice a barre Honeywell

Dopo aver scelto il lettore si entra nella maschera principale di configurazione dove sulla sinistra vengono mostrate le specifiche del lettore scelto, mentre sulla parte superiore della schermata vengono mostrati i menù principali attraverso i quali possiamo accedere a tutte le caratteristiche configurabili di un lettore:

  • Settings
  • Symbologies
  • Data Formatting
  • Imaging
  • Scan Data Window
  • Compare

La cronologia delle impostazioni configurate viene mostrata sulla sinistra della schermata, per avere una rapida visualizzazione della configurazione impostata ed eventualmente annullare i cambiamenti.

EZConfig permette:

  • di abilitare e disabilitare con estrema facilità famiglie di codici a barre
  • impostare prefissi e suffissi
  • determinare una formattazione dei dati letti per avere una specifica stringa di output

Ad esempio, puoi decidere di trasmettere solo una parte dei dati letti, oppure un numero specifico di caratteri o anche inserire un carattere speciale ad uno specifico punto della stringa dei dati codificati.

In altre parole, la formattazione dei dati ti permette di alterare il formato di output dei dati letti secondo le tue esigenze operative.

Inoltre, nei lettori 2D il software ti consente di catturare un’immagine (in sostanza fare una fotografia) e modificarne le caratteristiche.

CONCLUSIONI

EZConfig è un ottimo strumento di configurazione dei lettori di codici a barre Honeywell

La disponibilità di un software di configurazione per i lettori di codici a barre è una risorsa preziosa che ti consente di risparmiare tempo e denaro, evitando di effettuare manualmente la configurazione dei lettori.

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


Ultimi articoli

COME STAMPARE ETICHETTE IN ROTOLO PER PRODOTTI DA FORNO PREIMBALLATI: LINEE GUIDA PER PICCOLI PRODUTTORI

Esistono tantissime aziende con produzioni medio-basse di alimenti preimballati.

A differenza dei prodotti freschi, venduti sfusi ed etichettati direttamente alla bilancia, questi prodotti sono delle alternative artigianali di nicchia rispetto a quelli più industrializzati.

COME STAMPARE ETICHETTE IN ROTOLO PER PRODOTTI DA FORNO PREIMBALLATI

Le aziende produttrici spesso hanno dei flussi operativi altalenanti a seconda del periodo dell’anno, della festività in corso o di individuali sperimentazioni sul mercato.

Mentre i grandi marchi si muovono con tabelle di marcia prestabilite, queste piccole ma laboriose imprese si trovano a produrre e confezionare preparazioni e grammature variabili delle loro specialità.

Realizzare un packaging personalizzato e un’etichettatura specifica per ogni singolo prodotto non è un’impresa immediata, va programmata e, soprattutto, non permette nessuna flessibilità in caso di qualsiasi variazione.

In questa dinamica imprevedibile una soluzione c’è: le etichette in rotolo.

Stampanti di etichette in rotolo

Le etichette confezionate in rotoli possono essere stampate esclusivamente da etichettatrici, macchine ingegnerizzate per la gestione di tali supporti.

Ormai sempre più spesso i servizi di stampa utilizzano queste macchine per la loro versatilità, affidabilità, velocità ed economicità rispetto ai sistemi di stampa in piano.

La loro facilità di utilizzo mette in condizioni anche gli utenti meno esperti di stampare etichette professionali e cresce sempre di più il numero di aziende che stampa in autonomia anziché riferirsi ad un servizio esterno.

Vorresti considerare anche tu questa possibilità? Facciamo due conti…

Quali sono i vantaggi della stampa di etichette in autonomia?

L’utilizzo di etichette confezionate in rotoli apporta molteplici vantaggi sia economici che operativi.

Alcuni produttori artigianali si arrangiano utilizzando una comune stampante da ufficio su etichette confezionate in fogli A4, ottenendo una scarsa qualità di stampa e accontentandosi di materiali dozzinali malgrado costosi.

Le etichette confezionate in rotolo costano meno di quelle confezionate in fogli A4.

Usare etichette in rotoli è un risparmio

Una stampante di etichette opera in digitale, la stampa prende vita con un semplice comando del software e non prevede tutta la preparazione materiale necessaria ad altre metodologie di stampa.

I costi iniziali sono modesti e si può stampare anche una sola copia alla volta, eliminando il problema dello stoccaggio di etichette inutilizzate.

Con gli altri metodi di stampa l’unico modo per abbattere i costi è ordinare una tiratura elevata di etichette.

Se dovessi modificare l’elenco degli ingredienti per variazioni della normativa, le etichette che conservi in magazzino finirebbero nel secchio!

La stampa digitale è super flessibile

Qualsiasi cambiamento nella grafica, nella dimensione dell’etichetta, nei testi, nei dati variabili può essere tempestivamente realizzato, senza costi aggiuntivi di progettazione di una nuova fustella e tempi morti di attesa ordine.

Se improvvisamente decidessi di etichettare più confezioni di ciambelline al vino per una accresciuta richiesta, potresti subito procurarti il numero di etichette necessario.

Se vuoi rinnovare la grafica delle tue etichette, contattaci per un progetto dedicato ai tuoi prodotti e al target dei tuoi clienti

Stampare etichette in rotoli è più veloce

La velocità di stampa è nettamente superiore rispetto alle altre tecnologie.

Una stampante di etichette desktop può arrivare fino a 203 mm/sec. Questo significa che 10 etichette da 10 cm vengono stampate in 5 secondi.

Una stampante di etichette di fascia industriale può stampare fino a 300 mm/sec, cioè 10 etichette da 10 cm vengono stampate in poco più di 3 secondi.

Anche le etichette a colori vengono stampate a velocità elevate: la Epson 3500 raggiunge i 103 mm/ sec, che significa che stampa un’etichetta di 10 cm in circa 1 secondo.

Numerose utilità aggiuntive

Le etichettatrici sono dotate di una serie di accessori utili a velocizzare l’operatività post-stampa come spellicolatore, riavvolgitore, taglierina e sono compatibili con gli applicatori di etichette.

L’applicazione automatica o semi-automatica dell’etichetta sulla confezione evita la formazione di grinze e imperfezioni.

Scegli la stampante giusta per te

Stampante di etichette a colori o a trasferimento termico?

La scelta che un’azienda fa sulla tecnologia della stampante da adottare dipende dalla grafica con cui vuole presentare i suoi prodotti al cliente.

Se la tua etichetta presenta più di un colore o tinte sfumate, se vuoi inserire immagini sia semplici che elaborate, dovrai optare per una stampante di etichette a colori.

Se la tua etichetta è composta da un solo colore, non necessariamente nero, se si presenta con una grafica minimalista e immagini semplici senza sfumature, potrai indirizzarti verso una stampante a trasferimento termico.

Troverai un video sul funzionamento delle stampanti termiche in fondo all’articolo.

Stampante di etichette desktop o industriale?

Le due classi di stampanti sono disponibili sia in modelli compatti e leggeri, ossia desktop , adatti per produrre poche centinaia di etichette al giorno, sia in modelli più robusti e performanti, ossia industriali, in grado di stampare migliaia di etichette al giorno e con strutture adatte ad operare in ambienti più impegnativi.

Un altro parametro caratteristico delle stampanti di etichette è la larghezza di stampa che va scelta in base alla dimensione delle proprie etichette.

Esistono stampanti per formati standard e stampanti per etichette di grande formato.

Stampanti con interfacce di connessione utili al tuo lavoro

Tutte le stampanti dispongono di connettività USB ma molti modelli sono opzionalmente dotati di Ethernet, Bluetooth o WiFi, che consentono a qualsiasi dispositivo della rete di connettersi alla stampante.

Naturalmente le opzioni di connessione aggiuntive hanno un costo extra, ma sono comode e, a volte, necessarie.

Scegli la tua stampante di etichette insieme a noi ! Una consulenza lungimirante vale molto di più di un acquisto inappropriato.

Stampa su qualsiasi materiale

Le stampanti di etichette possono stampare su una gamma infinita di materiali, accoppiabili con vari adesivi indicati per aderire al meglio su specifiche confezioni e per diverse condizioni d’uso.

I prodotti da forno preconfezionati, in particolare, sempre conservati in luoghi freschi e asciutti, non richiedono un materiale di etichetta specifico.

In funzione dello stile del proprio marchio è possibile scegliere tra:

  • carta naturale (opaca, patinata, liscia o vergata, carta Kraft)
  • materiali sintetici (con finitura opaca, lucida o trasparenti)
  • cartellini non adesivi che arricchiscono ulteriormente il packaging.

Etichette di tutte le forme e le dimensioni

Le etichette in bobina possono avere qualsiasi dimensione e forma.

Spesso una forma creativa e un design unico attrae l’attenzione del consumatore e dona alla confezione un aspetto distintivo.

Qualora si avesse la necessità di un’etichetta con una forma personalizzata, come un sigillo chiudi-pacco, con circa 100,00 euro si può ottenere una fustella progettata su misura.

Oppure esiste una stampante di etichette a colori che è in grado di ritagliare un contorno di etichetta personalizzato, in un passaggio immediatamente successivo alla fase di stampa: la Primera LX610e.

Conclusioni

Essere autonomi nel processo di stampa delle proprie etichette si può.

Esistono soluzioni all’altezza di ogni situazione.

Chiamaci per una valutazione della tua particolare esigenza.

Elisabetta Urbisaglia

Tel. 06. 51848187

info@acsistemisrl.com

Approfondisci

http://www.acnet.it/2020/03/20/stampanti-di-etichette-a-colori-per-piccole-produzioni/

http://www.acnet.it/2020/05/11/stampanti-di-etichette-a-colori-per-volumi-di-stampa-medio-alti/

http://www.acnet.it/2021/03/01/il-segreto-per-creare-etichette-minimali-resistenti-ed-economiche-la-stampante-a-trasferimento-termico/

Drone con lettore di codice a barre integrato: un utilizzo alternativo per la lettura del codice a barre

Il drone ultimamente viene utilizzato per molte attività perché può arrivare in tempi brevi e con precisione anche in luoghi difficilmente raggiungibili.

lettura di un codice a barre con un drone

Spesso i droni sono utilizzati a scopo ludico o di intrattenimento, ma in questo articolo illustriamo un impiego alternativo  del drone che viene adoperato come strumento per leggere i codici   barre posizionati a quote e distanze lontane dal nostro raggio di visibilità.

Pensare a questa mobilità impiegata per la tracciabilità dei beni tramite la lettura di un codice a barre o di un tag RFID può avere dei vantaggi finora inesplorati nelle comuni applicazioni di identificazione automatica.

Pensiamo, ad esempio, alle verifiche inventariali in magazzini con pallet posizionati ad altezze fino a 12 metri o  applicazioni in vaste aree all’aperto: inventari dei pannelli fotovoltaici, gestione della logistica aeroportuale, stoccaggio di materie prime nei magazzini verticali.

La tracciabilità tramite drone realizza un immediato vantaggio in spazi estesi dove ottimizzare i tempi da alcuni minuti a pochi secondi rappresenta un risparmio di tempo e soldi.

Nel nostro progetto, in primis abbiamo  determinato alcune caratteristiche peculiari del drone utilizzato:

  • controllo e gestione video anche ad una distanza di 1 Km
  • tempo di volo fino a 30 minuti
  • velocitàa di circa 50 Km orari
  • stabilità in volo

Secondo aspetto che abbiamo valutato è l’interfaccia di connessione offerta dai lettori di codici a barre:

  • modalità batch
  • bluetooth
  • wifi

Ultimo aspetto che abbiamo integrato è la gestione del lettore a distanza per l’attivazione della lettura.

La soluzione prevede un drone ad alte prestazioni con integrato un lettore di codici a barre o lettore RFID, schede di interfaccia da noi opportunamente  programmate montate sia sul telecomando che sul drone per la gestione del lettore.

Tramite la console si gestisce il volo del drone e con l’ausilio della telecamera integrata si può puntare il codice a barre desiderato anche ad una distanza di 1 Km.

Con l’ingegnerizzazione del telecomando è possibile decidere quando abilitare la lettura del codice a barre o del  tag RFID.

Il dato letto può essere  memorizzato nel lettore stesso e può essere trasmesso successivamente,  inviarlo tramite Bluetooth ad un PC o ad un palmare se si lavora su distanze ridotte o in alternativa, tramite copertura wifi, inviare il dato ad un web server.

La soluzione ed il modo operativo della gestione del dato viene assemblata in funzione delle necessità specifiche dell’applicazione con una programmazione su misura.

Sicuramente è una soluzione innovativa dedicata a impieghi specifici, ma con l’aiuto di un drone si possono ottimizzare i tempi per la tracciabilità e leggere un codice a barre o un  tag RFID da vicino fino a distanza di diversi chilometri.

Se vuoi progettare la tua soluzione di lettura insieme a noi CONTATTACI

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

06.51848187

www.acsistemisrl.com


Articoli recenti

ETICHETTE IN CARTA O PLASTICA? COME FARE LA SCELTA GIUSTA

Esiste un’ampia gamma di materiali per le etichette, ognuno con delle caratteristiche specifiche.

Quando si determina l’etichetta giusta per la propria applicazione, può essere utile comprendere il processo di produzione delle etichette.

Lo strato superiore delle etichette, comunemente indicato come materiale dell’etichetta, viene chiamato substrato.

Generalmente siamo abituati a pensare a 2 tipi di supporti: etichette in carta o etichette in plastica.

In realtà, ci sono decine di materiali differenti ma per semplicità analizziamo le differenze principali di queste 2 macro categorie illustrando i vantaggi e gli svantaggi nell’utilizzo di un’etichetta in carta o in materiale sintetico

ETICHETTE IN CARTA

Le etichette di carta sono appunto di carta e come tali presentano i vantaggi e  le limitazioni della carta.

Il colore, lo spessore e il rivestimento può variare, ma lo strato di base è la carta e quindi è un’etichetta essenzialmente destinata all’uso in ambiente interno.

VANTAGGI DELLE ETICHETTE IN CARTA

La carta ha una grande “stampabilità e l’ottima adesione dell’inchiostro produce stampe molto nitide e precise.

Aspetto artigianale

La carta dona alla confezione un aspetto artigianale e genuino e quindi particolarmente adatto per cibo, bevande e prodotti naturali.

È adatta ed è apprezzata da chi sostiene un’etichetta che rispetti l’ambiente.  

Tipologie di carta

Esistono diverse tipologie di substrati in carta:

  • carta opaca
  • carta patinata
  • carta vergata, martellata o con lavorazioni in rilievo

Insomma, la vasta disponibilità di materiali per realizzare etichette in carta riesce a soddisfare qualsiasi esigenza di carattere estetico e  funzionale.

SVANTAGGI DELLE ETICHETTE IN CARTA

Il principale difetto della carta è la sua mancanza di resistenza a condizioni avverse quali acqua, luce, umidità o strappi.

Sostanzialmente un’etichetta in carta è destinata ad un’etichettatura di prodotti esposti in ambienti interni e non esposti a condizioni aggressive.

L’uso della laminazione aiuta a migliorare la durata della carta, ma non la renderà durevole come un’etichetta in plastica.

QUANDO UTILIZZARE LE ETICHETTE IN CARTA

L’utilizzo di un’etichetta in carta è indicato per applicazioni con un ciclo di vita breve e/o limitato ad applicazioni in ambienti interni

Gli usi comuni delle etichette di carta includono:

  • etichette di spedizione
  • etichette con codice a barre
  • etichette per cibo e bevande
  • etichette  per candele e oggettistica
produzione etichette in rotolo per prodotti alimenatri

ATTENZIONE ALLA TECNOLOGIA DI STAMPA

Quando ordini le etichette in carta per la tua stampante fai attenzione a specificare sempre la tecnologia di stampa che utilizzerai.

Etichette in carta per stampa termica diretta, a trasferimento termico, a getto d’inchiostro o laser sono differenti e devi sempre specificare quale tipo di stampante utilizzerai.

ETICHETTE IN PLASTICA

Le etichette in plastica sono realizzate con materiali sintetici e quindi sono  più resistenti e flessibili della carta.

Esistono differenti tipi di materiali sintetici, ognuno con caratteristiche specifiche che devono essere determinate in funzione delle condizioni ambientali e operative a cui sarà sottoposta l’etichetta:

  • etichette in polipropilene
  • etichette in poliestere
  • etichette in PVC
  • etichette in polietilene

Ogni materiale sintetico è caratterizzato da proprietà e  costi differenti, quindi è fondamentale fare un’analisi della propria applicazione prima di scegliere il materiale adatto per un’etichettatura senza problemi.

VANTAGGI DELLE ETICHETTE IN PLASTICA

Migliore resistenza alle condizioni ambientali avverse e alle sollecitazioni

In linea generale le etichette in plastica presentano una buona resistenza alle condizioni ambientali aggressive come sole,  pioggia, umidità, caldo o freddo e anche alle sollecitazioni meccaniche.

Sono la scelta migliore quando l’etichetta deve durare a lungo ed è sottoposta a  condizioni avverse oppure viene costantemente maneggiata perché ad esempio applicata su un prodotto di uso frequente.

Flessibilità

Alcuni materiali plastici come il polipropilene o il PVC sono più flessibili delle loro controparti cartacee e quindi si applicano meglio a superfici rugose o con forma irregolare .

No label look

Le etichette in pellicola trasparente sono la scelta  ideale per creare un aspetto “senza etichetta” .

Se utilizzi un contenitore trasparente dai risalto all’aspetto e al colore del prodotto.

Se vuoi  rendere unico il tuo prodotto e vuoi dare un’immagine di trasparenza che induca fiducia nelle qualità del prodotto allora scegli un materiale per le etichette che lo metta in risalto: il polipropilene o il poliestere trasparente sono una scelta vincente!

Molti prodotti possono trarre vantaggio dall’uso di etichette trasparenti: detergenti per il corpo, bevande, prodotti alimentari e bottiglie di birra.

I consumatori vogliono vedere cosa c’è dentro il contenitore e le etichette trasparenti offrono ai tuoi consumatori una finestra su ciò che stai vendendo.

SVANTAGGI DELLE ETICHETTE IN PLASTICA

Costo

I supporti in plastica sono più costosi, ma se la durata e l’integrità della tua etichetta sono requisiti essenziali è un costo che a lungo termine ti fa risparmiare tempo, denaro e spiacevoli seccature.

Ricordati che un’etichetta danneggiata incide non solo sulla leggibilità dei dati che possono essere compromessi ma ha un impatto diretto sull’immagine della tua  azienda e sulla cura e l’attenzione che poni nei tuoi prodotti.

Quando utilizzare le etichette in plastica

Le etichette in plastica sono la scelta più adeguata per ambienti esterni o ricchi di umidità, applicazioni a lungo termine o prodotti soggetti a un uso frequente. Gli usi comuni delle etichette in materiale sintetico includono:

  • etichette per settore cosmetico
  • etichette per il settore chimico
  • etichette matricola
  • etichette per inventario cespiti
  • etichette per prodotti esposti all’esterno
etichette in rotolo per shampoo e prodotti cosmetici

Conclusioni

Prima di scegliere l’etichetta giusta per la tua applicazione è importante analizzare il ciclo di vita del tuo prodotto, a quali condizioni sarà esposta l‘etichetta  e per quanto tempo.

Considera eventuali fattori aggressivi che potrebbero compromettere l’integrità della tua etichetta e cerca il connubio perfetto con un materiale che doni alla tua confezione un aspetto unico e irresistibile.

Se vuoi un consiglio da noi CONTATTACI

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


Approfondisci

Articoli recenti

STAMPANTI DI ETICHETTE ZEBRA ZD421 E ZD621: NUOVI MODELLI COMPATTI E AFFIDABILI

Se stai cercando una stampante di etichette da 4 pollici con caratteristiche all’avanguardia, concentrate in un modello desktop, Zebra propone le nuove stampanti ZD421 e ZD621.

Evoluzioni di serie Zebra di successo, i nuovi modelli aggiungono ancora più funzionalità e opzioni di sicurezza, per tutte le tue necessità attuali e future.

Vediamo in dettaglio le caratteristiche specifiche.

Stampante di etichette Zebra ZD421

Sostituisce la super collaudata serie GK, implementandone la facilità di utilizzo quotidiano e superando le sue prestazioni del 700%.

È progettata con una pratica guida colorata per l’inserimento dei supporti e dotata di un’interfaccia utente a 3 pulsanti e 5 icone di stato assolutamente intuitiva.

La ZD421 è disponibile in versione termica diretta, a trasferimento termico e a cartuccia di nastro a sostituzione istantanea.

Con l’app Zebra di configurazione per dispositivi mobili, tramite una connessione BLE (Bluetooth Low Energy), potrai stampare da qualsiasi dispositivo Windows, Android o iOS.

Con il tag Print Touch (NFC) integrato potrai connetterti e stampare con un semplice tocco.

In abbinamento alla batteria ad alta capacità opzionale, la ZD421 si trasforma in una stampante portatile, a beneficio della produttività e della flessibilità.

Tante funzionalità incluse nel Suite Software Print DNA: configurazione, gestione e sicurezza di tutte le unità del tuo parco stampanti, da un’unica postazione di controllo remota.

Specifiche tecniche della ZD421

RISOLUZIONE DI STAMPA: 203 dpi, 300 dpi

LARGHEZZA DI STAMPA: 104 mm per 203 dpi, 108 mm per 300 dpi

VELOCITÀ MASSIMA DI STAMPA: 152 mm al secondo (203 dpi), 102 mm al secondo (300 dpi)

METODI DI COMUNICAZIONE STANDARD: USB v2.0, USB host

METODI DI COMUNICAZIONE OPZIONALI: Ethernet 10/100, Wi-Fi 802.11ac e Bluetooth 4.1 (dual radio); seriale RS-232 con rilevamento automatico, DB-9

SENSORI SUPPORTI: Sensore mobile riflessivo/black mark a larghezza completa; sensore trasmissivo/vuoto multi-posizione

MEMORIA: 512 MB flash, 256 MB SDRAM, 64 MB di memoria non volatile utilizzabile dall’utente, 8 MB di memoria SDRAM utilizzabile dall’utente

RTC: Orologio in tempo reale

SOFTWARE PER LA PROGETTAZIONE DI ETICHETTE: ZebraDesigner Essentials gratuito

ACCESSORI OPZIONALI: Erogatore/spellicolatore con sensore di presenza etichetta, Taglierina, Batteria, Custodia, Piastra per montaggio fisso.

Stampante di etichette Zebra ZD621

Evoluzione delle stampanti di successo serie GX e ZD500 di Zebra, la ZD621 offre funzioni di nuova generazione in fascia alta e una qualità di stampa eccezionale a velocità superiori.

Le procedure di installazione, utilizzo quotidiano, gestione e manutenzione sono incredibilmente semplici, sia in sito che da remoto.

È disponibile con tecnologia sia termica diretta sia a trasferimento termico in vari modelli, con le versioni per il settore sanitario e il codificatore RFID.

Presenta un’interfaccia utente più intuitiva, un display LCD touch full-color da 4,3 pollici opzionale, un kit wireless, opzioni di gestione supporti aggiornabili sul campo e un’architettura di ultima generazione.

La ZD621 si integra nella rete cablata o wireless, si collega a qualsiasi PC e supporta le applicazioni di stampa stand-alone.

La dotazione standard di ogni ZD621 comprende la connettività Ethernet, seriale, USB 2.0 e USB host, con la possibilità di aggiungere interfacce opzionali quali dual wireless radio con Wi-Fi veloce 802.11ac e Bluetooth 4.1.

Comunica con qualsiasi dispositivo Windows, Android o iOS grazie all’app Zebra di configurazione per dispositivi mobili.

Utilizzando il tag Print Touch (NFC) integrato, è possibile connettere con un semplice tocco un dispositivo mobile con la stampante ZD621 ed eseguire operazioni di stampa.

Se c’è bisogno di garantire l’autonomia operativa per un intero turno di lavoro, con la batteria ad alta capacità la ZD621 si trasforma in una stampante portatile.

Specifiche tecniche della ZD621

RISOLUZIONE DI STAMPA: 203 dpi, 300 dpi

LARGHEZZA DI STAMPA: 104 mm per 203 dpi, 108 mm per 300 dpi

VELOCITÀ MASSIMA DI STAMPA: 203 mm al secondo (203 dpi), 152 mm al secondo (300 dpi)

METODI DI COMUNICAZIONE STANDARD: USB v2.0, USB host, Bluetooth Low Energy 5, Interfaccia seriale RS-232, Ethernet 10/100

METODI DI COMUNICAZIONE OPZIONALI: Wireless 802.11ac con Bluetooth 4.1 (installabile in fabbrica o sul campo)

SENSORI SUPPORTI: Sensore mobile riflessivo/black mark a larghezza completa; sensore trasmissivo/vuoto multi-posizione

MEMORIA: 512 MB flash, 256 MB SDRAM, 64 MB di memoria non volatile utilizzabile dall’utente, 8 MB di memoria SDRAM utilizzabile dall’utente

RTC: Orologio in tempo reale

SOFTWARE PER LA PROGETTAZIONE DI ETICHETTE: ZebraDesigner Essentials gratuito

ACCESSORI OPZIONALI: Erogatore/spellicolatore con sensore di presenza etichetta, Taglierina, Batteria, Custodia, Piastra per montaggio fisso.

Conclusioni

La scelta della stampante che soddisfi i propri requisiti di etichettatura dipende da numerosi parametri:

  • la dimensione delle etichette determina la larghezza di stampa occorrente
  • la durabilità delle etichette stabilisce la metodologia di stampa tra termica diretta (etichette di breve durata) e a trasferimento termico (etichette di lunga durata)
  • il volume di stampa annuo determina la velocità desiderabile di una stampante ma soprattutto la robustezza e di conseguenza la linea di demarcazione tra la scelta di una stampante desktop o industriale
  • la grandezza dei dati stampati stabilisce la risoluzione necessaria alla loro nitidezza ( superiore a 203 dpi per caratteri piccoli e codici a barre molto densi)
  • in ultimo, la marca della stampante garantisce che tutte queste qualità perdurino nel tempo, offrendo agli utenti un’esperienza produttiva senza interruzioni.

Noi di AC Sistemi riteniamo che la qualità sia un caposaldo tra i parametri.

Contattaci per avere il meglio!

VENDITA | INSTALLAZIONE | ASSISTENZA

Elisabetta Urbisaglia

Tel. 06.51848187

info@acsistemisrl.com


Argomenti correlati che potrebbero interessarti:

http://www.acnet.it/2020/09/23/4-problemi-comuni-con-le-stampanti-zebra-come-risolverli/

http://www.acnet.it/2020/02/25/caratteristiche-e-impostazione-del-ribbon-nelle-stampanti-zebra-a-trasferimento-termico/

6 caratteristiche che devi valutare prima dell’acquisto di una stampante di etichette industriale

Quando devi acquistare una stampante di etichette di classe industriale?

I punti fondamentali che devi valutare per l’acquisto di una stampante di etichette di classe industriale sono:

  • L’ambiente di utilizzo della stampante
  • Il volume di stampa
  • L’installazione semplice e rapida
  • La semplicità di utilizzo
  • La gestione e la manutenzione senza complicazioni
  • Marca

Con l’enorme numero di modelli presenti sul mercato, scegliere una stampante di codici a barre e dati variabili per la tua attività può essere un’impresa non semplice.
Fortunatamente, è facile trovare il modello giusto se si eseguono i passaggi per determinare le proprie esigenze.
Questi suggerimenti ti aiuteranno a restringere le tue scelte e semplificare il processo di acquisto.

In questo articolo analizziamo le stampanti di etichette termiche e a trasferimento termico, ampiamente diffuse per la stampa di dati variabili.

La tecnologia a trasferimento termico ha il vantaggio di produrre etichette resistenti alla luce del sole, all’umidità, a detergenti e solventi e ad altre condizioni aggressive.

Valutiamo i punti salienti per determinare il modello adatto alle tue esigenze.

Dove sarà utilizzata la stampante di etichette?

Se prevedi di collocare la stampante in uno stabilimento di produzione o in un magazzino, allora ti servirà un modello rinforzato e robusto.

Le stampanti di etichette industriali sono in grado di tollerare le temperature estreme, la polvere, i detriti e gli ambienti difficili di fabbriche e magazzini.

Tutti i componenti strutturali sono realizzati  in metallo resistente, progettati per resistere ad un utilizzo prolungato e senza interruzioni

Quale è il tuo volume di stampa?

Devi stampare 500 etichette al giorno oppure gestisci volumi di stampa maggiori?

Che dimensione ha l’etichetta che devi stampare?

È importante tenere conto della misura e dei volumi di etichette che prevedi di stampare.

Più piccola è l’etichetta, più precisa dovrà essere la stampante per produrre codici a barre nitidi e leggibili.

come stampare codici a barre nitidi e precisi

Maggiore è il volume di stampa, più importante sarà acquistare  una stampante industriale, progettata per cicli di stampa elevati e funzionamento continuo.

Tieni poi in considerazione che stampare un’etichetta con formato di 5 x 3 cm, presuppone un volume di stampa diverso rispetto ad un’etichetta con dimensione 10 x 10 cm o 10 x 20 cm

Implementazione rapida

Le stampanti progettate per un’installazione semplificata ti fanno risparmiare molto tempo.

Cosa significa progettazione semplificata?

Deve essere possibile collegare facilmente la stampante a un dispositivo mobile, come un palmare o un tablet.

Inoltre, la  stampante deve essere dotata di procedure guidate per l’installazione che ne permettano la configurazione senza conoscenze tecniche specifiche.

Qualsiasi operatore deve essere in grado di installarla attraverso menù interattivi, video tutorial e guide disponibili direttamente sul pannello della stampante

Semplicità di utilizzo

Una stampante facile da usare permette di evitare interruzioni operative.

Le stampanti ben progettate hanno dei diagrammi colorati all’interno che indicano visivamente il percorso della materiale di consumo.

Le indicazioni devono immediatamente far comprendere anche all’utente più inesperto come caricare il rotolo di etichette e il nastro a trasferimento termico.

Inoltre, devono essere facilmente accessibili i componenti essenziali per un corretto funzionamento come i sensori e i comandi di regolazione della pressione della testina di stampa.

regolazione pressione testina di stampa

Nelle stampanti la giusta pressione della testina di stampa e il posizionamento dei sensori dipendono dal materiale di stampa e  devono essere regolati per ottenere una stampa nitida e senza errori

Gestione della stampante senza complicazioni

Gestire una stampante senza complicazioni significa avere a  disposizione una serie di strumenti e utility software che permettono di controllare velocemente lo stato di funzionalità della stampante per garantirne l’operatività e prevenire le interruzioni dovute a malfunzionamenti.

Una stampante monitorabile via Internet può essere aggiornata da remoto con un grande risparmio di tempo e  risorse tecniche specifiche nel punto di utilizzo della stampante.

Inoltre, con gli elevati volumi di stampa devi mettere in conto la sostituzione di alcuni  componenti di consumo, come le testine di stampa e i rulli siliconati.

Dovresti quindi scegliere una stampante che non richieda l’uso di attrezzi per sostituire queste parti o che preveda procedure di sostituzione estremamente semplificate sul posto, evitando di spedire la stampante ad un’assistenza tecnica specializzata.

Marca

L’ultimo passaggio da valutare è la scelta della marca.

A mio avviso è uno dei parametri principali nella scelta della stampante di etichette , sia industriale che desktop.

Marchi leader di mercato come Zebra, Honeywell, TSC, ToshibaTec  godono di una reputazione consolidata come produttori di stampanti di alta qualità.

stampante di etichetet per grandi volumi tsc mb240

Nel lungo termine, l’affidabilità di un marchio riconosciuto e apprezzato può tradursi in molteplici vantaggi, tra cui:

  • la disponibilità di guide, video tutorial, manuali e  software per una facile installazione, configurazione e gestione della stampante
  • la disponibilità di pezzi di ricambio e  accessori per un corretto funzionamento attuale ma anche futuro
  • la disponibilità di risorse tecniche in grado di risolvere efficacemente qualsiasi problema operativo

Conclusioni

Quando acquisiti una stampante di etichette devi pensare alle tue esigenze presenti ma anche successive.

Il nostro consiglio è di investire in una stampante che possa rimanere al passo con i tempi, che sappia adattarsi a possibili evoluzioni del tuo processo di stampa e che abbia la possibilità di installare accessori opzionali come spellicolatore, taglierina, codificatore RFID, connettività ethernet o WIFI direttamente in sede.

Se vuoi scegliere insieme a noi la tua prossima stampante di etichette CONTATTACI

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


Articoli recenti

VIRGO – Fustellatore digitale compatto per etichette in rotolo

Il fustellatore digitale Virgo è la soluzione ideale per chi produce etichette in rotolo, con tirature medio-basse, sia per un utilizzo personale che conto terzi.

Il Virgo ha una tecnologia di taglio plotter in grado di lavorare su diversi tipi di materiali sia neutri che prestampati, producendo rotoli di etichette altamente professionali.

Svolge le bobine, lamina le etichette per conferire una maggiore resistenza, esegue una fustellatura digitale, rimuove il materiale in eccesso attorno ad ogni etichetta, divide in piste e riavvolge la bobina finita.

Tutto in un unico passaggio!

Quali sono i vantaggi offerti dal fustellatore Virgo?

  • Evita la necessità di ordinare etichette prefustellate
  • Elimina lo stoccaggio di etichette sovrabbondanti
  • Totalizza la flessibilità operativa in caso di variazioni di dimensione, forma, materiale e numero delle etichette da produrre
  • Elimina i costi di impianto e di creazione fustella
  • Consente la produzione di etichette a bordo vivo
  • Riduce i costi sul materiale, non avendo più la necessità di impostare un gap elevato tra etichette prestampate
  • L’opzione di laminazione incorporata aggiunge resistenza alle tue etichette

Tutto questo si traduce in un flusso produttivo fluido e dinamico, senza interruzioni e attese di servizi esterni.

Tanti vantaggi in un ingombro ridotto di 116x68x68 cm!

Analizziamo le caratteristiche meccaniche del Virgo

Virgo è in grado di gestire etichette neutre senza aver bisogno della tacca nera. L’utente dovrà solo impostare nel software il passo desiderato tra le etichette.

Per etichette prestampate, il sistema di gestione del taglio agisce con la supervisione di una telecamera integrata, che intercetta i crocini di registro e sincronizza perfettamente il taglio con il passaggio delle stampe.

Il passaggio del materiale attraverso il plotter è gestito armoniosamente da un sistema di sensori a ultrasuoni.

Le lame longitudinali possono essere ruotate e, perciò, offrono un’affilatura di lunga vita.

Il riavvolgimento dello sfrido avviene su un mozzo motorizzato, accoppiato ad un rullo di pressione che riduce il rischio di lacerazione della matrice da rimuovere.

La frizione regolabile del sistema permette di ottenere rotoli finiti lisci e tesi.

Sono disponibili 2 modelli differenti:

VRG14PL: larghezza massima supporto 140 mm, larghezza massima di taglio 122 mm, 6 lame per la divisione in piste

VRG22PL: larghezza massima supporto 225 mm, larghezza massima di taglio 200 mm, 8 lame per la divisione in piste

SOFTWARE VIRGO CUTTING MANAGER

Il programma di utilizzo di Virgo collabora con la telecamera integrata per fornire un preciso sistema di lettura dei crocini.

FUSTELLATORE VIRGO-software manager

L’utente deve stampare un crocino nero affiancato in basso a sinistra ad ogni layout e creare un tracciato di taglio che abbia un margine di un millimetro interno al bordo della stampa.

Il file composto dal crocino e dal profilo di taglio va importato in formato PDF nel software del Virgo.

La telecamera rileva i crocini stampati e il software centra perfettamente il taglio sulla stampa, con una precisione di 0,3 mm.

La fustellatura digitale avviene con una forza di taglio regolabile da 20 gf a 300 gf, tramite 31 livelli selezionabili.

Conclusioni

Il Virgo è una macchina intelligente e versatile, con un interfaccia utente di facile gestione.

È il sistema perfetto per la stampa digitale on-demand

Oserei definirlo un vero investimento!

Se ti interessa questa soluzione compatta e affidabile, contattaci.

Elisabetta Urbisaglia

info@acsistemisrl.com

Tel. 06.51848187

Potrebbero interessarti:

http://www.acnet.it/2021/01/29/gli-strumenti-utili-per-la-gestione-delle-etichette-in-rotolo/

http://www.acnet.it/2020/10/06/primera-lx610e-stampa-e-taglia-le-etichette-in-un-colpo-solo/

ETICHETTE PER INTEGRATORI ALIMENTARI: LEGALITÀ E LEGGIBILITÀ

Da un punto di vista legislativo gli integratori e i nutraceutici sono prodotti alimentari e come tali vanno etichettati, facendo riferimento alla Direttiva 2002/46/CE.

Sono prodotti destinati ad un pubblico attento e desideroso di informazioni, per cui sia l’etichetta frontale, che ha la funzione di attirare l’attenzione con grafiche e slogan, sia quella posteriore, dove vengono posizionati i testi informativi più approfonditi, giocano un ruolo fondamentale.

Questa ricchezza di contenuti va organizzata sull’etichetta con lo scopo di invogliare il cliente all’acquisto.

Una composizione tipografica di scarsa qualità potrebbe generare l’effetto contrario e demotivare il consumatore nella ricerca di quelle informazioni che lo interessano.

Ritmo di lettura

Per comprendere come si può rendere un testo empatico con il lettore, analizziamo quali sono i meccanismi di lettura.

La lettura di una riga di testo avviene a intervalli, della durata di 1-2 parole, che si chiamano saccadi

Tra una saccade e l’altra avviene la cosiddetta fissazione, cioè l’assorbimento dell’informazione.

L’ampiezza delle saccadi e i tempi di fissazione dipendono dall’esperienza del lettore e dalla sua familiarità con il testo.

Quando leggiamo un testo su un argomento nuovo e complicato, ci soffermiamo spesso sulle parole o le rileggiamo.

Differenza tra visibilità e leggibilità di un testo

La visibilità riguarda la facilità con cui è possibile distinguere le forme delle singole lettere.

La visibilità dipende dalla scelta del tipo di carattere, dalla sua dimensione, dalla spaziatura tra i caratteri, dalla nitidezza, dal contrasto con lo sfondo… e dalla stampante con cui realizzerai le tue etichette… davvero? Sì!

A causa della ridotta dimensione delle confezioni degli integratori e la numerosa lista di informazioni da riportare in etichetta, i caratteri saranno certamente piccoli, e se stampati con una stampante inadeguata non risulteranno mai nitidi.

La leggibilità indica la facilità di lettura globale del testo e il grado di affaticamento o coinvolgimento indotto nel lettore.

Un testo che si presenta in un formato troppo compatto, privo di una struttura che evidenzi l’indipendenza dei vari paragrafi, che non ha i giusti spazi bianchi per guidare il lettore nelle pause fisiologiche, che non ha distinzione di gerarchia tra informazioni importanti e secondarie, risulterà impegnativo per la vista e per la comprensione.

Poiché un nutraceutico viene spesso venduto in confezioni di varie dimensioni, a seconda del peso, va anche considerato che visibilità e leggibilità non sono assolutamente scalabili.

Il layout adatto ad un contenitore piccolo non può essere semplicemente espanso su un contenitore grande, rischiando di perdere l’allineamento delle informazioni in curvature sproporzionate.

Vanno progettati layout su misura per ogni specifico contenitore.

Il testo perfetto

Prima del formato si elaborano i contenuti.

Devono essere corretti, fluidi e accattivanti, con una selezione di parole efficaci e di valore.

I testi promozionali sono i primi che saltano all’occhio del lettore e devono invogliare all’approfondimento e alla successiva scelta d’acquisto.

Come ottimizzare la visibilità di un testo?

Un carattere adatto ai testi lunghi ha caratteristiche diverse rispetto a un carattere destinato ai titoli, agli annunci, alle copertine o con fini decorativi.

tipografia-caratteri serif e sans serif

Storicamente, nella tipografia stampata, i caratteri serif (con i piedini) sono stati prediletti per il corpo del testo perché consentono una lettura più veloce.

Agli albori della tipografia computerizzata, i caratteri sans serif (senza piedini) erano spesso preferiti per tutti gli usi, perché le forme più semplici delle lettere erano molto più visibili su schermi a bassa risoluzione.

Man mano che i display hanno raggiunto una risoluzione più elevata, tuttavia, il testo serif si è confermato ancora una volta vincente.

Per una coerenza stilistica del testo, è bene non affiancare più di due tipi di carattere, eventualmente scegliendo un sans serif per i titoli ed un serif per i paragrafi.

Comunque, la scelta tra i tipi serif o sans serif non comporta notevoli differenze, purché siano ben ponderati altri fattori. Vediamo quelli fondamentali.

Altezza della x minuscola

Questo termine si riferisce all’altezza delle lettere minuscole in proporzione alle maiuscole.

Più alta è l’altezza della x, più visibile sarà il carattere tipografico.

Quindi, è opportuno selezionare un carattere che abbia una proporzione delle minuscole favorevole a una lettura distensiva.

Tipografia-altezza della x minuscola

Larghezza dei caratteri

I caratteri più facili da leggere sono quelli che hanno una larghezza complessiva “media”.

I tipi molto ridotti, come il Condensed, e quelli molto estesi sono meno leggibili, specialmente per le impostazioni più piccole come le linee di testo.

Tipografia-larghezza del carattere

Peso del carattere

Anche lo spessore del tratto influisce sulla visibilità.

I pesi estremamente leggeri, come il Thin e il Light, o estremamente pesanti, come l’Heavy e il Black, sono più difficili da leggere nei testi lunghi, quindi è meglio attenersi a una scelta prossima al Regular.

Un font Bold è invece adatto ad evidenziare i titoli o le singole parole.

Contrasto del tratto del carattere

Il contrasto del tratto, ovvero il rapporto tra tratti spessi e sottili, può ridurre la nitidezza.

Alcuni caratteri serif presentano eccessivamente questa varianza tra linee magre e linee grasse.

Considerando il carattere Bodoni, nella seconda colonna della figura, è possibile che i tratti fini non siano riprodotti nitidamente dalla stampante.

Tipografia-contrasto del tratto

Contrasto tra il testo e lo sfondo

In generale si osserva che il testo scuro su sfondo chiaro ottiene sempre punteggi maggiori dell’analoga coppia opposta. Ciò è evidente già nella semplice opzione bianco/nero.

Come si vede nella figura seguente, sono veramente poche le combinazioni di colori che diano un contrasto adeguato a una lettura non stressante, anche per un normo vedente.

I contrasti migliori si ottengono usando i colori complementari, diametralmente opposti, sulla famosa ruota dei colori.

Come ottimizzare la leggibilità di un testo?

Quando un lettore si cimenta in un testo, prima di iniziare a leggere le singole parole osserva il loro insieme e percepisce le ripartizioni.

Lo spazio bianco è un ottimo strumento per organizzare gli elementi di testo e bilanciare meglio i contenuti.

I margini attorno al corpo del testo servono a non impacchettarlo contro un bordo e aiutano il lettore a trovare la fine di una riga e l’inizio della successiva.

La lunghezza della riga è un’altra considerazione importante da fare. Le linee abbastanza corte sono più veloci da leggere e preferite dagli utenti.

Tipografia e leggibilità di un testo

Come è evidente nella figura sopra, un testo destrutturato (1) non stimola interesse e non guida il lettore.

Un testo con una divisione visibile (2) fa capire al lettore i punti in cui l’argomento cambia: i paragrafi.

Un testo che ha sia ripartizione dei paragrafi che variazioni di grandezza e peso dei caratteri (3) stabilisce una gerarchia tra le informazioni e trasmette al lettore la loro subordinazione.

Il testo del terzo tipo è strutturato esclusivamente con il sapiente utilizzo degli spazi bianchi.

Nelle confezioni più voluminose, puoi inserire del microspazio bianco anche tra le singole linee di testo, offrendo un’interlinea più generosa per la lettura.

Rivolgiti a noi per un progetto grafico completo, cureremo le tue etichette a 360°

Metodi di stampa

Come accennato, la progettazione di un layout grafico che sullo schermo genera un buon impatto, potrebbe sortire un risultato deludente in fase di stampa.

Se produci una linea di integratori con una tiratura contenuta, puoi pensare di stampare le tue etichette in completa autonomia, ma devi farlo con la stampante giusta, perché la concorrenza è numerosa e di alto livello.

Suggerimento:

Potresti prestampare le tue etichette e destinare un riquadro bianco per inserire successivamente i dati variabili, come data di scadenza e lotto di produzione.
Questa operazione può essere eseguita, sia sull’etichetta che sul contenitore, con un dispositivo di marcatura manuale o semiautomatico, installabile su una piccola linea di produzione o anche in combinazione con un applicatore di etichette.

Nel video che segue troverai una piccola panoramica di esempio:

Quali sono i fattori da valutare e che rendono conveniente una soluzione di stampa in autonomia?

  • Se devi stampare dati variabili, come lotto, data di scadenza o specifiche del prodotto
  • Se non sai in anticipo le informazioni da stampare
  • Se il tuo processo di stampa richiede flessibilità e immediatezza
  • Se devi stampare in base alle esigenze di utilizzo e non hai dei volumi di stampa prevedibili e costanti
  • Quando hai bisogno di qualche etichetta aggiuntiva
  • Quando devi stampare poche etichette con layout differenti
  • Quando ti occorrono etichette di dimensioni diverse e non vuoi avere uno stock di magazzino che potrebbe rimanere inutilizzato

Le tipologie di stampante da poter valutare per la stampa on-demand di etichette sono due:

Stampanti a colori

È la scelta più consueta nel tuo settore, amplificando l’impatto estetico che scaturisce dall’uso di colori e sfumature.

Stampanti a trasferimento termico

Sono adatte a realizzare grafiche monocromatiche dal gusto minimale, tipico dei prodotti più naturali o delle preparazioni galeniche.

Entrambe le tipologie di stampante possono lavorare su un’ampia scelta di materiali, dalla carta naturale o patinata, ai materiali sintetici più resistenti opachi, lucidi, riflettenti o trasparenti.

Parla con noi della scelta del materiale e degli adesivi perfetti per la tua applicazione

Un altro parametro fondamentale da cui dipende la scelta di una stampante è la quantità di etichette che dovrai stampare l’anno:

  • per produzioni medio-basse potrai scegliere una stampante desktop compatta
  • per elevati volumi di stampa dovrai riferirti ad una stampante di classe industriale

Vendita stampanti – installazione – formazione tecnica – assistenza post vendita – progetto grafico – fornitura di materiali di stampa. Non sarai mai solo!

Contattaci per trovare insieme a noi la soluzione ideale.

Se vuoi approfondire l’argomento stampanti, ti segnalo di seguito alcuni articoli del nostro blog e dei video descrittivi.

Elisabetta Urbisaglia

info@acsistemisrl.com

Tel. 06.51848187

Approfondisci

Stampanti di etichette a colori per piccole produzioni

STAMPANTI DI ETICHETTE A COLORI PER VOLUMI DI STAMPA MEDIO ALTI

IL SEGRETO PER CREARE ETICHETTE MINIMALI, RESISTENTI ED ECONOMICHE? LA STAMPANTE A TRASFERIMENTO TERMICO

LINEE GUIDA DELLA NORMATIVA

Le informazioni obbligatorie da riportare in etichetta sono:

la denominazione di vendita del prodotto (integratore alimentare / complemento alimentare / supplemento alimentare;

l’effetto nutritivo o fisiologico attribuito all’integratore alimentare sulla base dei suoi costituenti;

i nomi delle categorie di sostanze che caratterizzano il prodotto e un’indicazione della natura di tali componenti;

l’elenco degli ingredienti in ordine decrescente di peso, non tralasciando antiagglomeranti, coloranti, aromi ed evidenziando in grassetto gli allergeni;

le modalità d’uso includenti la quantità di prodotto e la frequenza per l’assunzione giornaliera, con l’avvertenza di non superare la dose raccomandata;

le quantità delle sostanze nutritive o aventi effetto fisiologico o nutritivo riportate in forma numerica e riferite alla dose giornaliera di prodotto raccomandata dal produttore;

la raccomandazione di non usare gli integratori come sostituti di uno stile di vita sano e di un’alimentazione varia ed equilibrata;

l’indicazione “non è un medicinale”;

l’avvertenza di tenere il prodotto fuori dalla portata dei bambini;

le precauzioni d’uso in corso di certe terapie farmacologiche, gravidanza, allattamento, in previsione di interventi chirurgici ecc.;

il produttore o, se diverso, il confezionatore;

il lotto di appartenenza;

la data di scadenza;

le modalità di conservazione del prodotto ed eventuale indicazione di conservare in luogo fresco ed asciutto, al riparo dalla luce, dall’umidità e da fonti dirette di calore;

il formato (capsule, compresse, granulato…);

il peso netto unitario (cioè per una capsula, una compressa e così via) e il peso netto totale del prodotto;

il riferimento al codice con il quale il prodotto è stato registrato per essere immesso in commercio, secondo la seguente dicitura: “Prodotto incluso nel Registro degli integratori del Ministero della Salute, codice …”;

Sull’etichetta degli integratori alimentari non devono esserci indicazioni con le quali si attribuiscono al prodotto proprietà di prevenire, curare o guarire una determinata patologia. 

La confezione di un integratore alimentare può riportare una breve descrizione del prodotto, comprensiva del nome delle sostanze funzionali e dei possibili benefici ottenibili (claims nutrizionali o salutistici)

Apprezzata dai consumatori è la tabella con gli ingredienti per dose giornaliera consigliata (RDA) o valori nutritivi di riferimento (NVR).

Altre note possono indicare che l’integratore alimentare non contiene glutine, né lattosio e se può essere adatto ai vegani.

Come sfogliare e stampare data e lotto su astucci in cartone e buste

Se devi stampare data di scadenza  e lotto di produzione su astucci in cartone il Feeder è una soluzione che ti permette di gestire in modo automatico e  veloce astucci, fogli ,cartellini, buste.

Il feeder è un dispositivo utile in molti settori, come il farmaceutico, il cosmetico e il settore alimentare, che spesso devono stampare data e lotto su astucci in cartone di formati differenti.

sfogliatore e marcatore per data e lotto di astucci e cartoni

COME FUNZIONA

Nel capiente magazzino da 300 millimetri di altezza vengono caricati gli astucci da sfogliare e marcare con data e lotto.

Il piano di carico molto capiente  garantisce una grande autonomia di lavoro ed è inoltre dotato di una fotocellula di carico minimo che consente il controllo della quantità dei prodotti caricati.

Una volta caricati gli astucci vengono selezionati  tramite ruote gommate che lavorano in contro rotolamento.

Le microregolazioni presenti sul lato destro e sinistro rendono il FEEDER estremamente flessibile e adatto a qualsiasi prodotto  da utilizzare.

Guarda il video

Il dispositivo si interfaccia all’utente mediante tastiera con display LCD a due linee di 20 caratteri e 7 tasti funzione, tramite i quali è possibile impostare tutti i parametri di lavoro e la possibilità di memorizzare 40 formati di lavoro. 

Durante il funzionamento è inoltre possibile visualizzare lo stato della macchina con indicazione di fine produzione o casuale di arresto, come caricatore vuoto o carta inceppata.

Un potente motore passo passo garantisce una velocità di funzionamento molto elevata fino a 70 metri/minuto.

COME STAMPARE DATA E LOTTO

Il FEEDER può essere dotato di un marcatore a getto d’inchiostro con tecnologia HP per la scrittura di testi variabili come data di scadenza, ora, lotto di produzione, codici a barre e testi con altezza massima di 12,7 mm e risoluzione di 300 dpi.

DIMENSIONE DEI PRODOTTI GESTITI

Il Feeder è disponibile in 3 versioni per gestire larghezza dei prodotti da 60 a 500 mm ed lunghezze da 60 ad oltre 600 mm

Lo spessore dei prodotti trattabili è da 0,2 a 10 mm

FEEDER 250 CARATTERISTICHE

Larghezza Prodotti min. 60 – max. 250 mm

Lunghezza Prodotti min. 60 – max. 300 mm

Velocità max 70 metri/min

Peso 35 Kg

FEEDER 400 CARATTERISTICHE

Larghezza Prodotti min. 60 – max. 400 mm

Lunghezza Prodotti min. 60 – max. 300 mm

Velocità max 50 metri/min

Peso 40 Kg

FEEDER 500 CARATTERISTICHE

Larghezza Prodotti min. 60 – max. 500 mm

Lunghezza Prodotti min. 60 – max. 300 mm

Velocità max 50 metri/min

Peso 45 Kg

UN DISPOSITIVO VERSATILE CON CUI PUOI CREARE UN AUTOMATISMO VELOCE E SENZA ERRORI IN NUMEROSE APPLICAZIONI:

  • Codifica astucci cosmetici 
  • Sfogliare e marcare  blisters farmaceutici
  • Piegare cartoncini
  • inserire istruzioni in contenitori
  • Sfogliare buste, shopper e scatole in cartone

E SE DEVI APPLICARE LE ETICHETTE SUI TUOI PRODOTTI…

Puoi utilizzare il feeder con un applicatore di etichette per ottenere un sistema di etichettatura per i tuoi astucci automatico e preciso.

Il Feeder è una macchina versatile e flessibile perfettamente configurabile in funzione delle tue specifiche esigenze.

Se vuoi progettare la tua soluzione insieme a noi contattaci

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


STAMPANTI INDUSTRIALI TSC: MODELLI E CARATTERISTICHE

Quando si devono stampare quantità elevate di etichette in un ambiente operativo impegnativo, si cerca una stampante affidabile, veloce e con una struttura robusta.

La linea di stampanti industriali TSC comprende soluzioni per ogni esigenza di etichettatura.

La scelta della stampante ottimale si basa sulla selezione di quei parametri che corrispondono alle tue necessità:

LARGHEZZA DI STAMPA

Le stampanti si caratterizzano per la larghezza di stampa in funzione della testina termica da 4, 6, 8 pollici, per stampare etichette con dimensioni rispettivamente di 104 mm, 156 mm, 216 mm.

Conoscere la larghezza di stampa che ti occorre è un parametro fondamentale che incide in modo sostanziale sul prezzo.


RISOLUZIONE DI STAMPA

La risoluzione di stampa è il numero di punti per pollice (dpi) che la testina di stampa è in grado di produrre. Maggiore è la risoluzione, più nitida sarà la qualità dei codici a barre.

Per la maggior parte delle applicazioni la risoluzione di 203 dpi è sufficiente, ma se devi stampare codici ad alta densità, codici 2D molto piccoli oppure elementi grafici devi prendere in considerazione risoluzioni più alte.


OPZIONI DI CONNETTIVITÀ DISPONIBILI

Tutte le stampanti dispongono di connettività USB ma molti modelli sono opzionalmente dotati di Ethernet, Bluetooth o WiFi, che consentono a qualsiasi dispositivo della rete di connettersi alla stampante. Naturalmente le opzioni di connessione aggiuntive hanno un costo non trascurabile.


ACCESSORI

Prima di completare la selezione, dovresti sempre considerare quali componenti aggiuntivi potrebbero essere preziosi per la tua azienda.

Le opzioni aggiuntive comuni includono taglierina, spellicolatore, riavvolgitore.


In questo articolo vi presentiamo i modelli di stampanti di etichette di fascia industriale più recenti proposti da TSC.

Stampanti di etichette TSC da 4 pollici

Stampante di etichette TSC Serie MX241P

Grazie a una velocità di stampa tra le più elevate della sua categoria, la serie MX241P aumenta la produttività con potenza di elaborazione e comunicazione eccellenti. 

Il design robusto, con struttura in alluminio pressofuso, garantisce un percorso stabile dei supporti, per una qualità e una precisione di stampa eccezionali.

La potente capacità di peel-off si adatta a etichette di varie dimensioni.

Sofisticata funzione TSC Sense Care che rileva i punti difettosi della testina durante il processo di stampa e supporta i sensori di riferimento di marca nera, sia superiori che inferiori, per una facile commutazione.

La serie MX241P offre GPIO per il supporto di connettore mainstream ed emulazioni e Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac opzionale con modulo combinato Bluetooth 4.2.

SPECIFICHE SERIE MX241P:

  • Stampante da 4 pollici, termica diretta e a trasferimento termico
  • Disponibile in risoluzioni di 203 dpi, 300 dpi e 600 dpi
  • Velocità di stampa max: 457 mm/secondo (203 dpi) – 356 mm/secondo (300 dpi) – 152 mm/secondo (600 dpi)
  • Pannello tattile TFT a colori da 4,3 pollici
  • Memoria Flash da 512 MB e SDRAM da 512 MB
  • Lettore di schede microSD per l’espansione della memoria Flash, fino a 32 GB
  • Capacità nastro di 600 metri
  • Interfacce di comunicazione standard: RS-232, USB 2.0, Ethernet interno, 10/100 Mbps, USB host *2 (lato anteriore), per scanner o tastiera PC
  • Interfacce di comunicazione opzionali: GPIO + Centronics (opzione rivenditore), MFi Bluetooth 5.0 interno (opzione di fabbrica), Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac con modulo combinato Bluetooth® 4.2 (Opzione utente)
  • Accessori: Kit di riavvolgimento interno

Stampante di etichette TSC Serie MH241

La serie MH241/MH341/MH641 è stata costruita sulla scia della serie MH240, per le sfide produttive più complesse in ambienti difficili.

Il meccanismo TPH Care di TSC offre un livello avanzato di auto-diagnosi che vigila in tempo reale lo stato delle testine di stampa, per prevenire i tempi di fermo operativo.

La serie accetta vari supporti con contrassegno nero prestampato sui lati sia superiore che inferiore.

Grazie all’accuratezza della calibrazione, i modelli con spellicolatore sono in grado di eseguire il peel-off di etichette di lunghezza minima pari a 12,7 mm.

I modelli MH241P/MH341P/MH641P supportano il riavvolgitore interno di rotolo con diametro esterno di 8″ (20,32 cm).

La serie offre GPIO per supportare applicatori ed emulazioni comuni, insieme a un Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac opzionale con modulo combinato Bluetooth 4.2.

SPECIFICHE SERIE MH241:

  • Stampante da 4 pollici, termica diretta e a trasferimento termico
  • Disponibile nelle risoluzioni di 203 dpi, 300 dpi e 600 dpi; la testina di stampa è intercambiabile per le diverse risoluzioni
  • Velocità di stampa max: 356 mm/secondo (203 dpi), 305 mm/secondo (300 dpi), 152 mm/secondo (600 dpi)
  • Sostituzione senza utensili della testina di stampa e del rullo a platina
  • Interfacce di comunicazione standard: RS-232, USB 2.0 (Modalità ad alta velocità), Ethernet interno, 10/100 Mbps, USB host *2
  • Interfacce di comunicazione opzionali: MFi Bluetooth 5.0 interno, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac con modulo combinato Bluetooth® 4.2, GPIO (DB15F) + Centronics
  • LCD a colori da 3,5″ per il modello standard
  • Pannello LCD tattile a colori da 4,3″ per modelli avanzati
  • Capacità nastro di 600 metri 
  • Accessori: Taglierina per etichette in tessuto, Mandrino per supporto nucleo da 1″ I.D., Vassoio di taglio.

Stampanti di etichette TSC Serie ML240P

Le stampanti della serie ML240P sono compatte, con dimensioni più contenute, ideate per essere inserite in un maggior numero di aree di lavoro.

Hanno una struttura pressofusa duratura, sono semplici da usare, emettono meno rumore durante la stampa e non richiedono l’utilizzo di strumenti per la loro manutenzione.

Il sistema di autodiagnosi TPH Care consente di rilevare in tempo reale lo stato della testina di stampa. Ciò permette di evitare errori di stampa risparmiando tempo e costi di ristampa.

L’interfaccia grafica del display a colori da 2.3″ è di facile utilizzo e l’indicatore a LED in tempo reale è intuitivo per semplificare le operazioni di stampa.

SPECIFICHE SERIE ML240P:

  • Stampante da 4 pollici, termica diretta e a trasferimento termico
  • Risoluzione: 203 dpi (modello ML240P) 300 dpi (modello ML340P)
  • Velocità di stampa max: 152 mm al secondo (203 dpi) – 127 mm al secondo (300 dpi)
  • Larghezza di stampa max: 108 mm (203 dpi) – 105.7mm (300 dpi)
  • Larghezza etichetta: da 20 mm a 118 mm, da 20 mm a 114.3 mm per la modalità peel o cutter
  • Altezza minima etichetta: 5 mm
  • Capacità nastro: 450 metri
  • Memoria SDRAM da 64 MB, memoria Flash da 128 MB
  • Interfaccia di connessione: RS-232, USB 2.0, Ethernet interno, 10/100 Mbps, USB host (opzionali Bluetooth interno 4.2, Slot-in 802.11 a/b/g/n wireless)
  • Accessori opzionali: taglierina a ghigliottina, spellicolatore

Stampante di etichette TSC Serie MB240T

La serie MB240 vanta un ingombro e un peso ridotti, un’interfaccia grafica LCD di facile comprensione e un’intera gamma di opzioni in grado di soddisfare quasi ogni esigenza di stampa. 

Il corpo interamente in metallo e il motore del meccanismo di stampa in alluminio pressofuso sono sufficientemente duraturi da resistere negli ambienti di produzione più critici.

I prodotti della serie MB240 possono essere allestiti con un meccanismo opzionale, dotato di scollatrice di etichette, sensore di presenza e riavvolgitore interno, il quale attende che l’utente afferri un’etichetta prima di dar inizio alla stampa della successiva.

SPECIFICHE SERIE MB240T:

  • Stampante da 4 pollici, termica diretta e a trasferimento termico
  • Risoluzione: 203 dpi, 300 dpi
  • Velocità di stampa max: 254 mm/s (203 dpi), 178 mm/s (300 dpi)
  • Altezza minima etichetta 5 mm
  • Memoria: SDRAM 128 MB, Flash 128 MB
  • opzionale display LCD touch a colori da 3,5 pollici e 6 pulsanti
  • Interfacce di comunicazione Standard: RS-232, USB 2.0, Ethernet interno, 10/100 Mbps, USB Host per scanner o tastiera per PC
  • Interfaccia di connessione opzionale: Bluetooth interno 4.2, Slot-in 802.11 a/b/g/n wireless, GPIO
  • Accessori: Vassoio di raccolta, Taglierina normale a ghigliottina (taglio completo), spellicolatore.

Stampanti di etichette TSC da 6 pollici

Stampante di etichette TSC Serie TTP-2610MT

La serie TTP-2610MT di stampanti a trasferimento termico industriale da 6,6 pollici di larghezza è stata recentemente aggiornata con un’elettronica ad alta velocità combinata con una qualità di stampa migliorata.

La qualità di stampa migliorata è data dal “Thermal Smart Control” che traccia e calcola con precisione la durata di riscaldamento per ogni pixel, in modo da produrre sempre etichette precise, nitide e chiare, sia che si stampi un’etichetta alla volta o migliaia di etichette in un lotto.

Le caratteristiche standard della TTP-2610MT includono un ampio display LCD a colori touch, Ethernet integrata, USB 2.0, USB host, comunicazioni parallele e seriali.

Oltre alla memoria di 512 MB Flash e 256 MB SDRAM, è presente un lettore di schede di memoria SD FLASH che consente agli utenti di aggiungere fino a un massimo di 32 GB di memoria di archiviazione aggiuntiva, per un’ampia varietà di tipi di font e grafiche.

SPECIFICHE SERIE TTP-2610MT:

  • Stampante da 6,6 pollici termica diretta e a trasferimento termico
  • Risoluzione: 203 dpi (modello TTP-2610MT), 300 dpi (modello TTP-368MT)
  • Velocità di stampa max: 305 mm/second (203 dpi), 254 mm/second (300 dpi)
  • Altezza minima etichetta 10 mm
  • Capacità nastro 450 metri
  • Interfaccia di connessione standard: USB 2.0, RS-232, Parallel, Ethernet 10/100 Mbps, USB Host
  • Interfaccia di connessione opzionale: 802.11 a/b/g/n Wi-Fi, GPIO
  • Accessori: Taglierina per uso intensivo (taglio completo), Kit peel-off (incluso modulo di riavvolgimento interno e Spellicolatore)

Conclusioni

TSC offre un’ampia scelta di stampanti robuste e affidabili, per ogni esigenza di etichettatura.

Trova con noi il modello perfetto per le tue necessità.

Prova il confort di un servizio completo e professionale!

VENDITA – INSTALLAZIONE – ASSISTENZA – FORNITURA DI MATERIALI DI STAMPA

Elisabetta Urbisaglia

Tel. 06.51848187

info@acsistemisrl.com


Approfondisci:

Impostazione della temperatura e della velocità nelle stampanti a trasferimento termico in funzione del ribbon

ETICHETTA TERMICA O A TRASFERIMENTO TERMICO? NON SONO AFFATTO UGUALI. GUIDA ALLA SCELTA