Archivi tag: lettori di codici a barre

LETTORI DI CODICI A BARRE DATALOGIC: MODELLI E CARATTERISTICHE

Per acquistare il lettore giusto per la tua attività è consigliabile fare un’analisi accurata delle proprie necessità di scansione, ossia:

TIPOLOGIA DEL CODICE A BARRE

Devi leggere codici lineari 1D, rappresentati da una sequenza di spazi bianchi e righe nere, o codici 2D come il QR Code?

MODALITA’ OPERATIVA

Quale è il lettore più comodo per la tua attività?

Un lettore con cavo collegato al PC o un lettore wireless per lavorare lontano dal PC e libero dai cavi?

DENSITA’ DEL CODICE A BARRE

I codici con dimensioni ridotte presentano un’elevata densità e necessitano di un lettore con un gruppo ottico specifico

AMBIENTE OPERATIVO

L’ambiente in cui lavori è un fattore primario per valutare sia il grado di robustezza del lettore sia la distanza di lettura richiesta

Un lettore per un punto vendita dovrà avere caratteristiche differenti da un lettore utilizzato in un magazzino per leggere codici lontani posti sugli scaffali più alti

DATALOGIC ASSOLVE OGNI TIPO DI NECESSITÀ, PROPONENDO MODELLI ADATTI ALLE VARIE APPLICAZIONI

GRYPHON serie 4200 – con cavo  e wireless

I lettori Gryphon serie 4200 linear imaging offrono le migliori prestazioni della categoria su tutti i codici 1D, anche se ridotti, a bassa risoluzione, scadenti e danneggiati.

Possibilità di lettura di codici anche su dispositivi mobili.

Sono la scelta giusta per migliorare l’efficienza in punti vendita, uffici, farmacie, produzione leggera e magazzini.

Con la tecnologia “Green Spot” brevettata da Datalogic si ha immediatamente un feedback visivo di buona lettura.

Il puntatore “soft line viewfinder” individua facilmente il codice da leggere, riducendo la possibilità di letture multiple accidentali.

Tecnologia Motionix di rilevamento del movimento dell’operatore per attivare la modalità di lettura automaticamente.

Disponibilità di modelli Health-Care con materiali idonei per il settore sanitario.

Opzioni interfacce:

  • GD4220: USB type C / USB GD4290: USB type C / USB / RS-232 / Keyboard Wedge Multi-Interfaccia
  • Grado di protezione da acqua e polvere: IP52
  • Resistenza alle cadute: sopporta cadute da 1,8 m su superficie in cemento.

GRYPHON serie 4500 – con cavo e wireless

Perfetti sia per la lettura manuale che in modalità a presentazione, i Gryphon della serie 4500 sono dotati di ottica da 1 MP per prestazioni di lettura ottimali e un’elevata profondità di campo.

La tecnologia di lettura distintiva Datalogic con illuminazione bianca facilita la lettura di etichette colorate ed è meno fastidiosa per l’occhio umano.

Il mirino a 4 punti con croce centrale definisce una zona di lettura precisa e riduce la possibilità di letture accidentali.

Il Gryphon 4500 implementa la tecnologia brevettata Datalogic “Green Spot” e 3GL (3 luci verdi) per un immediato feedback visivo di buona lettura.

Sono disponibili anche i modelli ad alta densità (HD) per le applicazioni che richiedono una lettura più ravvicinata di codici ridotti e ad alta risoluzione.

Il modello GBT4500 è dotato di tecnologia Bluetooth, mentre il modello GM4500 ha una connessione radio narrow band con STAR Cordless System di Datalogic.

Una delle innovazioni tecniche più importanti apportate da Datalogic ai lettori Gryphon 4500 wireless è l’utilizzo, per la prima volta per questo genere di prodotti, di un sistema di ricarica contactless a induzione, che migliora l’affidabilità del prodotto eliminando la manutenzione dei contatti.

Caratteristiche tecniche:

  • GD4520 con cavo: USB semplice
  • GD4590 con cavo, GBT4500 bluetooth e GM4500 radio: RS-232 / USB / Keyboard Wedge Multi-Interfaccia
  • Raggio d’azione all’aperto:
  • bluetooth fino a 50 mt, radio fino a 100 mtGrado di
  • Protezione da acqua e polvere: IP52
  • Resistenza alle cadute: sopporta cadute da 1,8 m su superficie in cemento.

QUICKSCAN I QD2400 – con cavo

Il QuickScan QD2400 2D imager offre ad un prezzo abbordabile un prodotto omnidirezionale con prestazioni di lettura veloci, in grado di acquisire tutte le tipologie di codici.

Design elegante in un formato compatto e confortevole, che garantisce la robustezza ed affidabilità tipiche dei prodotti Datalogic.

Il QuickScan QD2400 si caratterizza per un nuovo sistema di illuminazione e puntamento, per ridurre lo stress visivo dell’operatore. Si tratta di una tenue illuminazione di colore rosso scuro unita a due triangoli blu per un preciso sistema di puntamento a led.

Il QuickScan QD2400 legge perfettamente sia i tradizionali codici a barre lineari stampati su carta che i più complessi codici 2D visualizzati sullo schermo di un telefono cellulare.

Tecnologia brevettata Datalogic “Green Spot” per conferma visiva di buona lettura e Motion tollerance avanzata.

  • Grado di protezione da acqua e polvere: IP42
  • Resistenza a cadute fino a 1,5 m
  • Interfacce: Emulazione Tastiera / OEM (IBM) USB / RS-232 / USB

QUICKSCAN I LITE QW2400 – con cavo

Il QuickScan Lite QW2400 2D area imager è un lettore entry level, ideale per la scansione di codici a barre lunghi o troncati, sia stampati che visualizzati sullo schermo di un telefonino.

Ha un campo visivo esteso in grado di leggere i codici più difficili a distanze ordinarie grazie ai differenti angoli di lettura.

Il puntatore a illuminazione bianca combinata con un sistema di centramento azzurro offre agli operatori uno strumento efficiente non fastidioso per gli occhi.

La tecnologia brevettata Datalogic “Green Spot” fornisce il feedback di buona lettura utile sia in ambienti rumorosi sia in quelle situazioni in cui il segnale acustico viene silenziato per necessità.

I clienti possono acquistare il solo scanner o i kit certificati che includono il cavo e lo stand movibile di supporto.

Tutti gli accessori sono compatibili con quelli del modello linear imager QW2100, rendendo più semplice e versatile la migrazione dai lettori 1D a quelli 2D.

  • Grado di protezione contro acqua e polvere: IP42
  • Resiste alle cadute da 1.5 mt
  • Opzioni di interfaccia:
  • QW2470-BK: RS-232/Keyboard Wedge
  • QW2420-BK: USB

POWERSCAN 95X1 AUTO RANGE SERIES INDUSTRIALE

Il PowerScan 95X1 Auto Range (AR) è lo scanner manuale industriale con capacità di lettura dei codici a barre 1D / 2D anche a lunga distanza.

Grazie ad un potente sistema di messa a fuoco automatico è possibile leggere codici da una distanza ridotta di 15 cm fino ad una superiore ai 20 metri, consentendo all’operatore di scansionare un codice a barre messo in basso e spostarsi subito a quello posizionato all’ultimo scaffale di un magazzino.

Un potente sistema di puntamento a LED di forma regolare e con angoli ben delineati si attiva per i codici da leggere in primo piano, mentre il puntatore laser si attiva quando c’è da mirare un codice a barre che si trova a lunghe distanze.

Il PowerScan 95X1 AR è disponibile nel modello a cavo (PD9531-AR) e nei modelli cordless con radio proprietaria STAR Cordless System ™ 2.0 di Datalogic (PM9501-AR) o tecnologia wireless Bluetooth® 3.1 (PBT9501-AR).

Gli scanner imager PowerScan 95X1 AR condividono gli stessi accessori della serie PowerScan 9000, permettendo una più ampia possibilità di combinazione di dispositivi e basi.

CARATTERISTICHE COMUNI

  • Ottica: portata automatica Auto Rande > 20 metri
  • Sistema di messa a fuoco automatica veloce: lettura di codici con risoluzione fino a 3 mil
  • Tecnologia Datalogic 3 Green Lights (3GL™) e segnalatore acustico per conferma di buona lettura
  • Funzionamento su una vasta gamma di temperature: -20 a 50 °C
  • Grado di protezione all’acqua e polvere: IP65
  • Resistenza alle cadute da 2,0 mt

CARATTERISTICHE SPECIFICHE

PD9531-AR (con cavo)

  • Interfaccia multipla integrata (RS-232, Keyboard Wedge e USB)

PM9501-AR (radio)

  • Disponibile in 3 modelli: di base, con display e tastiera a 4 tasti, con display e tastiera alfanumerica completa di 16 tasti
  • Frequenze radio disponibili:433 o 910 MHz
  • Trasmissione punto a punto e multipunto
  • Massimo numero di lettori per ricevitore radio: 16
  • Roaming senza interruzioni
  • Connettività Ethernet (standard e industriale)
  • Batteria agli ioni di litio sostituibile dall’utente
  • Keyboard Wedge; RS-232; RS-485;
  • USB: OEM USB; USB COM; USB HID Keyboard;
  • Ethernet opzionale (Standard, Industrial)

PBT9501-AR (bluetooth)

  • Conformità Bluetooth® 3.0: Classe 1
  • Piconet con un massimo di 7 scanner collegati alla stessa stazione base
  • Sostituzione della batteria di 3 secondi
  • Finestra sostituibile sul campo e contatto della base

QUICKSCAN I QBT2400 – bluetooth

Ideale per applicazioni presso il punto di vendita, il QuickScan QBT2400 imager riconosce automaticamente tutti i codici standard 1D e 2D, stampati o visualizzati sugli schermi dei cellulari.

È progettato con un nuovo sistema di illuminazione soft di colore rosso scuro combinato con un puntatore a due LED blu di forma triangolare, con l’intento di ridurre lo stress visivo dell’operatore durante le quotidiane attività di scansione.

Tecnologia ‘Green Spot’ brevettata Datalogic, che garantisce un’ulteriore conferma di buona lettura, grazie all’emissione di uno spot verde direttamente sul codice appena acquisito.

Dotato di tecnologia wireless Bluetooth, il QuickScan QBT2400 2D imager può trasmettere i dati al PC  sia attraverso l’apposito cradle, che a qualsiasi dispositivo compatibile Bluetooth.

Il QBT2400 2D imager si può inoltre connettere, attraverso il profilo Bluetooth HID, a qualsiasi tablet con sistema operativo iOS o Android.

Un innovativo pacco batteria agli ioni di litio (Li-Ion), facilmente sostituibile dall’utente, permette di cambiare contemporaneamente sia le batterie che i contatti dello scanner, parti molto importanti di solito maggiormente soggette ad usura.

La porta microUSB presente nella parte inferiore del manico dello scanner offre un’ulteriore modalità di ricarica delle batterie oltre a permettere al prodotto di essere utilizzato senza la culla.

  • Bluetooth 3,0 Certified Class 2
  • Piconet: numero massimo di lettori per ricevitore radio: 7 – tramite cradle: 16
  • Radio range in spazio aperto 25,0 m
  • Numero di letture per ogni ricarica: 30.000
  • Resistenza alle cadute: sopporta cadute da 1,5 m su superficie in cemento
  • Resistenza alla polvere e all’acqua: IP42

QUICKSCAN I QM2400 – radio

Il QuickScan QM2400 è dotato di tecnologia Datalogic STAR2.0 Cordless System™, per comunicazioni radio in narrow band, per comunicazioni sicure e senza il rischio di interferenza con infrastrutture Wi-Fi e agli ostacoli come muri in cemento, legno o scaffali in metallo.

Il lettore è dotato di un’illuminazione soft di colore rosso scuro, combinata con due LED blu di forma triangolare, che permettono di mirare esattamente il codice a barre da leggere senza infastidire la vista dell’operatore.

Tecnologia brevettata Datalogic ‘Green Spot’ per la conferma di buona lettura.

Batteria agli ioni di litio a lunga durata, facile da sostituire dall’utente in contemporanea anche ai contatti dello scanner

  • Radiofrequenza 433 MHz con raggio di azione radio all’aperto di 25,0 m
  • Capacità modalità Batch: +500 codici lineari salvati in memoria
  • Numero di letture per ogni carica: 30.000 +
  • Interfacce: Keyboard Wedge / OEM (IBM) USB / RS-232 / USB
  • Resistenza alle cadute: sopporta cadute da 1,5 m su superficie in cemento
  • Resistenza alla polvere e all’acqua: IP42

QUICKSCAN I 2131 Series – con cavo e cordless

L’ampia profondità di campo e la lunga linea di scansione permettono al nuovo scanner imager QuickScan 2131 di acquisire facilmente i codici a barre più lunghi e larghi, anche a distanze ravvicinate.

Tecnologia brevettata Datalogic ‘Green Spot’ per la conferma di buona lettura

Datalogic propone sia il modello con cavo, il QD2131,che i modelli cordless con radio proprietaria STAR Cordless System, il QM2131 o tecnologia wireless Bluetooth 3.0 il QBT2131.

  • Batteria agli Ioni di Litio (Li-Ion) a lunga durata sostituibile dall’utente unitamente ai contatti dello scanner
  • Capacità Batch: +500 codici lineari salvati in memoria
  • Resistenza alle cadute: sopporta cadute da 1,5 m su superficie in cemento
  • Resistenza alla polvere e all’acqua: IP42
  • Interfacce versione cordless: USB 2.0 ad alta velocità, Host and Client con connettore USB tipo C.

HERON 3400 – con cavo

Lo stile moderno, le top cover personalizzabili, il fascino seducente di luci e suoni configurabili dall’utente e la capacità di lettura 2D, rendono l’Heron HD3430 2D area imager la soluzione ideale per ogni tipo di attività.

L’utilizzo è confortevole grazie all’illuminazione a luce bianca unita al sistema di puntamento a 4 punti con croce centrale. Si ottiene un preciso indicatore quando si deve leggere un documento o un prodotto con codici a barre multipli.

Tecnologia brevettata Datalogic ‘Green Spot’ per un immediato feedback di buona lettura.

Switch automatico dalla modalità manuale a quella a presentazione.

  • Resistenza alle cadute: sopporta cadute da 1,5 m su superficie in cemento
  • Resistenza alla polvere e all’acqua: IP40
  • Temperatura modalità operativa: da 0 a 50 °C
  • Interfacce: multinterfaccia Keyboard Wedge / OEM (IBM) USB / RS-232 / USB

HERON 3100 – con cavo

Il nuovo lettore imager Heron HD3100 offre molteplici opportunità di personalizzazione, grazie alla possibilità di realizzare il top cover con proprie grafiche aziendali, di inserire il proprio logo e di scegliere un suono di feedback quando il codice è stato letto.

Tecnologia Datalogic brevettata ‘Green Spot’ per il feedback di buona lettura e per il sistema di puntamento del codice.

Switch automatico dalla modalità manuale a quella a presentazione.

  • Resistenza alle cadute: sopporta cadute da 1,5 m su superficie in cemento
  • Resistenza alla polvere e all’acqua: IP40
  • Temperatura modalità operativa: da 0 a 50 °C
  • Interfacce: Multi-interfaccia RS-2332/USB/Keyboard Wedge

TD1100 – con cavo

La serie di scanner linear imaging TD1100 rappresenta la soluzione di Datalogic economica ma di qualità per la lettura a contatto del codice a barre.

Gli scanner TD1100 garantiscono ottime prestazioni su tutti i più diffusi codici a barre lineari, anche quando sono danneggiati o stampati male. 

Gli scanner sono disponibili con due diverse finestre di lettura: da 6,5 cm oppure da 9,0 cm in modo che l’utente possa leggere sia i codici a barre standard che quelli più ampi.

Un innovativo stand ‘read-thru’ permette al TD1100 di eseguire la lettura a mani libere.

  • Opzioni di interfaccia: USB o Keyboard Wedge / RS-232 (modelli 65/90 Lite); USB / RS-232 / Keyboard Wedge / Wand Emulation (modelli 65/90 Pro)
  • Resistenza a cadute fino a 1,5 mt su cemento
  • Resistenza alla polvere e all’acqua: IP30
  • Temperatura modalità operativa: da 0 a 50 ºC

CONCLUSIONI

Datalogic offre soluzioni di scansione per tutte le esigenze.

Una consulenza professionale è in grado di individuale la scelta tecnicamente ottimale al miglior prezzo.

L’efficienza di una soluzione è la forma di risparmio più lungimirante di un acquisto ben ponderato.

Contattaci: 06.51848187

Elisabetta Urbisaglia

info@acsistemisrl.com

06.51848187

www.acsistemisrl.com


Ultimi articoli

Lettori a presentazione: GUIDA ALLA SCELTA

Gli scanner di codici a barre a presentazione, anche noti come scanner da banco, si attivano ogni volta che un codice viene presentato davanti al lettore fornendo un’ area di scansione che decodificherà tutti i codici intercettati.

Lettori a presentazione

Questi scanner permettono di lavorare a mani libere, producono in genere un modello di scansione “omnidirezionale”, cioè possono scansionare codici a barre da qualsiasi direzione.

La scansione risulterà più veloce ed è ideale per le applicazioni di vendita al dettaglio come negozi, supermercati e grandi store.

CHE CODICE DEVI LEGGERE?

Quando si acquista un qualsiasi lettore, la prima cosa che va stabilita è che tipo di codice dovrà leggere, perché i gruppi ottici sono differenti per codici 1D (linear) o 2D (imager), i secondi possono leggere anche i primi e non viceversa.

codici a barre

Codici 1D, cioè i comuni codici formati da sequenze di barre nere e spazi bianchi come l’EAN 13, il codice 128, il codice Farmaceutico, l’Interleaved 2 di 5, il codice 39 e molti altri

Codici 2D, tipo il QRCode o il DataMatrix

Un altro vantaggio è la capacità degli imager 2D di leggere i codici a barre sugli schermi dei dispositivi mobili, come smartphone e tablet

GUIDA ALLA SCELTA

La scelta del lettore va effettuata in base alle specifiche esigenze di lettura e di operatività ed è sempre opportuno rivolgersi ad un esperto del settore che sappia indirizzarti verso una scelta commisurata alle proprie esigenze.

Se serve una configurazione di lettura particolare, nel caso il codice avesse prefissi o suffissi, oppure se devi trasmettere solo una parte del codice, è importante assicurarti che il modello scelto supporti la specifica configurazione.

Non seguire la logica del ribasso del prezzo proposta da fornitori troppo commerciali e che non sanno nulla di identificazione automatica!

I costruttori più importanti mettono a disposizione degli utenti manuali e strumenti software per la configurazione del lettore: questo è un aspetto fondamentale, spesso trascurato, che ti garantisce che il lettore funzioni correttamente per le tue esigenze attuali, ma anche future.

Presentiamo alcuni dei più affidabili lettori a presentazione, da quelli adatti ad uno spazio sul banco ridotto a quelli più ingombranti, e infine una soluzione ad incasso per chi ha la possibilità di realizzarla.

DATALOGIC Magellan 1500i

Datalogic MAgellan 1500 lettore di codice a barre

Il Magellan 1500i è uno scanner a presentazione ad alte prestazioni, con un design accattivante e compatto, utile in diversi ambienti applicativi quali la cassa di un punto vendita al dettaglio, di una farmacia o in una società di servizi.

Potenti algoritmi di decodifica forniscono prestazioni di lettura senza confronti su una varietà di codici 1D e 2D, compresi codici difficili da leggere, troncati e danneggiati.

Datalogic Magellan 1500 lettore di codice a barre da banco piccolo e compatto

Il nuovo sistema di illuminazione permette di passare senza interruzioni dalla lettura dei codici a barre 1D e 2D stampati a quelli su display di smartphone e tablet.

La tecnologia Motionix™ di Datalogic per il rilevamento del movimento, consente all’operatore di passare dalla modalità a presentazione a quella manuale semplicemente impugnando lo scanner.

DATALOGIC Gryphon GPS 4400 lettore 2D

DATALOGIC Gryphon GPS 4400

Il lettore Gryphon™ GPS 4490 è uno scanner a presentazione con tecnologia 2D area imager con un formato compatto e moderno, la soluzione ideale per gli ambienti con spazi ridotti.

Il supporto regolabile consente di posizionare lo scanner in modo da agevolarne la lettura.

In grado di acquisire i codici da telefoni cellulari, tablet e schermi di computer, il lettore a presentazione GPS4400 garantisce ottime prestazioni di lettura anche a distanza ravvicinata, scansione wide angle, elevata tolleranza al movimento, letture estremamente rapide e decodifica immediata anche di codici a barre stampati in modo scadente o danneggiati.

Il Gryphon™ GPS4490 è dotato di tecnologia ‘Green Spot’ di Datalogic per la conferma visiva di buona lettura e di numerose funzionalità avanzate, quale l’acquisizione di immagine/firma e dei documenti, così che non diventa più necessario dotarsi di apparecchiature distinte.

HONEYWELL QuantumT 3580

HONEYWELL QuantumT 3580

Il lettore a mani libere QuantumT™ 3580 offre le migliori prestazioni di scansione di codici 1D in un fattore di forma compatto, garantendo prezioso spazio libero sul banco.

Possibilità di passare dalla scansione omnidirezionale a 20 linee alla scansione a linea singola per la lettura di codici a barre ravvicinati.

Prevede il montaggio a parete, l’appoggio sul banco e la funzionalità manuale per facilitare la scansione di prodotti ingombranti che verrebbero gestiti con difficoltà dai lettori fissi.

HONEYWELL Orbit 7120 e OrbitCG 7180

HONEYWELL Orbit 7120 e OrbitCG 7180

Orbit è il lettore 1D a mani libere omnidirezionale più venduto per tanti motivi. Innovativo, piccolo, elegante e conveniente per le applicazioni di vendita al dettaglio in cui lo spazio sul banco ha molta importanza.

Testina di scansione inclinabile fino a 30º per utilizzarlo in scansioni mirate o su prodotti di maggiori dimensioni.

Massima velocità di lettura con uno schema di scansione omnidirezionale a 20 linee, permutabile in modalità a linea singola con OrbitCG 7180.

Scansione automatica: è sufficiente avvicinare un codice a barre all’ Orbit e il lettore eseguirà la scansione al primo passaggio.

HONEYWELL Orbit 7190g

Tecnologia ibrida all’avanguardia: il lettore omnidirezionale a 20 linee Orbit 7190g racchiude un laser e un imager in un unico scanner a mani libere, eliminando così la necessità di acquistare un ulteriore lettore per la lettura dei codici 1D, 2D e PDF digitali.

HONEYWELL Orbit 7190g 

Modalità doppio lavoro: lo scanner è ottimizzato per la scansione sia dei codici a barre digitali sugli smartphone dei clienti sia dei codici a barre stampati sui prodotti.

Testina di scansione regolabile di 30°: la pluripremiata forma permette la scansione palmare di oggetti grandi e ingombranti.

Design per più interfacce: Orbit 7190g è uno scanner plug-and-play e l’installazione su un sistema di cassa esistente è semplice.

Più interfacce integrate rendono il lettore Orbit 7190g compatibile con la maggior parte dei sistemi, mentre il rilevamento automatico dell’interfaccia permette una configurazione automatica del lettore al momento della connessione in base all’interfaccia corretta, eliminando così la complicata procedura di scansione dei codici a barre di programmazione.

ZEBRA SERIE DS9300

ZEBRA SERIE DS9300

Con un fattore di forma flessibile con quattro posizioni di accoppiamento alla base e un’estetica accattivante, la serie DS9300 è ideale per boutique trendy, minimarket o punti vendita con poco spazio sul banco della cassa.

Un design studiato per sopportare le cadute, gli urti e i contatti con la polvere e i liquidi tipici del lavoro di tutti i giorni.

Cattura semplice e veloce di codici a barre 1D, 2D, DotCode, DataMatrix e i nuovi codici Digimarc.

Codici minuscoli, ad alta densità, stampati male, danneggiati, troncati, a basso contrasto, coperti da cellophane o visualizzati su smartphone.

L’accessorio per il montaggio multiplo “a pantofola” mantiene fermo lo scanner su tavoli o pareti senza limitare la possibilità di inclinarlo o di rimuoverlo per l’uso palmare, un’opzione ideale per le verifiche dei prezzi, le operazioni di picking e di imballaggio.

Grazie a Intelligent Document Capture, la serie DS9300 può trasformare facilmente ricette mediche, passaporti, assegni e altri documenti in formato A6 o inferiore in immagini elettroniche chiare e di facile lettura; il software intelligente corregge automaticamente i problemi di luminosità e altri difetti per garantire una chiarezza ottimale del documento. Non è quindi necessario effettuare la scansione dei documenti su uno scanner separato, a tutto vantaggio della procedura di pagamento e dell’esperienza del cliente presso il POS.

Grazie alla tecnologia MDF (Multi-Code Data Formatting), la serie DS9300 consente di catturare più codici a barre con un’unica scansione e di trasmettere solo i codici necessari, nell’ordine richiesto dall’applicazione.

ZEBRA Imager Symbol DS7708

Lo scanner da banco DS7708 offre una dotazione di funzioni che lo pone in vetta alla sua categoria per prestazioni, semplicità d’uso, facilità di implementazione e TCO.

ZEBRA Imager Symbol DS7708

Indipendentemente dai tipi di codici a barre che dovete gestire, il DS7708 è in grado di leggerli tutti: 1D, 2D, stampati ed elettronici.

  • AMPIO CAMPO DI VISUALE E SCANSIONE OMNIDIREZIONALE

Un campo di visuale più grande di oltre il 50% rispetto agli imager 2D della concorrenza rende estremamente facile la lettura dei codici a barre, indipendentemente dalla posizione in cui sono applicati sull’articolo. La scansione diventa un gesto naturale. Non è necessario orientare l’articolo per catturare il codice a barre.

  • PIÙ FUNZIONALITÀ CON IL SUPPORTO PER L’ACQUISIZIONE DI IMMAGINI

DS7708 offre altre funzionalità di acquisizione dati per ottimizzare ulteriormente i processi aziendali. In una frazione di secondo, un operatore può acquisire l’immagine di un assegno, una patente di guida o una carta di identità per soddisfare i requisiti di sicurezza di un negozio o gli standard normativi di un settore industriale.

  • TECNOLOGIA DI IMAGING INTELLIGENTE PRZM PER PRESTAZIONI DI SCANSIONE DI LIVELLO SUPERIORE

Ridefinisce lo standard dell’imaging 2D ottimizzando le prestazioni di decodifica e migliorando in modo significativo la user experience, la produttività degli utenti, la capacità di elaborazione e i tempi di attesa dei clienti.

DATALOGIC Magellan 3450VSi

DATALOGIC Magellan 3450VSi

Lo scanner Magellan 3450VSi offre molte delle caratteristiche che hanno reso tanto efficace la famiglia di scanner imaging Magellan, tra cui decodifica di codic 1D e 2D, acquisizione di immagini, dimensioni compatte e facile accesso alle utilità messe a disposizione della Datalogic per aggiornamenti software o modifiche alla configurazione.

I miglioramenti sia hardware che software consentono una significativa riduzione della luminosità dell’illuminazione migliorando allo stesso tempo velocità, profondità di campo e velocità di lettura.

L’illuminazione delicata e discreta riduce sia l’illuminazione diretta sia quella riflessa visibili agli utenti. Ciò garantisce un ambiente di lavoro confortevole e produttività per tutto il giorno.

Lo scanner Magellan 3450VSi ha anche una zona di scansione più ampia e intuitiva, che consente una scansione più comoda ed efficiente.

DATALOGIC Magellan 3300HSi

DATALOGIC Magellan 3300HSi

Il lettore di codici a barre Magellan™ 3300HSi a presentazione orizzontale da incasso porta nei punti vendita la nuova tecnologia imaging.

Tale tecnologia offre prestazioni eccezionali in fase di acquisizione dei codici a barre difficili da leggere, come ad esempio quelli troncati, fuori specifiche o stampati male, e dei codici GS1 DataBar ™, fornendo la capacità di decodifica sia dei codici lineari 1D, che bidimensionali 2D.

Dotato di caratteristiche uniche, compreso lo slot per schede Micro-SD per facilitare la gestione, l’aggiornamento e la manutenzione del software.

Poiché la maggior parte delle caratteristiche dello scanner Magellan 3300HSi sono basate su software, nuove funzionalità sono semplici da aggiungere, anche dopo l’installazione iniziale.

Sono inoltre comprese le altre caratteristiche dei prodotti Magellan quali il report di diagnostica (Diagnostics Reporting), l’Host Download e il Productivity Index Reporting ™ che consentono al management aziendale di utilizzare i dati forniti dallo scanner per ottimizzare l’attività di lettura sul punto cassa e gestire al meglio la manutenzione dello scanner.

Modalità di lettura su telefonini, spingendo un pulsante presente sullo scanner o tramite un comando software dal terminale host. È possibile ottimizzare i livelli di luce per catturare le immagini o leggere i codici a barre su display dei cellulari o dei PDA.

CONCLUSIONI

L’efficienza di un punto vendita è assolutamente condizionata dagli strumenti in uso.

Affidati ad un professionista per valutare come risolvere le tue necessità.

Elisabetta Urbisaglia

06.51848187

info@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


Ultimi articoli

Come scegliere un lettore di codice a barre: la guida completa

I codici a barre hanno reso le aziende più efficienti, fornendo un metodo essenziale per tracciare e archiviare velocemente e senza errori informazioni su milioni di articoli.

Per trarre vantaggio da un lettore di codice a barre  è importante scegliere quello giusto per le tue esigenze, altrimenti rischi di acquistare un modello che non è in grado di leggere i tuoi codici a barre oppure non può essere opportunamente configurato per trasmettere il dato come ti occorre.

lettore di codice a barre 1D e 2D

In questo articolo sintetizziamo le caratteristiche principali di un lettore di codice a barre e le domande che dovrebbe porti un rivenditore per  offrirti il modello adatto alle tue esigenze.

Come funziona un lettore di codice a barre?

Uno scanner di codici a barre trasmette i dati sulla tua applicazione/software proprio come faresti manualmente con la tastiera del PC, ma molto più velocemente e senza errori di digitazione.

La lettura la puoi fare con un lettore con cavo USB collegato al PC, oppure con un  lettore wireless.

Devi leggere un codice 1D o un codice 2D?

I codici a barre 1D o lineari sono costituiti da una successione di linee e spazi a larghezza variabile, come solitamente sei abituato a vedere sui beni di largo consumo che hanno il codice EAN 13 o EAN 8.

A differenza del codice a barre 1D che viene letto in orizzontale, il codice a barre 2D o bidimensionale, che assomiglia a un quadrato o un rettangolo, memorizza le informazioni sia in orizzontale che in verticale, quindi viene letto in due dimensioni.

codici a barre lineari e 2D

Il codice 2D utilizza modelli di quadrati, esagoni, punti e altre forme per codificare i dati. Ciò aumenta notevolmente la quantità di informazioni che possono essere rappresentate da un codice 2D, che può contenere migliaia di caratteri.

Un codice bidimensionale codifica informazioni alfanumeriche, ma anche immagini, indirizzi di siti Web, testi.

Quali informazioni sono rappresentate dai codici a barre 1D e 2D?

I codici a barre sono un metodo economico per aiutare le aziende a rintracciare grandi quantità di informazioni.

Quando un codice a barre 1D viene decodificato, si traduce in cifre alfanumeriche (cioè numeri e lettere), che rappresentano solitamente un numero identificativo per un articolo specifico.

Le informazioni decodificate dal lettore possono essere associate a dati specifici del prodotto come prezzo, numero di articoli in magazzino, descrizione dell’articolo e immagine dell’articolo.

In sintesi, un codice a barre non ci fornisce il prezzo dell’articolo, tantomeno la sua descrizione, ma è una stringa di caratteri numerici o alfanumerici a cui sono associate nel database le caratteristiche del prodotto (prezzo, descrizione, etc)

Quali sono le applicazioni comuni per i codici a barre 1D e 2D?

I codici a barre 1D sono comunemente usati per i beni di consumo e di solito rappresentano 8-15 cifre alfanumeriche.

Sono utilizzati per identificare elementi in cui le informazioni associate possono cambiare frequentemente. Ad esempio, un articolo associato a un codice EAN potrebbe non cambiare, ma il prezzo sì.

I codici a barre 2D consentono alle aziende di codificare più informazioni sui prodotti, facilitando il monitoraggio di più dati sugli articoli mentre si spostano attraverso la catena di approvvigionamento.

lettori di codici a barre per la sanità

In virtù della loro elevata densità di dati, i codici 2D possono essere utilizzati su oggetti molto piccoli in cui i codici 1D sarebbero poco pratici. Ad esempio, su una provetta di analisi o su una scheda  elettronica o a scopi di marketing per incorporare collegamenti a siti Web, video, brochure e altro.

Gli scanner di codici a barre possono leggere i codici QR?

I codici QR appartengono alla famiglia dei codici 2D.

Per leggere un codice 2D dovrai acquistare un lettore con ottica bidimensionale. Un lettore 2D potrà leggere sia i codici 2D, come il QR Code che i codici monodimensionali (rappresentati dalle barre).

Diversamente un lettore 1D può leggere solamente i codici monodimensionali.

Quindi è fondamentale analizzare le tipologie di codici che dovrai leggere prima di acquistare un lettore.

I lettori possono leggere codici dallo schermo di uno smartphone, di un tablet o  un PC?

Per leggere un codice a barre dallo schermo di un telefono, è necessario uno scanner con un’ottica specifica come un linear imager o un lettore 2D.

lettura da smartphone e display

Leggere i codici a barre da uno schermo può essere difficile per gli scanner a causa della polarizzazione dello schermo, dei livelli di luminosità, della lucentezza della superficie e della riflettività, quindi è opportuno orientarsi verso modelli di costruttori leader di mercato come Zebra, Honeywell e Opticon per avere delle letture affidabili al primo tentativo.

Gli scanner di codici a barre possono leggere codici di  qualsiasi colore?

Gli scanner di codici a barre NON sono in grado di leggere tutti i colori o combinazioni di colori.

colori per il codice a barre

Il motivo principale per cui i codici a barre possono essere difficili da scansionare è la mancanza di contrasto tra lo sfondo e i colori del codice. Nero, blu scuro, verde scuro e marrone scuro funzionano bene per la stampa di codici a barre su sfondo bianco, ma non come sfondo per il codice.

I codici a barre molto piccoli possono essere  un problema?

Si possono  essere un problema per un lettore standard.

Codici a barre  molto piccoli o estremante densi richiedono delle ottiche specifiche.

Se il tuo codice fosse molto piccolo dovresti optare per uno scanner ad alta densità (HD)

densità dei codici a barre

Il vantaggio principale di uno scanner HD è che il piano focale è molto vicino alla finestra di scansione, pertanto è possibile acquisire codici molto piccoli o con gli elementi ravvicinati. Infatti, più è piccolo lo spazio fra le barre e più è difficile l’acquisizione del codice con uno scanner dotato di ottica standard. In questo caso un lettore con ottica HD è la soluzione perfetta.

Quale è l’ambiente e le condizioni in cui devi utilizzare il tuo lettore?

Quando scegli un lettore è fondamentale definire il grado di robustezza del lettore che ti occorre.

Ad esempio, un lettore utilizzato in un magazzino, o in una cella fredda, per elevati volumi di scansione avrà una struttura diversa da un lettore utilizzato in  un negozio di abbigliamento.

Considerare il flusso di lavoro e le sollecitazioni ambientali a cui sarà sottoposto il lettore come polvere, freddo, acqua, cadute è un’opzione da analizzare per indirizzarti verso modelli standard o di classe industriale.

Conclusioni

Anche la scelta di un lettore standard di codici a barre richiede l’analisi di alcune caratteristiche basilari che ti aiutano a identificare il modello giusto per le tue esigenze.

Il consiglio è di non scegliere il lettore da solo, potresti fare un acquisto incauto e non idoneo alla tua applicazione.

Affidati a chi può aiutarti non solo a scegliere il modello giusto per te, ma anche a  configurare il lettore secondo le tue necessità.

Chiamaci

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


Approfondisci

Come disinfettare un lettore di codice a barre

La pulizia di un lettore di codice a barre è una fase  necessaria di qualsiasi processo di sterilizzazione o disinfezione.

Scanner e palmari  aiutano il personale sanitario a svolgere un lavoro veloce e senza errori , ma sono dispositivi che devono essere considerati un’estensione della mano e come tali devono essere frequentemente disinfettati per ridurre le possibili infezioni associate all’assistenza sanitaria.

lettori di codici a barre per ospedali laboratori e farmacie

Negli ambienti sanitari, come ospedali, laboratori e farmacie dovrebbero essere utilizzati dispositivi appositamente progettati per essere efficacemente sanificati, comunemente chiamati lettori healthcare.

I lettori barcode e i palmari healthcare, a differenza dei dispositivi tradizionali, sono realizzati con materie plastiche antimicrobiche che non sono porose.

Di conseguenza, le materie plastiche antimicrobiche impediscono a batteri e sostanze chimiche di incorporarsi nella plastica.


Approfondisci

Tuttavia, la plastica antimicrobica da sola non è sufficiente per proteggere le persone e quindi devono essere eseguite le procedure di sanificazione come di seguito  descritto per operare in sicurezza evitando di danneggiare il dispositivo.

  • Spegnere il dispositivo prima della pulizia
  • Non versare o spruzzare soluzioni chimiche disinfettanti direttamente sullo scanner
  • Inumidire un panno con alcool isopropilico (soluzione al 70% come minimo) o altre soluzioni indicate dal costruttore del vostro dispositivo e pulire il corpo dello scanner e la finestra di scansione
  • Evitare l’accumulo di liquidi sul dispositivo
  • Lasciare asciugare il dispositivo oppure asciugarlo con un panno che non lasci pelucchi
  • Assicurarsi che i contatti elettrici siano completamente asciutti prima di alimentare il dispositivo

Nel settore sanitario esiste una grande varietà di disinfettanti: è importante seguire le indicazioni del costruttore per evitare danni al dispositivo o in mancanza di queste utilizzare alcool

Attenzione alle soluzioni a base di candeggina

I prodotti a base di candeggina corrodono i metalli molto velocemente e quindi è consigliabile evitare l’utilizzo di questi prodotti sui contatti elettrici.

Pulizia delle basi di ricarica dei lettori wireless

  • Staccare il cavo di alimentazione dalla base di ricarica
  • Utilizzare un bastoncino in cotone imbevuto di alcool per pulire i contatti, muovendolo gentilmente  più volte avanti e indietro.
  • Utilizzare un panno imbevuto di alcool per rimuovere grasso e sporcizia dalla culla di ricarica
  • Prima di collegare l’alimentazione assicurarsi che il dispositivo sia completamente asciutto

Se ti occorre un lettore sanificabile chiamaci: ti aiuteremo a scegliere il modello più adatto alle tue esigenze.

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

https://shopacsistemi.com/index.htm


QUALE È IL LETTORE DI CODICE A BARRE GIUSTO PER TE?

Nell’ampio panorama di marche e  modelli offerto dal mercato, scegliere il lettore adatto alle proprie esigenze non è sempre una scelta immediata.

lettore di codice a barre

Esiste però un percorso di analisi delle caratteristiche che può aiutarci a restringere la ricerca e a concentrare l’attenzione su alcuni modelli specifici in grado di soddisfare le nostre esigenze.

In questo articolo vediamo quali sono i punti essenziali che determinano una scelta adeguata alla specifica applicazione di lettura.

In quale settori operi?  Quale è l’ambiente in cui utilizzerai il lettore?

Esistono modelli specifici per determinati settori che hanno delle caratteristiche più  idonee all’uso.

Ambienti diversi richiedono l’utilizzo di lettori progettati con determinate caratteristiche per evitare rotture o malfunzionamenti.

Ad esempio, un lettore utilizzato in ambiente sanitario è dotato di un involucro sanificabile, resistente all’utilizzo  frequente di detergenti e altri disinfettanti, mentre  un lettore utilizzato in un ambiente di produzione  ha delle caratteristiche di robustezza differenti rispetto ad un lettore utilizzato in un punto vendita.

lettore per il settore sanitario Datalogic

Un lettore utilizzato in ambienti freddi deve avere delle caratteristiche appropriate per lavorare a basse temperature: aria fredda, gelo e condensa sono elementi che influenzano le prestazioni di lettori, palmari, computer e dispositivi wireless.

Per quale attività devi utilizzare il lettore?

L’attività di utilizzo è un aspetto che deve essere preso in considerazione nella scelta del lettore.

Quindi se devi eseguire il carico o lo scarico merci, oppure devi gestire un magazzino avrai delle esigenze di mobilità differenti rispetto a chi utilizza il lettore in un negozio, in un supermercato o in un ufficio.

I dispositivi di lettura del codice  a barre vengono prodotti con forme e funzionalità diverse: 

lettori impugnabili, con ergonomia a pistola

lettore di codice a barre
lettore impugnabile

lettori a presentazione o da banco per leggere a mani libere

lettore a presentazione

companion scanner per il collegamento a tablet, PC e smartphone o per la memorizzazione dei codici letti

DATACOLLECTOR OPTICON
lettore per utilizzo con PC e smartphone

palmari

palmare per la lettura del codice a barre
palmare per la lettura del codice a barre

Quale codice devi leggere?

I codici a barre possono essere divisi in 2 macro-categorie:

codici 1D, cioè i comuni codici formati da sequenze di barre nere e spazi bianchi come l’EAN 13, il codice 128, il codice Farmaceutico, l’Interleaved 2 di 5, il codice 39 e molti altri

codici 2D, tipo il QRCode o il DataMatrix

codici a barre lineari e 2D
codici a barre 1D e codici 2D

In funzione del codice a barre da scansionare dovrai scegliere un modello in grado di leggere il tuo codice.

Inoltre, se hai bisogno di una configurazione di lettura particolare, ad esempio se il tuo codice ha prefissi o suffissi, oppure devi trasmette  solo una parte del codice è importante assicurarsi che il modello scelto supporti la specifica configurazione.

I lettori non sono tutti uguali, non hanno tutti la stessa programmazione pertanto quando procedi con l’acquisto assicurati che il lettore possa leggere il tuo codice senza problemi.

I costruttori più importanti mettono a disposizione degli utenti manuali e strumenti software per la configurazione del lettore: questo è un aspetto importante, spesso trascurato, che ti garantisce che il lettore funzioni correttamente per le tue esigenze attuali , ma anche future.

Spesso l’unico criterio di scelta di un lettore di codice a barre è il costo.

In realtà, diverse caratteristiche contribuiscono a differenziare questo utile strumento di lavoro:

  • performance di lettura
  • robustezza
  • velocità di scansione
  • opzioni di configurazione
  • gruppo ottico
  • ciclo di vita del lettore
  • algoritmi di ricostruzione dei codici stampati male o danneggiati

La scelta del lettore va effettuata in base alle specifiche esigenze di lettura e di operatività ed è sempre opportuno rivolgersi ad un esperto del settore che sappia indirizzarci verso una scelta commisurata alle tue specifiche esigenze.

Se ti occorre un consiglio per scegliere il lettore giusto per te contattaci!!!

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com 

https://shopacsistemi.com/index.html


Approfondisci

Lettore di codice a barre o terminale portatile: quale è la soluzione migliore?

Spesso i termini “terminali portatili” e “scanner di codici a barre” vengono utilizzati in modo intercambiabile.

In realtà sono due dispositivi molto diversi impiegati in applicazioni e per scopi differenti.

terminale-codice-a-barre-o-lettore

Quando si implementa una soluzione dove è prevista la lettura del codice a barre è fondamentale analizzare le specifiche esigenze operative per scegliere i dispositivi più adatti a soddisfare le proprie esigenze aziendali.

Cosa sono i lettori di codici a barre e come funzionano?

Uno scanner di codici a barre è un dispositivo di input che cattura e decodifica le informazioni contenute in un codice a barre. Sostanzialmente traduce il codice letto in una sequenza di numeri e/o lettere.

Il codice letto deve poi essere inviato al software gestionale per essere elaborato e ottenere ulteriori informazioni, come prezzo, giacenza e altri dati inerenti il prodotto.

Ad esempio, quando alle casse del supermercato viene letto il codice di ogni articolo della nostra spesa, il lettore invierà la stringa decodificata al database che associerà alla specifica sequenza descrizione e prezzo del prodotto.

Se lo stesso codice lo trasmettessimo in un file excel o word avremo solo una sequenza di numeri che non avrebbero alcun significato.

E’ sempre il software di gestione che collega alla stringa decodificata dal lettore le informazioni legate al prodotto.

Esistono diverse tipologie di lettori barcode:

con cavo, wireless, Bluetooth, lettori di codici 1D e lettori di codici 2D (tipo il codice QR), omnidirezionali.

classificazione dei lettori di codice a barre

 

A prescindere dal modello e dal tipo di connessione tutti i lettori hanno il medesimo scopo: tradurre il codice a barre in sequenze di numeri e lettere e inviarle ad un PC.

Cosa sono e come lavorano i computer portatili?

Anche i terminali portatili sono dotati di un lettore di codice a barre ma possono svolgere molti altri compiti.

Fondamentalmente i terminali portatili sono la combinazione di un computer e un lettore di codice a barre, integrati in un unico dispositivo.

Possiamo vedere i terminali portatili come una soluzione hardware e software da affiancare alla gestione esistente della propria azienda per svolgere in completa autonomia operazioni aziendali che richiedono mobilità, velocità e precisione.

Terminali magazzino

I computer portatili, collegati all’infrastruttura wifi o attraverso una connessione dati, permettono di muoversi liberamente all’interno dell’azienda mentre si eseguono le varie attività lavorative in tempo reale.

La tastiera consente l’inserimento manuale dei dati se necessario.  Inoltre, possono essere configurati con una vasta gamma di opzioni come lettori RFID, fotocamera, GPS, scheda dati, connessioni wifi e bluetooth e accessori per il trasporto e la ricarica.

Inoltre ad un terminale possono essere collegate tramite wifi o bluetooth periferiche esterne come stampanti, bilance, dispositivi di pagamento.

intermec_cn51

Sono disponibili con sistemi operativi Windows e Android e dotati di display e tastiera sia fisica che virtuale in funzione dei modelli.

I computer portatili hanno design robusti che li rendono estremamente resistenti a condizioni atmosferiche avverse, alle cadute e agli urti.

Quale è il dispositivo migliore?

Se lavori in una postazione fissa con il software installato sul PC e devi solo leggere un codice, un lettore barcode è la soluzione più indicata.

I lettori sono semplici da utilizzare, solitamente non hanno driver o software da installare, sono dispositivi plug and play pronti all’uso.

Possono essere configurati in funzione delle specifiche esigenze di lettura e rappresentano la soluzione più facile ed immediata da implementare.

Se diversamente devi tracciare i movimenti di un magazzino, di un ambiente di produzione o di una logistica oppure svolgi attività esterne come la tentata vendita o servizi di manutenzione, allora un computer portatile rappresenta lo strumento di lavoro ideale perché consente una maggiore flessibilità nell’esecuzione delle attività senza dover tornare sul computer per registrare ogni singola scansione.

Per scegliere la soluzione migliore è preferibile valutare il flusso aziendale e l’operatività con professionisti che abbiano l’esperienza e la conoscenza adeguata a risolvere una necessità.

Lo scopo di un dispositivo di lettura automatica è semplificare e velocizzare i processi aziendali, riducendo gli errori di immissione manuale dei dati e questo deve costituire il presupposto di qualsiasi scelta.

Hai domande? Ti occorre un consiglio?

Contattaci

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


Approfondisci

palmari ruggedLETTORI DI CODICI A BARRE E PALMARI PER IL MAGAZZINO: QUANTO DEVONO ESSERE ROBUSTI?
Voyager 1400 lettore barcLETTORI DI CODICI A BARRE PER LE EDICOLE: SCEGLIERE QUELLO GIUSTO!!!

Qual è la differenza tra un lettore di codice a barre Laser, Linear Imager o Omnidirezionale?

Troviamo lettori di codice a barre in qualsiasi settore: la velocità e l’accuratezza offerta da un dispositivo di identificazione automatica sono diventati requisiti irrinunciabili.

classificazione dei lettori di codice a barre

In commercio si trovano molti modelli con costi diversi: quale è la tecnologia più idonea alla propria applicazione?

Spesso si cerca di risparmiare cercando sul web il lettore con il costo più basso e questo purtroppo non si rivela la scelta migliore per un acquisto tecnologico.

Tra un lettore da 20,00 euro e un lettore da 100,00 euro ci sarà certamente differenza in termini di

  • performance di lettura
  • robustezza
  • velocità di scansione
  • opzioni di configurazione
  • ciclo di vita del lettore

La scelta del lettore va effettuata in base alle specifiche esigenze di lettura e di operatività

In questo articolo cerchiamo di fare chiarezza sulla parte fondamentale del lettore: il gruppo ottico.

Analizzeremo solo ottiche 1D cioè lettori che possono acquisire codici a barre monodimensionali, quelli con le barre per intenderci.

Tralasciando disquisizioni tecniche che non chiariscono le idee a chi deve procedere all’acquisto di un lettore, ci soffermiamo sull’aspetto pragmatico offerto dalle diverse ottiche.

Tra i lettori di codici a barre lineari, troviamo lettori con tecnologia

  • Laser
  • CCD
  • Linear Imager
  • Omnidirezionale

> Gli scanner CCD, Laser e Linear Imager sono dispositivi a linea singola e questo significa che per acquisire il codice bisogna puntare il lettore in modo che la linea attraversi tutte le barre.

lettore laser

> L’ottica omnidirezionale invece proietta una griglia di scansione ed è una forma di scansione laser specifica per lavorare a mani libere.

La griglia di scansione ci consente l’acquisizione del codice in modo molto rapido, in quanto non dobbiamo preoccuparci dell’orientamento, ma è sufficiente posizionare il codice all’interno dell’area di lettura generata dal lettore.

lettore di codice a barre orbit

Questa tecnologia di scansione è molto utilizzata in ambiti ad elevato volume di lettura come negozi, supermercati, biglietterie.

Entriamo nel dettaglio di ogni tecnologia scoprendone i benefici


Approfondisci

Come scegliere un lettore di codici a barre?

Lettori Laser

Gli scanner laser utilizzano un raggio laser e uno specchio oscillante per formare una singola linea sottile che deve attraversare tutta la larghezza del codice a barre.

L’ottica laser è composta da parti in movimento che quindi possono essere soggette a guasti, specialmente nelle cadute accidentali di lettori non dotati di un elevato grado di robustezza.

Vantaggi

I lettori laser sono in grado di scansionare codici alla luce solare diretta (nella maggior parte dei casi) e proiettare un raggio laser sottile e molto preciso sul codice a barre.

I lettori laser definiscono ancora uno standard di riferimento per molte applicazioni per quanto riguarda l’accuratezza e la velocità di lettura dei codici a barre.

Lettori CCD

L’ottica CCD si basa su una sorgente luminosa a LED.

I lettori CCD solitamente sono più economici rispetto a lettori con altre tecnologia ma hanno il vincolo di leggere a distanza ravvicinata, da contatto fino a pochi centimetri

ccd-barcode-scanner

Lettori Linear Imager

I linear imager sono basati sulla stessa tecnologia degli scanner CCD, ma offrono una distanza di lettura più lunga, comparabile con quella dei lettori laser.

In genere non è possibile eseguire la scansione alla luce diretta del sole, diversamente dai lettori laser

Vantaggi

Robustezza: non avendo parti in movimento sono meno soggetti a guasti

LI4278 lettore di codice a barre Zebra

Gli scanner Linear Imager possono acquisire codici a barre difficili da leggere o danneggiati, riuscendo a scansionare anche in situazioni in cui i lettori laser a volte non riescono.

Inoltre i linear imager possono catturare i codici a barre elettronici visualizzati sui display di telefoni cellulari, tablet o computer


Approfondisci

Lettori di codici a barre Wireless Bluetooth

Lettori Omnirezionali

Un lettore omnidirezionale proietta una griglia di scansione costituita da 20 o più linee laser (anziché una singola riga).

È la soluzione ideale per una scansione veloce a mani libere

Datalogic Magellan

Vantaggi

Non è necessario allineare il codice a barre, ma è sufficiente presentarlo in qualunque direzione nell’area di scansione (per questo motivo vengono chiamati anche lettori a presentazione).

È lo strumento di lavoro ideale per lavorare a mani libere.

Quindi quale lettore scegliere?

Per la scansione a corto raggio: gli scanner CCD sono una buona scelta, specialmente se il costo è un vincolo e se il volume di scansione non è elevato

Per la scansione a lungo raggio: gli scanner laser sono la scelta migliore. Ci sono modelli di lettori laser industriali da magazzino che offrono scansioni fino a distanze di 30 mt e oltre

Linear Imager o laser?

Per la maggior parte delle applicazioni non farà una grande differenza scegliere tra un Linear Imager o un Laser, a meno che non si debbano scansionare codici a barre stampati male o di dimensioni ridotte (usare Linear Imager), o si debba scansionare in ambienti esterni (usare Laser).

Ing. Cristina Urbisaglia

 

Se non sai quale lettore scegliere ti aiutiamo noi!!!

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su cristina@acsistemisrl.com

 

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

 

Oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

06.55302591


Potrebbe interessarti

Lettori di codici a barre ad anello: lavorare a mani libere!!!

Lettori di codici a barre tascabili: tante funzioni in ingombro piccolissimo

Perché il lettore di codice a barre non legge?

Questa è una domanda frequente che ci viene posta e dare una risposta univoca e circostanziata è pressoché impossibile senza un’ispezione tecnica del lettore e del codice da scansionare.

lettore di codice a barre

Le ragioni per le quali un determinato codice non viene decodificato da un lettore possono essere diverse.

Partiamo dall’ipotesi che esistono delle variabili legate alla marca e al modello specifico del lettore e che ovviamente non possono rientrare tra i motivi comuni di non lettura.

Possiamo però tracciare una panoramica delle cause più frequenti, senza la pretesa di voler fare una lista completa ed esaustiva.

  1. La simbologia di codice non è abilitata sul lettore

La prima verifica da effettuare è se la simbologia di codice a barre che dobbiamo leggere sia abilitata sul dispositivo.

Sul manuale del lettore sono indicate le simbologie abilitate di default.

Qualora non fosse abilitata bisogna entrare in modalità configurazione e abilitare la famiglia di codice a barre. La procedura di abilitazione dipende dalla marca e dal modello del lettore.

codici a barre lineari e 2D

ATTENZIONE

Per leggere un codice bidimensionale, come il QR Code o il Data Matrix, occorre un lettore di codice 2D.

I lettori di codici a barre monodimensionali non possono decodificare un codice 2D.

Quale è la differenza fra un lettore di codice a barre 1D e un lettore 2D?

  1. La simbologia non è supportata

Determinare sul datasheet o sul manuale se la simbologia del codice a barre è supportata dal lettore. Nel caso in cui una simbologia non fosse supportata deve essere utilizzato un dispositivo diverso.

  1. Il codice a barre è ad alta densità

La densità di un codice a barre è identificata dalla dimensione X, che corrisponde alla larghezza dell’elemento più piccolo del codice (barra o spazio).

densità dei codici a barre

Se il codice che dobbiamo scansionare ha una densità più elevata del lettore, il codice a barre non verrà letto decodificato

In definitiva più è piccolo lo spazio fra le barre e più è difficile l’acquisizione del codice con uno scanner dotato di ottica standard. Nel caso di codici estremamente compatti bisogna utilizzare un lettore con ottica HD

Come scegliere l’ottica di un lettore di codice a barre

  1. Il codice a barre è troppo lungo e supera il raggio di scansione

Può succedere di dover leggere un codice la cui lunghezza sia maggiore della capacità di scansione del lettore.

Nella scheda tecnica del lettore sono specificati i valori relativi alle prestazioni di scansione: angolo di scansione, angolo di inclinazione e distanza di lettura in funzione della lunghezza del codice.

profondità di campo

Con queste informazioni è possibile calcolare la larghezza massima che può essere letta dal motore di scansione.

Quando questa larghezza è inferiore alla dimensione effettiva del codice a barre, è necessario utilizzare un prodotto diverso per leggere il codice a barre.

  1. La qualità di stampa del codice a barre è scarsa

I problemi di lettura legati alla cattiva qualità di stampa sono tra i più comuni:

codici a barre danneggiati

  • utilizzo di un colore di sfondo che crea un basso contrasto del codice
  • il codice a barre non presenta uno spazio adeguato a sinistra e a destra (Quiet Zone)
  • deformazione dimensionale del codice: devono esser rispettate le linee guida per le dimensioni da utilizzare per la stampa del codice a barre sul prodotto
  • una parte del codice (barre o spazi) è mancante e quindi il lettore non riesce a decodificarlo correttamente

Errori comuni di stampa di un’etichetta con codice a barre

Alcune di queste problematiche sono parzialmente risolvibili con un lettore di buona marca.

I costruttori leader del settore dell’identificazione automatica producono lettori che implementano un algoritmo di correzione degli errori che consente di leggere codici danneggiati, macchiati, parzialmente illeggibili, con basso contrasto

  1. I lettori non sono tutti uguali

La scelta di un lettore non sempre è banale. Devono essere valutate le esigenze specifiche dell’applicazione per poter selezionare il dispositivo giusto fra la vasta gamma di lettori disponibili sul mercato

6 domande fondamentali per la scelta del lettore di codice a barre

Quando si deve acquistare un lettore di codice a barre è consigliabile soffermarsi sulle specifiche tecniche del dispositivo o affidarsi a professionisti del settore che abbiamo le competenze tecniche per indirizzarci sulla scelta più idonea alle proprie esigenze di lettura

Hai domande? Scrivici una mail

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito  

 www.acsistemisrl.com  06.55302591

6 domande fondamentali per la scelta del lettore di codice a barre

La vasta gamma di lettori di codice a barre   rende la scelta del lettore giusto un’impresa complessa quando si devono selezionare le caratteristiche che soddisfino le nostre esigenze.

Riassumiamo in 6  passi le principali caratteristiche che dobbiamo valutare prima dell’acquisto

  1. Quale codice devi leggere, un codice 1d monodimensionale o un codice 2D?

    scelta-del-lettore-codici1De2d

  2. Ti occorre un lettore con cavo o senza cavo (cordless)?

scelta-del-lettore-corded-o-cordless3. Vuoi un lettore da impugnare oppure vuoi lavorare a mani libere?

scelta-del-lettore-a-mano-o-a-presentazione

4. In quale ambiente verrà utilizzato il lettore? In un ufficio, in un negozio, ambiente di produzione, magazzino, ambiente polveroso, etc?

scelta-del-lettore--ambiente5. Hai bisogno di uno scanner per uso generico o hai bisogno di un lettore con caratteristiche di lettura particolari come un lettore long range o high density

ottica del lettore

 

6. Hai bisogno di un lettore con memoria che memorizzi i codici per poi essere scaricati in un momento successivo sul pc? I datacollector sono la scelta ideale

datacollector

Approfondisci

>> LETTORI DI CODICI A BARRE TASCABILI: TANTE FUNZIONI IN INGOMBRO PICCOLISSIMO


 

Articoli correlati

>> COME SCEGLIERE UN LETTORE DI CODICI A BARRE?

>> CLASSIFICAZIONE DEI LETTORI DI CODICE A BARRE

>> COME SCEGLIERE L’OTTICA DI UN LETTORE DI CODICE A BARRE

 

Hai domande? Scrivimi una mail

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su cristina@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito www.acsistemisrl.com

I lettori di codici a barre long range facilitano le operazioni di magazzino

Quando si lavora in un grande magazzino, con struttura verticale delle locazioni di stoccaggio e una grande movimentazione di prodotti, il monitoraggio di ogni singolo elemento può rivelarsi un’impresa ardua

magazzino

I lettori di codici a barre long range sono dotati di gruppi ottici che offrono caratteristiche di scansione estremamente performanti consentendo la lettura di codici 1D e 2D oltre i   20 mt di distanza.

Un lettore long range può essere utile per gli operatori che devono eseguire scansioni di codici fuori dalla portata visiva, come quelli posizionati su scaffalature alte.

I magazzini che sfruttano gli spazi verticali per aumentare la capacità di stoccaggio delle merci ottimizzando lo spazio a terra necessitano di lettori e palmari con motori di scansione che si adattino velocemente alle diverse distanze di lettura.

La scansione di un codice posto sulle scaffalature più alte può essere un serio problema per l’operatore: un lettore con raggio standard non sarà il grado di acquisire i codici più lontani.

Una soluzione di scansione che integri un motore ottico a lungo raggio garantisce l’acquisizione delle informazioni in qualsiasi momento con il minimo sforzo, accelerando le operazioni logistiche e ottimizzando il flusso operativo

lettore di codice a barre long range

Alcuni modelli di lettori long range utilizzano la tecnologia di scansione omnidirezionale il che significa che non è necessario allineare lo scanner al codice a barre velocizzando le operazioni di scansione.

La combinazione della capacità long range con le caratteristiche omnidirezionali permette agli operatori sul muletto di acquisire velocemente i codici, senza dover continuamente scendere o spostarsi.


Approfondisci

COME SCEGLIERE L’OTTICA DI UN LETTORE DI CODICE A BARRE


Inoltre gli scanner a lungo raggio offrono eccellenti capacità di lettura anche a corto raggio quindi possono essere utilizzati efficacemente in un’ampia gamma di distanze, da pochi centimetri di distanza allo scaffale più alto del magazzino: il personale potrà̀ passare in modo rapido e affidabile ad operazioni che richiedono scansione ravvicinata o a distanza grazie alla messa a fuoco automatica

ds3508 -LETTORE LONG RANGE PER MAGAZZINI

La scelta di lettori o palmari con motore di scansione bidimensionali ed ottica a lungo raggio con messa a fuoco automatica evita l’utilizzo di  scanner diversi  specifici per ogni applicazione: gli imager di nuova generazione sono in grado di leggere codici a barre con estrema velocità consentendo di operare con un’eccezionale tolleranza ai movimenti della mano e del codice a barre.


Guarda i modelli di

> Lettori di codici a barre rinforzati

Palmari per il magazzino


Gruppi ottici con caratteristiche così performanti sono integrati sia in lettori a pistola che nei palmari e tutte le più importanti case costruttrici prevedono questa tecnologia su determinati modelli.

Per aumentare ulteriormente la distanza di lettura di un lettore long range si possono utilizzare etichette retroriflettenti, costituite da poliestere miscelato con microsfere di vetro che riflettono il raggio dello scanner aumentando la profondità di campo

Hai domande? Scrivimi una mail

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su cristina@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com