Archivi tag: etichette adesive

STAMPANTI DI ETICHETTE ADESIVE: DOMANDE FREQUENTI

In questo articolo raccogliamo una panoramica delle domande più frequenti che ci vengono poste sulla installazione, configurazione e utilizzo delle stampanti di etichette adesive in bobina

STAMPANTE A TRASFERIMENTO TERMICO O TERMICA DIRETTA? QUALI SONO LE DIFFERENZE?

Esistono 2 tecnologie di stampa termica:

> stampa a trasferimento termico

> stampa termica diretta

Entrambi i metodi di stampa utilizzano una testina di stampa termica che applica calore al materiale da stampare.

Quale è la differenza tra i 2 metodi di stampa?

La stampa a trasferimento termico utilizza il calore della testina per riscaldare un nastro inchiostrato, comunemente chiamato ribbon, e produce stampe di lunga durata su un’ampia varietà di materiali.

Diversamente, nella stampa termica diretta, non viene utilizzato alcun nastro e la stampa viene creata direttamente sull’etichetta.

Nella stampa termica diretta deve essere utilizzata un’etichetta sensibile al calore, che si scurisce quando passa sotto la testina di stampa. Un’etichetta termica deve essere utilizzata per applicazioni in ambienti interni e con un breve ciclo di vita

STAMPANTI DI ETICHETTE A TRASFERIMENTO TERMICO: COSA È IL RIBBON?

Nella stampa a trasferimento termico il ribbon è un nastro inchiostrato composto da un film sottile che durante il processo di stampa viene trasferito sull’etichetta tramite il riscaldamento della testina.

Il ribbon viene prodotto in diverse qualità che possiamo raggruppare in tre categorie principali

> Ribbon cera

> Ribbon cera-resina

> Ribbon resina

La qualità più idonea deve essere selezionata in base al materiale dell’etichetta e alla durata/resistenza della stampa che si vuole ottenere.

ETICHETTA TERMICHE O A TRASFERIMENTO TERMICO? QUALI SONO LE DIFFERENZE?

Le etichette termiche sono la soluzione perfetta per stampare informazioni variabili come codici a barre, ingredienti, data di scadenza, lotto di produzione o dati di spedizione.

TERMICO DIRETTO

I materiali termici diretti hanno uno strato chimico applicato su una carta o una base sintetica che viene attivato dal calore della testina di stampa.

Le etichette termiche dirette sono idonee per un breve ciclo di vita, come le etichette di spedizione, le etichette utilizzate nei laboratori di analisi e ovunque sia richiesta una durata limitata

TRASFERIMENTO TERMICO

Le etichette sono stampate attraverso una stampante a trasferimento termico in cui, in corrispondenza della testina di stampa, è posizionato un nastro di stampa, chiamato comunemente ribbon.

Le etichette stampate a trasferimento termico sono più durevoli e adatte anche a condizioni aggressive come pioggia, umidità, polveri, sostanze chimiche

COME POSSO SCEGLIERE LA STAMPANTE DI ETICHETTE GIUSTA PER ME?

Per scegliere la stampante di etichette giusta per le proprie esigenze è necessario valutare una serie di fattori che sono specifici dell’applicazione di stampa

I parametri essenziali per una corretta valutazione sono:

  • Tipologia di stampante
  • Tecnologia di stampa
  • Volume di stampa
  • Larghezza di stampa
  • Risoluzione
  • Interfaccia di connessione
  • Ambiente operativo
  • Accessori

COSA FARE QUANDO LA STAMPANTE DI ETICHETTE NON FUNZIONA?

Possiamo semplificare la metodologia di verifica del processo di stampa procedendo per 3 passi fondamentali:

verifica della stampante

verifica delle impostazioni del driver

verifica del programma da cui si esegue la stampa

Ogni passo deve essere eseguito con una metodologia di esclusione, partendo dalle verifiche più banali e a volte scontate che spesso sono causa dei problemi più frequenti

COME SI CONFIGURA IL DRIVER DI UNA STAMPANTE DI ETICHETTE?

I driver delle stampanti di etichette devono essere configurati affinché la stampante possa funzionare correttamente e produrre stampe nitide e allineate.

I parametri fondamentali da configurare sono:

  • metodo di stampa
  • dimensione dell’etichetta
  • temperatura di stampa
  • impostazione del sensore
  • velocità di stampa

Per accedere al driver della stampante dal Pannello di controllo di Windows, apri la sezione dispositivi e stampanti, seleziona con il tasto destro del mouse la stampante e scegli Preferenze di stampa

In Preferenze di stampa puoi impostare tutti i parametri corretti in funzione del metodo di stampa e il materiale di consumo inserito nella tua stampante

Nel nostro BLOG trovi moltissimi articoli che ti aiutano a configurare correttamente il driver della tua stampante

QUALI CARATTERISTICHE DEVI VALUTARE PER L’ACQUISTO DI UNA STAMPANTE INDUSTRIALE?

I punti fondamentali che devi valutare per l’acquisto di una stampante di etichette di classe industriale sono:

L’ambiente di utilizzo della stampante

  • Il volume di stampa
  • L’installazione semplice e rapida
  • La semplicità di utilizzo
  • La gestione e la manutenzione senza complicazioni
  • Marca: ricordati che costruttori importanti mettono a disposizione degli utenti manuali, video tutorial e software che ti aiutano a gestire le funzioni della stampante sia in locale che da remoto

COME SI INSTALLA UNA STAMPANTE DI ETICHETTE?

A prescindere dalla casa costruttrice e dal modello della stampante che hai acquistato o che sei in procinto di acquistare, tutte le stampanti di etichette si installano sul pc con la medesima procedura.

  • Devi scaricarti i driver di stampa dal sito del costruttore
  • Inserire nella stampante il materiale di consumo
  • Installare i driver e procedere alla configurazione

I parametri fondamentali che devi sempre impostare per un corretto funzionamento sono:

  • Formato dell’etichetta
  • Metodo di stampa
  • Sensore (trasmissivo o riflessivo)
  • Temperatura
  • Velocità

I parametri di stampa devono essere configurati nel driver e/o nel software di stampa con il quale generi le tue etichette

Desideri farci una domanda anche tu? Scrivici

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro


AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

ETICHETTE PERSONALIZZATE PER VASETTI E BARATTOLI:CREAZIONE STAMPA E APPLICAZIONE

“COME REALIZZARRE UN PROCESSO DI STAMPA AUTONOMO “

Etichette personalizzate per vasetti, barattoli, bottiglie : in questo articolo approfondiamo quali sono gli strumenti indispensabili per realizzare un processo di stampa completamente autonomo.

Analizziamo quali sono le 3 fasi per ideare, stampare e applicare un’etichetta adesiva personalizzata.

Delegare una tipografia per la stampa delle etichette, in caso di produzioni limitate, potrebbe non essere la scelta ideale , dovendo comunque eseguire in azienda un successivo processo di stampa dei dati variabili come data e lotto.

Inoltre le tipografie hanno dei minimi di produzione e se il fabbisogno è di poche centinaia di etichette, demandare all’esterno il processo di stampa spesso non è la scelta più conveniente.

Vediamo quali sono i passaggi e gli strumenti indispensabili per realizzare una soluzione di stampa in azienda.

1° FASE

Scelta del materiale della forma e della dimensione dell’etichetta

Come è il tuo contenitore? Cilindrico, conico oppure ha una forma irregolare?

Vuoi applicare un’unica etichetta avvolgente o preferisci un’etichetta fronte-retro?

etichette con forma particolare per barattoli di miele

Le informazioni, obbligatorie, quelle opzionali e la grafica devono prevedere uno specifico spazio sulla tua etichetta.

Quindi la misura dell’etichetta dovrà tener conto delle dimensioni del tuo contenitore, ma anche delle informazioni che dovrai stampare.

Una volta scelto il contenitore devi realizzare una grafica che sia il connubio perfetto tra il tuo vasetto, le informazioni obbligatorie e quelle utili e l’aspetto estetico che vuoi ottenere.

La scelta del materiale dell’etichetta, oltre alla tua preferenza, deve rispettare i vincoli legati alla tua specifica condizione di utilizzo.

Quindi se il tuo prodotto è esposto ad escursioni di temperatura , all’acqua, all’umidità, ad aggressioni di detergenti, solventi dovrai optare per un’etichetta in materiale sintetico come il polipropilene, il poliestere o il PVC.

Se invece il tuo prodotto NON è esposto a fattori aggressivi puoi scegliere un’etichetta in carta.

Hai la possibilità di scegliere carte con lavorazioni particolari, come la carta vergata o martellata, per ottenere una confezione dall’aspetto più naturale o artigianale.

Attenzione anche all’adesivo dell’etichetta: temperature alte o basse richiedono adesivi specifici, così come le superfici irregolari o non perfettamente lisce.

Inoltre considera che la scelta del materiale presuppone sempre la scelta della tecnologia di stampa che utilizzerai: getto d’inchiostro, tecnologia a trasferimento termico o termica diretta, laser non utilizzano gli stessi materiali.

COME STAMPARE IN AZIENDA ETICHETTE PER CONFETTURE ARTIGIANALI

Se vuoi attrarre l’attenzione del tuo cliente, una forma di etichetta fuori dall’ordinario, che sia tonda, ovale o con un profilo accattivante può rappresentare una strategia vincente.

Le forme particolari vanno ben progettate perché potrebbero creare problemi nel momento in cui l’etichetta viene applicata sul contenitore, sia nel caso in cui l’operazione avvenga manualmente, e ancora di più se si utilizzerà un’etichettatrice automatica.

2° FASE

Scelta della stampante di etichette idonea

Se vuoi stampare in autonomia devi acquistare una stampante che gestisca etichette in rotolo.

La stampa in autonomia è un processo flessibile e vantaggioso, che puoi continuamente modellare secondo le tue esigenze

◾ Stampi al momento del bisogno solo la quantità di etichette necessaria

◾ Eviti scorte in magazzino di etichette obsolete

◾ Puoi sempre rinnovare la grafica modificando colori, testi, immagini sull’etichetta come preferisci

◾ Puoi integrare i dati variabili (come data di scadenza e lotto di produzione) nello stesso processo di stampa

Che si tratti di tecnologia a colori , a trasferimento termico o termica la scelta della stampante idonea per la tua azienda dipende da alcuni parametri, tra cui:

>>> la dimensione dell’etichetta (esistono modelli con larghezza di stampa differenti da 4,6 o 8″)

>>> il volume di stampa (se devi stampare svariate migliaia di etichette una stampante desktop non ha la velocità di una stampante di classe industriale).

>>> la grafica che desideri ottenere

Le stampanti con tecnologia a trasferimento termico sono veloci, economiche con l’unico vincolo che la stampa è monocromatica.

Se invece il colore contraddistingue la grafica delle tue etichette, devi optare per la tecnologia a getto d’inchiostro.

La scelta del modello idoneo ai tuoi requisiti di stampa la devi fare con un esperto del settore per valutare gli aspetti tecnici fondamentali per realizzare la stampa che desideri ottenere.

E’ opportuno valutare accessori che spesso sono opzionali nelle stampanti di etichette come:

  • taglierina
  • spellicolatore
  • opzioni di connettività come scheda Wifi o Ethernet

Contattaci per scegliere insieme a noi la stampante adatta alle tue esigenze

3° FASE

La scelta degli strumenti utili

Due strumenti utili, che puoi comunque acquistare in una fase successiva, ti aiutano a gestire la fase di post-stampa in modo produttivo e professionale:

Riavvolgitore di etichette

Applicatore di etichette

I riavvolgitori di etichette sono dispositivi motorizzati che riavvolgono le etichette stampate in rotoli ordinati e uniformi.

Se stampi poche etichette alla volta puoi riavvolgerle manualmente, ma se stampi 500/1.000 etichette un avvolgitore motorizzato ti consente di riavvolgere le etichette in bobina durante il processo di stampa.

Gli applicatori manuali o semi-automatici sono dispositivi progettati per applicare le etichette sui contenitori , producendo un risultato professionale ad un costo contenuto.

In alcune circostanze, dove l’applicazione completamente manuale risulta difficoltosa e complessa, sia per il prodotto da etichettare che per i volumi di produzione giornaliera, un’etichettatrice semiautomatica è la soluzione ideale perché l’investimento non è oneroso e risolve i problemi comuni dell’applicazione manuale:

◾ eliminazione di grinze sull’etichetta

◾ disallineamenti tra etichetta e prodotto

◾ spreco di materiale

◾ perdita di tempo

Come qualsiasi dispositivo tecnologico la scelta di un’applicatore di etichette richiede un’analisi preliminare dei requisiti della tua specifica applicazione

Conclusioni

Passare a una soluzione di stampa di etichette in azienda significa identificare i dispositivi di stampa più adeguati e un fornitore affidabile, con un servizio di assistenza impeccabile sia a livello di dispositivi che di etichette.

Un processo di stampa in autonomia, come del resto in ogni settore, richiede una formazione iniziale semplice ma indispensabile, che noi siamo orgogliosi di dare a tutti i nostri clienti

Contattaci per non perdere il tuo tempo prezioso

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro



…e se intanto vuoi saperne di più, ecco degli articoli correlati

STAMPANTI DI ETICHETTE: LE DOMANDE INDISPENSABILI PER SCEGLIERE IL MODELLO GIUSTO!!!

APPLICATORE DI ETICHETTE PER CONTENITORI CILINDRICI: AUTOMATICO O SEMI AUTOMATICO?

STAMPANTI DI ETICHETTE LETTORI DI CODICI A BARRE TERMINALI PORTATILI MARCATORI PER DATA E LOTTO

Se vuoi approfondire le novità sulle tecnologie, il funzionamento e l’utilizzo di

  • lettori di codici a barre
  • stampanti di etichette adesive
  • terminali portatili
  • marcatori per data di scadenza e lotto di produzione
  • strumenti per la gestione del tuo magazzino

rimani in contatto con noi e aggiornati sui nostri canali

AC SISTEMI STAMPA DEL CODICE A BARRE LETTURA DEL CODICE A BARRE MARCATORI PER DATA E LOTTO TERMINALI PORTATILI

Puoi trovarci su

https://www.acsistemisrl.com/ SITO WEB

https://www.acnet.it/ IL NOSTRO BLOG

@ACSISTEMI CANALE YOUTUBE

https://acsistemionline.com/ ACQUISTA ON-LINE

https://www.inventarioincloud.com/ GESTIONE DEL MAGAZZINO

https://www.instagram.com/acsistemi INSTAGRAM

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

COME STAMPARE ETICHETTE A COLORI SENZA BORDO

Le etichette a fondo colorato sono una sfida per chi stampa in autonomia le etichette dei propri prodotti.

Generalmente, la produzione di etichette in tipografia avviene in due passaggi: prima si stampa la grafica e poi si ritaglia il formato dell’etichetta.

Il layout di stampa viene preventivamente progettato con una sovrabbondanza di 2-3 mm che va oltre la linea di taglio.

come impostare i margini di sanguinamento in un file grafico per la stampa

Una stampante di etichette, invece, esegue la stampa su etichette pretagliate, quindi il processo è completamente capovolto.

Per quanto si dedichi tempo a centrare perfettamente il layout verticalmente e orizzontalmente, possono verificarsi dei disallineamenti di stampa con la formazione di indesiderati margini non colorati.

Dalla parte opposta del margine non colorato si potrà notare dell’inchiostro al di fuori dell’etichetta, depositato sulla fascia siliconata della bobina.

L’inchiostro disperso sulla siliconata avrà difficoltà ad asciugarsi, e potrebbe imbrattare le mani dell’operatore e le altre etichette in fase di maneggiamento.

Grafica etichette per cosmetici con fondo colorato senza bordi

Se non vuoi rinunciare all’idea di un’etichetta colorata a fondo pieno, possiamo fornirti etichette fustellate ad hoc, in cui il formato dell’etichetta che ti occorre è circondato da un ulteriore bordo che ti offrirà i margini necessari per stampare con tranquillità e senza errori.

Progettare una fustella dentro un’altra fustella, ti consentirà anche di stampare etichette multiple o etichette di forma irregolare, che i sensori della stampante avrebbero difficoltà ad intercettare.

fustella per etichette adesive a forma di sigillo per tappi di barattoli

Etichette di questo tipo, però, sono idonee solo per essere applicate manualmente sui contenitori.

Se il tuo volume produttivo fosse elevato e avessi bisogno di un’etichettatrice semi-automatica o automatica, la bobina dovrà contenere etichette pronte per essere attaccate , prive di ulteriori contorni da sfridare.

In questo caso o tolleri eventuali errori di stampa al margine o rinunci al colore di fondo e sviluppi una grafica sulla base bianca dell’etichetta.

Come si correggono i margini di stampa

Le stampanti di etichette della marche migliori sono supportate da driver ricchi di funzioni di calibrazione.

In questo video tutorial troverai un’esempio di regolazione dei margini di stampa per la stampante di etichette Epson ColorWorks CW-C3500

Saper gestire una stampante di etichette richiede comunque pazienza e attitudine.

La soluzione di un’etichetta fustellata con un margine extra evita di dover ricorrere a queste procedure di calibrazione.

Conclusioni

Per essere autonomi nella stampa delle proprie etichette è importante prevedere la fattibilità di un progetto. Contattaci per una consulenza tecnica

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/

Articoli che potrebbero interessarti

COME STAMPARE LE ETICHETTE DEI TUOI PRODOTTI

Se stai valutando di stampare in autonomia le etichette dei tuoi prodotti, in questo articolo troverai degli spunti di riflessione e dei suggerimenti tecnici che potrebbero aiutarti.

Le tecnologie disponibili per la stampa in azienda di etichette in bobina sono 2:

il trasferimento termico: realizza una stampa monocromatica ed è una soluzione conveniente per etichette con una grafica minimalista

il getto di inchiostro: realizza una stampa in tutti i colori ed è indicata per etichette con una grafica elaborata in cui sono presenti immagini, illustrazioni o fotografie.

Hai già una grafica pronta da stampare? O devi ancora realizzarla?

grafica etichette adesive per prodotti alimentari, bevande e cosmetici

Vantaggi della stampa in autonomia delle etichette

Analizziamo quali sono le circostanze in cui conviene stampare le etichette in azienda.

1 Hai una piccola o media produzione che implica un volume di stampa contenuto (500/1000 etichette per volta)

2 Hai dei dati variabili da inserire nella grafica come data di scadenza e lotto di produzione

3 Hai una produzione quantitativamente imprevedibile e non sai quante etichette dovrai utilizzare

4 Hai una produzione in crescita e rinnovi spesso i prodotti e le relative grafiche, oppure ti occupi di stampa conto terzi

5 Provvedi al confezionamento dei tuoi prodotti e non vuoi aspettare i tempi di consegna di etichette prestampate in tipografia

grafica etichette per olio di oliva in bottiglia e in lattina

Se ti riconosci in queste circostanze e malgrado ciò ti rivolgi ad una tipografia dovrai:

  • ordinare con previsione incerta una fornitura di etichette prestampate
  • conservare le etichette in eccesso
  • buttare le etichette con ingredienti, pesi o codici a barre modificati.

L’importanza della grafica di un’etichetta

L’etichetta è il completamento della confezione.

La grafica svolge una funzione strategica per mettere in vendita un prodotto professionale e accattivante.

Non è importante il metodo di stampa quanto invece lo stile, il gusto, i dettagli che generano un’armonia tra il prodotto e l’acquirente tipo.

Non è importante che l’etichetta sia satura di immagini e bombardata di testi, ma che ci siano immagini curate e testi efficaci.

È importante che l’etichetta esprima il valore del prodotto con un linguaggio subliminale, istintivo e distintivo.

Scegli la stampante in base alla grafica, o viceversa?

L’investimento da affrontare per l’acquisto di una stampante a trasferimento termico (etichette monocromatiche) è nettamente inferiore a quello di una stampante a getto di inchiostro (etichette a colori).

Anche il costo di stampa unitario a trasferimento termico è ridotto rispetto a quello a colori, sia per quanto riguarda i materiali di consumo sia i kit di manutenzione per la pulizia degli ugelli.

Le etichette realizzabili a trasferimento termico esprimono modernità e minimalismo, ma anche estrema eleganza se stampi con l’oro o l’argento.

Sebbene un foil di stampa metallizzato costi di più di una tinta opaca, il trasferimento termico rimane una soluzione economicamente conveniente.

Le etichette realizzabili con una stampante a colori possono esprimere qualsiasi stile: dal classico al moderno, dal minimalista al massimalista. Se stampi a colori non avrai nessuna limitazione alla fantasia.

Potresti acquistare una stampante di etichette a colori con la libertà di ideare qualsiasi grafica, o viceversa contenere le spese e cercare di ottenere il meglio da una stampante a trasferimento termico.

Oppure potresti optare per una stampante di etichette a colori e cercare di limitare i consumi di inchiostro preferendo una grafica snella con pochi colori su un materiale di stampa particolare come una carta goffrata o vergata.

Le tue etichette devono essere resistenti?

In alcuni settori, oltre all’apparenza dell’etichetta, subentrano condizioni di conservazione ed uso del prodotto che richiedono etichette particolarmente resistenti.

Si pensi ai cosmetici, ai prodotti da bagno, ai cibi da frigorifero, alle bevande.

grafica etichette per prodotti cosmetici e da bagno

Se userai la tecnologia a colori dovrai acquistare un modello di stampante con inchiostri pigmentati, resistenti all’umidità, alla luce, ai solventi e ai grassi e optare per etichette in materiali idonei come il poliestere o il polipropilene.

Se vuoi realizzare etichette indelebili con una resistenza alle aggressioni senza pari, il trasferimento termico su materiali sintetici con foil di stampa in composizione resina ti garantirà il massimo della persistenza.

Un’etichetta in polipropilene trasparente la puoi stampare a trasferimento termico. Il “no label look” è una scelta molto moderna, sobria e vincente su contenitori di alta classe.

etichette in polipropilene trasparente per cosmetici

Conclusioni

Adottare una soluzione di stampa significa prevedere uno stile vincente per la tua produzione.

Intraprendi il percorso con la consulenza tecnica e grafica necessarie.

Affidati alla nostra esperienza e conoscenza.

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/

Articoli che potrebbero interessarti

STAMPANTI DI ETICHETTE A COLORI PROFESSIONALI: SAI SCEGLIERE IL MODELLO GIUSTO?

MARCATORE A GETTO DI INCHIOSTRO PORTATILE: QUALE SCEGLIERE?

ETICHETTATRICE SEMI AUTOMATICA PER ATTACCARE 1 O 2 ETICHETTE SU BOTTIGLIE E BARATTOLI: PRECISA E VELOCE

STAMPANTI DI ETICHETTE IN BOBINA: COME FUNZIONANO E COME SCEGLIERLE

In questo articolo presentiamo le stampanti di etichette confezionate in rotolo.

A differenza delle etichette stampate in fogli, le etichette in bobina consentono una progressione fluida, automatizzata e continuativa del processo di confezionamento dei prodotti.

Infatti, un rotolo di etichette può essere installato su uno svolgitore, un riavvolgitore o un’etichettatrice, strumenti indispensabili alle aziende con produzioni medio-alte, con un conseguente guadagno di efficienza, precisione e riduzione della manodopera.

Le stampanti di etichette si suddividono principalmente in due categorie, da selezionare in base alla grafica che occorre realizzare:

stampante termica di etichette

per una grafica monocromatica e minimalista abbiamo le stampanti termiche dirette e a  trasferimento termico

PRIMERA LX3000-stampante-di-etichette-a-colori

per una grafica con più colori e immagini elaborate abbiamo le stampanti digitali inkjet

Funzionamento delle stampanti di etichette in  bobina

Direct Thermal Labels

Stampante termica diretta

Funziona con un semplice rotolo di etichette termiche, che si scuriscono reagendo al calore della testina di stampa e riproducono unicamente il colore nero.

ribbon di stampa per stampanti a trasferimento termico

Stampante a trasferimento termico

All’interno della stampante va inserito il rotolo di etichette e un nastro inchiostrante (ribbon), disponibile in varie composizioni e colorazioni. Il calore della testina fonde il ribbon e lo trasferisce sull’etichetta.

N.B. Una stampante a trasferimento termico può funzionare anche in modalità termica diretta (senza ribbon) e non viceversa, perché una stampante termica diretta non ha il meccanismo di inserimento del ribbon.

stampante di etichette a colori

Stampante a colori

all’interno della stampante va inserito il rotolo di etichette e le cartucce di inchiostro. La stampante riproduce il file digitale spruzzando opportunamente le particelle di inchiostro mentre avanza il rotolo di etichette.

TUTTE LE STAMPANTI SONO DOTATE DI UN DRIVER: È IL CENTRO DEI COMANDI CHE VA CONFIGURATO IN BASE ALLE DIMENSIONI DELL’ETICHETTA, AL TIPO DI MATERIALE E ALLA QUALITÀ DI STAMPA CHE SI VUOLE OTTENERE.

Le stampanti delle case costruttrici più importanti vengono fornite con un software grafico incluso (NiceLabel, BarTender, ZebraDesigner) con il generatore di codici a barre e la possibilità di inserire nel layout testi, forme e immagini.

Ciclo di vita dell’etichetta

È importante domandarsi a cosa e per quanto tempo devono resistere le etichette.

Sia per le stampanti termiche che per quelle a colori sono disponibili materiali e inchiostrazioni più o meno durevoli.

L’etichetta con il ciclo di vita più breve è l’etichetta termica, stampata con tecnologia termica diretta: è sensibile all’aggressione di luce e calore e, essendo  generalmente in carta, è fortemente deteriorabile a causa di umidità, acqua, sostanze chimiche e oleose.

SCEGLI UN’ETICHETTA TERMICA SOLO PER USO INTERNO E DI BREVE DURATA

come identificare correttamente le etichette

L’etichetta con il ciclo di vita più lungo è in materiale sintetico (poliestere, polipropilene, vinile) stampata a trasferimento termico con ribbon resina.

Resiste a umidità, acqua, calore, luce, grassi e aggressioni chimiche.

Esistono speciali etichette con materiali e adesivi idonei per condizioni termiche estreme come i forni e le applicazioni criogeniche.

Per la tecnologia di stampa a colori valgono le stesse considerazioni tra carte naturali e materiali sintetici, ma occorre valutare anche l’influenza degli inchiostri.

Le case costruttrici propongono modelli di stampanti con inchiostri a base di coloranti o a base di pigmenti.

I primi offrono gamme molto brillanti ideali per stampare etichette in carta, i secondi sono più persistenti e possono essere utilizzati sia su carta che su materiali sintetici.

Quale modello di stampante scegliere? 

Dopo aver definito la tecnologia di stampa idonea per la tua grafica (monocromatica o a colori), dovrai individuare il modello di stampante adatto alle tue esigenze.

In termini di spesa:

Una stampante termica diretta è la soluzione più economica ma anche tecnologicamente limitativa.

Una stampante a trasferimento termico costa poco di più ma ha una versatilità straordinaria grazie all’ampia gamma di materiali disponibili sia per le etichette che per i ribbon di stampa, anche colorati.

ribbon colorati per stampanti di etichette a trasferimento termico

Una stampante di etichette a colori è un investimento sostanzioso ma necessario quando occorre realizzare un layout ricco e particolareggiato.

3 fattori per scegliere una stampante di etichette

Per tutte le classi di stampanti vale un discorso generico sulle possibilità di scelta, che tiene conto di alcuni parametri fondamentali:

  • dimensione dell’etichetta (esistono modelli con larghezze di stampa differenti)
  • volume di stampa (per un volume elevato ti occorrerà una stampante veloce e di classe elevata)
  • risoluzione di stampa (per una grafica complessa, dettagliata o miniaturizzata avrai bisogno di una risoluzione superiore)

stampanti di etichette desktop Zebra ZD420T e ZD420D

Zebra ZD421T e ZD421D

Larghezza di stampa: 104 mm

Velocità di stampa fino a 152 mm/sec a 203 dpi

Risoluzione 203 dpi o 300 dpi

ZT411 stampante di etichette industriale

Stampante industriale ZT411

Larghezza di stampa: 104 mm

Velocità di stampa fino a 356 mm/sec

Risoluzione 203 dpi, 300 dpi, 600 dpi

Primera LX500 stampante di etichette a colori

Primera LX500e a colori

Inchiostri a base di colorante a cartuccia singola in tricromia CMY

Larghezza di stampa 108 mm

Risoluzione 4800 dpi

STAMPANTE DIGITALE DI ETICHETTE A COLORI EPSON COLORWORKS 6500

Epson CW-6500

Inchiostri a base di pigmenti in 4 cartucce separate C, M,Y, K

Larghezza di stampa 215.9 mm

Risoluzione 1200 dpi

Hai dei dubbi da approfondire? Chiamaci

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

ETICHETTA ALIMENTARE: COME STAMPARE GLI INGREDIENTI SU ETICHETTE PRESTAMPATE

In questo articolo parliamo di come realizzare un’etichetta per prodotti preconfezionati in modo efficiente e flessibile.

Molte produzioni artigianali preferiscono promuovere il loro marchio con un’etichetta che abbia un design distinguibile e attraente per il consumatore.

come stampare etichette per alimenti preconfezionati

Al tempo stesso hanno la necessità di contenere i costi e ottimizzare il magazzino.

Per queste aziende una fornitura di etichette prestampate in tipografia non assolverebbe le loro esigenze.

Infatti, qualsiasi modifica nella lista degli ingredienti, nella grammatura dei prodotti, nella normativa sull’etichettatura invaliderebbe la congruità delle etichette prestampate, che diventerebbero una spesa da cestinare.

La stampa in autonomia delle proprie etichette ha numerosi vantaggi ma non sempre è fattibile per vari motivi: il costo di una stampante di etichette a colori, la carenza di tempo, la mancanza di attitudine.

Una soluzione conveniente è ordinare etichette prestampate a colori, solo con la grafica del logo aziendale e qualche decorazione di fondo, su cui successivamente provvedere alla stampa degli ingredienti e dei dati variabili in azienda.

ETICHETTE PRESTAMPATE A COLORI DA RISTAMPARE A TRASFERIMENTO TERMICO

Stampa degli ingredienti con una stampante termica di etichette

Le stampanti termiche sono economiche, performanti e realizzano una stampa monocromatica sfruttando il calore della testina di stampa.

Si suddividono in 2 sottoclassi con funzionamento differente:

  • trasferimento termico (con ribbon)
  • termico diretto (senza ribbon)
stampa gli ingredienti dell'etichetta alimentare a trasferimento termico
  • La stampante a trasferimento termico funziona con un nastro inchiostrante (ribbon) che viene fuso dal calore della testina di stampa e aderisce all’etichetta realizzando una stampa persistente.

Il trasferimento termico può avvenire con ribbon nero o colorato, offre una disponibilità di materiali di stampa molto variegata ed è la tecnologia raccomandata per produrre etichette nitide e con un lungo ciclo di vita.

  • La stampante termica diretta stampa direttamente su specifiche etichette termosensibili che reagiscono al calore scurendosi.

Sono etichette con un ciclo di vita corto (pochi giorni) adatte per alimenti a breve scadenza.

Se devi etichettare alimenti con una scadenza più lunga, dovrai utilizzare etichette termiche di qualità superiore (termiche protette) in cui le stampe resisteranno per qualche mese.

La disponibilità di materiali per la tecnologia termica diretta è nettamente inferiore a quella del trasferimento termico e realizza stampe esclusivamente in nero.

N.B. Una stampante a trasferimento termico può funzionare anche in modalità termica diretta (senza ribbon) e non viceversa, perché una stampante termica diretta non ha il meccanismo di inserimento del ribbon.

Materiali idonei per la ristampa

Nell’ordinare etichette prestampate a colori devi far attenzione a specificare la tecnologia che userai per la ristampa.

I materiali che consentono stampe a trasferimento termico di qualità sono quelli con superficie liscia: carta patinata, polipropilene opaco e lucido, polipropilene trasparente, poliestere.

La prestampa non deve includere lavorazioni come laminazioni metalliche, embossing, debossing che rendono irregolare lo spessore del supporto.

Etichette con superfici porose come le carte vergate o goffrate non sono idonee per il trasferimento termico.

grafica etichette per prodotti artigianali

Layout per la sovrastampa

Le stampanti delle marche più prestigiose hanno un software grafico incluso, che consente di inserire facilmente testi, forme, immagini e codici a barre.

La versione a pagamento del software include funzionalità di importazione dei dati da un database.

Sia nel software grafico che nel driver della stampante imposti una dimensione di etichetta pari a quella dell’etichetta prestampata a colori.

Per la ristampa completi solo i campi nelle zone destinate a ingredienti, valori nutrizionali, codice a barre, lotto e scadenza.

Gli ingredienti e i valori nutrizionali vanno inseriti utilizzando un carattere leggibile, con altezza delle lettere minuscole di almeno 1,2 mm (0,9 mm per etichette con area inferiore a 80 cm2).

I font migliori per il trasferimento termico sono quelli compatti, senza grazie e assottigliamenti: Arial, Calibri, Helvetica, Montserrat, Roboto, Gothic e tanti altri.

font sans serif per etichetta alimentare

Risoluzione della stampante

Le stampanti termiche possono avere varie risoluzioni di stampa in funzione del modello scelto: 203, 300 , 400 e 600 dpi.

Per le esigenze più comuni una risoluzione di 203 dpi garantisce la giusta nitidezza dei testi.

Per testi particolarmente ridotti occorre una risoluzione di 300 dpi.

La risoluzione di stampa è una caratteristica che cambia sostanzialmente il prezzo d’acquisto di una stampante.

Inoltre, la scelta del modello deve tener conto di altri parametri fondamentali:

dimensione dell’etichetta (esistono modelli con larghezze di stampa differenti)

volume di stampa (modelli desktop per bassi volumi di stampa e modelli industriali per alti volumi di stampa)

Conclusioni

Le etichette a colori hanno un impatto rilevante nella promozione di un prodotto.

Vuoi etichettare i tuoi prodotti in maniera accattivante, conforme, funzionale alle tue esigenze e ottimizzando i costi?

Affidati alla nostra esperienza di stampa

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/

Articoli che potrebbero interessarti

ETICHETTARICE PER CONTENITORI CON SUPERFICI PIANE:LA810 COME FUNZIONA

MARCATORE A GETTO DI INCHIOSTRO PORTATILE: QUALE SCEGLIERE?

COME SI CREA UN’ETICHETTA IN 5 PASSAGGI

ETICHETTE GRANDI O PICCOLE? PERCHÉ DEVI SCEGLIERE LA DIMENSIONE GIUSTA

Le etichette in rotolo vengono utilizzate in molte applicazioni.

Possono riportare dati di produzione, identificazione, tracciabilità, spedizione.

Possono essere il completamento della confezione commerciale di un prodotto con una grafica accattivante e informazioni di consumo.

In tutti i casi, la scelta corretta delle dimensioni dell’etichetta comporta miglioramenti nel processo di etichettatura.

Analizziamo gli aspetti principali derivanti da una selezione oculata del formato dell’etichetta.

Il costo dell’etichetta

La spesa da affrontare per una fornitura di etichette è direttamente proporzionale alla loro dimensione.

Se ti occorre un’etichetta in materiale ordinario come la carta, il calcolo su una grande scala di acquisto può rientrare in margini ragionevoli.

Esistono dei materiali nobili con un costo al m2 elevato per cui anche pochi millimetri di differenza delle dimensioni incidono notevolmente sul prezzo finale.

In questo caso è opportuno dimensionare l’etichetta con misure strettamente necessarie a realizzare un layout di stampa nitido e ordinato, cercando di limitare il più possibile le zone vuote e non stampate.

Il costo di stampa dell’etichetta

Al crescere delle dimensioni dell’etichetta aumentano i costi di stampa sia se si stampa a trasferimento termico che con una stampante di etichette a colori.

Utilizzando la tecnologia a trasferimento termico, il nastro inchiostrato (ribbon) scorre parallelamente al rotolo di etichette ma viene utilizzato solo nei punti in cui è presente la grafica.

Il resto del ribbon è un vuoto a perdere.

Quindi ridurre le dimensioni dell’etichetta significa anche risparmiare sul ribbon di stampa.

ribbon save

Pochissimi modelli di stampanti hanno il meccanismo “Ribbon Save” che blocca lo scorrimento del nastro inchiostrante nei tratti vuoti di grafica, ottimizzando così i costi.

Si pensi ad esempio ai prodotti preconfezionati: le etichette hanno una zona prestampata a colori, mentre i dati variabili come ingredienti, lotto e scadenza spesso vengono stampati a trasferimento termico sull’altra metà dell’etichetta.

In questo caso la funzione “Ribbon Save” apporta un abbattimento incisivo del costo di stampa .

Utilizzando la stampa a colori, un’etichetta di dimensioni esuberanti potrebbe risultare dispersiva e richiedere l’aggiunta nella grafica di cornici riempitive o aree colorate che consumano inchiostro.

L’applicazione dell’etichetta

Se le etichette vengono applicate a mano, il processo sarà più agevole e preciso con etichette di piccole dimensioni.

Diversamente, un’etichetta estesa può sviluppare in fase di applicazione disallineamenti, bolle d’aria, grinze e pieghe.

Una grinza presente sull’etichetta, oltre ad essere antiestetica, potrebbe essere l’origine di una lacerazione o di un distaccamento con una conseguente perdita di dati stampati.

Un’etichettatrice semiautomatica o automatica è una soluzione che velocizza e perfeziona il processo di applicazione.

In base alla superficie di destinazione troverai modelli di etichettatrici per applicazioni piane o cilindriche, da selezionare con cura in base alle dimensioni minime e massime di tutte le etichette che dovrai applicare.

Quando è necessaria un’etichetta piccola?

In molteplici applicazioni la superficie disponibile è ridotta o irregolare e un’etichetta di formato minimo è una scelta obbligata:

  • Etichette per laboratori di analisi
  • Etichette per circuiti elettronici
  • Etichette di identificazione dei cespiti
  • Etichette per prodotti alimentari e cosmetici in piccole grammature

ATTENZIONE: LE DIMENSIONI DI UN’ETICHETTA PICCOLA POTREBBERO NON RISPETTARE I PARAMETRI MINIMI DELLA TUA STAMPANTE DI ETICHETTE

Quando è necessaria un’etichetta grande?

In alcuni casi un’etichetta di grandi dimensioni è l’unica soluzione efficiente. Vediamo alcuni esempi:

  • Etichette per scaffalature di magazzini dove vengono stampati codici a barre da scansionare a grande distanza
  • Etichette per segnaletica e avvisi di sicurezza che devono risaltare in evidenza
  • Etichette per spedizioni
  • Etichette per prodotti alimentari con testi che devono rispettare le indicazioni della normativa sulla dimensione minima dei caratteri
  • Etichette avvolgenti anti-scollamento per alimenti o prodotti conservati in frigorifero

Conclusioni

La stampa in autonomia di etichette in bobina apporta numerosi vantaggi: velocità, flessibilità, efficienza operativa.

Se il tuo volume di stampa è elevato, qualsiasi elemento che possa apportare una riduzione dei costi è un mattoncino del tuo business.

Contattaci per una consulenza commisurata alle tue esigenze di stampa

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/

FORMA DELL’ETICHETTA: QUANDO SCEGLIERNE UNA PARTICOLARE

Le etichette adesive hanno innumerevoli utilità, ognuna delle quali richiede delle caratteristiche specifiche.

Quando si ordina una fornitura di etichette neutre bisogna specificare la tecnologia di stampa che verrà utilizzata, il tipo di materiale dell’etichetta, il tipo di adesivo e in ultimo il formato dell’etichetta.

realizzazione grafica etichette per olio di oliva con fustella particolare

Oltre alle comuni etichette rettangolari e tonde, è possibile generare qualsiasi forma di etichetta:

  • a cuore
  • a sigillo
  • sagomate
  • con il bordo frastagliato …

Le opzioni sono infinite purché sia garantita la possibilità di poterla stampare e applicare sull’oggetto di destinazione.

Perché scegliere una forma di etichetta originale?

Certamente qualcosa di straordinario attrae l’attenzione con una calamità superiore, quindi proporre un profilo di etichetta insolito può mettere in risalto un semplice messaggio promozionale o un prodotto.

Optando per una fustella di etichetta originale puoi:

  • creare confezioni regalo personalizzate, inserire logo e indirizzo su confezioni commerciali di pasticceria, gioielleria, profumeria, enoteca.
  • ideare un design innovativo dell’etichetta di un vino, un miele, un olio, una confettura, una crema al tartufo, una vaschetta alimentare, un sacchetto di biscotti.
  • sigillare il tappo di qualsiasi prodotto per garantirne l’integrità.
  • applicare l’etichetta ideale su un contenitore affusolato per cui una forma di etichetta rettangolare formerebbe disallineamenti, bolle e grinze.

Applicazione dell’etichetta manuale o con un’etichettatrice?

Quando si confezionano etichette in bobina bisogna seguire dei criteri.

I dispositivi di stampa e post stampa devono gestire una bobina di etichette di forma originale con la stessa efficienza che esplicherebbero su etichette rettangolari.

Quindi la fustella va progettata considerando sia come agiscono i sensori di una stampante per intercettare il passaggio dell’etichetta, sia la difficoltà che potrebbe verificarsi durante il processo di spellicolatura in un applicatore di etichette in presenza di concavità e convessità rilevanti.

Invece, se le etichette verranno prelevate e applicate manualmente, come accade per piccole produzioni, potranno essere progettate fustelle stravaganti con più libertà.

Conclusioni

Che sia funzionale o che sia accattivante, un’etichetta fuori dal comune va progettata conoscendo tutti i parametri dei dispositivi.

Se ti occorre una fustellatura innovativa, contattaci.

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/

Articoli correlati

ETICHETTE PER LA STAMPA DIGITALE: COME SCEGLIERE IL MATERIALE GIUSTO

STAMPANTI DI ETICHETTE A COLORI PROFESSIONALI: SAI SCEGLIERE IL MODELLO GIUSTO?

CONFEZIONI PERSONALIZZATE: COME SFRUTTARE AL MEGLIO UNA STAMPANTE DI ETICHETTE A TRASFERIMENTO TERMICO

DOMANDE FREQUENTI SULLE ETICHETTE ADESIVE IN ROTOLO

In questo articolo rispondiamo alle domande più frequenti che ci vengono poste sulla stampa e la gestione di etichette adesive confezionate in rotolo.

COME SI MISURANO LE ETICHETTE ADESIVE?

Questo aspetto è una caratteristica fondamentale

Almeno 7 volte su 10 le dimensioni delle etichette vengono comunicate in modo errato.

Quando ci si trova le prime volte ad ordinare le etichette per la propria stampante, si potrebbe fare un po’ di confusione con le grandezze necessarie a confezionare un rotolo, che sia al contempo commisurato alle proprie esigenze e anche compatibile con le specifiche della stampante.

I parametri essenziali che devono essere sempre specificati sono:

Larghezza dell’etichetta

Osservando il verso di uscita del rotolo dalla stampante, la larghezza si misura sulla linea trasversale.

Altezza dell’etichetta

L’altezza si misura sulla perpendicolare alla larghezza.

Gap o black mark

E’ necessario specificare se ti occorre un’etichetta con gap o black mark

Il Gap è la distanza tra tue etichette consecutive, uno spazio generalmente di 3 mm utile ai sensori della stampante per eseguire la taratura delle etichette.

Se l’etichetta è trasparente si utilizza una riga nera sul retro della siliconata

Dimensioni del rotolo

L’alloggiamento del rotolo nella stampante deve soddisfare alcuni requisiti, forniti nella scheda tecnica della stampante, che sono:

  • DIAMETRO INTERNO ROTOLO (o anima)
  • DIAMETRO ESTERNO ROTOLO
rotoli di etichette

ETICHETTE IN CARTA, POLIESTERE, PVC O POLIPROPILENE: QUALE MATERIALE DEVI UTILIZZARE?

I materiali per etichette adesive sono innumerevoli e ricorda che tecnologie di stampa differenti utilizzano materiali diversi

Quindi un’etichetta in carta per stampanti a trasferimento termico è differente dall’equivalente etichetta in carta per stampanti a colori con tecnologia a getto d’inchiostro.

La scelta del materiale specifico deve essere eseguita in base al ciclo di vita dell’etichetta

Carta o plastica?

La carta è il materiale più comune utilizzato per stampare etichette, è l’etichetta con cui si ha più familiarità.

Il poliestere, il polipropilene, il pvc e il polietilene sono materiali sintetici con una gamma più ampia di proprietà e caratteristiche rispetto a quelle offerte dalla carta.

L’aspetto più evidente è la loro durata e la capacità di far fronte a un insieme di condizioni molto più variegato rispetto alle etichette in carta.

QUALE ADESIVO TI OCCORRE?

Chi acquista etichette adesive raramente si focalizza sulla tipologia di adesivo idoneo all’applicazione

Viene genericamente richiesto un adesivo permanente o rimovibile, ma nella reatà ci sono centinaia di adesivi specifici e la scelta richiede la conoscenza di fattori che influenzano il collante dell’etichetta:

  • la forma e il materiale della superficie su cui applicato
  • la pulizia della superficie
  • la temperatura e l’umidità

Approfondisci

ETICHETTE TERMICHE O A TRASFERIMENTO TERMICO? QUALE E’ LA DIFFERENZA?

Esistono due metodi di stampa termica, ognuno con i propri vantaggi:

  • trasferimento termico
  • termico diretto

Nella stampa termica diretta gli elementi della testina termica sono a diretto contatto con il materiale dell’etichetta.

La stampa termica diretta deve essere utilizzata con un’etichetta in materiale termico, cioè sensibile al calore della testina, il quale provoca un cambiamento di colore sul materiale per creare l’immagine stampata.

Al contrario, la stampa a trasferimento termico utilizza un nastro inchiostrato che scorre tra la testina di stampa e l’etichetta.

La scelta dell’opzione corretta dipende in primo luogo dalla resistenza che l’etichetta deve offrire nelle sue condizioni d’uso e per il suo intero ciclo di vita, in secondo luogo dalle necessità operative e logistiche della vostra attività.

QUALI SONO GLI STRUMENTI GIUSTI PER GESTIRE LE ETICHETTE IN ROTOLO?

Lo scopo degli strumenti per la gestione di etichette in rotolo è quello di rendere fluidi ed efficienti i processi aziendali, con un notevole risparmio di tempo.

C’è un’ampia varietà di dispositivi tra cui scegliere per distribuire, riavvolgere, applicare e contare le etichette adesive.

RIAVVOLGITORI DI ETICHETTE ADESIVE

I riavvolgitori di etichette sono degli strumenti motorizzati che riavvolgono le etichette stampate in rotoli ordinati e uniformi.

SVOLGITORI DI ETICHETTE ADESIVE

Gli svolgitori di etichette sono utili per alimentare la stampante di etichette con rotoli esterni di grandi dimensioni o comunque con dimensioni più grandi rispetto all’alloggiamento interno della stampante.

DISPENSATORI DI ETICHETTE

I dispensatori di etichetti sono strumenti economici ma efficaci nel presentare un’etichetta parzialmente spellicolata dalla siliconata.

APPLICATORI DI ETICHETTE

Gli applicatori manuali o semi-automatici sono dispositivi progettati per applicare le etichette sui contenitori sia cilindrici che conici, producendo un risultato professionale con un investimento contenuto.

CONTATORI DI ETICHETTE

Il contatore di etichette è un dispositivo che integra uno svolgitore e un riavvolgitore per etichette in bobina con un sistema di controllo tramite fotocellula che permette di contare il numero di etichette presenti in un rotolo.

ETICHETTE PRESTAMPATE O STAMPA IN AUTONOMIA: QUALE È LA SCELTA PIÙ CONVENIENTE?

Quando si ha la necessità di etichette con codice a barre, etichette prodotto, etichette matricola è più conveniente acquistare un servizio di stampa esterno che ci fornisca le etichette pronte per essere applicate o è più vantaggioso stamparle in autonomia?

STAMPA IN AUTONOMIA

Stampare le etichette internamente alla propria azienda significa acquistare una o più stampanti di etichette con tecnologia idonea a stampare l’etichetta di cui abbiamo bisogno.

Quali sono i fattori da valutare e che rendono conveniente una soluzione di stampa autonoma?

  • Se devi stampare dati variabili, come lotto, data di scadenza o specifiche del prodotto
  • Se non sai in anticipo le informazioni da stampare
  • Se il tuo processo di stampa richiede flessibilità e immediatezza
  • Se devi stampare in base alle esigenze di utilizzo e non hai dei volumi di stampa prevedibili e costanti
  • Quando hai bisogno di qualche etichetta aggiuntiva
  • Quando devi stampare poche etichette con layout differenti
  • Quando ti occorrono etichette di dimensioni diverse e non vuoi avere uno stock di magazzino che potrebbe rimanere inutilizzato
  • Se stampi volumi ridotti, a volte è più efficiente ed economico stampare le etichette in autonomia e solo nella quantità necessaria

Quando è più conveniente ordinare etichette pre-stampate?

Le etichette pre-stampate sono etichette stampate con tutte le informazioni e la grafica, pronte per essere applicate.

Quando non hai personale da dedicare alla gestione del processo di stampa e alla manutenzione delle stampanti

  • Se non vuoi investire in stampanti di etichette
  • Se stampi occasionalmente
  • Se hai problemi di spazio
  • Se non desideri complicazioni le etichette prestampate sono una soluzione facile: non hai bisogno di stampanti, software e personale idoneo da dedicare al processo di stampa

Non sai quale etichetta utilizzare?

Contattaci e parlane con noi

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro