Archivi categoria: etichette in rotolo

PREVENTIVO ETICHETTE: COME CALCOLARLO CORRETTAMENTE

In questo articolo vediamo quali elementi tenere in considerazione nella richiesta di un preventivo per etichette e perché effettuare un acquisto di etichette online, senza un’adeguata pre-analisi, possa indurre in errore.

Le etichette adesive si usano in tantissime applicazioni: spedizioni, confezionamento di cibi e bevande, produzione, anti contraffazione, tracciamento di semi-lavorati, cespiti, archivi, analisi cliniche e molto altro ancora.

etichette adesive in bobina

Ogni applicazione richiede un’etichetta particolare in un determinato materiale, con uno specifico adesivo, idonea alla propria tecnologia di stampa e nelle dimensioni occorrenti.

Per risparmiare sul prezzo di acquisto ed accelerare i tempi di consegna, ci si potrebbe accontentare delle etichette che il proprio fornitore ha nello stock.

Tuttavia, non sempre è possibile declinare le proprie esigenze su un prodotto non personalizzato e si deve richiedere un preventivo per una produzione di etichette con le caratteristiche esatte.

Il volume dell’ordine

La quantità di etichette richieste determina il metodo di produzione e il conseguente costo unitario: esistono sistemi di taglio digitale senza fustella e sistemi meccanici con fustella che, una volta prodotta, tagliano a gran velocità.

Quindi il primo fattore che devi valutare è il numero di etichette che ti occorre.

Conviene ordinare il doppio o il triplo delle etichette che utilizzerai per abbassare i costi unitari?

…E se poi cambierai necessità, che ne sarà di tutte quelle etichette invecchiate in magazzino?

etichette adesive per ambienti difficili

Il materiale dell’etichetta

Dopo aver specificato la tipologia di stampante che utilizzi si deve scegliere il materiale idoneo alla propria applicazione.

In questa valutazione i parametri fondamentali sono l’ambiente e il tempo: dove saranno attaccate le tue etichette e quanto tempo devono durare?

Se cerchi un’etichetta di breve durata o da esporre in un ambiente interno puoi affidarti alla carta (opaca, lucida o con trama), ma se in quella breve durata la tua etichetta entrerà in contatto con acqua, solventi, calore, gelo o subirà dei trattamenti abrasivi, dovrai scegliere un materiale sintetico.

I materiali sintetici sono ideali per produrre etichette con un lungo ciclo di vita, ed essendo dei materiali nobili incidono sul preventivo differentemente.

Potremmo allinearli su una scala dal meno costoso al più costoso in questo ordine:

polipropilene – polipropilene trasparente – poliestere – pvc fuso

Il pvc fuso, in particolare, stampabile a trasferimento termico, è il materiale migliore per i beni durevoli e per applicazioni all’esterno, che richiedono etichette indelebili, perenni e in grado di aderire sulle superfici più irregolari.

L’adesivo dell’etichetta

Un’etichetta che si stacca dalla sua posizione è una perdita di identità.

Gli adesivi svolgono un ruolo fondamentale nel ciclo di vita dell’etichetta.

La primordiale distinzione tra adesivo permanente e adesivo removibile è una semplificazione che non esplora le infinite composizioni esistenti.

Ci sono adesivi base gomma, adesivi base acrilico, adesivi per applicazioni criogeniche e adesivi per temperature estremamente alte.

Il tuo fornitore di etichette deve sapere su quale superficie le applicherai (vetro, plastica liscia, plastica porosa, metallo, carta, cartone, legno), la situazione ambientale al momento dell’applicazione dell’etichetta (temperatura, umidità), le probabili aggressioni successive (acqua, umidità, calore, gelo, sostanze chimiche).

Come  si misura l’etichetta

L’etichetta non va misurata immaginandola applicata sulla sua destinazione, ma considerando il suo verso di uscita dalla stampante.

Le misure vanno fornite nell’ordine LARGHEZZA X ALTEZZA anche se le etichette verranno stampate ruotate di 90°.

come misurare le etichette in rotolo

Il confezionamento delle etichette in rotolo

I rotoli di etichette devono essere gestiti in primis dalle stampanti di etichette.

Ogni modello di stampante ha i suoi parametri caratteristici tra cui: larghezza del passaggio carta, diametri interno ed esterno del rotolo di etichette, gap tra le etichette (spazio tra due etichette successive) o black mark (stampato sul retro di un rotolo di etichette trasparenti o etichette a basso contrasto di colore con la siliconata).

A proposito… sai quante persone ci chiamano che hanno acquistato online etichette trasparenti senza black mark? Ovviamente non potranno mai stamparle! Non sappiamo se ridere o se piangere…

In caso di etichette di dimensioni ridotte, altri parametri importanti sono la larghezza e l’altezza di stampa minime del tuo modello di stampante.

Se devi stampare un’etichetta con larghezza minore di 15 mm , su molti modelli sei costretto a stampare su etichette confezionate in più piste

Se successivamente alla stampa le tue bobine dovranno essere gestite da dispensatori di etichette o da etichettatrici semi automatiche, avrai ulteriori informazioni da fornire per il giusto confezionamento del rotolo.

Conclusioni

La richiesta di un preventivo per la fornitura di etichette richiede il coordinamento di una serie di fattori.

Spesso l’etichetta con il prezzo più vantaggioso non corrisponde all’etichetta idonea alla tua applicazione e gestibile da tutti i tuoi strumenti.

AC Sistemi ▶ Soluzioni complete di etichettatura ▶ Vendita Installazione e Assistenza STAMPANTI DI ETICHETTE ▶ Fornitura di ricambi materiali e inchiostri ▶ Studio grafico personalizzato

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/

SIGILLI ADESIVI PER BARATTOLI E BOTTIGLIE: COME STAMPARLI IN AUTONOMIA SENZA ERRORI

Un sigillo di integrità per prodotti in sottovuoto o in bottiglia è una tutela per i consumatori e un elemento che completa esteticamente il confezionamento.

Chi stampa in autonomia le etichette dei propri prodotti potrebbe incontrare qualche difficoltà a stampare i sigilli.

La forma irregolare, la dimensione a volte ridotta, l’imprecisione dell’allineamento delle stampe ed altri inconvenienti potrebbero condurre ad un risultato non professionale.

Nella stampa in tipografia il materiale viene prima stampato e poi tagliato, per cui l’inchiostro incontra sempre un supporto assorbente che lo cattura. Il grafico prepara i file per la stampa impostando dei margini extra contorno che successivamente verranno ritagliati.

come impostare i margini di sanguinamento in un file grafico per la stampa

La stampa in autonomia, invece, avviene su etichette pretagliate (fustellate) e una stampa troppo allineata o che fuoriesce dal bordo incontrerà un materiale non assorbente, la siliconata, con l’inconveniente di far migrare gli inchiostri e sporcare involontariamente le altre etichette in bobina.

etichette adesive in bobina

Come fustellare sigilli adesivi facili da stampare

Per agevolare il processo di stampa, abbiamo ideato delle fustelle che risolvono qualsiasi problema.

Negli esempi che seguono i sigilli si presentano in due o più file, a seconda della grandezza, e sono immersi in una matrice unica che consente la stampa a pieno bordo, offrendo un margine di sicurezza per gli inchiostri (sanguinamento).

Inoltre, i sensori della stampante capteranno una sola grande etichetta rettangolare e tutto sarà più facile e con un esito altamente professionale.

sigilli adesivi per bottiglie e barattoli fustellati per una stampa senza errori

In questo modo è possibile stampare su qualsiasi forma di etichetta e creare in autonomia dei sigilli originali e professionali, anche con una stampante di etichette compatta.

Ecco un video con delle proposte di sigilli stravaganti per un confezionamento accattivante.

Lo stesso procedimento è applicabile anche a forme più complesse, in cui il sigillo è integrato all’etichetta

Sigilli adesivi per stampanti di etichette a colori

Possiamo realizzare sigilli adesivi ed etichette di qualsiasi forma, in vari materiali per stampanti di etichette a colori:

CARTA OPACA – CARTA LUCIDA – CARTA VERGATA – POLIPROPILENE OPACO – POLIPROPILENE LUCIDO

𝐓𝐢 𝐟𝐨𝐫𝐧𝐢𝐫𝐞𝐦𝐨 𝐬𝐢𝐚 𝐢 𝐬𝐢𝐠𝐢𝐥𝐥𝐢 𝐬𝐢𝐚 𝐢𝐥 𝐟𝐢𝐥𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐩𝐫𝐨𝐟𝐢𝐥𝐨 𝐝𝐢 𝐭𝐚𝐠𝐥𝐢𝐨 𝐜𝐡𝐞 𝐜𝐨𝐧𝐬𝐞𝐧𝐭𝐢𝐫à 𝐚𝐥 𝐭𝐮𝐨 𝐠𝐫𝐚𝐟𝐢𝐜𝐨 𝐝𝐢 𝐩𝐫𝐞𝐩𝐚𝐫𝐚𝐫𝐞 𝐥𝐞 𝐬𝐭𝐚𝐦𝐩𝐞.

Se ti occorre una rielaborazione dal nostro reparto grafico, siamo pronti a collaborare con te.

Vuoi anche tu stampare sigilli eccezionali?

Contattaci per una quotazione personalizzata con le dimensioni e la forma di sigillo che ti occorrono.

AC Sistemi ▶ Soluzioni complete di etichettatura ▶ Vendita Installazione e Assistenza STAMPANTI DI ETICHETTE ▶ Fornitura di ricambi materiali e inchiostri ▶ Studio grafico personalizzato

Visita la nostra proposta di Stampanti di etichette a colori

Installazione e configurazione gratuite per i nostri clienti

Stai cercando un design per le tue etichette?

Cerca tra i nostri modelli personalizzabili

modelli di etichette personalizzabili

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/

HAI BISOGNO DI ETICHETTE IN ROTOLO? COME EVITARE ERRORI NEI SENSORI DELLA STAMPANTE O DELL’ETICHETTATRICE

Quando ti occorre un’etichetta, non è sufficiente prevedere larghezza e altezza ma è necessario far confezionare il rotolo in modo che sia compatibile con tutti i parametri delle macchine di stampa e di gestione di etichette in rotolo che userai.

In una stampante l’alloggiamento della bobina e il meccanismo di trascinamento sono progettati per ospitare rotoli di etichette con ingombri minimi e massimi, che sono specificati nella scheda tecnica del dispositivo.

come ordinare correttamente le etichette in rotolo per stampanti ed etichettatrici

Le grandezze da tenere in considerazione per stampanti ed etichettatrici sono:

>>> diametro interno della bobina
>>> diametro massimo esterno della bobina
>>> larghezza del rotolo

(larghezza etichetta + margini di siliconata esposta)

>>> altezza dell’etichetta per etichettatrici semiautomatiche

alcuni dispositivi per applicare etichette su bottiglie e barattoli non sono in grado di spellicolare etichette troppo lunghe e non tutti i materiali sono adatti alla spellicolatura

Etichette in rotolo per stampanti

Tutte le stampanti di etichette, sia termiche che a colori, gestiscono le etichette in bobina grazie ai sensori.

Sostanzialmente le etichette di uso comune possono essere:

  • etichette dai contorni ben distinguibili, sia bianche che colorate
  • etichette in materiale trasparente dai contorni non distinguibili
  • moduli continui di vari materiali che non presentano alcun contorno, come un rotolo di carta termica per ricevute oppure un nastro in TNT per etichette abbigliamento

Per queste 3 classi di etichette le stampanti utilizzano sensori differenti, che vanno opportunamente specificati quando si configura il driver della stampante.

Sensori di una stampante di etichette

>>> sensore trasmissivo per etichette con gap

Rileva il gap nel passaggio tra un’etichetta e l’altra, grazie alla trasparenza della siliconata, che trasmette maggiormente il segnale luminoso emesso dal sensore rispetto alla zona in cui è presente l’etichetta.

Le etichette per stampanti termiche e a trasferimento termico vanno confezionate con un gap di circa 3 mm, mentre per le stampanti a colori è preferibile un gap superiore di circa 5 mm.

In tutti i casi è consigliabile consultare la scheda tecnica della stampante dove viene specificata la misura del gap minimo che il sensore è in grado di intercettare

>>> sensore riflessivo per etichette trasparenti

Nelle etichette trasparenti il gap è invisibile e occorre che sul retro della siliconata sia stampato, in corrispondenza del gap, un black mark di colore nero molto intenso, per riflettere il segnale luminoso del sensore della stampante.

Sebbene parecchie stampanti abbiano i sensori mobili, è preferibile stampare il black mark lungo tutta la larghezza della siliconata.

ETICHETTE IN POLIPROPILENE TRASPARENTE CON TACCA NERA SUL RETRO
>>> nessun sensore per moduli non pretagliati

Se si utilizzano moduli continui la posizione di inizio stampa è indifferente e la stampante non attiverà i sensori, purché sul driver della stampante sia stato specificato il supporto corretto.

Se si utilizza un modulo continuo e distrattamente si lascia l’impostazione gap o black mark, la stampante srotolerà il supporto alla ricerca di un contorno che non troverà mai.

Configurazione del driver della stampante

Le stampanti di etichette sono versatili perché, a differenza delle stampanti di fogli A4, possono lavorare su una vasta gamma di formati.

Nelle impostazioni del driver non bisogna mai tralasciare di specificare il tipo di sensore in relazione al tipo di supporto, per non mandare in errore la stampante.

Una volta selezionato il sensore è consigliabile procedere con una calibrazione o taratura seguendo le istruzioni specifiche del modello della stampante.

Etichette in rotolo per etichettatrici semiautomatiche

Come detto in precedenza, il rotolo di etichette deve avere delle caratteristiche di ingombro opportune per il proprio modello di etichettatrice.

Un’etichettatrice semiautomatica si avvale di una fotocellula per il rilevamento dell’etichetta e, come per una stampante, il gap o il black mark attivano l’operazione.

Spesso l’acquisto di un’etichettatrice è successivo all’adozione di un tipo di etichetta, oppure ne occorre una in grado di lavorare con vari formati e materiali.

Primera AP360 / AP362

Per esempio, non tutte le etichettatrici sono dotate di una fotocellula a forchetta, che è indispensabile per intercettare le etichette trasparenti.

È sempre opportuno consultare un tecnico esperto che possa coordinare i vari parametri richiesti in un unico dispositivo.

Conclusioni

Per non accorgerti troppo tardi che le etichette ordinate sono incompatibili con i tuoi macchinari, acquista le tue etichette da chi sa cosa ci dovrai fare.

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/

Articoli correlati

RISOLUZIONE DEI PROBLEMI DI STAMPA PER LE STAMPANTI TERMICHE DI ETICHETTE

STAMPANTI DI ETICHETTE: LE DOMANDE INDISPENSABILI PER SCEGLIERE IL MODELLO GIUSTO!!!

COME SCEGLIERE UN’ETICHETTATRICE AUTOMATICA: CONSIDERAZIONI CHIAVE