STAMPANTI DI ETICHETTE ADESIVE: DOMANDE FREQUENTI

In questo articolo raccogliamo una panoramica delle domande più frequenti che ci vengono poste sulla installazione, configurazione e utilizzo delle stampanti di etichette adesive in bobina

STAMPANTE A TRASFERIMENTO TERMICO O TERMICA DIRETTA? QUALI SONO LE DIFFERENZE?

Esistono 2 tecnologie di stampa termica:

> stampa a trasferimento termico

> stampa termica diretta

Entrambi i metodi di stampa utilizzano una testina di stampa termica che applica calore al materiale da stampare.

Quale è la differenza tra i 2 metodi di stampa?

La stampa a trasferimento termico utilizza il calore della testina per riscaldare un nastro inchiostrato, comunemente chiamato ribbon, e produce stampe di lunga durata su un’ampia varietà di materiali.

Diversamente, nella stampa termica diretta, non viene utilizzato alcun nastro e la stampa viene creata direttamente sull’etichetta.

Nella stampa termica diretta deve essere utilizzata un’etichetta sensibile al calore, che si scurisce quando passa sotto la testina di stampa. Un’etichetta termica deve essere utilizzata per applicazioni in ambienti interni e con un breve ciclo di vita

STAMPANTI DI ETICHETTE A TRASFERIMENTO TERMICO: COSA È IL RIBBON?

Nella stampa a trasferimento termico il ribbon è un nastro inchiostrato composto da un film sottile che durante il processo di stampa viene trasferito sull’etichetta tramite il riscaldamento della testina.

Il ribbon viene prodotto in diverse qualità che possiamo raggruppare in tre categorie principali

> Ribbon cera

> Ribbon cera-resina

> Ribbon resina

La qualità più idonea deve essere selezionata in base al materiale dell’etichetta e alla durata/resistenza della stampa che si vuole ottenere.

ETICHETTA TERMICHE O A TRASFERIMENTO TERMICO? QUALI SONO LE DIFFERENZE?

Le etichette termiche sono la soluzione perfetta per stampare informazioni variabili come codici a barre, ingredienti, data di scadenza, lotto di produzione o dati di spedizione.

TERMICO DIRETTO

I materiali termici diretti hanno uno strato chimico applicato su una carta o una base sintetica che viene attivato dal calore della testina di stampa.

Le etichette termiche dirette sono idonee per un breve ciclo di vita, come le etichette di spedizione, le etichette utilizzate nei laboratori di analisi e ovunque sia richiesta una durata limitata

TRASFERIMENTO TERMICO

Le etichette sono stampate attraverso una stampante a trasferimento termico in cui, in corrispondenza della testina di stampa, è posizionato un nastro di stampa, chiamato comunemente ribbon.

Le etichette stampate a trasferimento termico sono più durevoli e adatte anche a condizioni aggressive come pioggia, umidità, polveri, sostanze chimiche

COME POSSO SCEGLIERE LA STAMPANTE DI ETICHETTE GIUSTA PER ME?

Per scegliere la stampante di etichette giusta per le proprie esigenze è necessario valutare una serie di fattori che sono specifici dell’applicazione di stampa

I parametri essenziali per una corretta valutazione sono:

  • Tipologia di stampante
  • Tecnologia di stampa
  • Volume di stampa
  • Larghezza di stampa
  • Risoluzione
  • Interfaccia di connessione
  • Ambiente operativo
  • Accessori

COSA FARE QUANDO LA STAMPANTE DI ETICHETTE NON FUNZIONA?

Possiamo semplificare la metodologia di verifica del processo di stampa procedendo per 3 passi fondamentali:

verifica della stampante

verifica delle impostazioni del driver

verifica del programma da cui si esegue la stampa

Ogni passo deve essere eseguito con una metodologia di esclusione, partendo dalle verifiche più banali e a volte scontate che spesso sono causa dei problemi più frequenti

COME SI CONFIGURA IL DRIVER DI UNA STAMPANTE DI ETICHETTE?

I driver delle stampanti di etichette devono essere configurati affinché la stampante possa funzionare correttamente e produrre stampe nitide e allineate.

I parametri fondamentali da configurare sono:

  • metodo di stampa
  • dimensione dell’etichetta
  • temperatura di stampa
  • impostazione del sensore
  • velocità di stampa

Per accedere al driver della stampante dal Pannello di controllo di Windows, apri la sezione dispositivi e stampanti, seleziona con il tasto destro del mouse la stampante e scegli Preferenze di stampa

In Preferenze di stampa puoi impostare tutti i parametri corretti in funzione del metodo di stampa e il materiale di consumo inserito nella tua stampante

Nel nostro BLOG trovi moltissimi articoli che ti aiutano a configurare correttamente il driver della tua stampante

QUALI CARATTERISTICHE DEVI VALUTARE PER L’ACQUISTO DI UNA STAMPANTE INDUSTRIALE?

I punti fondamentali che devi valutare per l’acquisto di una stampante di etichette di classe industriale sono:

L’ambiente di utilizzo della stampante

  • Il volume di stampa
  • L’installazione semplice e rapida
  • La semplicità di utilizzo
  • La gestione e la manutenzione senza complicazioni
  • Marca: ricordati che costruttori importanti mettono a disposizione degli utenti manuali, video tutorial e software che ti aiutano a gestire le funzioni della stampante sia in locale che da remoto

COME SI INSTALLA UNA STAMPANTE DI ETICHETTE?

A prescindere dalla casa costruttrice e dal modello della stampante che hai acquistato o che sei in procinto di acquistare, tutte le stampanti di etichette si installano sul pc con la medesima procedura.

  • Devi scaricarti i driver di stampa dal sito del costruttore
  • Inserire nella stampante il materiale di consumo
  • Installare i driver e procedere alla configurazione

I parametri fondamentali che devi sempre impostare per un corretto funzionamento sono:

  • Formato dell’etichetta
  • Metodo di stampa
  • Sensore (trasmissivo o riflessivo)
  • Temperatura
  • Velocità

I parametri di stampa devono essere configurati nel driver e/o nel software di stampa con il quale generi le tue etichette

Desideri farci una domanda anche tu? Scrivici

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro


AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

MARCATORI PORTATILI PER LA STAMPA DIRETTA SUI PRODOTTI: 5 FATTORI DA CONSIDERARE PRIMA DELL’ACQUISTO

I marcatori portatili per la stampa diretta ti consentono di stampare i dati variabili direttamente sui tuoi prodotti.

Se devi stampare data di scadenza, lotto di produzione o altre informazioni che variano da prodotto a prodotto, i marcatori portatili a getto d’inchiostro sono la scelta ideale quando i tuoi volumi di stampa non sono così elevati da giustificare l’acquisto di una soluzione completamente automatica su nastro trasportatore o linea di confezionamento.

MARCATORI PORTATILI PER LA STAMPA DIRETTA SUI PRODOTTI

Un marcatore portatile ben progettato dovrebbe essere leggero, compatto, alimentato a batteria per garantirti la portabilità nel punto di utilizzo, indipendente dal PC.

In questo articolo approfondiamo quali sono i fattori chiave che devi considerare prima di procedere all’acquisto.

1  –  DIMENSIONE E PESO

Peso contenuto e dimensione compatta garantiscono una comoda mobilità per marcare i tuoi prodotti ovunque sia necessario,

Quindi prima di selezionare il marcatore pensa agli scenari dove lo utilizzerai e  se hai bisogno di trasportarlo in vari punti della tua attività per stampare data, lotto, codice a barre in banchi di lavoro o stazioni di confezionamento

2  –  FUNZIONALITA’

Un aspetto primario da considerare sono le funzioni che deve svolgere il tuo strumento di stampa diretta.

Quali dati devi stampare? Oltre alla data e il lotto di produzione, hai bisogno di stampare un codice a barre, un codice QR, oppure un logo, un indirizzo, un numero seriale, un contatore?

Su quali superfici devi stampare? La tipologia del materiale sul quale stamperai è determinante per la composizione dell’inchiostro

Le superfici possono essere classificate in 2 macrocategorie

Superfici assorbenti o porose

A questa categoria appartengono materiali come la carta, il cartone, il legno, il tessuto.

Le superfici assorbenti possono essere stampate con inchiostri a base acqua

Superfici non assorbenti

Plastica, vetro, metallo sono superfici non assorbenti e devono essere stampate con inchiostri a rapida essiccazione in grado di aderire su materiali non porosi e garantire una stampa duratura.

Altro parametro che devi verificare, oltre al contenuto della stampa che devi generare e il tipo di inchiostro è la dimensione massima e minima dei caratteri che devi stampare.

I marcatori portatili solitamente utilizzano inchiostri a cartuccia e hanno un’altezza massima della stampa vincolata a dimensioni stabilite dalla testina di stampa: puoi trovare marcatori con altezza massima pari a 12,7 mm, a 25 mm fino ad arrivare a 100 mm.

Ovviamente l’altezza massima di stampa è un parametro che incide direttamente sulla dimensione e sul peso del marcatore.

Per indirizzarti sulla scelta adeguata considera che in 12,7 mm puoi stampare comodamente 3 righe con altezza dei caratteri da 3 mm.

Se invece hai bisogno di stampare una stringa su un cartone con un carattere corposo e un’altezza di 2 cm, puoi considerare un marcatore portatile con testina da 25 mm.

3  –  ALIMENTAZIONE

I marcatori portatili sono generalmente alimentati con batterie ricaricabili.

Alcuni modelli possono essere utilizzati anche quando sono in carica.

 Tuttavia, le batterie non hanno tutte le stesse prestazioni.

Prima dell’acquisto, dovresti valutare quanto durerà la batteria una volta completamente carica e se la sua capacità è progettata per consentirti un ciclo completo di lavoro

4  – FACILITA’ DI UTILIZZO

Non c’è situazione peggiore dell’acquistare uno strumento di lavoro che sia di difficile comprensione e che ci obblighi a ore di istruzione per comprenderne il funzionamento

Il marcatore giusto dovrebbe essere facilmente utilizzabile anche dagli utenti meno esperti, con procedure intuitive e documentate

Deve presentare una semplicità sia hardware che software

Quindi la sostituzione della cartuccia d’inchiostro, il software che ti permette di creare i tuoi contenuti di stampa, il modo in cui crei le stampe, le modifichi e le memorizzi per un utilizzo successivo devono essere operazioni lineari e prive di difficoltà

MARCATORI PORTATILI PER LA STAMPA DIRETTA SUI PRODOTTI

5  –  CONNETTIVITA’ E COMPATIBILITA’

Un’altra caratteristica da considerare prima di acquistare una stampante portatile è la compatibilità con gli smartphone, tablet e computer che solitamente utilizzi.

Alcuni modelli di marcatori sono stand-alone, cioè, sono dispositivi completamente autonomi il cui funzionamento e soprattutto la creazione dei messaggi di stampa non necessità di un PC o di un’app installata sul smartphone e tablet. In questo specifico caso non devi preoccuparti della connettività e della compatibilità con altri strumenti di lavoro.

Diversamente, alcuni marcatori hanno bisogno di un software per essere programmati.

In questo caso è di primaria importanza verificare dove deve essere installato il software (su un PC, piuttosto che uno smartphone o un tablet) e di quale sistema operativo abbia bisogno.

In altre parole, devi assicurarti che sia compatibile con i dispositivi e i sistemi operativi che abitualmente utilizzi.

Sarebbe un peccato acquistare un marcatore e non poterlo utilizzare a causa della mancanza del driver di sistema compatibile; quindi, ti consiglio di approfondire queste informazioni prima di effettuare un acquisto.

MODELLI E FUNZIONI DEI MARCATORI PORTATILI

Dopo aver descritto una panoramica degli aspetti più importante che devi analizzare prima di acquistare un marcatore portatile, ti illustro le caratteristiche dei modelli più venduti, idonei per medi volumi di stampa, indicati per stampare i tuoi dati variabili sui tuoi prodotti, quando non hai una linea automatica

MARCATORE COMPATTO B10

ll marcatore B10 è una stampante portatile molto compatta e leggera ideale per stampare data di scadenza, lotto di produzione, codici a barre, QR Code, testo, numeri consecutivi e immagini sulle tue confezioni.

Il marcatore stampa con inchiostri a rapida essiccazione e può essere utilizzato su una vasta gamma di materiali, anche non assorbenti come plastica, vetro e metallo.

Il marcatore ha un’altezza massima di stampa pari a 12,7 mm, supporta stampe su più righe di diverse altezze e ha una risoluzione pari a 300 dpi che ti consente la stampa nitida di caratteri molto piccoli e di loghi ben definiti

Il marcatore viene gestito tramite l’app PRTFOX che puoi installare sia su sistemi Android che IOS: lo colleghi al tuo smartphone tramite wi-fi e sei pronto per stampare direttamente sui tuoi prodotti.

La cartuccia ad alta capacità (42 ml) consente di stampare fino a 2 milioni di caratteri

Con questo piccolissimo marcatore è possibile stampare praticamente su qualsiasi materiale, inclusi materiali non assorbenti come plastica, vetro, acrilico, PVC, ceramica alluminio, oltre ai più comuni materiali porosi come carta, cartone, cartongesso, tessuti.

Sono disponibili inchiostri in differenti colori: nero, giallo, magenta, blu, bianco, verde.

MARCATORE PORTATILE K6

Il marcatore K6 è un dispositivo di marcatura portatile estremamente versatile, in grado di adattarsi ad una variegata moltitudine di applicazioni.

Funziona in modo autonomo, senza l’utilizzo del PC

I dati da stampare vengono digitati direttamente sullo schermo touch del marcatore e questo rende le operazioni semplici e veloci, alla portata di qualsiasi utilizzatore.

Il marcatore K6 stampa data e ora, lotto, stringhe di caratteri alfanumerici, testi, immagini, codici a barre, QR Code, progressivi.

L’elevata risoluzione a 300 dpi consente di stampare in modo chiaro e perfettamente leggibile caratteri anche molto piccoli, loghi e immagini.

L’altezza massima di stampa è pari a 12,7 mm

È dotato di una DIMA in acciaio per stampare senza difficoltà anche su oggetti con forma irregolare, curvilinei o su superfici di piccole dimensioni.

Se i volumi di marcatura aumentano il marcatore K6 si trasforma in uno strumento di marcatura completamente automatica.

Collegandolo ad una fotocellula, attraverso l’utilizzo di un nastro trasportatore, si può marcare automaticamente in linea con una velocità massima di 60 m/min.

MARCATORE REINER 970

Il REINER 970 marca in modo nitido e preciso su superfici uniformi

È una soluzione di marcatura a getto d’inchiostro portatile, con funzionamento a batteria ricaricabile o alimentatore collegato alla rete elettrica.

È completamente programmabile tramite un software per PC e può stampare data, lotto, testo, grafica e codici a barre.

La stampigliatura viene creata sul PC e velocemente trasferita via USB al dispositivo.

Il Reiner ha un’area di stampa massima pari a 12,5 mm x 65 mm e risoluzione di 300 dpi

Puoi stampare data, ora, testo, codici a barre, loghi, numeratori

Il marcatore può memorizzare fino a 4 layout di stampa differenti

MARCATORE MANUALE PER DATA E LOTTO K25 CON ALTEZZA DI STAMPA 25 MM

l marcatore K25 è un dispositivo di marcatura per i dati variabili con altezza massima di stampa pari a 25 mm, in grado di stampare praticamente su qualsiasi materiale e adattandosi a una moltitudine di superfici grazie alla guida di una dima in acciaio che rende l’appoggio stabile anche su prodotti irregolari e curvilinei.

I dati da stampare vengono digitati direttamente sullo schermo touch del marcatore da 4,3” e questo rende le operazioni semplici e veloci, alla portata di qualsiasi operatore.

Il valore aggiunto di questo dispositivo è l’altezza di stampa pari a 25,4 mm che consente di stampare fino a 10 righe.

Un’altezza di stampa da 25,4 mm è una caratteristica rara implementata in un dispositivo leggero e portatile.

Il marcatore stampa data e ora, lotto, stringhe di caratteri alfanumerici, testi, immagini, codici a barre, QR Code, progressivi.

L’elevata risoluzione consente di stampare in modo chiaro e perfettamente leggibile caratteri anche molto piccoli, loghi e/o immagini.

MARCATORE DA TAVOLO JETBOX

Il JETBOX è una soluzione semiautomatica integrata di marcatura a getto di inchiostro completa di base in acciaio che realizza la stampa attraverso lo scorrimento degli oggetti di fronte alla testina di stampa.

Il marcatore permette la stampa di codici a barre, codici QR, testi, loghi, data/ora su molti tipi di materiali dalla carta alla plastica, dal metallo al vetro.

La differenza operativa dalle precedenti soluzioni è che l’oggetto viene portato davanti al marcatore evitando di poggiare lo strumento sulla superficie da marcare.

Ha un’altezza di stampa pari a 12,7 mm e lunghezza massima di 600 mm

Ha in pannello di controllo ocn touchscreen da 3,5” dal quale puoi programmare il marcatore e un software per sistemi Windows che ti consente di creare layout di stampa più complessi.

CONCLUSIONI

Sul mercato vengono prodotte diverse soluzioni di stampa diretta di dati variabili.

La soluzione migliore deve essere scelta in base ai tuoi specifici requisiti di stampa che dipendono da principalmente dai dati che devi stampare e su quali superfici devono essere stampati

Chiamaci se desideri un nostro consiglio tecnico

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro


AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro

STAMPANTE ZEBRA ZD220: COME RISOLVERE I PROBLEMI DI QUALITA’ DI STAMPA

La stampante Zebra ZD220 offre un funzionamento affidabile e tutte le funzioni fondamentali a un prezzo contenuto.

La stampante viene prodotta in 2 versioni

STAMPANTE ZEBRA ZD220: COME RISOLVERE I PROBLEMI DI QUALITA’ DI STAMPA

Per ottenere un funzionamento senza problemi e produrre stampe di qualità è fondamentale una corretta configurazione dei parametri di stampa, attraverso il driver della stampante o il software gratuito Zebra Setup Utilities.

In questo articolo descriviamo i problemi più comuni riferiti alla qualità di stampa e le azioni da compiere per risolverli.

La procedura per risolvere un problema tecnico deve attuare una metodica per esclusione: si agisce su un singolo parametro alla volta, se il problema viene risolto ovviamente rappresenta la causa.

Diversamente si esclude quel parametro e si va avanti analizzando singolarmente gli altri fattori che potrebbero essere la causa del malfunzionamento.

SOMMARIO

La Zebra ZD220 stampa un’etichetta di scarsa qualità

Nessuna stampa sull’etichetta

La stampa non è allineata sull’etichetta

PROBLEMA 1: La Zebra ZD220 stampa un’etichetta di scarsa qualità

Possibile causa – 1 La stampante è impostata su un valore di temperatura e/o velocità di stampa non corretti.

SOLUZIONE

La temperatura e la velocità di stampa devono essere sempre impostati in base al materiale sul quale si stampa e, nella modalità a trasferimento termico, del ribbon utilizzato.

Ogni nastro di stampa (ribbon), in funzione della composizione, fonde ad una temperatura diversa; quindi, è necessario effettuare delle regolazioni e stampare delle etichette di prova finché non si raggiunge la qualità ottimale.

Le indicazioni generali in funzione della composizione dei nastri di stampa sono:

Nastro cera: velocità media e temperatura bassa;
Nastro cera-resina: velocità media-alta, temperatura media
Nastro resina: Velocità bassa, temperatura alta.

La combinazione migliore dei valori di temperatura e velocità produce una stampa perfetta in termini di contrasto e definizione.

Ad esempio, per le stampanti che hanno un range di temperatura che va da 1 a 30, come le stampanti Zebra, possiamo utilizzare le seguenti indicazioni:

per ribbon cera utilizziamo un valore che va da 6 a 15, per la cera-resina impostiamo un valore da 15 a 20/22, per la resina da 22 a 30.

In modalità termico diretto la temperatura deve essere impostata su valori medio elevati, sempre in funzione del materiale utilizzato.

Pertanto, un’etichetta termica dovrà essere stampata a temperatura più bassa rispetto ad un’etichetta termica protetta e un polipropilene termico avrà bisogno di una temperatura ancora più elevata.


APPROFONDIMENTO

COME SETTARE I VALORI DI TEMPERATURA E VELOCITA’

I valori di temperatura e velocità possono essere regolati attraverso

il driver della stampante, nella scheda Preferenze di stampa

nelle stampanti più evolute dotate di pannello di controllo e display, direttamente sulla stampante nel menù di configurazione dei parametri di stampa

  • attraverso il software gratuito zebra Setup utilities
  • attraverso il software dal quale generi le etichette

Possibile causa – 2 La testina di stampa è sporca

SOLUZIONE

Spegnere la stampante e pulire la testina di stampa con un panno imbevuto di alcool. Assicurarsi di utilizzare un panno che non rilasci pelucchi ed impurità

Possibile causa – 3 Il rullo siliconato è sporco o danneggiato

SOLUZIONE

Il rullo siliconato dovrebbe essere pulito ad ogni cambio di rotolo di etichette.

Può anche usurarsi o danneggiarsi: in questo caso deve essere sostituito

Possibile causa – 4 La testina di stampa è guasta

SOLUZIONE

La testina di una stampante termica è un componente primario soggetto ad usura e guasti.

La testina di stampa è costantemente a contatto con le etichette e i ribbon (nei modelli a trasferimento termico) che, durante il processo di stampa sono parti in movimento, e quindi contribuiscono al mantenimento della stessa.

La testina di stampa si sporca con l’accumulo di residui delle etichette e del collante che trasuda e fuoriesce dai bordi delle etichette.

Se la stampa non è nitida puoi procedere alla pulizia della testina.

Ma se noti delle righe verticale sottili sulla tua etichetta devi verificare l’integrità della testina


APPROFONDIMENTO

Come si può controllare se la testina di stampa è guasta?

È possibile effettuare un semplice test per verificare se la testina presenta dei dot guasti

Crea una etichetta con un rettangolo nero di larghezza identica all’etichetta e altezza pari a 2 cm.

Procedere alla stampa: se il rettangolo risulta completamente uniforme la testina è buona, altrimenti se noti delle sottili linee verticali bianche significa che ci siano dei dot guasti e devi procedere alla sostituzione

SOLUZIONE

Contattaci per sostituire la testina alla tua stampante Zebra


PROBLEMA 2: NESSUNA STAMPA SULL’ETICHETTA

Se nessuna immagine viene stampata sull’etichetta ti consiglio effettuare le seguenti verifiche

Possibile causa – 1 Stampa su materiale termico

Il supporto potrebbe non essere un supporto termico diretto (ed è un supporto realizzato per stampanti a trasferimento termico e quindi ha bisogno di ribbon per essere stampato).

SOLUZIONE

Assicurati che l’etichetta che stai utilizzando sia termica diretta

Puoi eseguire un semplice test: grattando con l’unghia la superficie dell’etichetta si deve scurire.

Possibile causa – 2 il rotolo di etichette è stato caricato in modo errato

SOLUZIONE

Controlla che la superficie stampabile dell’etichetta sia rivolta verso la testina di stampa

PROBLEMA 3: LA STAMPA NON E’ ALLINEATA E CENTRATA SULL’ETICHETTA

Possibile causa – 1 Il sensore non è correttamente posizionato

Verifica che il rotolo di etichette sia correttamente caricato all’interno della stampante e che il sensore mobile sia nella posizione corretta per rilevare la tipologia di etichette che stai stampando

Frequentemente l’errato posizionamento dei sensori nelle stampanti di etichette genera una condizione di errore o una stampa non centrata sull’etichetta. 

Il sensore mobile nella Zebra ZD220 ha una duplice funzione:

  • sensore trasmissivo
  • sensore riflessivo

La stampante può utilizzare entrambi i metodi di rilevamento, ma non contemporaneamente.

Il sensore riflettente viene normalmente utilizzato solo per etichette che hanno una riga nera sul retro della siliconata, come ad esempio le etichette trasparenti o per rilevare fori o tacche.

Il sensore trasmissivo viene utilizzato per gli altri tipi di supporti, come le etichette con gap, cioè che presentano uno spazio tra un’etichetta e l’altra

Possibile causa – 2 La stampante non è calibrata

I sensori non sono calibrati sulla lunghezza delle etichette e/ o il tipo di rilevamento: spazio/tacca, materiale continuo o segno nero.

SOLUZIONE

Eseguire una calibrazione della stampante

Possibile causa – 3 La stampante presenta problemi di comunicazione con i cavi o le impostazioni di comunicazione.

SOLUZIONE

Verificare se il PC comunica con la stampante.

Ti consiglio di controllare la comunicazione tra il PC e la stampante dal driver

Vai nella sezione Impostazioni > Stampanti e scanner seleziona il driver della Zebra ZD220 quindi vai su Gestisci ==> Proprietà stampante

Da questa schermata stampa una pagina di prova

Se la procedura va a buon fine la comunicazione tra PC e stampante è correttamente stabilita

Diversamente controlla che i cavi di connessione siano saldamente inseriti e che la porta della stampante sia correttamente configurata

CONCLUSIONE: COME STAMPARE ETICHETTE DI QUALITA’

Per stampare etichette allineate e nitide, per prima cosa occorre inserire correttamente i materiali di consumo (etichette e/o ribbon), regolare le guide per un trascinamento sinergico dei supporti e assicurarsi che il sensore di rilevamento etichette sia correttamente posizionato sotto le etichette.

Successivamente deve essere configurato il driver della stampante:

  • dimensioni dell’etichetta corrette
  • scelta del tipo di sensore per il rilevamento dell’etichetta (gap, black mark, foro, modulo continuo)
  • impostazioni della velocità e della temperatura (scurezza) di stampa in funzione del materiale di consumo
  • scelta della modalità di stampa tra termico diretto (senza ribbon) e trasferimento termico (con ribbon).

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro


AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

CONTROLLO DELLE DIMENSIONI DELLA MEMORIA DEI TAG RFID CON LE STAMPANTI ZEBRA

In questo articolo descriviamo la procedura per controllare le dimensioni del banco di memoria dei tag RFID codificati e stampati con una stampante Zebra RFID

La procedura prevede l’invio di comandi SGD (Set/Get/Do) direttamente alla stampante attraverso il software gratuito Zebra Setup Utilities

Scaricare Zebra Setup Utilities dal seguente link

https://www.zebra.com/gb/en/support-downloads/printer-software/printer-setup-utilities.html

Apri Zebra Setup Utility

Seleziona Open Communication with Printer

A questo punto viene visualizzata la finestra delle comunicazioni dirette alla stampante, in cui è possibile immettere i comandi di seguito indicati

Invia il comando:

! U1 setvar “rfid.tag.read.content” “memory bank sizes”

Inserisci un ritorno a capo (Enter) dopo l’invio del comando e attendi 1-2 secondi per il completamento.

Poi invia la seguente riga di comando

! U1 setvar “rfid.tag.read.execute”

Inserisci un ritorno a capo (Enter) dopo l’invio del comando e attendi 1-2 secondi per il completamento.

Quindi, invia le istruzioni:

! U1 getvar “rfid.tag.read.result_line1”

! U1 getvar “rfid.tag.read.result_line2

Inserisci un ritorno a capo (Enter) dopo l’invio del comando e attendi 1-2 secondi per il completamento.

A questo punto dovrebbero essere restituite le dimensioni delle aree di memoria EPC, TID e User. Il codice SGD e la risposta dovrebbero essere simili allo screenshot seguente:

CONTROLLO DELLE DIMENSIONI DELLA MEMORIA DEI TAG RFID CON LE STAMPANTI ZEBRA

Approfondimento: il software Zebra Setup Utilities

Zebra Setup Utilities (ZSU) è un software gratuito per dispositivi Windows, Android e IPhone/Ipad che ti consente di configurare velocemente le stampanti Zebra desktop, industriali e portatili

E’ scaricabile dal seguente link

https://www.zebra.com/it/it/support-downloads/printer-software/printer-setup-utilities.html

Il software è arricchito con procedure guidate per impostare i valori della stampante in funzione delle etichette che si stanno utilizzando, del tipo di connessione, degli accessori installati, come taglierina, spellicolatore, riavvolgitore interno.

Zebra Setup Utilities: panoramica delle funzioni

Procedura guidata per le impostazioni della stampante — I passaggi dell’intuitiva procedura guidata aiutano nel processo di configurazione delle impostazioni della stampante.

Procedura guidata per la qualità della stampa — Gli strumenti innovativi aiutano a configurare la migliore combinazione di velocità e temperatura in funzione del materiale di consumo che si sta utilizzando

Procedura guidata per la connettività — Offre aiuto nella configurazione delle impostazioni di connettività della rete cablata, Wifi e/o Bluetooth.

Driver Windows certificato per Microsoft™ con staging — Installa automaticamente il driver della stampante quando si utilizza il plug & play USB.

Strumenti rapidi — L’accesso agli strumenti diagnostici più comuni della stampante semplifica il processo di test e conferma delle configurazioni della stampante e consente il controllo delle funzioni della stampante.

Strumento di download per font e grafica — Salva le informazioni sui font e sugli elementi grafici per il riutilizzo o la modifica successiva.

Editor dei file e finestra del terminale — I comandi Crea, Modifica e Stampa all’interno di un’unica finestra eliminano la necessità di applicazioni distinte per la modifica e le comunicazioni.

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro


COME CREARE E STAMPARE ETICHETTE IN TESSUTO PER ABBIGLIAMENTO

Le etichette in tessuto per l’abbigliamento vengono cucite sul capo con lo scopo di riportare la composizione tessile, le istruzioni di lavaggio e un logo.

Sono etichette con un ciclo di vita difficile a causa di lavaggi e trattamenti, per cui è fondamentale utilizzare tecnologie di stampa e materiali idonei per garantire al consumatore informazioni indelebili.

COME CREARE E STAMPARE ETICHETTE IN TESSUTO PER ABBIGLIAMENTO

Il metodo di stampa più accreditato, rapido ed economico è il trasferimento termico.

Una stampante a trasferimento termico utilizza il calore per fondere un nastro inchiostrante, chiamato ribbon, e trasferirlo sul supporto.

Con questa tecnologia puoi stampare etichette tessili su fettucce di:

  • TNT (tessuto-non-tessuto)
  • raso satin (nero / bianco)
  • silicone (trasparente / nero / bianco lattiginoso)

Le fettucce di silicone, sia opache che trasparenti, possono essere impiegate anche per scopi di branding e cucite all’esterno del capo, o assicurate con rivetti sul bordo di maglie, pantaloni o cappelli. Sono un ottimo supporto per rendere visibile il proprio logo.

Integrando una taglierina nella stampante puoi direttamente tagliare l’etichetta alla lunghezza desiderata, purché utilizzi appropriate bobine di tessuto anti-sfilo.

I ribbon specifici per l’etichettatura tessile hanno composizioni che garantiscono la resistenza a lavaggi, trattamenti, calore e abrasione.

Puoi stampare con i colori di base bianco e nero, oppure creare etichette con stampe sofisticate in oro argento metallizzati o con altri colori opachi.

La facilità di gestione di una stampante di etichette rende il passaggio da un formato di stampa all’altro particolarmente semplice, anche per gli utenti meno esperti.

Una stampante a trasferimento termico è molto versatile e consente di stampare anche su comuni etichette in carta, in plastica e in polipropilene trasparente.

cosa puoi stampare con una stampante a trasferimento termico

Creazione etichette in tessuto

Pur potendo creare il layout da qualsiasi programma di grafica, il software a corredo della stampante può generare il codice a barre identificativo dell’articolo.

Tra i software, che comunemente vengono distribuiti con le stampanti di etichette, troviamo:

Le versioni gratuite, oltre al generatore di codici a barre e QR code, hanno tutti gli strumenti per inserire nel layout testi, forme, immagini, loghi.

I simboli di lavaggio sono un font di testo, in cui le icone corrispondono alla digitazione di specifiche lettere o numeri della tastiera.

Segui questo semplice tutorial su ZebraDesigner

Come scegliere la stampante di etichette per abbigliamento

Se desideri stampare in autonomia etichette per abbigliamento, devi scegliere una stampante idonea.

Non tutte le stampanti di etichette a trasferimento termico possono essere utilizzate per la stampa di etichette tessili.

Alcuni modelli di stampanti sono più specializzati, soprattutto per quanto riguarda i meccanismi di svolgimento e passaggio della bobina.

Infatti, le stampanti hanno dei parametri minimi e massimi per la larghezza delle etichette e le fettucce delle etichette abbigliamento sono piuttosto strette.

Un meccanismo inadeguato potrebbe generare serpeggiamenti della fettuccia e stampe disallineate.

Zebra-ZD420T-stampante-a-trasferimento-termico per etichette abbigliamento in tnt e raso

Per scegliere il modello di stampante adeguato alla propria produzione, è opportuno conoscere il volume di stampa da sostenere.

Una stampante compatta di etichette a trasferimento termico può stampare con una velocità massima di 15 cm al secondo, che è una velocità eccellente per la categoria.

Se ti occorre stampare più velocemente per elevate tirature, dovrai optare per un modello di stampante industriale,  decisamente più robusta e  performante.

Conclusioni

La stampa in autonomia di etichette con dati variabili è la soluzione più vantaggiosa per le piccole aziende.

Stampi la grafica  che ti occorre al momento del bisogno e nel quantitativo esatto per la tua produzione.

Contattaci per stampare etichette abbigliamento in autonomia.

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/


ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

RISOLUZIONE DEI PROBLEMI DELLA QUALITA’ DI STAMPA NELLE STAMPANTI TERMICHE E A TRASFERIMENTO TERMICO

COME IMPOSTARE LE STAMPANTI ZEBRA ZT411 E ZT421

5 MOTIVI PER ACQUISTARE UNA STAMPANTE DI ETICHETTE IN ROTOLO

Se stampi etichette regolarmente l’acquisto di una stampante di etichette in rotolo ti porterà innumerevoli vantaggi.

La gestione delle etichette in bobina è semplice, veloce, flessibile e in molti casi economicamente più conveniente e produttiva rispetto ad una stampante a fogli.

Analizziamo in questo articolo i 5 vantaggi principali e come scegliere la stampante più adeguata alle tue esigenze di stampa

MOTIVI PER ACQUISTARE UNA STAMPANTE DI ETICHETTE IN ROTOLO

1 – Stampi solamente la quantità di etichette di cui hai bisogno

Diversamente dalle etichette confezionate in fogli A4, stampare etichette in rotolo ti consente di generare solamente la quantità necessaria, senza alcuno spreco di etichette.

Diversamente, se le etichette che utilizzi sono in fogli A4 prefustellati, se ti occorrono solo 1 o 2 etichette la quantità restante di etichette andrà persa.

Con una stampante di etichette in rotolo stampi una, due o mille etichette senza alcun problema.

2 –  Personalizzi l’etichetta ogni volta che desideri con i dati variabili e la grafica che preferisci

Se hai bisogno di personalizzare l’etichetta con un dato variabile, quindi che cambia durante la stampa, le etichette devono essere confezionate in rotolo.

Immagina di dover stampare un contatore progressivo, cioè un numero che aumenta ogni etichetta, oppure un codice a barre progressivo per identificare una serie di prodotti, o anche un numero di grafiche diverse e personalizzate: una stampante di etichette in rotolo ti permette una gestione semplificata e veloce di qualsiasi dato variabile dovrai stampare

Non è un caso che etichette di spedizione, etichette matricola, etichette di prodotto, etichette per inventario vengono gestite in rotolo.

Una stampante di etichette ti consente inoltre di sperimentare immediatamente l’efficacia visiva dell’etichetta applicata sul tuo prodotto

Vuoi cambiare grafica?  Crei la tua etichetta, la stampi e la applichi sul tuo prodotto: in pochi minuti puoi verificare il risultato estetico ed eventualmente apportare delle modifiche.

Ti assicuro che il risultato sullo schermo di un PC spesso si rivela nettamente differente dalle tue aspettative

Se desideri cambiare il layout della tua etichetta, oppure la dimensione, la forma una stampante di etichette in rotolo ti dà l’opportunità di rinnovare immediatamente l’aspetto delle tue etichette.

Puoi passare dall’idea di una nuova etichetta alla stampa in pochi istanti

3 – Velocità ed efficienza

Avere una stampante di etichette in azienda significa stampare immediatamente le etichette di cui hai bisogno.

Rivolgersi ad un fornitore esterno spesso allunga i tempi di gestione e richiede una programmazione accurata per non rimanere senza etichette.

Spesso si acquistano più etichette rispetto alla quantità necessaria per ovviare non solo ad eventuali ritardi, ma anche per prevenire l’insorgenza di imprevisti che potrebbero presentarsi come etichette applicate male oppure danneggiate.

Se hai una stampante di etichette sarai sempre nelle condizioni di stampare all’istante le etichette che ti occorrono,

Renderti autonomo nel processo di stampa ti renderà veloce ma anche immediatamente reattivo a qualsiasi esigenza inattesa o criticità non programmata.

4 – Riduci il costo per etichetta

Se devi stampare grafiche diverse in piccole quantità per ogni referenza, un servizio esterno di stampa solitamente ha dei minimi di produzione a cui devi adeguarti e il costo dell’etichetta è direttamente proporzionale al numero di etichette che acquisti.

Quindi la stampa di piccole tirature può risultare onerosa e acquistando una stampante di etichette potresti ridurre costi e tempi di produzione

5 – Vantaggi degli strumenti di gestione delle etichette in rotolo

Stampare in autonomia etichette in rotolo ti offre l’opportunità di utilizzare strumenti per la gestione e l’applicazione delle etichette.

Ad esempio, se devi applicare le tue etichette su contenitori cilindrici, come bottiglie e vasetti, per ottenere un’applicazione professionale, allineata, senza grinze potresti utilizzare un ‘applicatore semi-automatico o completamente automatico di etichette.

ap362_applicatore-manuale-di-etichette
PRIMERA AP362

Gli applicatori di etichette gestiscono etichette in rotolo e se hai bisogno di stampare anche data di scadenza e lotto di produzione, se stampi in autonomia puoi aggiungere facilmente questi campi al tuo layout di stampa.

Altri strumenti utili sono i dispensatori di etichette o spellicolatori, che integrati direttamente sulla stampante ti offrono un’etichetta parzialmente spellicolata pronta per essere applicata sulla tua confezione

I riavvolgitori di etichette invece ti consentono di riavvolgere in rotoli ordinati e puliti le etichette che produci, contestualmente al tuo processo di stampa.

Acquistare una stampante di etichette in rotolo ha diversi benefici, primo fra i quali è rendere il processo di stampa autonomo, indipendente, immediato e configurato sulle tue esigenze.

Come scegliere la stampante di etichette giusta?

Il panorama delle stampanti è ricco di tecnologie, modelli, opzioni.

La scelta è un processo che ti consiglio di effettuare con un esperto del settore che sappia indirizzarti sui modelli idonei ai tuoi requisiti di stampa

Il nostro consiglio tecnico è di analizzare alcuni fattori fondamentali che qualificano la tua applicazione:

Vuoi stampare a colori o ti è sufficiente una tecnologia monocromatica? 

Considera che c’è una importante differenza di prezzo tra una stampante di etichette a colori e una monocromatica

Che tipo di etichetta devi stampare? Quale è la sua destinazione d’uso?

Devi stampare un’etichetta di spedizione, oppure un’etichetta che identifica il tuo prodotto, oppure un’etichetta per l’inventario o il magazzino?

Una stampante di etichette in rotolo ti consente di soddisfare qualsiasi tua esigenza ma è indispensabile analizzare a priori:

  • i materiali sui quali dovrai stampare
  • la dimensione minima e massima delle etichette che utilizzerai
  • quanto dovrà durare la tua stampa
  • a quali fattori deterioranti sarà sottoposta nel suo ciclo di vita: solventi, detergenti, sollecitazioni meccaniche o termiche, pioggia, umidità, raggi UV possono inficiare l’integrità dell’etichetta e della stampa
PRIMERA LX3000-stampante-di-etichette-a-colori

Quante etichette dovrai stampare?

Stampi 20,30,500 etichette al giorno oppure gestisci volumi più elevati e generi migliaia di etichette ogni volta che stampi?

Eseguire una pre-analisi, anche a grandi linee, delle tue specifiche esigenze di stampa ti aiuterà a fare un acquisto commisurato alle tue esigenze.

CONCLUSIONI

Le stampanti che gestiscono etichette in bobina rappresentano la soluzione migliore per rendere il tuo processo di stampa autonomo e veloce.

Ti svincolano dal processo di stampa outsourcing che ha tempi di consegna a volte troppo lunghi, richiede una programmazione coordinata con la disponibilità del tuo fornitore e un processo di lavorazione ancora più impegnativo se hai bisogno di cambiare la progettazione della tua etichetta.

Scegli con noi la stampante giusta.

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro


AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

Ultimi articoli

  • IDENTIFICAZIONE E GESTIONE DEI CESPITI AZIENDALI: TUTTO QUELLO CHE OCCORRE PER ESSERE AUTONOMI
    IDENTIFICAZIONE E GESTIONE DEI CESPITI AZIENDALI: TUTTO QUELLO CHE OCCORRE PER ESSERE AUTONOMI Le Pubbliche Amministrazioni e le imprese private devono monitorare e tracciare i beni aziendali. Per fare l’inventario dei cespiti in modo veloce e senza errori occorre dotarsi di strumenti software e hardware che consentono una gestione automatizzata dello stato patrimoniale della società. In questo articolo vediamo come effettuare un inventario fisico, ossia basato sulle effettive quantità dei beni e gli strumenti indispensabili per la gestione dei cespiti in autonomia.
  • ETICHETTE PER STAMPANTI A COLORI: COME SCEGLIERE IL MATERIALE PER ESALTARE LA GRAFICA
    ETICHETTE PER STAMPANTI A COLORI Le stampanti di etichette a colori possono lavorare su una moltitudine di materiali sia naturali sia sintetici: carta opaca, patinata e lavorata (goffrata, vergata, martellata) polipropilene e poliestere opachi, lucidi e trasparenti. Il primo fattore da considerare nella scelta del materiale è la durevolezza dell’etichetta, valutando se esistano, oppure no, fattori aggressivi che possano deteriorare le stampe nel ciclo di vita del prodotto. In questo articolo affrontiamo una questione prettamente estetica: come scegliere il materiale dell’etichetta che, meglio di altri, avvalori la grafica. La grafica delle etichette va progettata valutando alcuni fattori fondamentali: • il tipo di prodotto • il target dei clienti • il budget disponibile • il metodo di stampa A questo elenco si aggiunge, ma non in coda, il gusto del committente.
  • LETTORI DI CODICI A BARRE E CODICI 2D: COME SCEGLIERE E QUALI FATTORI DEVI VALUTARE
    Scegliere un lettore di codice a barre per la tua attività può sembrare una scelta abbastanza facile tra una miriade di siti online, ricchi di proposte a partire da qualche decina di euro. In realtà, l’offerta straordinariamente ampia di modelli, la facilità di acquistare online con un semplice click basandosi sulle recensioni di Amazon o di qualche altro portale di vendita può essere fuorviante. In questo articolo analizziamo una serie di fattori che devi prendere in considerazione prima di completare il tuo acquisto. Le classifiche dei migliori lettori di codici a barre che trovi sul web non sono veritiere, spesso sono compilate da chi non ha mai utilizzato un lettore di codice a barre, ma che di mestiere è un copywriter e quindi si limita a sintetizzare qualche caratteristica tecnica estrapolata dalla descrizione del lettore e dalle recensioni degli utenti (non sempre reali) Ogni volta che leggo le recensioni dei migliori lettori di codice a barre dell’anno xx mi stupisco (non è vero, mi viene da ridere!!!) che non compaiano mai i lettori dei più importanti costruttori leader nel mercato dell’identificazione automatica: Zebra, Honeywell, Datalogic
  • STAMPANTE HONEYWELL PC42e-T: COME IMPOSTARE IL DRIVER DI STAMPA
    STAMPANTE HONEYWELL PC42E-T: COME IMPOSTARE IL DRIVER DI STAMPA La stampante di etichette Honeywell PC42E-T è compatta, affidabile e di facile utilizzo, offrendo prestazioni di stampa efficienti e affidabili su un’ampia gamma di materiali. Per funzionare correttamente il driver deve essere opportunamente configurato in funzione del materiale di consumo che si sta utilizzando. L’impostazione appropriata del driver consente di realizzare un processo produttivo di stampa e risolve la maggior parte degli errori comunemente riscontrati nella stampa di etichette. In questo articolo descriviamo come installare e configurare il driver della stampante. È importante considerare che l’Honeywell fornisce, insieme alla stampante, la versione lite del software Seagull Bartender, uno dei più utilizzati software di etichettatura, attraverso il quale protrai creare il layout delle tue etichette. PROCEDIMENTO PER LA CORRETTA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE DELLA STAMPANTE HONEYWELL PC42E-T
  • MATERIALI DI STAMPA PER LA STAMPANTE DI ETICHETTE PRIMERA LX610E
    I materiali di stampa sono una scelta fondamentale da compiere sia per motivi estetici che funzionali. In questo articolo vi presentiamo i materiali della DTM, condividendo alcuni video dimostrativi con i nostri test di stampa. L’ ampia offerta di materiali di stampa e la disponibilità di inchiostri sia dye (a base di colorante) sia pigmentati (più duraturi) consente di produrre etichette dai colori brillanti per una moltitudine di applicazioni.

LETTORE WIRELESS ZEBRA DS2278: COME RISOLVERE I PROBLEMI PIU’ COMUNI

In questo articolo analizziamo i problemi più comuni riscontrati nell’utilizzo del lettore wireless Zebra DS2278 e spighiamo quali sono i parametri da verificare per rispristinare un corretto funzionamento del lettore.

IL LETTORE ZEBRA DS2278 NON SI ACCENDE

Se il lettore non si accende e non emette il raggio di scansione verifica che:

  • La batteria sia carica
  • Stai utilizzando il corretto cavo di collegamento al tuo PC

IL LETTORE ZEBRA DS2278 LEGGE I CODICI A BARRE, MA NON TRASMETTE ALCUN DATO AL PC

In questo caso dovresti verificare i parametri di configurazione

  • L’interfaccia di comunicazione non è correttamente configurata: scansiona il codice a barre corretto dal manuale utente
  • Il cavo di connessione dalla base al PC si è allentato: assicurati che il cavo di connessione sia saldamente inserito sia dal lato PC che dalla parte del cradle
  • Il lettore non è correttamente configurato: se il tuo lettore è programmato con una configurazione avanzata per la trasmissione dei dati, può aver perso la configurazione. Riprogramma il lettore con la formattazione adeguata alle tue esigenze di trasmissione
  • Il lettore non è correttamente accoppiato al suo cradle: leggi il codice di programmazione per accoppiare il lettore alla base ricetrasmittente

IL LETTORE ZEBRA DS2278 NON DECODIFICA IL CODICE A BARRE

  • Il lettore non è programmato per la specifica famiglia di codice a barre che devi decodificare: dal manuale utente abilita la tipologia di codice che devi leggere
  • Il codice a barre è illeggibile: assicurati che la stampa del codice a barre non presenti dei difetti. Se non riesci ad individuarli ad occhio leggi un altro codice a barre dello stesso tipo e verifica se è un problema legato alla stampa oppure alla programmazione del lettore
  • La distanza di lettura tra il lettore e il codice non è corretta: prova a muovere il lettore più vicino o più lontano dal codice a barre

IL CODICE SCANSIONATO NON RESTITUISCE UN RISULTATO CORRETTO

  • L’interfaccia di comunicazione non è correttamente configurata: dal manuale utente scansiona il codice di configurazione dei parametri host appropriati
  • La lingua non è propriamente configurata: selezionare lo schema di codifica della tua Nazione (se sei in Italia devi configurare la lingua della tastiera in ITALIANO)

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro


AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

MARCATORE MANUALE K6 PER DATA LOTTO TESTI LOGHI: DOMANDE FREQUENTI

Il marcatore manuale K6 è un dispositivo di stampa diretta di dati variabili su un’ampia gamma di superfici come plastica, metallo, vetro, gomma, carta e cartone, tessuto e tante altre.

È completamente indipendente da PC e può stampare in alta risoluzione data di scadenza, lotto di produzione ma anche contatori, codici a barre, codici QR, testi, loghi.

I dati da stampare vengono digitati direttamente sullo schermo touch del marcatore e questo rende le operazioni semplici e veloci, alla portata di qualsiasi operatore.

In questo articolo approfondiamo le domande più frequenti che ci vengono poste su questo versatile strumento di marcatura che può essere utilizzato manualmente ma anche su un nastro trasportatore in modalità completamente automatica, tramite la fotocellula inclusa nella confezione.

Quale è l’altezza massima dei caratteri di stampa? Quante righe può stampare?

Il marcatore K6 ha un’altezza massima di stampa di 12,7 mm e la massima lunghezza di una stampa arriva fino a 406 mm.

L’altezza del carattere più piccolo è pari a 2,5 mm

In 12,7 mm puoi stampare fino a 5 righe con carattere da 2,5 mm

Il marcatore K6 può stampare a più colori contemporaneamente?

No. Il marcatore K6 contiene un singolo alloggiamento per la cartuccia e supporta solo la stampa monocromatica.

Tuttavia, le opzioni di colore prevedono oltre il nero, anche i colori ciano, magenta, giallo, verde, bianco

Puoi passare da un colore all’altro in pochi secondi semplicemente sostituendo la cartuccia e inserendo il colore di tua preferenza.

È possibile utilizzare il marcatore K6 durante la ricarica?

Si. La stampante è alimentata da una batteria e continua a stampare anche durante il processo di carica.

Le cartucce d’inchiostro possono essere inserite o rimosse quando la stampante è accesa?

Si. È possibile rimuovere o inserire la cartuccia d’inchiostro quando la stampante è accesa, la macchina rileverà lo stato della cartuccia d’inchiostro.

Cosa fare quando la cartuccia stampa male e/o esce poco inchiostro dalla testina di stampa?

Se la stampa perde di qualità puoi procedere con le seguenti verifiche:

  1. controlla che la cartuccia abbia ancora inchiostro. Estrai la cartuccia d’inchiostro e agitala vigorosamente per confermare se c’è ancora inchiostro.
  2. accedi al menù di manutenzione del dispositivo e seleziona “pulizia ugello” per pulire l’ugello. Ripeti la procedura più volte finche non sarai soddisfatto del risultato di stampa.
  3. pulisci la testina di stampa con un panno morbido imbevuto di alcool.

Se con le procedure descritte non riesci a raggiungere una qualità di stampa soddisfacente, allora sostituisci la cartuccia

Considera che le cartucce per superfici non porose sono a base solvente e devono essere conservate con attenzione per evitare che si secchino.

Suggerimenti per la conservazione delle cartucce d’inchiostro
Per evitare che l’inchiostro si secchi e blocchi l’ugello, quando non in uso, copri la testina di stampa con la custodia protettiva a corredo del marcatore.
Inoltre, le cartucce devono essere conservate in una zona a temperatura controllata, tenendole lontane da fonti di calore o da temperature estremamente fredde.

Il marcatore segnala “cartuccia non installata” anche se la cartuccia è correttamente inserita

Controllare che i pin di contatto all’interno del marcatore non si siano piegati o danneggiati

Verifica che sul chip della cartuccia d’inchiostro non si sia accumulata della sporcizia; in caso affermativo puliscilo delicatamente con un panno imbevuto di alcool

Controlla se mancano parti dei collegamenti elettrici sulla cartuccia d’inchiostro.

Quale è la risoluzione massima di stampa di un’immagine?

Con il marcatore K6 puoi stampare loghi, immagini e piccole grafiche in alta risoluzione

La massima risoluzione di stampa è pari a 4800×150 pixel

Supporta formati standard dei file immagine come JPEG, BMP, PNG

Le stampe possono essere cancellate?

No, gli inchiostri sono molto resistenti a meno che non siano appositamente rimossi con alcool o con uno strumento abrasivo

In quanto tempo si asciuga l’inchiostro?

Gli inchiostri a base sovente sono ad asciugatura rapida, in un paio di secondi sono asciutti

È possibile stampare su una superficie irregolare?

Si, utilizzando l’apposita dima è possibile stampare su superfici irregolari o di piccole dimensioni dove non è possibile scorrere il marcatore

Posso utilizzare cartucce di inchiostro compatibili o di altre marche?

No, le cartucce di inchiostro devono essere originali, hanno un chip di riconoscimento.

L’utilizzo di una cartuccia non originale potrebbe danneggiare il marcatore.

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro


AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

ETICHETTE PERSONALIZZATE PER VASETTI E BARATTOLI:CREAZIONE STAMPA E APPLICAZIONE

“COME REALIZZARRE UN PROCESSO DI STAMPA AUTONOMO “

Etichette personalizzate per vasetti, barattoli, bottiglie : in questo articolo approfondiamo quali sono gli strumenti indispensabili per realizzare un processo di stampa completamente autonomo.

Analizziamo quali sono le 3 fasi per ideare, stampare e applicare un’etichetta adesiva personalizzata.

Delegare una tipografia per la stampa delle etichette, in caso di produzioni limitate, potrebbe non essere la scelta ideale , dovendo comunque eseguire in azienda un successivo processo di stampa dei dati variabili come data e lotto.

Inoltre le tipografie hanno dei minimi di produzione e se il fabbisogno è di poche centinaia di etichette, demandare all’esterno il processo di stampa spesso non è la scelta più conveniente.

Vediamo quali sono i passaggi e gli strumenti indispensabili per realizzare una soluzione di stampa in azienda.

1° FASE

Scelta del materiale della forma e della dimensione dell’etichetta

Come è il tuo contenitore? Cilindrico, conico oppure ha una forma irregolare?

Vuoi applicare un’unica etichetta avvolgente o preferisci un’etichetta fronte-retro?

etichette con forma particolare per barattoli di miele

Le informazioni, obbligatorie, quelle opzionali e la grafica devono prevedere uno specifico spazio sulla tua etichetta.

Quindi la misura dell’etichetta dovrà tener conto delle dimensioni del tuo contenitore, ma anche delle informazioni che dovrai stampare.

Una volta scelto il contenitore devi realizzare una grafica che sia il connubio perfetto tra il tuo vasetto, le informazioni obbligatorie e quelle utili e l’aspetto estetico che vuoi ottenere.

La scelta del materiale dell’etichetta, oltre alla tua preferenza, deve rispettare i vincoli legati alla tua specifica condizione di utilizzo.

Quindi se il tuo prodotto è esposto ad escursioni di temperatura , all’acqua, all’umidità, ad aggressioni di detergenti, solventi dovrai optare per un’etichetta in materiale sintetico come il polipropilene, il poliestere o il PVC.

Se invece il tuo prodotto NON è esposto a fattori aggressivi puoi scegliere un’etichetta in carta.

Hai la possibilità di scegliere carte con lavorazioni particolari, come la carta vergata o martellata, per ottenere una confezione dall’aspetto più naturale o artigianale.

Attenzione anche all’adesivo dell’etichetta: temperature alte o basse richiedono adesivi specifici, così come le superfici irregolari o non perfettamente lisce.

Inoltre considera che la scelta del materiale presuppone sempre la scelta della tecnologia di stampa che utilizzerai: getto d’inchiostro, tecnologia a trasferimento termico o termica diretta, laser non utilizzano gli stessi materiali.

COME STAMPARE IN AZIENDA ETICHETTE PER CONFETTURE ARTIGIANALI

Se vuoi attrarre l’attenzione del tuo cliente, una forma di etichetta fuori dall’ordinario, che sia tonda, ovale o con un profilo accattivante può rappresentare una strategia vincente.

Le forme particolari vanno ben progettate perché potrebbero creare problemi nel momento in cui l’etichetta viene applicata sul contenitore, sia nel caso in cui l’operazione avvenga manualmente, e ancora di più se si utilizzerà un’etichettatrice automatica.

2° FASE

Scelta della stampante di etichette idonea

Se vuoi stampare in autonomia devi acquistare una stampante che gestisca etichette in rotolo.

La stampa in autonomia è un processo flessibile e vantaggioso, che puoi continuamente modellare secondo le tue esigenze

◾ Stampi al momento del bisogno solo la quantità di etichette necessaria

◾ Eviti scorte in magazzino di etichette obsolete

◾ Puoi sempre rinnovare la grafica modificando colori, testi, immagini sull’etichetta come preferisci

◾ Puoi integrare i dati variabili (come data di scadenza e lotto di produzione) nello stesso processo di stampa

Che si tratti di tecnologia a colori , a trasferimento termico o termica la scelta della stampante idonea per la tua azienda dipende da alcuni parametri, tra cui:

>>> la dimensione dell’etichetta (esistono modelli con larghezza di stampa differenti da 4,6 o 8″)

>>> il volume di stampa (se devi stampare svariate migliaia di etichette una stampante desktop non ha la velocità di una stampante di classe industriale).

>>> la grafica che desideri ottenere

Le stampanti con tecnologia a trasferimento termico sono veloci, economiche con l’unico vincolo che la stampa è monocromatica.

Se invece il colore contraddistingue la grafica delle tue etichette, devi optare per la tecnologia a getto d’inchiostro.

La scelta del modello idoneo ai tuoi requisiti di stampa la devi fare con un esperto del settore per valutare gli aspetti tecnici fondamentali per realizzare la stampa che desideri ottenere.

E’ opportuno valutare accessori che spesso sono opzionali nelle stampanti di etichette come:

  • taglierina
  • spellicolatore
  • opzioni di connettività come scheda Wifi o Ethernet

Contattaci per scegliere insieme a noi la stampante adatta alle tue esigenze

3° FASE

La scelta degli strumenti utili

Due strumenti utili, che puoi comunque acquistare in una fase successiva, ti aiutano a gestire la fase di post-stampa in modo produttivo e professionale:

Riavvolgitore di etichette

Applicatore di etichette

I riavvolgitori di etichette sono dispositivi motorizzati che riavvolgono le etichette stampate in rotoli ordinati e uniformi.

Se stampi poche etichette alla volta puoi riavvolgerle manualmente, ma se stampi 500/1.000 etichette un avvolgitore motorizzato ti consente di riavvolgere le etichette in bobina durante il processo di stampa.

Gli applicatori manuali o semi-automatici sono dispositivi progettati per applicare le etichette sui contenitori , producendo un risultato professionale ad un costo contenuto.

In alcune circostanze, dove l’applicazione completamente manuale risulta difficoltosa e complessa, sia per il prodotto da etichettare che per i volumi di produzione giornaliera, un’etichettatrice semiautomatica è la soluzione ideale perché l’investimento non è oneroso e risolve i problemi comuni dell’applicazione manuale:

◾ eliminazione di grinze sull’etichetta

◾ disallineamenti tra etichetta e prodotto

◾ spreco di materiale

◾ perdita di tempo

Come qualsiasi dispositivo tecnologico la scelta di un’applicatore di etichette richiede un’analisi preliminare dei requisiti della tua specifica applicazione

Conclusioni

Passare a una soluzione di stampa di etichette in azienda significa identificare i dispositivi di stampa più adeguati e un fornitore affidabile, con un servizio di assistenza impeccabile sia a livello di dispositivi che di etichette.

Un processo di stampa in autonomia, come del resto in ogni settore, richiede una formazione iniziale semplice ma indispensabile, che noi siamo orgogliosi di dare a tutti i nostri clienti

Contattaci per non perdere il tuo tempo prezioso

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro



…e se intanto vuoi saperne di più, ecco degli articoli correlati

STAMPANTI DI ETICHETTE: LE DOMANDE INDISPENSABILI PER SCEGLIERE IL MODELLO GIUSTO!!!

APPLICATORE DI ETICHETTE PER CONTENITORI CILINDRICI: AUTOMATICO O SEMI AUTOMATICO?

CONFEZIONI PERSONALIZZATE: IL SEGRETO PER UTILIZZARE AL MEGLIO UNA ScanNCut

Sei un’ azienda con piccole tirature di produzione e cerchi una soluzione per svolgere in autonomia il processo di confezionamento?

Se hai un budget limitato ma vuoi renderti autonomo nella stampa di etichette e confezioni uniche e personalizzate l’utilizzo di un plotter di taglio economico come la Brother ScannNCut e una stampante a trasferimento termico sono i dispositivi giusti per esprimere la tua creatività.

Se devi confezionare degli articoli per venderli o presentarli come omaggio, come nel caso delle bomboniere, la confezione è un particolare che non deve essere trascurato.

Il confezionamento può includere elementi di comunicazione e marketing come etichette adesive, cartellini a pendaglio o imballaggi secondari più complessi.

I dettagli catturano l’attenzione del cliente target

scatolina per bomboniere con nastro in raso personalizzato

In questo articolo approfondiamo il connubio perfetto che sfrutta le funzionalità di un plotter da taglio per creare scatole e la velocità di una stampante termica di etichette e nastri in raso per stampare testi, loghi e decorazioni.

Plotter Brother ScanNCut SDX 1250

brother scanncut plotter per taglio e scansione

Con il plotter ScanNCut della Brother puoi tagliare tantissimi materiali con spessore fino a 3 mm:

cartoncino, carta, gomma EVA, feltro, tessuto, pelle, legno di balsa, latta, vinile, pvc…

La ScanNCut è una macchina per hobbisti e professionisti che consente di realizzare una gamma eterogenea di lavoretti, perché è in grado di tagliare silhouette di scatoline, decorare con effetto ricamo o embossing, disegnare con pennarelli, laminare, creare applicazioni in vinile e strass.

Il valore aggiunto della ScanNCut, che gli altri plotter non hanno, è lo scanner.

Con lo scanner puoi acquisire qualsiasi immagine e farne quel che vuoi.

La lama con sensore di regolazione automatica facilita il taglio perfetto di qualsiasi materiale.

Brother non solo ha progettato la macchina ma ha anche ideato un un paradiso di risorse gratuite, tutorial e progetti completi.

https://sewingcraft.brother.eu/it-it/idee-creative/galleria-video/video-sulla-snc/serie-scanncut

software Canvas WorkSpace di Brother ScanNCut

L’account permette ad ogni utente di lavorare a 360° in connessione wi-fi tra postazione PC, telefonino, tablet e ScanNCut.

Il software a corredo della macchina, Brother Canvas WorkSpace, oltre ai progetti gratuiti, ha una libreria illimitata di forme, immagini, testi decorativi, ricami e tutte le funzioni per importare file vettoriali.

Stampante di etichette e nastri in raso

Il trasferimento termico è una tecnologia di stampa monocromatica applicabile a molti supporti: etichette in carta e plastica, polipropilene trasparente, fettucce di raso, cartellini confezionati in bobina come puoi vedere in questo video:

La velocità e la versatilità di una stampante di etichette a trasferimento termico sono sorprendenti.

Inoltre il trasferimento termico è la tecnologia più economica e rapida per stampare in oro e altri colori metallizzati

Una volta prodotta la scatolina con la ScanNcut, potrai completare la confezione con etichette adesive, bollini, nastri in raso personalizzati.

Questa collaborazione ti permetterà di raggiungere il tuo scopo in modo professionale e accelerando i tempi di realizzazione.

Guarda qualche idea:

CREA SCATOLINE A CUORE CON SCANNCUT ETICHETTE E NASTRI IN RASO

CONFEZIONAMENTO DI SAPONI CON SCANNCUT ETICHETTE E NASTRI IN RASO

SCATOLINA ELEGANTE CON BROTHER SCANNCUT ETICHETTE E NASTRI IN RASO

Contattaci per essere autonomo nel tuo processo di confezionamento

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/


Articoli correlati

QUALI ACCESSORI ACQUISTARE PER LA BROTHER SCANNCUT

STAMPANTI DI ETICHETTE A TRASFERIMENTO TERMICO COME FUNZIONANO