STAMPANTE DI ETICHETTE ZEBRA ZD421: COME FUNZIONA

La stampante di etichette Zebra ZD421, evoluzione della serie di successo GK, aggiunge funzionalità ancora più innovative e compatibilità con qualsiasi parco macchine preesistente.

La stampante presenta un pannello a 3 tasti e cinque icone LED che permettono di controllare velocemente che cosa è necessario fare per mantenere operativo il dispositivo:

STAMPANTE di etichette zebra ZD421 PULSANTI E INDICATORI DI STATO
  • indicatore di esaurimento supporti
  • indicatore di fine ribbon
  • segnalazione di errata calibrazione

Materiali di consumo per la stampante di etichette Zebra ZD421

La ZD421 è disponibile in differenti configurazioni che devono essere selezionare in base al tipo di stampa tra termica diretta e a trasferimento termico e alle opzioni necessarie: scheda Ethernet, Wifi, spellicolatore, taglierina, risoluzione, etc

I modelli termici diretti stampano senza ribbon, utilizzando specifiche etichette in carta che scuriscono spontaneamente al calore.

Sono adatte per stampare etichette di breve durata per ambienti interni, come le etichette di spedizione, le etichette prezzo , le etichette per i laboratori di analisi.

I modelli a trasferimento termico sono decisamente più versatili e possono produrre etichette di qualsiasi materiale (carta, polipropilene, poliestere, PVC, polipropilene trasparente, etichette composizione tessuto in TNT e nastri in raso).

Il trasferimento termico è una tecnologia che utilizza il calore della testina di stampa per fondere un foil inchiostrante (detto ribbon) e lo trasferisce per contatto sul supporto da stampare.

ATTENZIONE: tutte le stampanti a trasferimento termico stampano anche in modalità termica diretta.

Diversamente, le stampanti che sono solo termiche dirette non possono stampare anche a trasferimento termico

I ribbon sono disponibili in varie formulazioni e colori, consentendo di realizzare stampe monocromatiche vivaci o metallizzate.

COLORI-RIBBON-PER-STAMPA-A-TRASFERIMENTO-TERMICO

La formulazione di ribbon corretta per il materiale di stampa è:

  • ribbon in cera: per stampare su carta opaca e semi patinata
  • ribbon in resina: per stampare su materiali sintetici
  • ribbon misto cera-resina: per stampare su carta patinata e materiali sintetici con finitura opaca

La combinazione di un’etichetta sintetica con ribbon resina genera etichette resistenti a umidità, grassi, solventi, temperature estreme, abrasione.

stampante di etichette Zebra ZD421

SHOP ONLINE

STAMPANTE DI ETICHETTE ZEBRA ZD421 – 203 DPI

A TRASFERIMENTO TERMICO

Cosa puoi stampare con Zebra ZD421 a trasferimento termico?

Una stampante desktop Zebra è compatta e affidabile. La si sceglie per un volume di stampa di circa 500-1000 etichette al giorno.

Caratteristiche da valutare prima dell’acquisto:

  • larghezza massima di stampa: fino a 104 mm per 203 dpi, 108 mm a 300 dpi
  • larghezza minima di stampa: 15 mm
  • lunghezza di stampa massima: 991 mm
  • diametro massimo esterno del rotolo di etichette : 127 mm
  • diametro interno del rotolo di etichette : 25 mm
  • altezza minima di stampa ( for Tear Off ): 6.35 mm
  • altezza minima di stampa con spellicolatore e/o taglierina : 12.7 mm
  • velocità di stampa: fino a 152 mm/sec
  • risoluzione: 203 dpi (per stampe ordinarie) o 300 dpi (per stampare caratteri ridotti, loghi o etichette molto piccole)

l trasferimento termico è la tecnologia più diffusa per stampare dati variabili:

  • etichette con codice a barre
  • etichette di identificazione del prodotto con descrizione, prezzo, codice articolo
  • etichette alimentari
  • etichette per i cespiti e l’inventario
  • etichette composizione abbigliamento
  • etichette di lavorazione per l’industria dei metalli
  • etichette per il settore farmaceutico e criogeniche
  • etichette resistenti e indelebili per qualsiasi applicazione estrema

La versatilità del trasferimento termico consente di stampare praticamente tutto, spaziando dalla stampa di dati alla creazione di affascinanti etichette prodotto e nastri in raso decorativi.

Puoi stampare su etichette pretagliate e su moduli continui, adesivi o non adesivi.

etichette prodotti alimentari stampati a trasferimento termico

Video e tutorial per la stampante Zebra ZD421

Scopri il software Print DNA di Zebra

Zebra Print DNA è una suite di applicazioni software e funzionalità integrate che offre strumenti di gestione remota, sicurezza e aggiornamenti continui.

Approfondisci al link:

https://www.zebra.com/us/en/software/printer-software/print-dna.html

Accessori opzionali della stampante Zebra ZD421

Batteria: alimenta la stampante per un intero turno di stampa alla massima velocità trasformandola in un dispositivo portatile.

Gestione supporti post stampa (installabili sul campo):

  • Spellicolatore (distacco e presentazione etichetta con sensore di presenza etichetta)
  • Taglierina (per tagliare moduli continui alla lunghezza di stampa desiderata)

Conclusioni

Se ti occorre una soluzione di stampa in autonomia facile da gestire, veloce ed economica, scegli Zebra ZD421.

Se acquisti da noi, avrai installazione e istruzione da remoto gratuite.

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/

LETTERING: UNO STILE PER CREARE LE ETICHETTE DEI PRODOTTI

Il lettering è un’arte antica che consiste nel disegnare caratteri e parole in modo creativo, realizzando bellissime composizioni tipografiche.

Nato come tecnica decorativa da effettuare con pennelli, ha oggi molte espressioni eseguite con strumenti digitali.

Troviamo esempi di lettering ovunque: nelle insegne, nei post di Instagram, sulle copertine di agende, stampati sulle magliette.

Realizzare un lettering sulle etichette dei prodotti è una strategia moderna e, tutto sommato, facile per creare un design di impatto.

GRAFICA ETICHETTE PER CONFETTURE CON LETTERING DELLA DENOMINAZIONE DI VENDITA

L’etichetta gioca un ruolo fondamentale nel marketing di un prodotto: attrae l’attenzione dei consumatori, comunica il valore del marchio, esprime le caratteristiche del prodotto.

In questo articolo vediamo come una grafica basata sul lettering possa essere efficacie e facile da stampare.

Come creare un lettering per un prodotto

Il lettering è una scrittura creativa che enfatizza le lettere, giocando con posizioni grandezze e spessori, per realizzare uno stile unico.

Puoi creare un lettering utilizzando qualsiasi font: serif, sans serif, script, calligrafici o grotteschi.

Il lettering è in grado di trasmettere emozioni e personalità attraverso le parole e le forme, creando etichette di prodotti che si distinguono dalla concorrenza con un’identità visiva riconoscibile.

Non necessariamente l’originalità corrisponde ad una scelta massimalista e appariscente.

Si può comporre un lettering anche molto sobrio ed elegante.

Come-creare-etichette-per-olio-evo-accattivanti-con-il-lettering

Si inizia esaltando le lettere o le parole più influenti, e si prosegue cercando di creare un ordine visivo, magari riempiendo una forma o seguendo un contorno.

Si possono seguire criteri geometrici oppure fluttuare tra curve e intrecci.

Una regola non c’è, eccetto di non perdere completamente la leggibilità del testo, seppur un po’ di mistero può essere anche intrigante.

Contattaci per progettare la grafica dei tuoi prodotti

I vantaggi delle etichette minimali

Le etichette progettate con la tecnica del lettering, puntando sul potere della tipografia, sono piuttosto minimaliste e non hanno bisogno di includere immagini.

In genere, scegliere un’immagine adatta da stampare, non è un compito semplice:

  • potrebbe non avere la giusta risoluzione
  • i colori potrebbero virare
  • potrebbe non avere un buon equilibrio luci/ombre

Un’immagine occupa uno spazio dell’etichetta sottraendolo ad altri elementi importanti o obbligatori.

Un’etichetta senza immagini è decisamente la scelta più facile da stampare.

Stampa in autonomia le etichette dei prodotti

Per la stampa in azienda delle etichette, esistono 2 tecnologie di stampa:

  • il getto di inchiostro, per stampare etichette a colori
  • il trasferimento termico, per stampare etichette monocromatiche.

Per scegliere la stampante adatta alle tue esigenze devi analizzare alcuni punti chiave.

Che tipo di grafica devi stampare? A colori o monocromatica?

Che larghezza hanno le etichette? Minore o maggiore di 108 mm?

Quante etichette devi stampare al giorno? Più o meno di 500?

Premesso che la cosa migliore da fare è chiamarci per una consulenza tecnica dettagliata, l’informazione più sensibile che possiamo anticiparti è che una stampante di etichette a colori è un investimento superiore rispetto ad una stampante termica.

Quindi, se stampare più di un colore non è un’esigenza inderogabile, ti invito a guardare alcuni nostri video di presentazione sulla stampa a trasferimento termico.

Approfondimenti sulla stampa a getto di inchiostro

Approfondimenti sulla stampa a trasferimento termico

Conclusioni

Per creare un prodotto vincente puoi seguire varie strategie.

La grafica è un elemento fondamentale.

Una grafica minimale ma seducente potrebbe essere il trampolino giusto.

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/


Articoli recenti

STAMPANTI PROFESSIONALI DI ETICHETTE A COLORI EPSON QUALE MODELLO SCEGLIERE

Se vuoi stampare etichette a colori in autonomia e renderti indipendente dai minimi di produzione, stampare la quantità necessaria di etichette all’occorrenza, le stampanti Epson ColorWorks a getto d’inchiostro per etichette adesive vengono prodotte in una serie di modelli adatti a differenti esigenze operative e offrono una qualità di stampa professionale.

Per scegliere il modello idoneo è necessario valutare alcuni fattori specifici della tua applicazione di etichettatura:

  • Hai bisogno di stampare molte etichette velocemente? Oppure sei all’inizio della tua attività e ancora non sei in grado di stimare la quantità di etichette che dovrai produrre?
  • Oppure stampi conto terzi piccoli lotti di etichette con grafiche differenti?
  • Quale è la dimensione minima e massima delle etichette che utilizzerai?
  • Quali accessori sono indispensabili per il tuo flusso di stampa: taglierina, spellicolatore, riavvolgitore?
  • Su quali materiali desideri stampare? Carta, carta lavorata oppure ti occorre un’etichetta di un materiale resistente come il polipropilene oppure il poliestere?

In questo articolo ti guidiamo verso la scelta giusta, ma tieni in considerazione che parlare con un esperto del settore ti aiuterà a fugare qualsiasi dubbio tecnico, valutando opzioni che potrebbero sfuggirti.

STAMPANTE EPSON CW-C4000: la scelta giusta per medio-bassi volumi di stampa

La Epson CW-4000 è una stampante compatta e potente, produce stampe in alta qualità e risoluzione, con una larghezza di stampa massima pari a 108 mm e minima pari a 25,4 mm, mentre la lunghezza massima di stampa è di 406 mm.

Un ampio display LCD a colori da 2,7 pollici ne semplifica l’utilizzo, restituendo un immediato riscontro visivo di notifiche sullo stato l’occorrenza di errori.

I rotoli di etichette possono essere inseriti all’interno della stampante oppure esternamente con passaggio dalla parte posteriore, consentendo l’utilizzo di bobine di etichette più capienti.

Il modello CW-4000 è inoltre dotato di una taglierina automatica, che permettendoti di stampare su rotoli continui adesivi o semplicemente del cartoncino e tagliarlo all’altezza desiderata.

EPSON C4000 CON INCHIOSTRI A PIGMENTI

Gli inchiostri sono separati in 4 cartucce CMYK di capacità pari a 50 ml con pigmenti di lunga durata per creare etichette ad asciugatura rapida e ricche di dettagli, resistenti alle sbavature, all’acqua, allo scolorimento.

La funzione di calibrazione dei colori (spot colour matching tool e profili colore ICC) genera la stampa di etichette in gradazione di colore  per ottenere un risultato aderente a quello desiderato

INCHIOSTRO NERO OPACO O LUCIDO

Realizzata su misura per rispondere a esigenze specifiche, la Epson C4000e è stata progettata in due varianti (con due Part Number differenti C4000e (mk) e (bk)), da acquistare in base al tipo di materiali utilizzati.

Il modello standard con inchiostro nero lucido (BK) è ideale per creare testi nitidi e immagini ricche di dettagli su una vasta gamma di supporti.

Il modello con inchiostro nero opaco (MK) offre un pigmento nero più intenso per supporti in carta opaca, la cui naturale assorbenza tenderebbe a smorzare le tinte scure.

CARATTERISTICHE TECNICHE EPSON C4000

  • Metodo di stampa Testina di stampa PrecisionCore™
  • Risoluzione di stampa 1.200 x 1.200 dpi, 1.200 x 600 dpi, 600 x 600 dpi, 300 x 600 dpi, Max. 1.200 x 1.200 dpi
  • Velocità di stampa Max. 100 mm/sec a 300 x 600 dpi (larghezza di stampa 102 mm)
  • Dimensioni 310‎ x 285 x 283 mm (LxPxA)
  • Peso 13 kg

CONFEZIONAMENTO E DIMENSIONI DELLE ETICHETTE SUPPORTATE DALL’ EPSON C4000

  • Siliconata posteriore (larghezza carta) da 25.4 a 112 mm
  • Larghezza dell’etichetta da 21.4 a 108 mm
  • Lunghezza etichette (senza spellicolatore): da 8 a 609.6 mm
  • Con lo spellicolatore: da 12.7 a 609.6 mm (up to 24 inches)
  • Gap tra le etichette da 2 a 6 mm
  • Siliconata laterale 2 +/- 0.5 mm
  • Spessore del materiale da 0.12 a 0.24 mm
  • Diametro interno del rotolo di etichette 44-57 mm
  • Massimo diametro esterno del rotolo di etichette 101,6 mm

Attenzione Se devi stampare un’etichetta fustellata la lunghezza minima e massima è compresa tra 8 e 406,4 mm

EPSON COLORWORKS C6000

Hai bisogno di una stampante che supporti rotoli più grandi e volumi di stampa più elevati?

Con il modello Epson ColorWorks C6000A puoi stampare su etichette adesive di larghezza compresa tra 25 mm per la C6000Ae(con taglierina) e 50 mm per la C6000Pe (con spellicolatore) fino a 112 mm e su una vasta gamma di materiali, tra cui anche la carta texturizzata (carta ocn trama).

Questa serie di stampanti comprende i modelli dotati di peeler (Pe), cioè lo spellicolatore e taglierina automatica (Ae).

Attenzione che le 2 opzioni corrispondono a part number differenti, quindi come sempre quando si sceglie il modello di stampante idoneo, è opportuno analizzare non solo le caratteristiche del modello ma anche eventuali accessori necessari per ottenere un processo di produzione commisurato al proprio flusso di stampa.

La versione con inchiostro nero opaco (presente in entrambi i modelli con taglierina e spellicolatore) offre una maggiore flessibilità nella finitura di stampa sia su carta texturizzata che naturale.

Qualità di stampa Epson C6000

Queste stampanti per etichette garantiscono una stampa a quattro colori di elevata qualità e risoluzione, insieme alla funzionalità di calibrazione cromatica (colour matching tool e profili colore ICC) per etichette a colori eccellenti e di notevole impatto visivo.

Approfondisci

CARATTERISTICHE TECNICHE COLORWORKS C6000

  • Metodo di stampa Testina di stampa PrecisionCore™
  • Velocità di stampa Max. 119 mm/sec a 300 x 600 dpi (larghezza di stampa 108 mm)
  • Risoluzione di stampa 300 x 600 dpi, 600 x 600 dpi, 600 x 1.200 dpi, 1.200 x 1.200 dpi, Max. 1.200 x 1.200 dpi
  • Larghezza di stampa massima max. 108 mm
  • Diametro interno del rotolo di etichette 76 mm
  • Diametro esterno massimo del rotolo di etichette 203 mm
  • Dimensioni 340‎ x 565 x 326 mm (LxPxA)
  • Peso 23 kg

SPECIFICHE SULLE DIMENSIONI E IL CONFEZIONAMENTO DELLE ETICHETTE DELLA EPSON C6000

Questa stampante può utilizzare etichette fustellate con gap o black mark, oltre a supporti in modulo continuo

Quando si utilizzano etichette prefustellate è importante tenere in considerazione la dimensione minima e massima della stampa, della larghezza e dello spessore della carta, la misura del gap o del black mark sul retro della siliconata

  • Siliconata posteriore (larghezza carta) da 25.4 a 112 mm
  • Larghezza dell’etichetta da 21.4 a 108 mm
  • Lunghezza etichette modello (senza spellicolatore): da 8 a 609.6 mm
  • Con lo spellicolatore: da 12.7 a 609.6 mm (up to 24 inches)
  • Gap tra le etichette da 2 a 6 mm
  • Siliconata laterale 2 +/- 0.5 mm
  • Spessore del materiale da 0.12 a 0.24 mm

EPSON COLORWORKS C6500

Hai bisogno di etichette con larghezza maggiore di 108 mm? La Epson CW-6500 consente di stampare su supporti di larghezza compresa tra 25,4 mm e 215.9 mm

Come tutti i modelli Epson della serie Colorwors la puoi utilizzare su un’ampia gamma di materiali dalla carta opaca o lucida, oppure su carte con trama come la carta vergata o martellata o anche su materiali sintetici resistenti come il poliestere o il propilene

La CW-C6500 è stata progettata per un’estrema facilità di utilizzo.

Tutte le operazioni possono essere svolte dalla parte frontale, con conseguente risparmio in termini di ingombro.

Il rotolo può essere sostituito sia dalla parte frontale, sia da destra sia da sinistra.

Qualità di stampa Epson C6500

Questa stampante per etichette professionale offre stampe a quattro colori di qualità e risoluzione sempre elevate e come gli altri modelli ColorWoks è dotata della funzionalità di calibrazione dei colori (colour matching tool e profili colore ICC), per generare la perfetta tonalità di colore che desideri

Modelli e configurazioni Epson C6500

Anche questa serie di stampanti è prodotta nella versione con taglierina automatica oppure con spellicolatore, accessorio utile se ti occorre un’etichetta spellicolata pronta per essere applicata.

VERSIONE MK

Anche la serie Epson 6500 ha la versione mk con inchiostro nero matte che offre una migliore flessibilità in termini di finitura per la stampa su carta comune o con trama.

CARATTERISTICHE TECNICHE EPSON COLORWORKS C6500

  • Metodo di stampa Testina di stampa PrecisionCore
  • Velocità di stampa Max. 85 mm/sec a 300 x 600 dpi (larghezza di stampa 212 mm)
  • Risoluzione di stampa 300 x 600 dpi, 600 x 600 dpi, 600 x 1.200 dpi, 1.200 x 1.200 dpi, Max. 1.200 x 1.200 dpi
  • Larghezza di stampa max. 212 mm
  • Diametro interno del rotolo di etichette 76 mm
  • Diametro esterno massimo del rotolo di etichette 203 mm
  • Dimensioni 444‎ x 515 x 326 mm (LxPxA)
  • Peso 26 kg

SPECIFICHE SULLE DIMENSIONI E IL CONFEZIONAMENTO DELLE ETICHETTE DELLA EPSON C6500

Il rotolo di etichette prefustellate per questa stampante deve rispettare le seguenti specifiche tecniche

  • Siliconata posteriore da 25.4 a 215,9 mm
  • Larghezza dell’etichetta da 21.4 a 211,9 mm
  • Lunghezza etichette modello senza spellicolatore: da 8 a 609.6 mm
  • Con lo spellicolatore: da 12.7 a 609.6 mm (up to 24 inches)
  • Gap tra le etichette da 2 a 6 mm
  • Siliconata laterale 2 +/- 0.5 mm
  • Spessore del materiale da 0.12 a 0.24 mm
STAMPANTE DIGITALE DI ETICHETTE A COLORI EPSON COLORWORKS 6500

Contattaci

info@acsistemisrl.com

EPSON COLORWORKS C7500

Hai bisogno di stampare in volumi elevati e con grande velocità: l’Epson 7500 è la scelta giusta

La Epson 7500 raggiunge il doppio della velocità di stampa rispetto a tutti gli altri modelli a getto d’inchiostro ColorWorks, mantenendo precisione e risoluzione massime.

L’Epson 7500 viene prodotta in 2 versioni:

C7500G per la stampa su etichette lucide

In questo caso la stampante utilizza inchiostri pigmentati con formulazione specifica per superfici lucide come carte patinate, polipropilene lucido, poliestere.

C7500 per la stampa su etichette opache

Questo modello utilizza inchiostri pigmentati per creare etichette di qualità professionale, prive di sbavature, che non sbiadiscono e si asciugano rapidamente consentendo una applicazione immediata.

STAMPANTI PROFESSIONALI DI ETICHETTE A COLORI EPSON
EPSON CW-7500

Quando acquistare la Epson 7500

Quando hai volumi di stampa elevati e hai bisogno di stampare velocemente la Epson 7500 è una stampante di classe industriale costruita per lavori intensi che richiedono qualità professionale.

Ideale per applicazioni ad alta produttività: l’elevata risoluzione, pari a 600×1200 dpi e la velocità di stampa fino a 300 mm/sec garantiscono stampe rapide alla massima risoluzione.

La testina di stampa PrecisionCore ha una durata pari a quella della stampante e quindi non necessita di sostituzione nel ciclo di vita della stampante.

Efficienza: le 4 cartucce di inchiostro hanno una capacità maggiore rispetto a quella di altre stampanti, il che consente un processo di stampa molto più efficiente in quanto si riducono i tempi di fermo macchina per la sostituzione delle cartucce.

Taglierina automatica: la Epson 7500 è dotata di taglierina automatica per tagliare i rotoli di carta continua all’altezza desiderata.

Manutenzione minima con la procedura di manutenzione automatica. Inoltre, non viene scartata nessuna etichetta durante la procedura di pulizia della testina

SPECIFICHE SULLE DIMENSIONI E IL CONFEZIONAMENTO DELLE ETICHETTE DELLA EPSON 7500

  • Diametro interno del rotolo di etichette 76 mm
  • Massimo diametro esterno del rotolo di etichette 204 mm
  • Larghezza di stampa massima pari a 108 mm
  • Larghezza carta min. 50 mm, massimo 112 mm
  • Massima lunghezza di stampa 603 mm
  • Dimensioni 392‎ x 598 x 397 mm (LxPxA)
  • Peso 36,7 kg

CONCLUSIONI: QUALE STAMPANTE DI ETICHETTE SCEGLIERE TRA I MODELLI COLOWORKS?

Per scegliere il modello adeguato devi focalizzare la tua attenzione su alcuni fattori primari:

Quanto dovrai stampare: se hai bisogno di produrre migliaia di etichette velocemente devi orientarti su un modello industriale come la 7500, se invece sei all’inizio della tua attività e i tuoi volumi sono contenuti, la C4000 è un ottimo investimento che genera etichette adesive con qualità professionale.

Scegli i modelli C6000 o C6500 per qualità professionale se ti occorre una stampante professionale per iniziare ma che tenga conto anche di un futuro incremento di produttività

Dimensioni delle etichette che dovrai produrre: fino a 108 mm puoi optare per i modelli c4000, c6000 o 7500.

Se però le tue etichette hanno una larghezza maggiore di 108 mm, devi acquistare il modello C6500, la cui larghezza massima è pari a 212 mm

Tutte le stampanti Epson sono dotate di taglierina automatica, ma se ti occorre un’etichetta spellicolata ricorda che è un’opzione con un part number specifico

Se desideri un nostro consiglio contattaci, saremo lieti di aiutarti

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro


Approfondisci

PALMARE ZEBRA MC9400 E MC9450: COME SCEGLIERE IL MODELLO GIUSTO

I palmari Zebra della serie MC9400/MC9450 sono costruiti con criteri di robustezza industriali e vengono impiegati nelle operazioni logistiche per creare un flusso veloce e privo di errori.

Le opzioni di configurazione del palmare Zebra MC9400 e MC9450 sono molteplici per incontrare qualsiasi esigenza operativa.

Per scegliere il modello adatto alle tue specifiche esigenze è necessario determinare alcune caratteristiche tecniche che definiscono la configurazione giusta.

Analizziamo in questo articolo gli attributi comuni a tutte le configurazioni e i requisiti opzionali che dipendono dalla specifica configurazione, identificata da un part number univoco

1 – IN QUALE AMVIENTE UTILIZZERAI IL PALMARE ZEBRA?

L’MC9400 viene prodotto in tre modelli in funzione dell’ambiente di utilizzo

  • versione standard
  • versione per celle frigorifere
  • versione non infiammabile

Nel modello progettato per la catena del freddo, un pannello touch riscaldato garantisce una visibilità costante anche in presenza di temperature sottozero e in condizioni di forte condensa.

La batteria compatibile con celle frigorifere offre la sicurezza e l’autonomia necessarie per lavorare durante i turni di lavoro più lunghi e freddi.

Inoltre, la finestra di uscita dello scanner è riscaldata assicurando un’acquisizione affidabile dei dati anche in condizioni climatiche gelide.

Il modello non infiammabile (Class 1 Div 2) permette di lavorare con il palmare in aree in cui sono presenti materiali pericolosi, come gas e sostanze infiammabili

Temperature di esercizio:

Standard: da -20 °C a +50 °C

Celle frigorifere: da -30 °C a +50 °C (da -22 °F a 122 °F)

PALMARE ZEBRA MC9400  E MC9450: COME SCEGLIERE IL MODELLO GIUSTO

2 – CONNESSIONI: MC9400 OPPURE MC9450?

La serie MC9400 è dotato di connessione WiFi 6E, Bluetooth 5.3 e USB

La serie MC9450 integra anche una doppia scheda SIM – nano SIM ed eSim – per supportare simultaneamente connessioni 5G private e pubbliche al fine di garantire la ridondanza della rete o implementare reti wireless diverse in aree distinte dell’azienda.

Inoltre, sempre il modello MC9450, è dotato di GPS

Connettività Bluetooth avanzata

Rispetto al Bluetooth 5.2, il Bluetooth 5.3 aumenta l’efficienza energetica per migliorare la durata della batteria, ridurre al minimo le interferenze dei dispositivi assicurando connessioni più affidabili e più sicure grazie a funzioni di protezione avanzate.

3- OPZIONI DI SCANSIONE E ACQUISIZIONE DATI

 Il modulo di acquisizione dati può essere selezionato tra 4 opzioni differenti:


  • SE4770 Standard Range Imager
  • SE58 Extended Range Imager
  • SE58 + 16MP Rear Facing Camera + 8MP Front Facing Camera
  • SE4770 + 16MP Rear Facing Camera + 8MP Front Facing Camera

Le ottiche SE58 e SE4770 leggono sia codici 1D che 2D, ma offrono prestazioni differenti e devono essere selezionate in base alle specifiche esigenze di lettura analizzando l’eventualità dell’accoppiamento con le fotocamere

Se hai bisogno di leggere i codici a grande distanza devi considerare il nuovo motore di scansione a raggio esteso SE58 con tecnologia IntelliFocusᵀᴹ che offre un raggio di scansione senza confronti.

È possibile leggere i codici a barre da oggetti tenuti in mano così come da oltre 30,5 metri – una distanza notevolmente maggiore di qualsiasi altro scanner sul mercato.

Inoltre, l’innovativo puntatore laser verde – fino a sette volte più visibile del tipico puntatore rosso – facilita la scansione degli articoli sugli scaffali più alti del magazzino.

Oltre a considerare le distanze di lettura dei codici devi valutare se hai bisogno delle fotocamere che fanno parte delle opzioni configurabili

Tecnologia della fotocamera senza rivali

La fotocamera frontale ad alta risoluzione è ideale sei devi fare delle video-chiamate.

Mentre, la fotocamera posteriore con HDR ha la più alta risoluzione della categoria e produce foto altamente dettagliate, ideali per documentare le spedizioni danneggiate in arrivo, i controlli di qualità e altre situazioni in cui è opportuno acquisire un’immagine.

Risoluzione delle fotocamere

Anteriore: 8 MP; posteriore: 16 MP con autofocus; il flash a LED genera una luce bianca bilanciata; supporta la modalità torcia elettrica+ HDR (standard)

4 – TASTIERA DEL PALMARE

L’MC9400/MC9450 può lavorare con 7 tastierini differenti con 29/34/43/53 o 58 tasti sia numerici che alfanumerici o emulazione terminale (5250 e VT): è opportuno scegliere quello che semplifica l’inserimento dei vostri dati.

È comunque possibile cambiare il tastierino in autonomia per gestire l’inserimento di dati differenti

5- BATTERIA

Anche la batteria del terminale è un componente che può essere scelto in base alle specifiche preferenze

  • batteria ricaricabile agli ioni di litio: 3,6 V, 7000 mAh (25,20 Wh)
  • batteria BLE opzionale agli ioni di litio 3,6 V, 7000 mAh (25,20 Wh);
  • batteria opzionale per celle frigorifere – 5000 mAh (18,80 Wh);
  • batteria opzionale non infiammabile da 7000 mAh (25,20 Wh);
  • batteria di riserva per sostituzione a caldo con persistenza temporanea della sessione

PALMARI PER IL MAGAZZINO

palmare zebra mc9400

Stai cercando il palmare giusto per la tua attività?

Vuoi scegliere con noi la configurazione adatta al tuo flusso logistico?

Contattati

06.51848187

www.acsistemisrl.com

La batteria BLE

Con la nuova batteria BLE e Device Tracker di Mobility DNA, potete sempre localizzare facilmente i dispositivi, anche se sono spenti o con poca carica.

L’acquisto della batteria BLE opzionale e delle licenze Device Tracker devono essere acquistate a parte

Tecnologia avanzata della batteria PowerPrecision+

Le batterie Zebra PowerPrecision+ sono progettate e prodotte per offrire prestazioni, affidabilità e sicurezza avanzate.

La visibilità in tempo reale delle statistiche delle batterie consente di individuare e sostituire facilmente le batterie che non sono più in grado di mantenere una carica completa, per mantenere sempre il terminale Zebra MC94000 produttivo

Inoltre, le batterie sono sempre pronte all’uso grazie alla carica rapida e possono essere sostituite al volo senza perdere alcun dato grazie al supporto per la sostituzione a caldo.

I test di caduta e ribaltamento vengono eseguiti con la batteria inserita, per garantire che le batterie siano robuste quanto i dispositivi.

Dopo aver approfondito quali sono i parametri configurabili, continuiamo con la descrizione delle caratteristiche tecniche comuni a tutte le configurazioni

6 – CPU, MEMORIA E SISTEMA OPERATIVO ANDROID

  • CPU Qualcomm 4490 octa-core; 2,4 GHz
  • Memoria 6 GB RAM/128 GB flash
  • Il sistema operativo Android è potenziato con funzioni aziendali

Il supporto per Android è integrato fino ad Android 17, con aggiornamenti della sicurezza per proteggere i dispositivi e i dati.

Potete inoltre scegliere tra oltre 100 funzionalità da aggiungere per migliorare la sicurezza, il supporto per l’acquisizione dei dati, la connettività wireless e la gestibilità dei dispositivi.

7 – DISPLAY E FINESTRA DI SCANSIONE

Il display è da 4,3 poll. WVGA; 800 x 480 pixel a colori

Il pannello touch con schermo capacitivo touch presenta una doppia modalità per l’inserimento dei dati: mediante dito scoperto, dito con guanto o stilo (stilo conduttivo venduto separatamente);

Finestra imager Corning Gorilla Glass con fessura di aerazione (nel modello standard) o con saldatura ottica (nel modello per celle frigorifere)

8- ROBUSTEZZA

I modelli MC9400 e MC9450 sono progettati per gli ambienti più difficili.

Sporco e incrostato? Potete lavarlo con un getto d’acqua.

È caduto in acqua? Nessun problema, è impermeabile.

Grazie ai più severi test di Zebra su cadute e ribaltamenti, questi dispositivi sono in grado di affrontare le inevitabili cadute quotidiane sul cemento in ambienti impegnativi come porti, cantieri, stabilimenti di produzione e magazzini.

Inoltre, il display e la finestra dello scanner, che rappresentano due dei componenti più vulnerabili di qualsiasi palmare, sono protetti da Corning Gorilla Glass per garantire la massima resistenza a graffi e urti.

PALMARE ZEBRA MC9400  E MC9450: COME SCEGLIERE IL MODELLO GIUSTO

9 – ACCESSORI DEL TERMINALE ZEBRA MC9400/MC9450

Il palmare Zebra di classe industriale può essere integrato ocn una completa gamma di accessori per la ricarica, il trasporto e il montaggio su veicoli.

La lista di accessori è lunga e complessa, come puoi approfondire dal seguente link

https://docs.zebra.com/content/tcm/us/en/mobile-computers/handheld/mc9-series/bm-mc94xx-product-reference-guide-ditamap/accessories.html

Tutti gli accessori devono essere acquistai separatamente e la scelta richiede un’analisi approfondita del proprio flusso operativo

CONCLUSIONI

Se vuoi acquistare il palmare Zebra MC9400/MC9450 a scelta in autonomia della giusta configurazione e degli accessori necessari al suo funzionamento non è certamente una buona idea

Devi farti aiutare da un partner certificato Zebra che sappia guidarti ed indirizzarti sul modello commisurato alle tue necessità

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro


LASER PER INCISIONE E TAGLIO FLUX ADOR: TUTTO QUELLO CHE PUOI REALIZZARE

Incisione e taglio laser sono lavorazioni semiartigianali che abbreviano i tempi di produzione.

I creatori che hanno bisogno di incidere su vari oggetti, in genere, devono ricorrere all’acquisto di più macchine separate, ognuna specializzata nella lavorazione solo di alcuni materiali.

Ador ha un design modulare tre in uno che include:

  • un laser a diodi (disponibile da 10 W o da 20 W)
  • un laser a infrarossi da 2 W
  • un innovativo modulo di stampa.
FLUX ADOR LASER PER TAGLIO E INCISIONE

I tre moduli intercambiabili consentono ai creatori di ampliare significativamente le loro possibilità operative risparmiando tempo e denaro.

In questo articolo presentiamo alcuni video tutorial per mostrare la facilità di utilizzo della macchina e del software di progettazione.

Differenza tra laser a diodi e laser a infrarossi

Il laser a diodi è idoneo per lavorazioni su materiali cedevoli, quindi legno, acrilico, pelle, gomma, carta e ceramica.

Il modulo da 20 W esegue il lavoro più velocemente rispetto al modulo da 10 W.

Il laser a infrarossi da 2 W funziona con una lunghezza d’onda di 1064 nanometri che lo rende ideale per l’incisione su superfici metalliche e plastica.

Inoltre il raggio ridotto consente incisioni di precisione con profili estremamente articolati.

Guida alla scelta del modulo laser per vari materiali

MATERIALEDIODO
10 W TAGLIO
DIODO
20 W TAGLIO
INCISIONE DIODIINCISIONE INFRAROSSI
LEGNO* 8mm* 10 mm*/
ACRILICO NERO* 5 mm* 8 mm**
PELLE* 3 mm* 3 mm*/
TESSUTO* 3 mm* 5 mm*/
GOMMA***/
CEMENTO  */
PIETRA  */
ACCIAIO  **
ORO  /*
RAME  /*
TITANIO  /*
ALLUMINIO  /*
ARGENTO  /*
FERRO  /*

Il programma di creazione grafica Beam Studio ha delle impostazioni predefinite per i vari materiali.

C’è da notare che i materiali in commercio spesso non sono puri, per cui è sempre opportuno eseguire dei test per regolare i parametri di taglio e incisione al meglio.

Potenza e velocità del laser possono essere sempre modificate in base alla personale esperienza relativa allo specifico materiale.

VIDEO TUTORIAL SUL LASER FLUX ADOR

Abbiamo utilizzato Flux Ador per testare il suo valore tecnico su vari materiali.

In questi tutorial noterete la facilità di utilizzo e la possibilità di creare oggettistica di ogni genere.

COME CREARE UN PUZZLE IN LEGNO CON IL LASER E STAMPA A SUBLIMAZIONE

INCISIONE TIMBRI CON IL LASER FLUX ADOR TUTORIAL

INCISIONE CON IL LASER FLUX ADOR: COME OTTIMIZZARE LE IMMAGINI – TUTORIAL

SUBLIMAZIONE E INCISIONE LASER: LA COPPIA PERFETTA PER PERSONALIZZARE

INCISIONE SU OTTONE E ACCIAIO CON LASER

ENGRAVE SU LEGNO CON LASER DA 20W -TUTORIAL

STAMPA E INCIDI CON IL LASER ADOR

Modulo di stampa del laser Flux Ador

Il modulo di stampa ha 4 cartucce CMYK di inchiostri a solvente da 42 ml per stampare su legno, carta, tessuto e altri materiali assorbenti.

La testa di stampa lavora con una cartuccia alla volta e una procedura guidata indica il momento del cambio colore per eseguire la miscelazione dei colori.

Si raccomanda di stampare su superfici piane per evitare collisioni tra l’oggetto e la testina di stampa.

SPECIFICHE TECNICHE DEL LASER FLUX ADOR

  • Dimensioni 637×488×226mm
  • Peso 19 chilogrammi
  • Energia CA 110 – 240 V
  • Schermo 8 pollici (diagonale)
  • Telecamera 8MP
  • Connettività USB/WiFi 
  • Velocità massima di incisione 400 mm/s
  • Specifiche del laser Laser a diodi 10 W / 20 W
    Laser a infrarossi 2 W 1064 nm
  • Risoluzione laser Massimo 1000 dpi
  • Risoluzione di stampa 300 dpi / Colore singolo – 150 dpi / Colore misto

Ador ha una grande area di lavoro (43 cm x 30 cm) con una profondità di 3 cm, consentendo di utilizzarla su una moltitudine di oggetti.

Il sistema aspirante AIR ASSIST con filtri a 4 strati protegge l’utilizzatore ed evita la formazione di segni di bruciatura sugli oggetti.

L’autofocus integrato consente di mettere a fuoco l’altezza dell’oggetto con un semplice tasto sul pannello di controllo.

La telecamera HD con risoluzione di 8 MP visualizza l’anteprima del prodotto sia in fase di progetto che in lavorazione.

Con il display da 5 pollici potrai navigare tra i file, monitorare la lavorazione e regolare i parametri di taglio e stampa in tempo reale.

Conclusioni

Flux Ador è semplice da utilizzare, versatile su tutti i materiali e precisa.

Una macchina 3 in 1 con moduli intercambiabili, progettata con criteri di sicurezza certificati, che ti permetterà di creare oggetti straordinari senza dover investire in altri macchinari.

Contattaci per maggiori informazioni

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/


Articoli recenti

STAMPANTI DI ETICHETTE A COLORI PRIMERA: COSA FARE SE LA CARTUCCIA NON STAMPA BENE

In questo articolo descriviamo le procedure da eseguire se noti una scarsa qualità di stampa della cartuccia.

Puoi applicare le procedure di seguito a tutti i modelli di stampanti Primera: LX810, LX910, LX400, LX500, LX600, LX610, IP60, Bravo, Eddie

QUANDO ESEGUIRE UNA PULIZIA APPROFONDITA DELLA CARTUCCIA

Se il livello di inchiostro non è scarso, ma noti un peggioramento della qualità di stampa, oppure colori differenti dal tuo progetto o la cartuccia non viene riconosciuta dalla stampante, ti consiglio di procedere con una pulizia approfondita

PULIZIA DELLA CARTUCCIA E TEST DI STAMPA

Attraverso il software PrintHub esegui l’allineamento e la pulizia della cartuccia attraverso i pulsanti dedicati come mostrato in figura (pulsanti Align e Clean)

STAMPANTI DI ETICHETTE A COLORI PRIMERA COSA FARE SE LA CARTUCCIA NON STAMPA BENE

L’allineamento della cartuccia risolve i problemi di qualità causati dal disallineamento bidirezionale

Il pulsante Pulisci invia un modello di prova CMYK. 

Sebbene esegua una procedura di pulizia della cartuccia, lo scopo della stampa del modello di prova della pulizia è determinare se qualcuno degli ugelli CMYK è ostruito o l’inchiostro si sia mescolato.

Se ottieni un risultato differente da quello mostrato nella seguente figura procedi con una pulizia manuale della cartuccia

CARTUCCIA STAMPANTI DI ETICHETTE A COLORI PRIMERA

PULIZIA MANUALE DELLA CARTUCCIA

Rimuovere la cartuccia dalla stampante e segui la procedura illustrata nel seguente video

Attenzione: la procedura non è applicabile ai modelli LX900, LX1000 o LX2000

Piega più volte un tovagliolo di carta o dello scottex e bagnalo completamente con acqua tiepida o alcool isopropilico

Utilizzare acqua in bottiglia o acqua distillata per le cartucce di inchiostro commestibili utilizzate nella stampante per alimenti Eddie

Premi gli ugelli della cartuccia sulla carta bagnata per 1-5 secondi.

Tocca saldamente la parte superiore della cartuccia con le dita.

Ripeti finché tutti e tre i colori non saranno ben visibili sul tovagliolo di carta.

Avviare un test di stampa come spiegato al passo precedente per verificare che tutti gli ugelli del colore siano puliti.

Se necessario ripeti la procedura più volte, finchè non raggiungi un test di stampa soddisfacente

CARTUCCIA STAMPANTI DI ETICHETTE A COLORI PRIMERA

PULIZIA DEI CONTATTI IN RAME DELLA CARTUCCIA

Se i contatti in rame della cartuccia fossero danneggiati, la stampante potrebbe non riconoscerla.  

Per verificare questa occorrenza basta provare un’altra cartuccia. 

Se la nuova cartuccia funziona ma quella vecchia no, probabilmente la prima cartuccia è difettosa.   Per sicurezza, pulisci i contatti in rame sulla cartuccia e sul supporto della cartuccia con una salvietta imbevuta di alcool e poi prova nuovamente la cartuccia

Inoltre, è possibile che all’interno della stampante si accumuli una quantità eccessiva di inchiostro, causando l’interruzione dei segnali elettrici.

Per la pulizia segui le istruzioni indicate al seguente video

Se hai attuato le procedure precedentemente descritte e la cartuccia continua a restituire una cattiva qualità di stampa allora potrebbe essere difettosa e in questo caso non ti rimane che sostituirla

Ing. Cristina Urbisaglia

📧cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/

06.51848187

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro


ETICHETTE ADESIVE PER LA GESTIONE DEI BAGAGLI

La corretta identificazione e tracciabilità dei bagagli dei passeggeri è un servizio che le compagnie di viaggio devono offrire ai loro clienti.

L’errata assegnazione o destinazione di un bagaglio comporterebbe un disservizio dannoso.

In questo articolo parleremo di una soluzione professionale e affidabile per la gestione dei bagagli, valida sia per le compagnie marittime che in ambito aeroportuale.

linea di trasporto

Identificazione e tracciabilità automatica dei bagagli

Ogni bagaglio, al momento del check-in, deve essere identificato in modo univoco, attraverso una combinazione di informazioni inequivocabili (per esempio: nome, cognome, peso, colore, giorno e orario di partenza, destinazione).

Attraverso il software gestionale della compagnia di viaggi o con un’altra applicazione si deve assegnare a ogni bagaglio un codice a barre oppure un codice Qr, che sono il fulcro dell’identificazione automatica.

Etichettatura dei bagagli

Le informazioni univoche identificative devono essere stampate su opportune etichette adesive da applicare sul bagaglio.

In ogni punto di smistamento la scansione del codice con opportuno lettore ottico consentirà l’identificazione del bagaglio, in modo veloce e senza errori.

ETICHETTE-ADESIVE-PER-LA-GESTIONE-DEI-BAGAGLI-IN-PORTI-E-AEROPORTI

Le etichette adesive per i bagagli sono state progettate per essere applicate con sicurezza e facilmente rimosse a fine viaggio.

Possono essere avvolte attorno al manico della valigia senza lasciare residui di adesivo, grazie al trattamento di neutralizzazione della colla nel tratto centrale.

A seconda delle condizioni del trasporto si può optare per un’etichetta più o meno durevole, selezionando opportunamente il materiale dell’etichetta e il metodo di stampa.

Come stampare le etichette per la registrazione dei bagagli

Le tecnologie di stampa disponibili, caratterizzate da velocità affidabilità e basso costo, sono:

  • la stampa termica diretta
  • il trasferimento termico.

Nella stampa termica diretta si utilizzano specifiche etichette sensibili al calore, che scuriscono spontaneamente come gli scontrini.

Sono etichette di breve durata, quella utile per il viaggio.

Le etichette per la stampa termica diretta possono essere di qualità standard oppure più resistenti (carte termiche protette), necessarie per viaggi con lunghe tratte e vari sbalzi di temperatura.

Nella stampa a trasferimento termico il nero viene stampato tramite la fusione di un nastro inchiostrante (ribbon) che viene trasferito sull’etichetta per contatto.

Questa tecnologia è applicabile ad una gamma di materiali più eterogenea, dalla carta alla plastica, producendo etichette decisamente più durevoli.

Per selezionare il materiale idoneo dell’etichetta è opportuno valutare una serie di fattori aggressivi: abrasione, strappo, umidità, freddo, caldo. Parlane con noi!

Stampanti di etichette

Le stampanti termiche hanno una testina di stampa con elementi riscaldanti (dot).

Una stampante termica diretta ha come unico materiale di consumo le etichette termosensibili.

Una stampante a trasferimento termico, utilizzando anche il ribbon inchiostrante, ha un meccanismo porta ribbon.

C’è da sottolineare che una stampante a trasferimento termico può eseguire anche la stampa termica diretta, ossia in assenza di ribbon, mentre una stampante termica diretta non ha la stessa versatilità.

Stampanti termiche di etichette per bagagli

In generale, le stampanti termiche sono macchine molto semplici da gestire e sono disponibili sul mercato in una moltitudine di marche e modelli (stampanti da scrivania, stampanti portatili da cintura, stampanti industriali).

Per acquistare la stampante adatta alle proprie esigenze è necessario eseguire una pre-analisi delle proprie utilità:

  • Dovrai stampare un’etichetta di breve durata (termica diretta) o più resistente (trasferimento termico)? Le stampanti portatili stampano solo in modalità termica diretta.
  • Qual è volume di stampa giornaliero?
  • Dove verrà utilizzata la stampante?

Una serie di domande mirate potranno chiarire le particolarità della tua applicazione.

Il consiglio migliore è di parlare con un esperto che sappia guidarti nella scelta più idonea.

Affidati a noi che ogni giorno stampiamo, installiamo macchine e istruiamo i clienti per renderli autonomi.

Rfid per la gestione dei bagagli

Finora abbiamo presentato una soluzione automatica basata sulla stampa e sulla scansione del codice a barre o del codice QR con lettori ottici.

È una soluzione plug-and-play utilizzabile ovunque e che non necessita di progetti articolati.

Se occorre un livello di automazione superiore è possibile intercettare i bagagli con un ricevitore in radiofrequenza, senza necessità di visualizzare il codice stampato.

In questo caso le etichette adesive hanno un chip che manda le informazioni automaticamente.

Per implementare la tecnologia Rfid serve un vero e proprio studio di fattibilità, che escluda interferenze e barriere.

L’attrezzatura di base per tracciare i bagagli con l’Rfid è:

  • etichette con antenna
  • stampante di etichette con codificatore Rfid
  • lettori e/o varchi Rfid
VARCO RFID

Conclusioni

Per scegliere la soluzione di identificazione automatica commisurata alle proprie esigenze è opportuno valutare la proporzione costi/benefici.

Affidati alla nostra esperienza e preparazione tecnica.

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/


Articoli recenti

PRIMERA LX610E: STAMPANTE E FUSTELLATRICE DI ETICHETTE A COLORI

Una stampante e fustellatrice di etichette, oltre a stampare la grafica desiderata, è in grado di tagliare qualsiasi forma di etichetta.

Con questa doppia utilità, Primera LX610e è la stampante di etichette a colori con il più alto grado di flessibilità e autonomia.

In questo articolo scoprirai se l’LX610 è la stampante ideale per le tue necessità.

stampante e fustellatrice di etichette Primera LX610e

Come funziona Primera LX610e

Utilizza dei moduli continui (disponibili in tutti i materiali) su cui esegue prima la stampa e poi il taglio digitale.

Può tagliare qualsiasi forma, regolare o irregolare che sia.

I rotoli per la fustellatura sono originali DTM e hanno un cip specifico, mentre per il processo di sola stampa si possono utilizzare etichette in bobina di qualsiasi marca.

Nel software grafico puoi importare sia grafica vettoriale (PDF, Adobe Illustrator) sia in formato immagine (JPG). Il software consente anche di progettare etichette a colori con testi, immagini, forme e codici a barre.

stampante e fustellatrice di etichette a colori

Perché stampare etichette con Primera LX610e?

I vantaggi che offre una stampante e fustellatrice sono molteplici:

  • per stampare tanti formati di etichetta in piccole tirature
  • per realizzare etichette di forma stravagante
  • per fustellare un’etichetta sagomata con sigillo di integrità incluso
  • se ti occorre stampare la stessa grafica in varie dimensioni.

In più, la stampa in autonomia consente alle aziende di inserire direttamente in etichetta i dati variabili come lotto e scadenza, senza dover programmare un processo di marcatura asincrono.

L’LX610 è la stampante ideale per le piccole produzioni artigianali: stampi tagli e applichi l’etichetta sulla confezione manualmente.

Vediamo qualche esempio in cui utilizzare una stampante e fustellatrice è una soluzione di etichettatura vincente

Etichette per liquori di forma particolare

Le bevande alcoliche hanno bottiglie di lusso ed etichette estremamente accattivanti.

Con Primera LX610e, oltre a poter fustellare etichette con un profilo stravagante, puoi stampare su materiali laminati che valorizzano la confezione ed il prodotto.

Etichette per yogurt e vasetti

Alcuni prodotti hanno imballaggi svasati e il punto più comodo per attaccare un’etichetta è il coperchio.

Poter realizzare un’etichetta tonda con una stampa perfetta e dotarla di una linguetta apposita per l’apertura conferisce al prodotto un confezionamento funzionale e accattivante.

Etichette con sigillo di integrità

Molti prodotti hanno un sigillo che garantisce il sottovuoto: confetture, miele, tonno in vetro, conserve.

La stampa in autonomia di un’ etichetta con sigillo può comportare delle difficoltà, ma con la stampante Primera LX610  tutto è possibile con estrema facilita.

Inoltre, per prodotti di qualità potrai scegliere di stampare su materiali eleganti come la carta vergata o la carta strutturata.

Approfondisci

La stampante ideale per tutti i prodotti

Se hai una varietà di prodotti e hai necessità di cambiare grafica, formati, tirature di stampa in completa autonomia, con Primera LX610 non avrai più bisogno di ordinare etichette pretagliate e potrai ogni volta modificare tutto per valorizzare al massimo la tua produzione

Questo video dimostra come anche un utente senza esperienza grafica possa realizzare etichette professionali

Sul nostro canale YouTube troverai tantissime idee e tutorial per utilizzare al meglio questa stampante

https://www.youtube.com/@ACSISTEMI

Conclusioni

L’LX610e di Primera è una stampante compatta da scrivania unica nel suo genere: stampa in alta qualità con una sola cartuccia in quadricromia e un sistema di taglio digitale con cui potrai realizzare etichette perfette in poco tempo.

Contattaci

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/

Articoli recenti

COSA SERVE PER STAMPARE LOTTO E SCADENZA?

Per stampare lotto e scadenza sui prodotti esistono molti metodi, da selezionare valutando la soluzione più congrua al proprio volume di produzione.

In funzione di questo fattore si può optare per un marcatore manuale o automatico.

In questo articolo analizziamo alcuni sistemi di marcatura e perché sceglierli.

marcatore per bottiglie di vino

Marcatore per lotto e scadenza manuale o automatico?

Una marcatura manuale è idonea per stampare lotto e scadenza su una produzione giornaliera di circa 500 unità, si effettua con un dispositivo manovrato manualmente da un operatore, per cui la precisione della marcatura dipende dall’abilità individuale.

Una marcatura automatica è indicata per produzioni medio alte, necessita di un nastro trasportatore, su cui posizionare un marcatore automatico comandato da una fotocellula che invia il comando di stampa al passaggio dei prodotti.

Le marcature automatiche sono più rapide e precise rispetto alle marcature manuali.

Marcatori manuali

Il vantaggio principale di utilizzare un marcatore manuale è la capacità di stampare su contenitori di varie forme e materiali in una varietà di posizioni di stampa.

Inoltre, è un dispositivo portatile che non necessita di alcuna pre-configurazione.

In un processo di marcatura manuale il prodotto viene tenuto fermo, generalmente poggiato su un tavolo, mentre il marcatore viene strisciato sulla superficie per eseguire la stampa.

Le nostre soluzioni di marcatura manuale più apprezzate sono:

come stampare lotto e scadenza marcatore k6

il marcatore a pistola K6 che è un dispositivo stand-alone, programmabile direttamente dal suo display touch, dotato di una guida in metallo che puoi utilizzare per stabilizzare le stampe su superfici difficili. Il K6 può essere fissato su un piccolo nastro trasportatore, per esigenze future.

MARCATORE PORTATILE lotto e scadenza PER PICCOLE PRODUZIONI

il mini-marcatore B10 è un dispositivo programmabile dal telefonino in connessione wi-fi,  ideale per stampare a mano libera su superfici piane e curve. APP di configurazione per smartphone sia Android che iOS.

MARCATORE PER DATA di scadenza E LOTTO di produzione REINER JETSTAMP 970

Il marcatore Reiner JetStamp, programmabile dal PC, ha una base che si appoggia sul prodotto per inquadrare con precisione una specifica area di stampa. Questo dispositivo non va strisciato sul prodotto perché ha una testina di stampa mobile che scorre in una finestra. La speciale ergonomia lo rende anche più costoso.

Tutti questi marcatori hanno inchiostri a rapida essiccazione resistenti all’umidità, all’abrasione e a molti solventi.

Su un’altezza di stampa massima di 12,7 mm puoi inserire fino a 4 righe di testo, codici a barre, Qr code, contatori, loghi e immagini.

Inviaci i tuoi imballaggi per eseguire dei test di stampa gratuiti.

Marcatori automatici

Quando il volume della produzione è elevato, conviene adottare una soluzione di marcatura automatica.

I marcatori automatici sono dispositivi fissi, mentre i prodotti sono in movimento.

Nelle produzioni dove non è presente una linea di confezionamento si può acquistare un nastro trasportatore compatto, che è l’opzione più facile, flessibile e conveniente.

Il nastro ha sponde mobili per adattarsi alla misura del prodotto, alcuni modelli hanno direzione di scorrimento invertibile e velocità regolabile.

Ne esistono addirittura modelli da tavolo.

Il marcatore a getto di inchiostro viene fissato su staffe con infinite opzioni di montaggio per stampare i dati variabili in qualsiasi punto della confezione.

Nelle produzioni dove è preesistente una linea di confezionamento automatica, si può integrare un marcatore automatico dopo un’analisi di fattibilità.

Il  tecnico specializzato valuterà i punti di accesso, la velocità della linea, la tecnologia di stampa, la gestione software dei dati da stampare.

Approfondimenti:

COME SCEGLIERE UN MARCATORE A MICRO CARATTERE PER LA STAMPA DEL LOTTO E LA DATA DI SCADENZA

Esempi di integrazione di un marcatore in altri dispositivi

Oltre alle stazioni di marcatura con nastro trasportatore, esistono assemblaggi che installano il marcatore in altri dispositivi per eseguire la stampa dei dati variabili contemporaneamente ad un’altra operazione, con un enorme vantaggio in termini di tempo.

Alcuni esempi sono:

  • Marcatore integrato su un’etichettatrice per stampare lotto e scadenza durante l’applicazione delle etichette sull’imballo.

Puoi implementare un marcatore con fotocellula sia su un’etichettatrice semplice come le Primera AP360/AP362/AP550 che su un DWR Round.

  • Marcatore integrato su uno sfogliatore di astucci e cartoncini: per stampare data e lotto mentre conteggi e sfogli le unità.

Il Feeder è una macchina specializzata nella gestione di astucci e cartoncini, con regolazioni di larghezza e spessore che consentono di sfogliare diversi formati con precisione e velocità.

Il marcatore a getto di inchiostro è comandato da una fotocellula e tramite il pannello di controllo del Feeder puoi calibrare le marcature e memorizzare i file di stampa relativi ad ogni tipologia di astuccio o cartoncino che utilizzerai.

Quando non occorre un marcatore?

Se stampi in azienda le etichette dei tuoi prodotti, hai tutti i vantaggi derivanti dall’autonomia:

  • stampi senza sprechi solo il quantitativo di etichette che ti occorrono
  • puoi modificare la grafica da stampare (testi degli ingredienti, pesi, codici a barre, colori, immagini) quando vuoi
  • puoi inserire scadenza e lotto direttamente in etichetta, senza dover ricorrere ad un processo di marcatura successivo

Contattaci per valutare una stampante di etichette adatta alle tue esigenze.

Conclusioni

Ogni azienda adotta sistemi produttivi convenienti con tempistiche studiate per le proprie esigenze.

Saper individuare i dispositivi di marcatura più appropriati richiede competenza ed esperienza.

Affidati alla nostra preparazione tecnica.

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> e tanto altro

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/


Ultimi articoli

ETICHETTE PER BARCA A VELA CON NOMI E NUMERI

Ti è mai capitato di fare una escursione in mare o partecipare a una regata in barca a vela?

Sia i principianti che un gruppo competitivo possono trarre vantaggio dall’applicazione di etichette identificative e di posizione.

Durante le manovre è possibile far confusione tra le varie drizze ed anche il conteggio della posizione del carrello può rallentare i tempi di esecuzione.

Con il nostro Kit di etichette adesive prestampate potrai eseguire i comandi senza difficoltà.

etichette per barca a vela con nomi e numeri

Il kit comprende:

40 Etichette con doppia numerazione da 1 a 20 per regolare con facilità la posizione del carrello di fiocco o genoa.

Le etichette per il carrello sono in PVC della 3M, misura 50×30 mm, stampa in resina resistente a intemperie e luce solare.

22 Etichette per identificare le drizze, materiale PVC, misura 90×30 mm, stampa in resina, 2 copie per ogni tipo di drizza:

  • RANDA
  • SPY
  • FIOCCO
  • GENOA
  • BASSO
  • ALTO
  • BASE
  • VANG
  • BOMPRESSO
  • AMANTIGLIO
  • CUNNINGHAM

Specifiche tecniche delle etichette in PVC fuso per barca a vela

Le etichette idonee per applicazioni in mare sono progettate per resistere alle intemperie, alle aggressioni chimiche e alle sollecitazioni meccaniche come strappo e abrasione.

Ogni strato che compone l’etichetta ha il suo ruolo per garantire resistenza e longevità.

etichette in pvc per ambienti esterni

Il PVC è un materiale nobile estremamente flessibile, in grado di aderire a qualsiasi superficie, anche se irregolare.

Ha una struttura sottile (51 micron) e una consistenza elastica che sono il segreto della sua adattabilità a superfici piane, curve o rugose.

L’etichetta resiste alle alte e basse temperature, all’acqua, alla luce solare, agli agenti chimici, ai grassi, allo strappo e all’abrasione.

L’adesivo è molto tenace e dopo l’applicazione sulla superfice è praticamente impossibile da rimuovere.

Questo adesivo acrilico offre un’elevata adesività iniziale e un’eccellente adesione sia su superfici ad alta energia superficiale (HSE) sia a bassa energia superficiale (LSE).

Di norma, maggiore è l’energia superficiale, maggiore sarà la forza adesiva esplicabile.

Esempi di materiali ad alta energia superficiale (HSE)

  • Metalli: Rame, Alluminio, Zinco, Stagno, Piombo, Acciaio inox.
  • Plastiche: Kapton, Fenolica, Nylon, Smalto alchidico, Poliestere, Vernice Epossidica, Vernice poliuretanica, ABS, Policarbonato, PVC rigido, Noryl resina, Acrilico, Poliammide.
  • Altro: Porcellana, vetro, ceramica. Legno, cemento, marmo, granito.

Esempi di materiali a bassa energia superficiale (LSE)

  • Plastiche: Polivinile, Acetale, Etile Vinile Acetato, Polietilene, Polipropilene, Teflon.

Un ‘etichetta in PVC fuso è adatta per applicazioni in esterno per una durata garantita di 5 anni, mentre in ambienti riparati ha una vita praticamente illimitata.

Se stampata a trasferimento termico con inchiostro in resina avrai stampe indelebili anche in condizioni aggressive a causa di solventi e abrasioni.

AC Sistemi ==> Stampa del codice a barre ==> Lettura del codice a barre ==> Marcatori per data lotto e dati variabili ==> Etichette ==> Grafica ==> e tanto altro

Elisabetta Urbisaglia

📞 06.51848187

📧 info@acsistemisrl.com

🌍 www.acsistemisrl.com

🛒 https://acsistemionline.com/



Articoli recenti

Pazzi per l'identificazione!!!