Archivi tag: lettori industriali

Honeywell Granit XP 1990 & 1991 lettori di codice a barre rinforzati: caratteristiche e modelli

Gli scanner ultra-robusti Granit XP sono progettati per le attività più ostili nei magazzini e negli ambienti di produzione: sono costruiti per resistere alle condizioni più difficili, leggono a lunghezze e velocità eccezionali fornendo ai lavoratori uno strumento di lavoro efficiente per l’intero turno di lavoro.

Honeywell Granit xp lettore di codice a barre  rinforzato per magazzini

Sono ingegnerizzati per scansionare i codici a barre dove un lettore standard non riuscirebbe perché sono dotati di un’ottica eccezionale in grado di leggere al primo colpo qualsiasi codice anche danneggiato o stampato male.

In alcuni ambienti operativi impegnativi, come un magazzino, una banchina di carico, ambienti logistici, hai bisogno di un lettore ultra-robusto che non teme cadute, sbalzi termici, pioggia, sporco.

Se operi nella catena del freddo, a temperature sotto lo zero, hai bisogno di uno scanner in guardo di resistere agli sbalzi termici, che non teme freddo e condensa.

Se non scegli il lettore di codice a barre giusto per le tue esigenze ti troverai ad utilizzare uno strumento di lavoro che ti farà perdere molto del tuo tempo.

In questo articolo analizziamo le caratteristiche dello scanner industriale Honeywell Granit XP

Il lettore ultraresistente Granit viene prodotto in 4 modelli, che si distinguono per il tipo di ottica e per la connessione che può essere via cavo oppure wireless

MODELLI CON OTTICA STANDARD RANGE (SR)

Il modello SR è ideale per operazioni di scansione normali, a corto raggio su codici a barre 1D e 2D.

  • Il Granit 1990iSR a raggio standard offre prestazioni di scansione estreme di lunga durata per operazioni a distanza standard.
  • Il Granit 1991iSR è un lettore sempre a raggio standard ma nella versione wireless; quindi, se hai bisogno di lavorare in mobilità, libero dal vincolo dei cavi questo è il modello idoneo

MODELLI CON OTTICA FLAXE RANGE (FR) – LETTURE VICINE E LONTANE

Il modello XR è ideale per le normali operazioni di scansione sia corto raggio su codici a barre 1D e 2D, che a raggio esteso fino a 10 m.

Se devi leggere codici sia da vicino che su scaffali alti come nei magazzini verticali devi optare per un’ottica che sappia adattarsi a qualsiasi distanza di lettura.

  • Granit 1990iXR con ottica FlexRange per letture sia da vicino che da grande distanza, versione con cavo
  • Granit 1991iXR scanner per letture sia da vicino che da grande distanza, versione wireless

CARATTERISTICHE COMUNI

Funzionalità di decodifica 1D/2D, quindi il Granit legge sia codici monodimensionali che codici 2D (come il QR Code, il Data Matrix, ecc.)

Tolleranza al movimento 4500 mm/s

Temperatura di esercizio -30°C – 50°C

Campo di umidità di esercizio fino a 95% di umidità relativa, senza condensa

I riscontri raccolti sul campo evidenziano che la finestra di scansione è un punto di guasto ricorrente dei dispositivi di scansione in ambiente industriale.

lettore wireless industriale Honeywell Granit
Honeywell Granit

Per prevenire queste problematiche, gli scanner Granit sono progettati con una finestra ridotta, profondamente incassata, resistente a graffi e urti.

Si tratta di un fondamentale componente di tenuta, che evita l’ingresso di polvere e umidità nell’involucro e i conseguenti guasti prematuri o cali delle prestazioni di scansione.

Il lettore Granit XP garantisce che la protezione IP67 rimanga inalterata, anche in condizioni di lavoro particolarmente gravose.

Il lettore Granit XP è progettato per continuare a funzionare dopo l’impatto di cadute da banchine di carico, carrelli elevatori e muletti.

È il lettore ideale se lo utilizzi in ambienti impegnativi, dove il rischio di cadute o impatti è elevato

La prova di caduta da 1 metro indica una lunga durata a colpi ripetuti e a cadute da banchi di lavoro o dall’altezza della cintola.

Una resistenza a 7.000 cadute, migliore nella sua classe, garantisce che gli scanner Granit siano in grado di funzionare a lungo termine in qualsiasi situazione operativa.

ACCESSORI

Il Granit XP è dotato di una vasta gamma di accessori che ne facilitano l’utilizzo, la ricarica e il fissaggio.

Come ogni lettore di classe industriale le opzioni di configurazione sono innumerevoli per soddisfare qualsiasi esigenza operativa

Chiamaci se vuoi conoscere la configurazione adatta alle tue esigenze operative

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

🌐https://www.acsistemisrl.com/

🛒https://acsistemionline.com/


Ultimi articoli

Installazione di un lettore di codice a barre a montaggio fisso: quello che devi sapere

L’installazione di un lettore di codice a barre fisso richiede l’analisi dei requisiti di sistema per poter scegliere un modello idoneo alle proprie esigenze.

Le soluzioni di scansione industriale fisse sono progettate specificamente per applicazioni che non sono costantemente monitorate dagli operatori e sono utilizzate in un’ampia varietà di settori.

lettore Datalogic a montaggio fisso

Un’attenta pianificazione preliminare e alcune semplici domande possono garantire il successo e l’affidabilità di  un’applicazione con lettore di codice a barre fisso.

A differenza degli scanner manuali che hanno un operatore che  attiva e punta lo scanner sul codice a barre, gli scanner a montaggio fisso richiedono un’analisi ben progettata per eseguire un’implementazione affidabile.

Il mercato dell’identificazione automatica offre un’ampia varietà di prodotti, prezzi, capacità e livelli di complessità.

Proprio questa vasta scelta di modelli  e opzioni spesso genera confusione nell’acquirente.

Definisci le tue esigenze

Il primo passo che devi fare  è capire esattamente cosa ti aspetti dallo scanner che vuoi acquistare.

Devi determinare le tue esigenze in modo specifico e accurato.

Alcune domande possono aiutarti a definire i requisiti che devono essere soddisfatti:

  • Devi leggere un codice monodimensionale, bidimensionale o DPM?
  • Con quale velocità si muove il tuo codice a barre rispetto allo scanner?
  • A quale distanza devi leggere il codice?
  • La distanza di lettura è fissa o variabile?
  • Quale dimensione ha il codice a barre?
  • Quale è l’orientamento del codice verticale o orizzontale?

Se hai utilizzato un lettore a pistola sai che devi puntare la linea di scansione sul codice a barre, che tutta la linea di scansione deve perfettamente centrare il codice a barre e poi devi premere il grilletto per eseguire la scansione .

Se la lettura non va a buon fine sposti il lettore fino a quando non riesci a scansionare il codice.

In altre parole, quello che fai manualmente è lo  spostamento del campo visivo dello scanner nell’area del codice a barre.

Questa azione con uno scanner manuale la puoi fare facilmente, ma con uno scanner a montaggio fisso devi creare tutte le condizioni affinché la tua etichetta con codice a barre, che viaggia ad una determinata velocità sul nastro trasportatore, sia sempre all’interno dell’area di lettura dello scanner.

Nella scansione a montaggio fisso su nastro trasportatore, non c’è alcun operatore che assista lo scanner, il che ci porta a una considerazione molto importante: gli scanner a montaggio fisso devono essere posizionati in modo che tutti i codici a barre che passano sul nastro trasportatore appaiano all’interno della “finestra di lettura”, cioè della  regione all’interno della quale lo scanner è in grado di decodificare il codice a barre.

lettori Datalogic

La finestra di lettura è definita dalla larghezza di scansione dello scanner, dalla distanza focale e dalla profondità di campo.

Inoltre, la densità del codice a barre è un parametro da valutare nella scelta del gruppo ottico: codici a barre ad alta densità richiedono brevi distanze focali, mentre i codici a barre a bassa densità consentono distanze maggiori.

Devi quindi creare un processo di acquisizione dati automatico che non abbia errori e che sia perfettamente progetto sulle tue specifiche esigenze.

Quando si montano gli scanner fissi è anche necessario tener in considerazione  alcuni fattori ambientali e fisici che determinano un’installazione di successo.

  • Il lettore è dotato di una staffa di montaggio? La staffa per il montaggio dello scanner dovrebbe essere regolabile, soprattutto se l’etichetta del codice a barre è piccola o la sua posizione può cambiare.
  • È disponibile l’alimentazione per lo scanner?
  • L’hardware di montaggio o qualsiasi altro oggetto può ostruire  la finestra di scansione dello scanner?
  • È stato considerato lo spazio per il cavo e il connettore di comunicazione?
  • È presente materiale riflettente intorno allo scanner?
  • Quali sono i livelli di urti e vibrazioni, se ce ne sono?
  • Esistono sorgenti di interferenza elettromagnetica?
  • La temperatura ambiente supera il valore nominale dello scanner?

Conclusioni

L’integrazione di scanner industriali fissi consente alle aziende di aumentare la produttività e aggiungere un livello di tracciabilità superiore rispetto ad un processo di scansione manuale.

La capacità di automatizzare un processo richiede una progettazione più accurata e un’analisi dei requisiti specifica della propria applicazione.

Per questo motivo devi rivolgerti a professionisti del settore che sappiano indirizzarti verso il lettore giusto.

Se  hai bisogno di aiuto chiamaci

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


Ultimi articoli

I dispositivi giusti per una logistica organizzata e veloce

Il magazzino è il cuore del vostro business.
È il punto nevralgico attraverso il quale ogni cosa deve transitare: materie prime e prodotti finiti, pallet e colli in un centro di distribuzione, una moltitudine di prodotti diversi nel settore retail.

dispositivi per magazzino

Nei mercati attuali è necessario considerare un fattore fondamentale, strettamente collegato a una più efficiente gestione del magazzino: LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE.

Che cosa si aspettano i vostri clienti dalle attività di magazzino e della supply chain? Un’esecuzione accurata, puntuale e impeccabile. Sempre. L’efficienza del servizio offerto è il valore aggiunto che fa la differenza!!!

Sicuramente l’integrazione di tecnologie mobili, wireless e di acquisizione automatica dei dati contribuisce a rendere efficienti e veloci I processi di gestione del magazzino.

La scansione di codici a barre, sia 1D che 2D, permette di verificare velocemente che gli articoli corretti siano stati caricati, prelevati, imballati e spediti.

barcode

Codice 2D
Codice 2D

La tecnologia RFID garantisce la tracciabilità automatica di materiali e risorse, senza che sia necessario l’intervento umano.

Sostituire le complesse e lunghe procedure cartacee con processi automatici di identificazione e tracciabilità significa fornire un servizio veloce, efficiente e con una drastica riduzione dell’errore.

Un’inventario aggiornato in tempo reale è il cuore del magazzino.

La visibilità dei dati di inventario garantisce una serie di importanti vantaggi:

  • inserimento di dati più accurati nei sistemi WMS
  • riduzione dei problemi di esaurimento delle scorte;
  • riduzione dei livelli di inventario;
  • riduzione dei costi di gestione dell’inventario;
  • riduzione dei requisiti di spazio dell’inventario.

Quali sono i dispositivi giusti nella gestione del magazzino? La robustezza e affidabilità sono requisiti fondamentali.

I dispositivi appositamente ingegnerizzati per l’automazione del magazzino sono innumerevoli con caratteristiche adatte a coprire qualsiasi tipo di esigenza….sintetizziamo con una breve galleria fotografica l’ampia offerta dei costruttori

LETTORI INDUSTRIALI MANUALI E WIRELESS

Lettore manuale industriale con cavo

Lettore manuale industriale wireless

STAMPANTI DI ETICHETTE FISSE

STAMPANTI DI ETICHETTE PORTATILI

PORTATILE ZEBRA ZQ520

TERMINALI WIFI

TERMINALI INDOSSABILI

TERMINALI VEICOLARI

TABLET INDUSTRIALI

ACCESS POINT INDUSTRIALI

AP industriale
AP industriale

Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

TEL. 06.51848187

WWW.ACSISTEMISRL.COM