Archivi tag: ETICHETTE CRIOGENICHE

Etichette per il settore farmaceutico e sanitario

Per alcuni settori l’etichetta giusta può significare chiudere o perdere una vendita.

Per il settore farmaceutico e sanitario la scelta dell’etichetta corretta è un fattore essenziale che riguarda la sicurezza dei pazienti ed è  sottoposta ad una rigorosa normativa per garantire la leggibilità dei dati e l’integrità dell’etichetta per tutto il ciclo di vita del prodotto.

Etichette per il settore  farmaceutico e sanitario

Il processo di selezione del materiale per le etichette deve garantire una soluzione di etichettatura sicura attraverso la determinazione di specifiche accurate e la documentazione tecnica che mostri i test effettuati sui materiali scelti e che dimostri l’idoneità alla specifica applicazione di etichettatura

SPECIFICHE DEL MATERIALE DELLE ETICHETTE PER PRODOTTI FARMACEUTICI E SANITARI

Diversi fattori devono essere presi in considerazione per determinare l’etichetta giusta:

  • materiale della confezione o del contenitore(vetro, plastica, cartoncino verniciato ecc.)
  • superficie (eventuale trattamento di verniciatura, rugosità, irregolarità ecc.)
  • dimensioni e forma della superficie di applicazione (piccola, curva, ecc.)
etichette per fiale e provette

Ad esempio, contenitori  con diametro molto piccolo (minore di 25 mm) sono molto difficili da etichettare. Prodotti come fiale, siringhe, provette hanno bisogno di un materiale, un adesivo  e una dimensione dell’etichetta che garantisca un’adesione solida e tenace nel tempo.

MIGRAZIONE

Tutto quello che fuoriesce dalla confezione e migra nel medicinale o campione costituisce un pericolo perché:

  • influisce indirettamente sulla sicurezza del paziente a causa della sua interazione con il prodotto
  • può influire sulle caratteristiche fisiche e chimiche del prodotto (livello di pH, aspetto, ecc.)
  • può influire sull’efficacia del prodotto o sulla sua stabilità

La migrazione può essere dovuta a:

  • materiale dell’etichetta
  • tecnologia di stampa
  • adesivo dell’etichetta
  • materiale della superficie di applicazione

QUALI SONO LE CONDIZIONI DI ETICHETTATURA?

Il materiale dell’etichetta deve funzionare bene anche in condizioni di etichettatura e conservazione in ambienti umidi o freddi.

etichette per autoclave e sterilizzazione

I prodotti farmaceutici sono spesso conservati in frigorifero prima dell’etichettatura, il che significa che la superficie del contenitore può quindi diventare umida  con l’accumulo di condensa durante la fase di etichettatura.

L’etichetta idonea dovrebbe garantire le seguenti caratteristiche:

  • non si devono sollevare i bordi e/o presentare rigonfiamenti
  • rimanere ben attaccata alla superficie di applicazione senza grinze o pieghe
  • aderire perfettamente anche alle superfici umide e fredde
  • assicurare la  leggibilità dei dati in qualsiasi condizione operativa

I CONTENITORI SARANNO SOTTOPOSTI A  STERILIZZAZIONE?

Se il contenitore viene sterilizzato dopo l’etichettatura, la scelta del metodo di sterilizzazione influirà sulla scelta del materiale dell’etichetta.

In genere, l’etichetta deve essere resistente al calore e all’umidità, ma non tutti i materiali utilizzati per le  etichette sono adatti a tutti i tipi di sterilizzazione.

Un materiale errato per etichette può portare a:

  • etichette che  si bagnano, si increspano o diventano gialle
  • materiali che si sciolgono, si restringono o diventano fragili
  • etichette che si staccano o i cui bordi si sollevano
  • riduzione  della leggibilità e deterioramento delle informazioni stampate
etichette settore sanitario

MANTENIMENTO DELLA LEGGIBILITA’ DI STAMPA

Garantire la leggibilità della stampa in tutto il ciclo di vita del prodotto è obbligatorio.

Per motivi di sicurezza, i pazienti devono sempre essere in grado di leggere il testo stampato sull’etichetta.

Scarsa qualità, errori di stampa possono portare ad un uso improprio del prodotto, che per alcuni prodotti può avere conseguenze fatali.

Le tre considerazioni più importanti per garantire la leggibilità della stampa sono:

  • l’etichetta deve essere resistente alle sbavature, ai graffi e a qualsiasi altro stress meccanico
  • l’etichetta deve resistere alle variazioni di temperatura e umidità e bisogna utilizzare materiali specifici per i cicli di congelamento e scongelamento criogenici o durante la sterilizzazione.
  • l’etichetta deve essere resistente agli agenti chimici e all’immersione in alcool.

Pazienti e professionisti devono poter  pulire la superficie del contenitore con disinfettante o toccarlo con le mani unte o sudate, senza compromettere la leggibilità dei dati e l’integrità del materiale dell’etichetta

ETICHETTE CRIOGENICHE

È quindi fondamentale scegliere accuratamente il materiale dell’etichetta per garantire il successo della vostra applicazione di etichettatura.

Nel settore sanitario le destinazioni d’uso sono molteplici e richiedono materiali differenti:

  • Etichette per provette analisi del sangue
  • Etichette per applicazioni criogeniche
  • Etichette per conservazione in congelatori
  • Etichette per autoclave
  • Etichette per centrifughe
  • Etichette per provette, fiale e piastre
  • Etichette per sacche di sangue
  • Etichette esposte a calore o immersione in acqua
  • Etichette in triplex
  • Etichette antieffrazione

Quindi la definizione dei requisiti della propria applicazione definisce la scelta dell’etichetta giusta: non scegliere da solo, fatti aiutare da noi!!!

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com 


Approfondisci

Etichette per il caldo, il freddo, solventi e sostanze chimiche: come identificare il materiale giusto

Le etichette con codice a barre sono sempre più ricercate in ambienti difficili ed impegnativi per applicazioni in cui fino a qualche anno fa era impensabile utilizzarle.

etichette a trasferimento termico

Il progresso tecnologico nella ricerca di materiali con caratteristiche nobili sia della superficie dell’etichetta che dell’adesivo, le performance dei lettori di codici a barre di ultima generazione dotati di algoritmi di ricostruzione di codici danneggiati o poco leggibili, l’utilizzo di codici bidimensionali in grado di codificare migliaia di caratteri consente di tracciare i prodotti in ambienti e condizioni particolarmente ostili.

Trovare una soluzione di etichettatura vincente significa analizzare e testare una serie di fattori che determinano i requisiti della scelta più idonea.

Analizziamo quali sono i parametri principali e i fattori critici che richiedono un controllo più specifico ed eventualmente delle verifiche” sul campo” rispetto ad una situazione comune

Etichetta in ambienti esterni

La durata del ciclo di vita di un’etichetta in un ambiente esterno può essere estesa utilizzando materiali sintetici con adesivi permanenti acrilici come il poliestere o il PVC. Con la stampa a trasferimento termico devono essere utilizzati ribbon resina speciali per la resistenza ai raggi UV

ETICHETTE PER TEMPERATURE ELEVATE

Caldo e Freddo

Condizioni di temperatura estreme, come il calore eccessivo o temperature sotto lo zero influenzano l’adesivo dell’etichetta e la leggibilità delle informazioni stampate.

Gli adesivi reagiscono alle alte temperature ammorbidendosi e perdendo la loro forza coesiva. La colla fuoriesce dall’etichetta che scivola dalla superficie di applicazione. Esistono materiali specifici per le alte temperature, che mantengono inalterate le loro caratteristiche se sottoposti a fonti intense di calore per un determinato intervallo di tempo. In questi casi è importante selezionare il materiale, sia dell’etichetta che del nastro di stampa, in grado si soddisfare i requisiti dell’applicazione ed effettuare dei test di tenuta sul campo

Guarda il video

Anche le temperature molto basse sono dannose, specialmente per l’adesivo. Gli adesivi sono generalmente indeboliti se non completamente distrutti da condizioni estreme di freddo. Per questo, è necessario utilizzare etichette dotate di adesivi specifici per le basse temperature, come quelli utilizzati per la catena del freddo nei surgelati o per applicazioni criogeniche nelle quali si utilizzano adesivi resistenti all’azoto liquido e al ghiaccio secco, in un range di temperatura da – 196° fino a +88 °C

Applicazioni con elevata abrasione dell’etichetta

In alcune applicazioni le possibilità di abrasione sulla superficie dell’etichette sono elevate. Ad esempio etichette applicate su attrezzature a noleggio o magazzini di parti di ricambio sono continuamente esposte a urti e manipolazioni che possono danneggiare e graffiare le etichette, compromettendo la leggibilità dei dati stampati.  In tali casi è consigliato l’utilizzo di materiali speciali come il poliestere, il pvc fuso, il polipropilene, il kapton o altri film sintetici estremamente durevoli che se stampati a trasferimento termico con ribbon resina di qualità nobile garantiscono la leggibilità dei dati anche nelle condizioni più impegnative e ostili

ETICHETTE MATRICOLA PRODOTTO

Umidità

Gli ambienti umidi e la condensa danneggiano sia l’etichetta che l’adesivo. In questi casi è necessario utilizzare film con una sovra laminazione e adesivi specifici che mantengano la loro tenacia anche se immersi in acqua

Etichette resistenti ai solventi, agli agenti chimici e ai detergenti

Sostanze aggressive deteriorano sia lo strato superficiale dell’etichetta che l’adesivo. In questi casi è fondamentale selezionare il materiale idoneo che possa resistere alle specifiche condizioni di applicazione. La varietà di film sintetici e di adesivi speciali disponibili coprono qualsiasi esigenza operativa.

Approfondisci

Etichette resistenti ai solventi e ai detergenti

La stampa a trasferimento termico con ribbon in resina speciale garantisce una stampa resistente nel tempo e all’aggressione di sostanze deterioranti. In questi casi è indispensabile testare l’etichetta nelle condizioni a cui verrà sottoposta per tutto il ciclo di vita.

Le etichette utilizzate per l’identificazione e la tracciabilità dei prodotti non sono dei semplici ” stickers” ma hanno un compito critico da svolgere: rappresentano il collegamento fra la tua azienda e l’intera filiera di gestione e distribuzione del prodotto.

etichette adesive per ambienti difficili

Esistono migliaia di materiali con caratteristiche differenti e ogni materiale presenta attributi specifici che ne consentono l’utilizzo in ambienti diversi.

Può essere molto difficile dalla pagina di un sito web discernere la soluzione di etichettatura più idonea, quindi il consiglio è di farsi guidare da esperti del settore e richiedere dei campioni di test per verificare in condizioni reali il rendimento del materiale selezionato.

Hai domande? Scrivici una mail

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito  www.acsistemisrl.com

Etichette per ogni applicazione

Ogni applicazione ha bisogno della sua etichetta specifica.Un’analisi accurata dei requisiti ottimizza il processo di identificazione

ETICHETTE MATRICOLA PRODOTTOETICHETTE MATRICOLA PRODOTTO

ETICHETTE SETTORE SANITARIOETICHETTE SETTORE SANITARIO

ETICHETTE SPEDIZIONE/SEGNACOLLOETICHETTA SPEDIZIONE
ETICHETTE SETTORE ALIMENTAREETICHETTE SETTORE ALIMENTARE

ETICHETTE CRIOGENICHEETICHETTE CRIOGENICHE

ETICHETTE PER TEMPERATURE ALTISSIMEETICHETTE ALTE TEMPERATURE

ETICHETTE SETTORE CHIMICOETICHETTA GHS

ETICHETTE ANTICONTRAFFAZIONEETICHETTE ANTICONTRAFFAZIONE

RFID LABELRFID LABEL

Approfondisci sul nostro sito

http://www.acsistemisrl.com/etichette.html


Hai domande? Scrivici una mail

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com