Il tuo lettore di codice a barre non legge al primo colpo? Tutto quello che dovresti sapere

Potrebbero esserci diversi motivi per cui un codice a barre non viene scansionato.

In questo articolo analizziamo  le possibili cause per le quali il tuo lettore, sebbene non sia guasto, non legge al primo colpo e spesso devi premere più volte il grilletto del lettore per ottenere la scansione del codice a barre.

Le cause più comuni del mal funzionamento di un lettore di codice a barre sono:

lettore di codice a barre perchè non funziona

Basso contrasto del codice

Affinché uno scanner possa decodificare correttamente un codice a barre 1D o 2D, lo scanner deve essere in grado di riconoscere le differenze tra le linee scure e gli spazi chiari.

Possiamo avere un codice con basso contrasto quando:

  • il codice a barre è stampato su una superficie altamente riflettente che acceca lo scanner
  • la stampa del codice non è uniforme
  • non si è utilizzata una corretta combinazione di colori per il codice e lo sfondo

Violazioni della Quiet Zone

Le Quiet Zone sono le aree bianche che circondano il codice a barre 1D o il codice 2D.

Questo spazio consente al lettore  di distinguere  chiaramente il codice a barre da altri elementi grafici, testi  o segni.

QUIET ZONE codice a barre
QUIET ZONE

La Quiet Zone è necessaria per ottenere una corretta lettura del codice a barre  e deve essere sempre presente.

Nei codici a barre 1D, la Quiet Zone è posizionata all’estremità sinistra e destra del codice.

Come regola generale, la Quiet Zone dovrebbe essere almeno 10 volte più grande della larghezza della barra più stretta del codice a barre.

Nei simboli 2D, la Quiet Zone è lo spazio che circonda l’intero simbolo e quindi va rispettata su tutti e quattro i lati del codice e di solito è il 10% dell’altezza o della larghezza del simbolo.

Se il testo o altri elementi grafici entrano in Quiet Zone, l’algoritmo di decodifica potrebbe tentare di interpretare questi elementi come parte del codice a barre generando un errore nella decodifica.

Posizione impropria di lettura

A volte la mancata lettura è data dalla posizione fisica dello scanner rispetto al codice.

I lettori di codici a barre sono caratterizzati da distanze minime e massime che consentono allo scanner di mettere a fuoco adeguatamente il codice in modo chiaro.

Se sei troppo vicino o troppo lontano per il campo ottico del tuo scanner, non riuscirai a leggere il codice.

Anche l’angolo di inclinazione  dello scanner può causare mancate letture.

In alcune situazioni, trovando l’angolo di lettura corretto riuscirai a  leggere il  codice.

A volte, se la superfice è molto riflettente  la luce riflessa dal codice a barre acceca il lettore.

Inoltre, se utilizzi un lettore 1D, ricordati che il fascio prodotto deve attraversare orizzontalmente tutto il codice a barre, mentre i lettori 2D possono leggere il codice qualunque sia l’orientamento.

Stampa non omogenea

Una distribuzione non omogenea dell’inchiostro o una superficie molto assorbente  può causare una migrazione dell’inchiostro che genera una stampa con  basso contrasto e/o violazioni della Quiet Zone.

Codici a barre danneggiati o distorti

La qualità dei codici può deteriorarsi quando le superfici sono esposte a fattori ambientali aggressivi che possono creare piccoli graffi, macchie e deterioramento del codice.

I lettori più evoluti e di buona marca implementano un algoritmo di correzione che consente di leggere anche i codici danneggiati o stampati male.

codici a barre danneggiati

I lettori di codici a barre non sono tutti uguali: un buon lettore può fare una grande differenza sulla velocità di lettura e di conseguenza sulla produttività.

Impostazioni dello scanner

Molti scanner forniscono all’utente la possibilità di regolare le impostazioni in funzione dell’utilizzo.

Ad esempio, se uno scanner 2D non decodifica un codice QR, potrebbe essere un semplice problema di configurazione.

Oppure se non riesci a leggere un codice appartenente alla famiglia interleaved 2 di 5, potrebbe essere un problema di abilitazione dalla lettura dello specifico codice.

Conclusioni

La scelta di un lettore non sempre è banale.

Devono essere valutate le esigenze specifiche di lettura per poter selezionare il dispositivo giusto fra la vasta gamma di lettori disponibili sul mercato.

Spesso la ricerca si ferma al prezzo più basso: è giusto fare un acquisto commisurato alle proprie possibilità ma i lettori non sono tutti uguali ed è importante optare per uno scanner che riesca a decodificare senza problemi e al primo colpo qualsiasi codice a barre.

Il consiglio è di non scegliere da soli, l’ampia scelta di lettori disponibili può creare confusione: parla con un professionista che sappia valutare le tue esigenze e consigliarti il lettore di codice a barre giusto per la tua attività.

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com



ULTIMI ARTICOLI

  • COME STAMPARE ETICHETTE IN ROTOLO PER PRODOTTI DA FORNO PREIMBALLATI: LINEE GUIDA PER PICCOLI PRODUTTORI
    Esistono tantissime aziende con produzioni medio-basse di alimenti preimballati. Queste attività spesso hanno dei flussi operativi altalenanti a seconda del periodo dell’anno, della festività in corso o di individuali sperimentazioni sul mercato. Quindi, a differenza dei grandi marchi che si muovono con tabelle di marcia prestabilite, queste piccole ma laboriose aziende si trovano a produrre e confezionare preparazioni e grammature variabili delle loro specialità. Realizzare un packaging personalizzato e un’etichettatura specifica per ogni singolo prodotto non è un’impresa immediata, va programmata e, soprattutto, non permette nessuna flessibilità in caso di qualsiasi variazione. In questa dinamica imprevedibile una soluzione c’è: le etichette in rotolo.
  • Drone con lettore di codice a barre integrato: un utilizzo alternativo per la lettura del codice a barre
    Il drone ultimamente viene utilizzato per molte attività perché può arrivare in tempi brevi e con precisione anche in luoghi difficilmente raggiungibili. Spesso i droni sono utilizzati a scopo ludico o di intrattenimento, ma in questo articolo illustriamo un impiego alternativo del drone che viene adoperato come strumento per leggere i codici barre posizionati a quote e distanze lontane dal nostro raggio di visibilità. Pensare a questa mobilità impiegata per la tracciabilità dei beni tramite la lettura di un codice a barre o di un tag RFID può avere dei vantaggi finora inesplorati nelle comuni applicazioni di identificazione automatica. Pensiamo, ad esempio, alle verifiche inventariali in magazzini con pallet posizionati ad altezze fino a 12 metri o applicazioni in vaste aree all’aperto: inventari dei pannelli fotovoltaici, gestione della logistica aeroportuale, stoccaggio di materi prime nei magazzini verticali.
  • ETICHETTE IN CARTA O PLASTICA? COME FARE LA SCELTA GIUSTA
    Esiste un’ampia gamma di materiali per le etichette, ognuno con delle caratteristiche specifiche Quando si determina l’etichetta giusta per la propria applicazione, può essere utile comprendere il processo di produzione delle etichette. Lo strato superiore delle etichette, comunemente indicato come materiale dell’etichetta, viene chiamato substrato. Generalmente siamo abituati a pensare a 2 tipi di supporti: etichette in carta o etichette in plastica. In realtà, ci sono decine di materiali differenti ma per semplicità analizziamo le differenze principali di queste 2 macro categorie illustrando i vantaggi e gli svantaggi nell’utilizzo di un’etichetta in carta o in materiale sintetico
  • STAMPANTI DI ETICHETTE ZEBRA ZD421 E ZD621: NUOVI MODELLI COMPATTI E AFFIDABILI
    Se stai cercando una stampante di etichette da 4 pollici con caratteristiche all’avanguardia, concentrate in un modello desktop, Zebra propone le nuove stampanti ZD421 e ZD621. Evoluzioni di serie di successo di Zebra, i nuovi modelli aggiungono ancora più funzionalità e opzioni di sicurezza, per tutte le tue necessità attuali e future. Vediamo in dettaglio le caratteristiche specifiche.
  • 6 caratteristiche che devi valutare prima dell’acquisto di una stampante di etichette industriale
    Quando devi acquistare una stampante di etichette di classe industriale? I punti fondamentali che devi valutare per l’acquisto di una stampante di etichette di classe industriale sono: L’ambiente di utilizzo della stampante Il volume di stampa L’installazione semplice e rapida La semplicità di utilizzo La gestione e la manutenzione senza complicazioni Marca Con l’enorme numero di modelli presenti sul mercato, scegliere una stampante di codici a barre e dati variabili per la tua attività può essere un’impresa non semplice. Fortunatamente, è facile trovare il modello giusto se si eseguono i passaggi per determinare le proprie esigenze
  • VIRGO – Fustellatore digitale compatto per etichette in rotolo
    Il fustellatore digitale Virgo è la soluzione ideale per chi produce etichette in rotolo, con tirature medio-basse, sia per un utilizzo personale che conto terzi. Il Virgo ha una tecnologia di taglio plotter in grado di lavorare su diversi tipi di materiali sia neutri che prestampati, producendo rotoli di etichette altamente professionali. Svolge le bobine, lamina le etichette per conferire una maggiore resistenza, esegue una fustellatura digitale, rimuove il materiale in eccesso attorno ad ogni etichetta, divide in piste e riavvolge la bobina finita. Tutto in un unico passaggio!