Archivi categoria: stampanti a trasferimento termico

Stampanti di etichette industriali Zebra ad alte prestazioni

Facebookgoogle_plus

In questo articolo parliamo di stampanti industriali Zebra ad alte prestazioni. Focalizzeremo la nostra attenzione su:

  • caratteristiche che le distinguono
  • quando utilizzare una stampante di etichette ad alte prestazioni
  • settori di utilizzo
  • modelli
ZEBRA ZT600
ZEBRA ZT600

Le stampanti industriali di etichette ad alte prestazioni si differenziano dalle più diffuse stampanti industriali mid-range per la costruzione meccanica ed elettronica.

La progettazione con materiali robusti e affidabili garantisce carichi di lavori ad alta intensità, fino a 24 ore al giorno e 7 giorni su 7

Caratteristiche che le distinguono:

  • Il telaio e gli altri componenti della struttura in metallo sono molto robusti e resistenti per supportare sollecitazioni per un utilizzo estremo e durevole nel tempo.
  • Motori, cinghie e tutti i meccanismi di stampa sono costruiti con materiali che assicurano ottima affidabilità e resistenza all’ usura
  • Le testine e i rulli siliconati di lunga durata riducono i costi di sostituzione e le interruzioni operative.
  • I comandi di apertura\ chiusura e di regolazione testina sono costituiti da componenti in metallo e non in plastica per garantire oltre alla robustezza anche un’ottima qualità di stampa di etichette molto piccole ad alta risoluzione.
  • Il sistema di raffreddamento termico integrato elimina le aperture di ventilazione e le ventole di raffreddamento, bloccando l’ingresso della polvere e delle particelle per garantire una stampa senza problemi anche negli ambienti più difficili

Approfondisci

Stampanti di codici a barre: quale scegliere?


Quando utilizzare una stampante di etichette ad alte prestazioni:

  • Grandi volumi di stampa dove non è possibile utilizzare più postazioni di stampa per frazionare il carico del lavoro
  • Operatività 24 ore al giorno e 7 giorni su 7
  • Ambienti ostili e polverosi
  • Ottima qualità di stampa ad alta risoluzione 600 dpi con un’altezza minima delle etichette pari a 3 mm

stampa etichette piccole dimensioni

Settori di utilizzo:

  • Linee di produzione
  • Trasporti e logistica
  • Farmaceutico
  • Automobilistico
  • Alimentare
  • Qualsiasi settore dove è richiesta una produttività intensa

Modelli:

Zebra ha prodotto una nuova linea di stampanti high performance: la serie ZT600 erede della precedente serie Xi.

I modelli sono la ZT610 e la ZT620 che si differenziano per le risoluzioni disponibili e la larghezza di stampa

Zebra ZT610-620
Zebra ZT610 e ZT620

Caratteristiche principali della ZT600 per i modelli con larghezza di stampa da 4 pollici (104 mm) e da 6 pollici (168 mm)

caratteristiche serie ZT600

È possibile configurare la stampante in funzione delle specifiche esigenze applicative, avendo a disposizione due larghezze di stampa massima pari a 104 mm nella ZT610 e 168 mm nella ZT620 con risoluzioni differenti.

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

contatto-wordpress


Approfondisci

Stampanti industriali di etichette a confronto

 

Facebookgoogle_plus

5 problemi frequenti sulla stampa a trasferimento termico: come prevenirli

Facebookgoogle_plus

Le stampanti a trasferimento termico offrono prestazioni indiscusse sulla stampa del codice a barre: velocità, qualità di stampa, scelta di un gamma praticamente infinita dei materiali di stampa e costi vantaggiosi sono solo alcuni dei vantaggi offerti da questa potente e versatile tecnologia.


Approfondisci

Stampanti di etichette: vantaggi nell’utilizzo della tecnologia a trasferimento termico


Malgrado questa metodologia di stampa sia estremamente performante e adatta a qualsiasi applicazione è facile vedere codici a barre o bidimensionali con una scarsa qualità di stampa.

La maggior parte dei problemi sono da ricondursi ad un settaggio errato dei parametri della stampante e ad una poco accurata, se non assente, manutenzione dei dispositivi di stampa.

configurazione-stampante

Analizziamo i 5 problemi più frequenti che incidono sulla qualità di stampa

contrasto di stampa

  1.  Settaggio della temperatura di stampa

Affinché un codice a barre venga correttamente interpretato da un lettore è necessario avere un contrasto adeguato tra le barre scure e gli spazi bianchi. Se il contrasto è basso potrebbe essere necessario aumentare la temperatura di stampa ed eventualmente diminuire la velocità.

Diversamente se le barre sono troppe spesse e presentano delle macchie sul contorno o degli aloni, può essere che la temperatura sia alta e di conseguenza il nastro di stampa (ribbon) fonde troppo creando delle imperfezioni sulla stampa e di conseguenza la NON LEGGIBILITA’ del codice.

2. Manutenzione della stampante

Se si notano “macchie bianche” distribuite sui codici a barre, è possibili che sul rullo sia depositato uno strato di polvere o residui di materiale. Sui rulli siliconati all’interno della stampante possono depositarsi anche residui di colla: è necessario prevedere la pulizia dei rulli con scadenza periodica in funzione del volume di stampa, specialmente se si stampa in modalità termica diretta.

rullo siliconato
rullo siliconato

Manutenzione e pulizia sistematica della stampante evitano molti problemi legati alla qualità di stampa e allungano il ciclo di vita della testina.

Alcool e aria compressa rimuovono facilmente le impurità, come polvere e detriti.

Se l’etichetta presenta delle linee bianche verticali allora è possibile che alcuni dots della testina siano guasti: in questo caso bisogna procedere alla sostituzione della testina di stampa.

Testina con dots guasti
Testina con dots guasti

Approfondisci

Come allungare il ciclo di vita della testina di una stampante termica


3. Grinze sul nastro di stampa

Un nastro che forma delle grinze provoca delle righe diagonali non stampate, causando linee vuote nei codici a barre che potrebbero recare problemi nella lettura

Per prevenire le grinze, assicurarsi che il nastro sia caricato correttamente.

>> Sulle stampanti desktop per prevenire le arricciature del ribbon è opportuno utilizzare un nastro di stampa leggermente più largo dell’etichetta: ad esempio se devo stampare un’etichetta larga 70 mm è corretto utilizzare un nastro largo 80 mm, mentre un ribbon largo 110 mm potrebbe produrre fastidiose increspature

Grinze sul nastro di stampa
Grinze sul nastro di stampa

>> La maggior parte delle stampanti di etichette di classe industriale sono dotate di barre di regolazione della pressione della testina di stampa e della tensione del nastro, che permettono un controllo accurato delle forze esercitate sui supporti di stampa.

Inoltre la pressione della testina deve essere uniformemente distribuita lungo l’intera larghezza del supporto (etichetta o cartellino)

4. Abbinamento errato tra ribbon ed etichetta o cartellino

Esistono diversi tipi di inchiostro, le tipologie principali sono cera, cera resina o resina: la selezione è funzione del materiale su cui si deve stampare e della tenuta di stampa che si vuole ottenere.

L’abbinamento corretto tra etichetta e ribbon garantisce la perfetta qualità di stampa, in base ovviamente alle esigenze applicative.

L’utilizzo di un nastro cera su un’etichetta sintetica (come polipropilene o polietilene) comporta una pessima adesione dell’inchiostro sull’etichetta, che tenderà facilmente a sbiadire. Viceversa, utilizzare un nastro resina su un’etichetta in carta potrebbe comportare una stampa con poco contrasto e rappresenta una scelta economicamente inefficiente

ribbon ed etichetta incompatibili
ribbon ed etichetta incompatibili

5. Impostazione errata della larghezza di stampa

L’impostazione errata della larghezza dell’etichetta o del cartellino comporta una stampa decentrata o tagliata. Questo, oltre ad avere una conseguenza poco piacevole sul layout dell’etichetta, può causare problemi sulla lettura del codice a barre.

frase

Verificare quindi che sul driver sia impostato il valore esatto della larghezza.

Nelle stampanti industriali dotate di pannello di controllo verificare che la larghezza coincida con il valore impostato sul driver.

Per le stampanti guidate con i comandi diretti verificare che i comandi inerenti la larghezza dell’etichetta siano esatti

Ing. Cristina Urbisaglia

Se hai domande o ti occorre aiuto contattaci

cristina@acsistemisrl.com

Telefono 06.55302591

www.acsistemisrl.com


Potrebbe interessarti

Cause frequenti di codici a barre illeggibili

Facebookgoogle_plus

Stampanti di etichette: vantaggi nell’utilizzo della tecnologia a trasferimento termico

Facebookgoogle_plus

Oggi molte aziende utilizzano la stampa a trasferimento termico per produrre etichette o cartellini.

I settori di utilizzo sono infiniti: sanità, logistica, biglietterie, corrieri, distributori, settore automobilistico e aereo, retail, magazzini

Intermec PC43

Le caratteristiche principali che hanno contribuito alla rilevante diffusione di stampanti a trasferimento sono:

  • velocità
  • qualità di stampa eccellente di testi grafica e codice a barre
  • scelta ampia e versatile dei materiali di stampa
  • basso costo stampa
  • stampa in funzione del fabbisogno
  • produzione di modelli idonei a qualsiasi esigenza operativa (desktop, industriali, semi-industriali, per integrazione sulle linee, portatili)

Approfondisci

Stampanti di etichette: guida alla scelta

Le stampanti a trasferimento termico utilizzano il calore della testina per sciogliere un nastro inchiostrato, detto ribbon, che trasferisce l’inchiostro sul supporto.

Esistono diversi tipi di inchiostro, le tipologie principali sono cera, cera resina o resina: la selezione è funzione del materiale su cui si deve stampare e della tenuta di stampa che si vuole ottenere.

L’abbinamento corretto tra etichetta e ribbon garantisce la perfetta qualità di stampa, in base ovviamente alle esigenze applicative

etichetta neraLa metodologia a trasferimento termico supporta una scelta ampia e differenziata dei materiali di stampa: carta, materiali sintetici, materiali composti, film, braccialetti ospedalieri, etichette con adesivi permanenti, removibili, riposizionabili, per temperature estremamente basse (fino a -196° per applicazioni in azoto liquido) o temperature molto elevate, cartellini, tag, materiali tessili.

I vantaggi nell’utilizzo di una stampante a trasferimento sono numerosi:

> Durata e resistenza del materiale stampato

Le etichette stampate a trasferimento termico, in special modo quelle in materiali sintetici in combinazione con ribbon resina, offrono una durata ed una resistenza eccezionali.

Le etichette stampate con tecnologie tradizionali possono scurire, sbiadire, deteriorarsi se esposte a fonti di luce, calore, umidità, agenti chimici e detergenti mentre i materiali stampati a trasferimento termico, se opportunamente selezionati, offrono un’ottima stabilità agli elementi deterioranti

ETICHETTE CRIOGENICHE

>Scelta molto ampia dei materiali di stampa

Esiste una gamma praticamente infinita di materiali stampabili con questa tecnologia, per qualsiasi condizione operativa

> Velocità

La velocità delle stampanti a trasferimento è un parametro sul quale vale la pena effettuare qualche calcolo.

Un modello desktop come l’Intermec PC43T con risoluzione 203 dpi arriva alla velocità massima di 203 mm/sec quindi, ad esempio, per stampare 1000 etichette alte 50 mm(5 cm) impiegherà poco più di 4 minuti.

Se utilizzassimo un modello industriale come la Zebra ZT410 per stampare 1.000 etichette alte 5 cm impiegheremo meno di 3 minuti

> Leggibilità del codice a barre

La stampa a trasferimento termico, a differenza di altre tecnologie, produce codici perfettamente scansionabili dai lettori barcode, poiché stampano in modo preciso e nitido la larghezza delle barre. Per garantire qualità ed affidabilità quando bisogna stampare un codice a barre il trasferimento termico è la soluzione migliore

codici a barre lineari e 2D

> Tempo dedicato al servizio di assistenza e manutenzione minimo

Le stampanti a trasferimento termico sono molto affidabili, durano a lungo e quelle di ultima generazione hanno le parti soggette ad usura sostituibili facilmente dall’utente in sede, evitando improduttivi fermi macchina

> Versatilità

Come è stato evidenziato le stampanti a trasferimento termico producono stampe resistenti e nitide su un universo praticamente illimitato di substrati. La stessa stampante quindi può essere utilizzata per stampare le etichette in carta per le spedizioni, le etichette per i prodotti e gli scaffali oppure per l’inventario dei cespiti aziendali

>Stampa on demand

Si stampa solo la quantità necessaria, evitando l’immagazzinamento di materiale prestampato che spesso va sprecato oppure si deteriora.

etichette con stampa in reverse
etichette con stampa in reverse

L’unico vincolo della tecnologia a trasferimento termico è la stampa monocromatica, ma con i ribbon colorati si possono ugualmente produrre etichette vivaci e di grande impatto comunicativo come potete vedere nel video

>> Nastri a trasferimento termico colorati per etichette favolose

Ing. Cristina Urbisaglia

Hai domande?  Scrivimi una mail cristina@acsistemisrl.com

Telefono 06.55302591

Oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


Approfondisci

Creare etichette colorate con una stampante a trasferimento termico

Etichette trasparenti: una soluzione elegante ed economica

Facebookgoogle_plus