Stampanti portatili Zebra: quale modello scegliere

Zebra offre una scelta completa di stampanti portatili per qualsiasi esigenza operativa, da applicazioni per un uso intensivo in ambienti ostili, dove è richiesta un’estrema robustezza, a condizioni di lavoro meno impegnative con volumi di stampa moderati.

stampanti portatili Zebra

Per scegliere il modello e la configurazione adatta alle proprie esigenze è fondamentale effettuare un’analisi delle caratteristiche del proprio processo di stampa e valutare alcuni fattori determinanti:

  • Tipo di supporto su cui si vuole stampare: etichetta o ricevuta
  • Materiale del supporto: materiale in carta o sintetico per stampe più resistenti e di durata maggiore

Su questo punto è fondamentale approfondire il ciclo di vita della stampa, perché le stampanti portatili sono termiche e quindi la scelta del materiale di consumo è più limitata rispetto alle stampanti con tecnologia a trasferimento termico

  • Volume di stampa giornaliero
  • Larghezza della stampa. Ci sono modelli da 2,3 o 4 pollici e la larghezza di stampa incide nettamente sul costo della stampante
  • Connettività. La connettività è un parametro opzionale, quindi è importante verificare come vogliamo connettere la stampate se Wifi, Bluetooth oppure attraverso un cavo
  • Robustezza. La Zebra produce modelli con robustezza di grado militare e modelli per applicazioni più leggere.

Facciamo una panoramica sulle caratteristiche dei diversi modelli classificati in 3 categorie principali:

  • Linea PREMIUM per applicazioni impegnative ed elevati volumi di stampa
  • Linea MIDRANGE per volumi di stampa medi e applicazioni meno impegnative
  • Linea VALUE ideali per bassi volumi di stampa e con un costo contenuto

LINEA PREMIUM

STAMPANTI PORTATILI ZQ600 PER ETICHETTE E RICEVUTE

La stampante ZQ600 di fascia alta può stampare su qualunque cosa:

  • etichette
  • cartellini
  • ricevute
stampante Zebra portatile ZQ600

È dotata di un grande display a colori per una gestione facile e immediata.  Il display cambia colore quando la stampante è in pausa o in stato di errore, ad esempio se il supporto di stampa è esaurito o un fermo è rimasto aperto, così l’utente può effettuare immediatamente l’intervento correttivo richiesto

Connessione sia wireless 802.11ac che Bluetooth

Batteria di grande capacità da 3250 mAH per un’autonomia che copre un intero turno di lavoro

La Zebra ZQ600 è estremamente resistente grazie al rivestimento in gomma avanzato, il display in vetro temperato e il design a pezzo unico e senza giunture. La resina ad alte prestazioni, uno dei materiali plastici più resistenti disponibili, assicura un’estrema tolleranza agli impatti. Inoltre, varie ottimizzazioni della struttura meccanica aumentano ulteriormente la robustezza e l’operatività della stampante.

Larghezza di stampa da 48 mm o 72 mm

stampante portatile Zebra robusta

Sensori: sensore per il rilevamento di supporti con black-mark (tacca nera sul retro) e degli spazi vuoti con sensori in posizione fissa centrale; sensore di presenza etichetta per l’erogazione di una sola etichetta alla volta

Ampia gamma di accessori per qualsiasi esigenza applicativa, per il trasporto, la protezione e il montaggio su veicolo.

LINEA RUGGED PREMIUM

STAMPANTE ZEBRA SERIE ZQ500 PER ETICHETTE E RICEVUTE

La serie ZQ500 offre stampanti portatili robuste, resistenti a cadute e urti, appositamente studiate per applicazioni impegnative con un design brevettato di derivazione militare classificato IP54 contro la penetrazione di polveri e spruzzi d’acqua. Inoltre, grazie alla funzionalità di compensazione a basse temperature, la serie ZQ500 è in grado di ottimizzare e bilanciare automaticamente velocità e qualità di stampa in presenza di temperature rigide.

stampante portatile Zebra robusta

La ZQ500 offre funzionalità Bluetooth 4.0 e opzioni di connettività wireless LAN 802.11a/b/g/n, in grado di supportare le bande a 2,4 GHz e 5 GHz, così come il roaming all’interno e tra le due bande.

Batteria intelligente rimovibile agli ioni di litio da 2600 mAh, con batteria ad alta capacità opzionale da 4900 mAh.

Sensore per il rilevamento di supporti con black-mark e degli spazi vuoti con sensori in posizione fissa centrale.

ZQ500 stampante Zebra portatile

Larghezza di stampa massima da 104 mm e da 72 mm

Vasta gamma di accessori disponibili

LINEA MID RANGE

ZEBRA ZQ300 STAMPANTE PER ETICHETTE E RICEVUTE

La ZQ300 è una stampante compatta, prodotta in 2 modelli differenti in funzione dell’utilizzo in ambienti interni o esterni

Grazie al supporto wifi 802.11ac e Bluetooth 4.0, le connessioni wireless consentono la massima velocità di stampa.

Questa stampante compatta e leggera è studiata per essere usata facilmente con una sola mano e offrire tutto il giorno il massimo comfort nelle operazioni di stampa mobile.

stampante portatile Zebra ZQ300

Il tag NFC integrato permette agli utenti di accoppiare la serie ZQ300 con qualsiasi dispositivo mobile con funzionalità NFC mediante un semplice tocco; non è più necessario leggere codici a barre o configurare e cercare manualmente i dispositivi, con il rischio di connettersi per errore a un altro dispositivo nelle vicinanze.

Larghezza di stampa da 48 mm o 72 mm

Sensori per etichette con gap e tacca nera sul retro

Batteria PowerPrecision+ agli ioni di litio da 2280 mAh

Ampia gamma di accessori disponibili per il trasporto, il montaggio su veicolo, la ricarica e la protezione

LINEA VALUE

ZEBRA ZQ220 STAMPANTE PER ETICHETTE E RICEVUTE

La stampante portatile di fascia economica ZQ220 è pensata per un’ampia gamma di applicazioni di stampa di ricevute ed etichette con un prezzo a portata di qualsiasi budget senza rinunciare alle funzionalità.

La ZQ220 è specificamente studiata per il comfort dell’utente: è leggera, stampante e batteria arrivano a pesare insieme solo 420 g. 

stampante portatile Zebra leggera e compatta

La capacità di gestire diverse larghezze di stampa e un ampio vassoio per i supporti rendono la stampante portatile ZQ220 ideale per gestire qualsiasi esigenza di stampa.

Per la carica a bordo di un veicolo basta collegare il caricatore USB opzionale all’accendisigari oppure usare il caricatore USB del proprio smartphone. Il supporto integrato della tecnologia NFC semplifica l’accoppiamento della ZQ220 a qualsiasi dispositivo mobile Android, mentre Bluetooth 4.1 e Bluetooth Low Energy (BLE) garantiscono connessioni rapide.

stampante portatile Zebra

Il display OLED integrato consente una gestione semplice della stampante: con una sola occhiata, gli utenti possono tenere sotto controllo impostazioni, incluso lo stato dei supporti, lo stato della connettività Bluetooth e il contrasto di stampa, e prendere eventuali misure per ottimizzare operatività e qualità di stampa.

Larghezza di stampa

La ZQ220 offre la flessibilità di scegliere la larghezza del supporto di stampa. Infatti, la stampante è pronta per stampare su supporti da 80 mm/3,14″ fin dal primo utilizzo. Con la semplice aggiunta di un distanziatore, la ZQ220 può inoltre stampare su supporti da 76,2 mm/3″, 58 mm/2,28″ o 50,8 mm/2″.

Batteria agli ioni di litio da 2550 mAh 

ZEBRA ZQ110 STAMPANTE PER RICEVUTE

La stampante ZQ110 è la più piccola ed economica stampante di ricevute e pesa solo 227 g.

È in grado di resistere a cadute su cemento da altezze fino a 1,2 m e, se inserita nell’apposita custodia opzionale, soddisfa i requisiti della classificazione IP54.

stampante per ricevute portatile Zebra

Consente di stampare ed erogare velocemente e sul posto ricevute, biglietti e note di consegna da 50 mm di larghezza, risparmiando tempo e denaro e migliorando il servizio offerto ai clienti.

Batterie al litio da 1200 mAh

Connessioni Bluetooth e Wifi

Zebra offre una gamma completa di stampanti per applicazioni in mobilità.

Per scegliere il modello e la configurazione adatta alle tue necessità contattaci!!!

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su  cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito   

www.acsistemisrl.com


MEMJET VP600: configurazione del driver di stampa

La VP600 è una stampante di etichette a colori che offre alta velocità di stampa (fino a 12 m/min), larghezza di stampa fino a 215mm e può produrre stampe su una gamma completa di materiali sia in carta che sintetici, confezionati in rotolo o in fanfold.

VP600 stampante di etichette a colori

Per ottenere stampe allineate, nitide e professionali è necessario settare il driver con le impostazioni corrette.

I parametri devono essere impostati in funzione del materiale che si utilizza.

Vediamo quale è la procedura per settare i valori corretti sul driver di stampa.

Andare nella cartella dispositivi e stampanti del PC e selezionare il driver della VP600 con il tasto destro del mouse.

Dal menù a tendina scegliere Preferenze di stampa

Nella Scheda Generale impostare i parametri per

  • L’orientamento della stampa
  • La velocità di stampa
  • I colori
  • Il tipo di supporto (carta bianca opaca o lucida, etichetta sintetica, etichetta gloss, etc). Selezionare dal menù a tendina il tipo di supporto con le caratteristiche di quello che abbiamo caricato nella stampante.
driver VP600 stampante di etichette a colori

Ad esempio, se le etichette sono lucide lucide, selezionando Glossy Label, si otterrà un’ottimizzazione del tempo di asciugatura dell’inchiostro e della qualità di stampa. L’opzione Premium Gloss Label, da utilizzare su etichette lucide, utilizza più inchiostro per ottenere colori più saturi.

Impostare la dimensione dell’etichetta premendo il tasto Dimensione personalizzate e settando la larghezza e l’altezza dell’etichetta che si sta utilizzando (attenzione all’unità di misura utilizzata).

Ci spostiamo nella scheda Layout e selezioniamo il supporto precedentemente settato.

VP600 layout

Nella scheda Carta possiamo regolare la posizione precisa della stampa, qualora ce ne fosse bisogno agendo sui valori dell’offset orizzontale e verticale.

VP600 impostazione carta e offset di stampa

Prima di effettuare le regolazioni sulla posizione di stampa , è consigliabile stampare qualche etichetta di test per verificarne l’allineamento. Se l’immagine non è perfettamente centrata regolare i valori dell’offset.

Nella sezione Layout carta della scheda Carta impostare il tipo di etichetta che si sta utilizzando: etichette con Gap, Black Mark (tacca nera sul retro) oppure Continuous (una striscia continua)

definizione delle etichette

Nella sezione Taglio etichette selezionare l’azione da eseguire nel processo di stampa

  • Uso della taglierina
  • Utilizzo di un riavvolgitore
  • Stampa e attendere il prelievo dell’etichetta
VP600 regolazione del colore

Nella sezione Regolazione Colore possiamo effettuare degli aggiustamenti cromatici per ottenere la saturazione di colore desiderata

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su  cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito   

www.acsistemisrl.com


Stampanti Honeywell PM43 e PM23 con display LCD: come effettuare la calibrazione dei supporti

In questo articolo illustriamo come calibrare le stampanti PM23 e PM43 dotate di display LCD.

La calibrazione è una procedura da eseguire quando la stampante non tiene il passo con i supporti caricati e la stampa generata si presenta disallineata.

Le stampanti Honeywell con display hanno una procedura guidata di calibrazione che può essere eseguita seguendo le istruzioni sullo schermo LCD.

pm43 con pannello di controllo LCD

Prima di illustrare come eseguire la calibrazione, soffermiamoci sulla corretta definizione del materiale di consumo

GAP

Definizione utilizzata per indicare etichette o cartellini distanziati da uno spazio o una tacca perforata

BLACK MARK

identificazione delle etichette

Il black mark è un segno nero, una riga spessa, posizionata sul retro tra un’etichetta e l’altra

CONTINUOUS

Definizione riferita alla stampa di materiale di consumo continuo, senza segni neri o gap

PRIMA DI INIZIARE LA PROCEDURA…

Prima di iniziare la calibrazione, è necessario regolare correttamente la posizione del sensore LSS (Label Stop Sensor) in modo che possa individuare il Gap, il segno nero o il foro dello stock di etichette utilizzate

PROCEDURA DI CALIBRAZIONE

Per eseguire la procedura seguiamo i seguenti passi:

1.Selezionare il tasto MENU per entrare nel MENU della stampante

2.Una volta entrati nel MENU selezionare Wizards > Calibration> Media

3.Caricare il supporto se non è stato precedentemente caricato poi premere il pulsante “>” per procedere

A questo punto la procedura ci porrà una serie di domande per la corretta individuazione del materiale di consumo utilizzato:

4.Selezionare il tipo di supporto che si sta utilizzando (con Gap, Black Mark oppure Continuous) e premere il pulsante “>” per andare allo step successivo

5.Selezionare il tipo di stampa: senza ribbon (DT o termica diretta) o con ribbon (trasferimento termico)

6.Premere il pulsante “>” per avviare la Calibrazione

7.Quando la procedura è terminata sullo schermo della stampante comparirà il messaggio “ Calibrazione completata”

8.Una volta completata la calibrazione guidata dei supporti, selezionare il pulsante “>” per terminare

9.Selezionare il tasto [Home] per uscire dal menu

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su  cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito   

www.acsistemisrl.com 


Etichette per gli alimenti: 4 errori da evitare

Il Regolamento 1169/2011 relativo all’etichettatura alimentare ha lo scopo di tutelare la salute dei consumatori e assicurare un’informazione chiara e leggibile.

Negli ultimi anni le persone sono estremamente caute sulle loro scelte alimentari e l’etichetta alimentare viene scrupolosamente letta per conoscere ogni aspetto di quello che viene mangiato o bevuto.

etichetta alimentare

Ma nonostante tutti i regolamenti e le verifiche sull’etichettatura degli alimenti, i produttori continuano a commettere errori di etichettatura che penalizzano i loro articoli.

Un’etichetta alimentare, che rispetti le regole, tutela i produttori onesti e i consumatori che possono fare scelte consapevoli e informate.

Quali sono gli errori più frequenti?

ETICHETTE ILLEGIBILI

Non è raro imbattersi in etichette che presentano alcune informazioni illeggibili.

I consumatori di oggi sono preparati e pretendono di essere correttamente informati sui prodotti che acquistano.

Avere parti dell’etichetta difficilmente comprensibili comporta che il tuo prodotto non sarà acquistato dai consumatori che desiderano chiarezza.

etichette alimentari

Gli studi dimostrano che la buona leggibilità costituisce un elemento importante per far sì che l’informazione contenuta nell’etichetta possa influenzare positivamente il pubblico e che le informazioni illeggibili sul prodotto sono una delle cause principali dell’insoddisfazione degli acquirenti nei confronti delle etichette alimentari.

Un prodotto con un’etichettatura illeggibile può essere richiamato oppure non viene acquistato.

La normativa in questo senso è molto esplicita:

le dimensioni del carattere, lo spessore, il colore e il contrasto tra scritta e sfondo devono garantire una facile ed immediata leggibilità.

La soluzione è semplice: rendi leggibili le tue etichette!!!

ERRATA ESPOSIZIONE DELL’ELENCO DEGLI INGREDIENTI

Partiamo dalla definizione di ingrediente.

“«ingrediente»: qualunque sostanza o prodotto, compresi gli aromi, gli additivi e gli enzimi alimentari, e qualunque costituente di un ingrediente composto utilizzato nella fabbricazione o nella preparazione di un alimento e ancora presente nel prodotto finito, anche se sotto forma modificata; i residui non sono considerati come ingredienti”

La non chiara leggibilità o non completa esposizione degli ingredienti è un altro errore comune che i produttori commettono.

I singoli ingredienti devono essere sempre tutti elencati con la loro denominazione specifica.

Inoltre:

“L’elenco degli ingredienti deve recare un’intestazione o è preceduto da un’adeguata indicazione che consiste nella parola «ingredienti» o la comprende. L’elenco comprende tutti gli ingredienti dell’alimento, in ordine decrescente di peso, così come registrati al momento del loro uso nella fabbricazione dell’alimento”

È importante fornire informazioni sulla presenza di additivi alimentari, coadiuvanti tecnologici e altre sostanze con effetti allergenici o di intolleranza scientificamente dimostrati, in modo da consentire ai consumatori, in particolare quelli che soffrono di allergie o intolleranze alimentari, di effettuare scelte consapevoli per la loro sicurezza.

CARATTERI E STAMPA NON ADEGUATA

Quando si cerca di essere troppo artistici o creativi si rischia di utilizzare font poco leggibili.

Il consiglio è di testare sempre le etichette dei prodotti alimentari per verificarne la leggibilità prima di immettere il prodotto sul mercato.

In particolare, si deve prestare particolare attenzione alla stampa della data di scadenza e del codice a barre.

etichette alimentari codice a barre

Oltre al font utilizzato è consigliabile assicurarsi che il contrasto del colore sia efficace per garantire una qualità professionale.

DICHIARAZIONE NUTRIZIONALE

La dichiarazione nutrizionale fa riferimento alle informazioni relative alle calorie e ai macronutrienti dell’alimento.

La tabella nutrizionale è obbligatoria e deve essere facilmente leggibile e comprensibile dal consumatore.

Se l’alimento è preimballato e sono precisate porzioni o unità di consumo, dovrebbe essere indicata una dichiarazione nutrizionale per porzione o per unità di consumo, come integrazione all’espressione per 100 g o per 100 ml.

Inoltre, alcuni elementi nutrizionali ritenuti importanti per la salute pubblica, come i grassi saturi, gli zuccheri o il sodio, se presenti dovrebbero essere riportati nella tabella nutrizionale.

Una tabella nutrizionale completa ed esplicita infonde fiducia nel consumatore che tende ad acquistare prodotti che presentano informazioni chiare, complete e trasparenti.

Vuoi stampare le etichette dei tuoi prodotti in completa autonomia?

Vuoi evitare stock di etichette inutilizzate e renderti indipendente nel processo di stampa?

Contattaci

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su  cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito   

www.acsistemisrl.com 


Approfondisci

Terminali da magazzino per ambienti freddi

Aria fredda, gelo e condensa sono condizioni che compromettono il funzionamento dei terminali da magazzino.

Per garantire affidabilità e condizioni operative efficienti non basta un terminale robusto, ma è necessario utilizzare un terminale e una infrastruttura di rete appositamente ingegnerizzata per resistere alle temperature estreme degli ambienti freddi.

palmari per magazzini freddi

Un terminale da magazzino standard offrirà delle performance ridotte se sarà utilizzato nelle celle frigorifere o esposto a frequenti escursioni di temperatura:

  • gli schermi si appannano e diventano più fragili
  • le batterie non rilasciano sufficiente energia
  • i processori non lavorano come dovrebbero
  • la condensa può causare la corrosione dei componenti interni e corto-circuiti
  • possono presentarsi problemi di connettività

Per lavorare in ambienti freddi bisogna scegliere modelli specifici progettati per resistere ad un uso prolungato al freddo, al gelo e alla formazione di condensa

Gelo e brina

Gelo e brina oscurano gli schermi e per gli operatori diventa impossibile verificare i dati immessi.

I gruppi ottici per la cattura dei codici non funzionano correttamente

Se la tastiera non è opportunamente progettata i tasti possono smettere di funzionare.

lettori di codice a barre per magazzini freddi

Condensa

La condensa causa gli stessi effetti della brina rendendo gli schermi e i gruppi ottici inefficienti. Inoltre, penetrando all’interno del terminale, causa la corrosione dei componenti interni e può generare un corto-circuito rendendo il dispositivo inutilizzabile finché non vengono riparate o sostituite le parti danneggiate.

Freddo

Quando le temperature scendono sotto certi livelli, le batterie non rilasciano sufficiente energia compromettendo l’efficienza e la produttività del ciclo lavorativo.

Isolamento

L’isolamento termico necessario per non avere dispersione delle temperature basse può creare dei problemi nella trasmissione dei segnali a radio-frequenza

La propagazione delle onde radio in aria umida è diversa rispetto a condizioni asciutte.

L’isolamento termico degli ambienti per il mantenimento del freddo assorbe i segnali RF e crea l’effetto multi-path e quindi i segnali radio arrivano a destinazione in tempi diversi originati da vari percorsi di propagazione

I terminali rugged funzionano?

Molti terminali per il magazzino rugged continuano a funzionare correttamente anche se esposti a basse temperature per un breve periodo di tempo o se utilizzati per un lungo periodo in aree moderatamente refrigerate.

terminale di codice a barre per magazzino

I fattori determinanti sono

  • la quantità di tempo di esposizione
  • la frequenza delle transizioni tra temperature fredde e temperature ambiente

L’oscillazione fra temperature estreme è dannosa, come ad esempio in estate quando un terminale utilizzato su un muletto da magazzino può facilmente passare dai 38°C dell’area di carico ai -30°C delle celle frigorifere

Quindi se il terminale viene utilizzato per operazioni di magazzino che prevedono continui spostamenti fra aree a temperatura ambiente e ambienti freddi dovrebbe essere utilizzato un modello specificatamente progettato per gli ambienti freddi

Quali sono i fattori determinanti per la scelta del terminale?

Le custodie di protezione non sono sufficienti per proteggere il terminale da un’esposizione prolungata in ambienti freddi.

I terminali rugged per ambienti freddi utilizzano componenti, materiali e una costruzione appositamente studiata per le basse temperature.

Ogni componente del terminale, compresa la circuiteria interna, è ottimizzata per l’utilizzo nella catena del freddo:

terminale mc9300 Zebra
  • riscaldatori
  • housing
  • batterie
  • connettori
  • ergonomia
  • IP rating

sono caratteristiche che devono essere opportunamente progettate su un terminale che possa lavorare efficientemente in ambienti esposti a basse temperature.

Due terminali nati per il freddo: CK75 e MC9300

Sia l’Honeywell che la Zebra hanno progettato palmari adatti per l’utilizzo in ambienti freddi, dotati di funzionalità all’avanguardia per la massima efficienza.

Honeywell CK75

Il palmare da magazzino CK75 nella versione Cold Storage è dotato di un sistema di riscaldamento per essere utilizzato in ambienti di stoccaggio a basse temperature e celle frigorifere ed è ingegnerizzato per resistere agli sbalzi di temperatura

honeywell intermec palmare ck75

È un terminale ultra-rinforzato in grado di resistere a cadute da 2,4 m su cemento, a 2000 urti da 1 m ed è classificato IP67 per la protezione dalla pioggia e dalla polvere.

È dotato degli imager più rapidi e avanzati del settore che garantiscono un’eccezionale tolleranza al movimento e capacità di lettura dei codici a barre da distanze elevate.

Approfondisci le caratteristiche tecniche

https://www.honeywellaidc.com/products/computer-devices/handheld/ck75

Zebra MC9300

L’MC9300 è un palmare da magazzino progettato per ambienti difficili. È a prova di caduta, acqua, polvere offrendo un’affidabilità superiore che contraddistingue i terminali da magazzino Zebra.

La versione per ambienti freddi è dotata di una finestra di scansione riscaldata e una batteria specifica per lavorare efficientemente a temperature fino a -30°C.

Lo schermo risponde perfettamente anche se bagnato o utilizzato con i guanti

Approfondisci le caratteristiche

https://www.zebra.com/us/en/products/spec-sheets/mobile-computers/handheld/mc9300.html

Se hai bisogno dei terminali per il magazzino o hai bisogno di un consiglio contattaci

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su  cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito 

www.acsistemisrl.com 

Come resettare il palmare Honeywell CK75

Se il palmare Honeywell CK75 con sistema operativo Windows Embedded Handheld 6.5 non risponde più ai comandi può essere necessario effettuare un reset per ripristinare la normale funzionalità operativa.

Nel processo di riavvio, il termina utilizza la configurazione corrente salvata nella flash memory.

Per riavviare il CK75 ci sono 3 metodi, che operano a livelli differenti e con conseguenze diverse sul terminale.

È consigliabile procedere in ordine, partendo dal primo metodo e qualora il terminale continui a non rispondere procedere, con gli altri 2 tipi di reboot

  • Reboot: questo metodo riavvia il palmare attraverso il processo di inizializzazione.
  • Cold boot: con questo metodo viene preservata la configurazione e i parametri di rete, ma possono venir persi i dati nella cache
  • Clean boot (Factory reset): questa procedura cancella completamente la memoria del terminale, incluse le applicazioni e i dati, ad eccezione di quelli contenuti nella Flash File Store o in dispositivi di archiviazione removibili
Honeywell CK75 terminale da magazzino

Vediamo come eseguire ciascuna procedura

PROCEDURA DI REBOOT

  1. Premi e tieni premuto il pulsante Power per 2 secondi
  2. Seleziona Reboot dal menu pop-up

Se il touch screen non risponde, utilizza freccia su o freccia giù per muoverti e premi il tasto ENTER per selezionare Reboot

PROCEDURA DI COLD BOOT

Questo metodo preserva la configurazione e i parametri di rete, ma possono venir persi i dati nella cache.

  1. Premi e mantieni premuto il pulsante Power per circa 8 secondi finché lo schermo si spegne.
  2. Il palmare inizierà un riavvio

PROCEDURA DI CLEAN BOOT

Se le precedenti 2 procedure di riavvio non hanno funzionato, procedere ad un reset completo del terminale riportandolo alle impostazioni di fabbrica.

ATTENZIONE: il Clean Boot cancella la memoria del CK75, comprese le applicazioni e i dati.
  1. Premere e mantenere premuto il pulsante Power
  2. Continuare a tenere premuto il pulsante Power fino a quando inizia il Cold Boot
  3. Quando appare il messaggio “Release IO Button”, rilasciare il pulsante Power
  4. A questo punto viene visualizzato un messaggio per digitare la prima chiave
  5. Premere qualsiasi sequenza di due tasti
  6. Ripeti premendo la stessa sequenza di due tasti
  7. A questo punto il CK75 esegue il Clean Boot

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su  cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

Etichette prestampate o stampa in autonomia: quale è la scelta più conveniente?

Quando si ha la necessità di etichette con codice a barre, etichette prodotto, etichette matricola è più conveniente acquistare un servizio di stampa esterno che ci fornisca le etichette pronte per essere applicate o è più vantaggioso stamparle in autonomia?

Mentre ci sono dei fattori che determinano la scelta di una soluzione rispetto all’altra, in alcuni casi la scelta è dettata dalle preferenze soggettive e dai processi aziendali.

etichette con codice a barre prestampate

In questo articolo condividiamo alcune considerazioni che possono guidarvi nella scelta più opportuna.

Quando è preferibile stampare le etichette in autonomia?

Stampare le etichette internamente alla propria azienda significa acquistare una o più stampanti di etichette con tecnologia idonea a stampare l’etichetta di cui abbiamo bisogno.

stampanti a trasferimento termico

Quali sono i fattori da valutare e che rendono conveniente una soluzione di stampa autonoma?

  • Se devi stampare dati variabili, come lotto, data di scadenza o specifiche del prodotto
  • Se non sai in anticipo le informazioni da stampare
  • Se il tuo processo di stampa richiede flessibilità e immediatezza
  • Se devi stampare in base alle esigenze di utilizzo e non hai dei volumi di stampa prevedibili e costanti
  • Quando hai bisogno di qualche etichetta aggiuntiva
  • Quando devi stampare poche etichette con layout differenti
  • Quando ti occorrono etichette di dimensioni diverse e non vuoi avere uno stock di magazzino che potrebbe rimanere inutilizzato
  • Se stampi volumi ridotti, a volte è più efficiente ed economico stampare le etichette in autonomia e solo nella quantità necessaria

In tutti questi casi l’autonomia della stampa è un requisito essenziale.

In relazione alla tipologia di etichetta che ti occorre in termini di contenuto, dimensione e materiale potresti scegliere una stampante di etichette a trasferimento termico o termica diretta oppure una stampante di etichette a colori.

Approfondisci

Sul mercato esistono modelli in grado di soddisfare qualsiasi esigenza operativa: trova un professionista con le competenze necessarie per guidarti nella scelta della stampante di etichette più adatta ai tuoi requisiti.

Quando è più conveniente ordinare etichette pre-stampate?

Le etichette pre-stampate sono etichette stampate con tutte le informazioni e la grafica, pronte per essere applicate.

Nelle applicazioni in cui è fondamentale ricevere una sequenza di codici a barre “verificati”, senza duplicati, stampati professionalmente, garantendo la perfetta leggibilità da qualsiasi lettore di codici a barre.

etichette prestampate
  • Quando non hai personale da dedicare alla gestione del processo di stampa e alla manutenzione delle stampanti
  • Se non vuoi investire in stampanti di etichette
  • Se stampi occasionalmente
  • Se hai problemi di spazio
  • Se non desideri complicazioni le etichette prestampate sono una soluzione facile: non hai bisogno di stampanti, software e personale idoneo da dedicare al processo di stampa

Attenzione allo spreco di etichette pre-stampate

Molte volte, dopo che un’etichetta è stata utilizzata per un certo periodo, si ha l’esigenza di modificarne il contenuto o si vuole rinnovare la grafica. Quindi lo stock di etichette diventa inutilizzabile e si ha una perdita economica.

Etichette parzialmente pre-stampate a colori

In alcune applicazioni l’utilizzo del colore garantisce l’identificazione a colpo d’occhio, valorizza il marchio o comunica informazioni specifiche del prodotto che si vogliono evidenziare.

In questi casi, può essere opportuno acquistare etichette parzialmente pre-stampate a colori e poi stampare in autonomia solo i dati variabili.

A seconda dell’ambiente in cui dovrà essere applicata l’etichetta, è importante garantire che l’etichetta e la stampa rimangano inalterate per tutto il ciclo di vita dell’etichetta.

Esiste una moltitudine di materiali e collanti specifici in grado di soddisfare i requisiti della propria applicazione: anche in questo caso affidatevi a figure esperte per scegliere il materiale giusto.

Approfondisci

Se devi prendere una decisione sulla soluzione di etichettatura più conveniente per le se tue esigenze contattaci

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su  cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

Perché devi rinnovare la grafica delle tue etichette

Con il tempo i gusti e le preferenze dei consumatori cambiano.

Quello che ha funzionato fino ad oggi potrebbe non funzionare domani.

La competizione è sempre più alta, i trend di mercato mutano velocemente e si è costantemente alla ricerca di idee nuove e creative per attirare l’attenzione degli acquirenti.

Mantenere un design obsoleto delle etichette è un aspetto che influisce negativamente sul marchio.

etichette adesive personalizzate

MANTIENI AGGIORNATA LA GRAFICA DELLE TUE ETICHETTE

Progettare una nuova etichetta non significa che devi completamente modificarla, ma può essere sufficiente aggiornare la grafica per donare al prodotto un aspetto rinnovato e attraente.

Se vuoi cambiare look alle tue etichette devi avere un piano che si adatti alle modifiche che vuoi apportare.

La fretta è sempre cattiva consigliera e potrebbe avere un impatto negativo sulle vendite.

Prenditi del tempo per:

  • fare un’analisi delle ultime tendenze sull’etichettatura
  • studiare attentamente cosa stanno facendo i tuoi concorrenti, se alcuni di essi hanno implementato dei cambiamenti nel loro aspetto e scopri come hanno influito sulla loro attività
  • se stai cercando si esplorare nuovi mercati, sperimenta layout originali per reinventare l’aspetto del tuo prodotto
etichette per bottiglie personalizzate

SPERIMENTA E RENDITI AUTONOMO

Per sperimentare nuove soluzioni di etichettatura a costi contenuti puoi investire su una stampante di etichette a colori che ti permette di testare immediatamente la grafica sulla tua confezione e apportare immediati cambiamenti dove sia necessario.

Approfondisci

Puoi utilizzare la stampante a colori per creare etichette personalizzate per mercati e segmenti di pubblico differenti.

Se la tua etichetta è monocromatica puoi acquistare una stampante di etichette a trasferimento termico, veloce, economica, capace di stampare su una vasta gamma di materiali adatti a qualsiasi esigenza operativa.

Approfondisci

NON DELUDERE I CONSUMATORI

I consumatori discriminano i prodotti in base al loro aspetto.

Tra i tanti prodotti allineati sugli scaffali, scelgono quello che è più attraente e ignorano i prodotti noiosi e con aspetto ordinario.

Il tuo prodotto deve distinguersi, deve attirare l’attenzione del consumatore in pochi secondi e quindi è necessario afferrare questa opportunità attraverso un

  • layout unico
  • un design curato
  • un contenuto leggibile, chiaro e trasparente

Come progettare un’etichetta efficace?

DAI INFORMAZIONI SEMPLICI E CHIARE

I clienti oggi pretendono di essere ben informati.

Quando si progetta un’etichetta, utilizza un linguaggio semplice e non sovraccaricare il contenuto di informazioni che potrebbero creare confusione. Attenersi solo ai contenuti che si desidera sottolineare e che caratterizzano i punti di forza del tuo prodotto.

etichette come creare una grafica accattivante

Focalizza l’attenzione solo sugli elementi che determinano la scelta del tuo prodotto rispetto ad altri

Approfondisci

CREA UN DESIGN COERENTE

Il design dell’etichetta deve essere coerente e indurre sia emozione che interesse.

Non è possibile ottenere un’etichetta accattivante se gli elementi di design sono ovunque.

Se si desidera creare un tono serio, considera colori scuri o altri colori forti insieme a un design all’avanguardia.

etichette adesive eleganti

Per un’atmosfera divertente e giovanile, usa colori pastello e una grafica moderna.

Utilizza la psicologia del colore per attrarre il tuo target di riferimento.

Lo stesso concetto vale per la scelta di elementi di design per prodotti di genere specifico. Per consentire ai consumatori di connettersi con il tuo prodotto, è necessario trasmettere chiaramente il messaggio che vuoi comunicare.

UTILIZZA LE IMMAGINI PER COMUNICARE

Le immagini che utilizzi per il layout grafico devono evocare le caratteristiche del prodotto.

I consumatori dovrebbero essere in grado di “annusare” il profumo o “assaggiare” il prodotto semplicemente guardando l’etichetta.

etichetta per i prodotti cosmetici
etichetta per i prodotti cosmetici

È importante pensare a modi innovativi per trasmettere informazioni importanti usando le immagini.

TROVA LA SOLUZIONE DI STAMPA PIU’ ADATTA ALLE TUE ESIGENZE

Trova un partner esperto che possa guidarti nel migliore processo di stampa che sia idoneo alle tue specifiche esigenze.

Affidati a figure professionali competenti che possano aiutarti nella scelta della soluzione:

  • adatta alle tue esigenze
  • economicamente vantaggiosa
  • affidabile

Ti occorrono etichette prestampate?

Vuoi stampare in autonomia e ti occorre aiuto per scegliere la stampante giusta?

Vuoi rinnovare la grafica delle tue etichette?

Contattaci

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su  cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

Cosa fare quando la stampante di etichette non funziona

Quando si utilizza una stampante di etichette a trasferimento termico o termica diretta può presentarsi un malfunzionamento o un fermo macchina che in molti casi è facilmente risolvibile.

stampanti a trasferimento termico

In questo articolo descriviamo una lista dei problemi più comuni che è possibile riscontrare e la procedura migliore per risolverli.

Possiamo semplificare la metodologia di verifica del processo di stampa procedendo per 3 passi fondamentali:

  • verifica della stampante
  • verifica delle impostazioni del driver
  • verifica del programma da cui si esegue la stampa

La stampante non risponde o non stampa

Le possibili cause possono essere:

  • la stampante non è pronta

Nelle stampanti dotate di pannello di controllo, sul display viene mostrato lo stato della stampante che deve essere impostato su Ready.

Zebra-ZD410 STAMPANTE TERMICA DI ETICHETTE

Le stampanti non dotate di display solitamente mostrano il loro stato attraverso led luminosi. Lo stato di Ready è mostrato da un led verde

  • i cavi non sono connessi in modo appropriato

Anche se può sembrare superfluo è bene sempre accertarsi che i cavi siano inseriti correttamente. La pratica migliore è disconnettere e poi riconnettere il cavo accertandosi che sia propriamente alloggiato nella porta

  • il driver della stampante non è corretto.

Verificare che il driver della stampante sia corretto e aggiornato all’ultima versione. Se si hanno più stampanti dello stesso modello installate sul PC accertarsi di utilizzare il driver giusto.

Consiglio: stampa di una pagina di prova dal driver della stampante

Per verificare che il driver della stampante e la stampante siano in grado di comunicare in modo efficace è opportuno stampare un test dal driver della stampante

Aprire Dispositivi e stampanti dal Pannello di controllo di Windows

Fare clic con il tasto destro del mouse sulla stampante> selezionare Proprietà stampante

Selezionare la scheda Generale > Stampa pagina di prova

La porta della stampante non è corretta

Il computer comunica con la stampante attraverso la porta impostata nelle proprietà della stampante: verificare che ci sia una corrispondenza tra la porta e il cavo di connessione utilizzato.

  1. Dal Pannello di Controllo di Windows aprire “Dispositivi e Stampanti”
  2. Selezionare con il tasto destro del mouse Proprietà della Stampante
  3. In Proprietà della stampante aprire il TAB “Porte
  4. Selezionare la porta corrispondente al cavo di connessione utilizzato:
  • cavo USB: USB1, USB2, etc.
  • cavo seriale: Com1, Com2, etc.
  • cavo parallelo: LPT1, LPT2, etc.
  • cavo Ethernet: indirizzo TCP/IP

Le etichette stampate sono bianche

Nel caso la stampante, pur avanzando quando si invia il comando di stampa, generi etichette prive di stampa possiamo verificare le seguenti opzioni:

stampanti di etichette
  • la temperatura di stampa è impostata ad un valore non corretto, solitamente troppo bassa. La temperatura di stampa è un parametro che deve essere configurato sul driver della stampante e opportunamente settato in funzione del materiale di consumo utilizzato
  • le impostazioni della metodologia di stampa o del materiale di consumo non sono corrette.

Ad esempio, se si utilizza una carta a trasferimento termico in modalità di stampa termica diretta usciranno etichette bianche perché le etichette utilizzate non sono sensibili al calore.

Oppure, se si utilizza un ribbon resina su un’etichetta in carta potrebbe uscire una stampa bianca o molto chiara

  • il materiale di consumo non è caricato correttamente nella stampante.

La stampante salta alcune etichette

In questo caso la stampante:

  • è fuori calibrazione. Procedere ad una calibrazione della stampante per allineare correttamente i supporti utilizzati
  • la dimensione dell’etichetta non è correttamente impostata sul driver della stampante e/o sul programma da cui si stampano le etichette

Scarsa qualità di stampa

Controllare la temperatura di stampa che potrebbe essere impostata su valori troppo bassi o troppo elevati in relazione al materiale di consumo utilizzato

Verificare la velocità di stampa che potrebbe essere troppo alta.

Approfondisci

La stampa risulta troppo ingrandita o ridotta rispetto al layout di stampa

Controllare il driver della stampante e che i dpi impostati (risoluzione) sul driver corrispondano a quelli della testina di stampa.

Approfondisci

Per verificare la configurazione della stampante utilizzata, stampare la pagina di configurazione della stampante e verificare che i dpi della stampante corrispondano a quelli indicati nel driver

Hai problemi con la tua stampante di etichette? Devi acquistare una stampante di etichette e non sai quale scegliere? Contattaci

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su  cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

Come installare il driver Seagull per la tua stampante di etichette

In questo articolo vediamo come installare e scaricare un driver Seagull per la tua stampante di etichette collegata al PC attraverso un cavo USB.

Per prima cosa scarichiamo il driver dal sito Seagull al seguente link

Seagull Scientific Printer Drivers

Il sito è ben organizzato: è sufficiente selezionare marca e modello della stampante e cliccare su download oppure andare direttamente sul pulsante che indica il costruttore della stampante per procedere con il download del driver corretto.

Dopo aver scaricato il driver eseguire il file .exe per estrarre i file sul proprio PC.

Accettare gli “Accordi di licenza” e premere Next.

A questo punto vi verrà chiesta la directory di installazione. La directory di default è C:\Seagull

driver Seagull stampanti di etichette

Premere Next e accertarsi che sia selezionata la check box “Run Driver Wizard after unpacking drivers

driver stampanti di etichette

Cliccare su Finish.

INSTALLAZIONE DEL DRIVER

Dopo l’estrazione dei file verrà automaticamente eseguita la procedura guidata di installazione del driver: Seagull Driver Wizard 

La procedura guidata presenta 3 opzioni relativamente al driver

  • Installare
  • Aggiornare
  • Rimuovere

Selezionare “Install printer driver” per installare il driver e premere Next.

installazione driver stampanti di etichette

A questo punto connettiamo la stampante alla porta USB del PC e selezioniamo USB nella schermata relativa alla connessione

connessione USB stampante di etichette

Una volta riconosciuta la stampante, selezionare Next per procedere.

Scegliere un nome per la stampante, indicare se la stampante deve essere condivisa con altri utenti e premere Next

driver seagull

Verificare che le informazioni inserite siano corrette e premere Finish per confermare oppure Back per apportare eventuali modifiche

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su  cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


pazzi per l'identificazione!!!