Come aggiornare il firmware del reader RFID Zebra FX9600

In questo articolo vediamo come aggiornare il Firmware sul reader RFID Zebra FX9600, passo dopo passo.

Al seguente Link del costruttore  Zebra dovete scaricare il software 123RFID e l’ultima versione del Firmware, che è sempre la prima che trovate nell’elenco.

Attualmente l’ultima versione firmware disponibile è la 3.1.12.

https://www.zebra.com/us/en/support-downloads/software/utilities/123rfid.html

software Zebra RFID

Installare prima il software 123RFID e successivamente il firmware.

Dovete estrarre il file compresso ”FXSeries-3.1.12.zip” nella seguente cartella che troverete dopo l’installazione del software

“C:\Users\Public\Documents\123RFID\Firmware Files”

Dopo aver eseguito l’installazione, eseguiamo il programma 123RFID e connettiamoci al reader, come mostrato in figura.

connessione lettore RFID Zebra

Una volta eseguita la connessione, dobbiamo selezionare il menu Firmware che trovate in basso a sinistra.

Noterete nel riquadro grande le informazioni del reader connesso, compreso il firmware che dobbiamo aggiornare: in questo caso abbiamo la ver. 2.6.9.0.

aggiornamento firmware lettore RFID Zebra

Per procedere con l’aggiornamento premere il pulsante blu in alto a destra “UPDATE FIRMWARE” e selezionare la cartella dove avevamo in precedenza salvato i file C:\Users\Public\Documents\123RFID\Firmware Files.

Vi verrà richiesta la password e se non è stata mai cambiata digitare “change”.

FX9600 aggiornamento firmware

Una volta terminato il download del firmware, potete notare che viene visualizzato il nuovo valore come evidenziato in giallo nella figura.

123rfid Zebra

In alternativa potete aggiornare il firmware anche tramite chiavetta USB: anche questa è una procedura molto semplice.

Formattate una chiavetta e copiate tutti i file presenti nella cartella C:\Users\Public\Documents\123RFID\Firmware Files

firmware lettore RFID Zebra

Spegnere il reader ed inserire la chiavetta usb nel connettore presente lateralmente

ttore RFID Zebra FX9600

Accenderlo nuovamente e dopo pochi secondi dal riavvio inizierà in automatico l’aggiornamento del firmware, che sarà completato in pochi minuti segnalato dal led verde sul frontale che rimarrà verde.

Per verificare se l’aggiornamento è andato a buon fine potete connettervi al lettore sempre tramite il software 123RFID o direttamente dal browser utilizzando l’indirizzo IP del dispositivo e leggere le informazioni.

Approfondisci ai seguenti link

oppure segui i nostri video:

Se devi implementare una nuova soluzione con tecnologia RFID e vuoi fare un’analisi dei requisiti insieme a noi contattaci

Telefono 06.51848187

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

Come abilitare la lettura di un codice Data Matrix inverso su un lettore Zebra serie DSXXXX

Quando si deve leggere un codice Data Matrix stampato in reverse, cioè codice chiaro su sfondo scuro, è necessario configurare il lettore per la lettura in modo inverso.

ds2208 Zebra lettore di codice a barre

Per abilitare i lettori Zebra della serie DS possiamo scegliere 3 opzioni di configurazione:


• Regular Only – il lettore decodifica solo i codici Data Matrix normali (stampa scura su fondo chiaro)
• Inverse Only – il lettore decodifica solo i codici Data Matrix inversi (stampa chiara su fondo scuro)
• Inverse Autodetect – il lettore decodifica tutti i codici a barre, sia normali che stampati in modalità inversa

Per abilitare l’opzione scelta in base alle proprie esigenze è sufficiente leggere uno dei codici riportati in figura

data matrix inverso

06.51848187

info@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com

ETICHETTA TRASPARENTE: ECONOMICA, RESISTENTE, CONVINCENTE

Nel panorama variegato del sistema di etichettatura, sta prendendo sempre più piede la scelta per le etichette in polipropilene trasparente. Ne sono state antesignane il settore cosmetico e farmaceutico dove se ne è fatto un uso frequente, ma sempre più spesso troviamo questa soluzione in altri campi, soprattutto per quei brand che hanno optato per una rappresentazione della loro immagine essenziale, raffinata e moderna, o per quelle case produttrici che amano fondere lo stile classico con quello innovatore, proprio come si usa nell’arredamento di interni dove si potrebbe ambientare con gusto un mobile antico in una casa moderna.

etichette trasparenti adesive

Analizziamo quali sono le garanzie che si associano all’adozione di questo materiale:

È ECONOMICO – se stampata a trasferimento termico con ribbon in resina, la somma dei costi di acquisto dei materiali di consumo e della stampante, nonché la facilità di utilizzo che è un valore aggiunto, ci permettono di produrre etichette con una spesa veramente contenuta.

È RESISTENTE – il polipropilene è un materiale assolutamente durevole, resistendo tenacemente alle azioni meccaniche, a molti solventi e detergenti se stampato con ribbon in resina speciale, all’aggressione dell’umidità se accoppiato con l’adesivo apposito.

L’ etichetta è molto elastica aderendo perciò integralmente alla superficie di applicazione, eludendo completamente l’inestetismo di altre etichette che invece tendono a fare grinze.

È CONVINCENTE – assolutamente una bella etichetta!

La nitidezza della stampa è ineccepibile sia per la rappresentazione delle immagini che per la leggibilità dei testi e dei codici a barre.

etichette adesive in polipropilene trasparente

La possibilità di utilizzare ribbon colorati amplia la differenziazione delle etichette per la nostra gamma di prodotti:

  • potendo associare a layout simili colorazioni specifiche il risultato estetico è completamente differenziato
  • l’opportunità di applicare ribbon metallizzati ci permette di impreziosire la nostra grafica con oro, argento e tante altre tinte laminate, con costi completamente abbattuti rispetto ad altri tipi di stampa a caldo
  • la leggerezza della trasparenza ispira anche sincerità della comunicazione con il cliente, che ha un impatto più intimo con il contenuto della confezione, potendone osservare direttamente le caratteristiche
etichette trasparenti

Queste semplici peculiarità sono già sufficienti ad orientarci verso una soluzione di questo tipo, che garantisce alla nostra produzione una lavorabilità dinamica, un risultato durevole, un imprinting divertente per il consumatore.

Vuoi stampare un’etichetta trasparente?

Contattaci

06.51848187

Elisabetta Urbisaglia

info@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


Approfondisci

Hai problemi a leggere il codice a barre: 8 suggerimenti per risolverli

I codici a barre sono ormai parte integrante del flusso di lavoro quotidiano di molte realtà, nelle aziende, nella gestione dei magazzini, nei laboratori di analisi, nella pubblica amministrazione, nella vendita al dettaglio.

codici a barre

Li utilizziamo praticamente ovunque, per tracciare e rintracciare, per identificare e velocizzare le operazioni riducendo drasticamente il margine di errore.

Ma cosa succede quando il lettore che stai utilizzando non riesce a scansionare il codice a barre?

Vediamo alcune cause e possibili soluzioni che potrebbero aiutarti a risolvere i problemi di “NON LETTURA”.

#1#  Posizionamento errato dell’etichetta

Il colpevole più comune di un codice a barre illeggibile è il posizionamento sbagliato delle etichette.

Immagina di avvolgere un’etichetta con codice a barre 1D intorno ad una provetta da 15 ml. In questa condizione sarà impossibile leggere il barcode, perché il laser emesso dallo scanner non sarà in grado di intercettare interamente il codice a barre se è avvolto attorno ad una ridotta superficie cilindrica.

etichetta per laboratori

Soluzione: il modo migliore per evitare che un codice a barre sia posizionato in modo errato è disporre di un protocollo operativo standard che specifichi una metodologia appropriata per ciascun contenitore che richiede un’etichettatura, incluso il tipo di etichetta da utilizzare, il posizionamento del  codice a barre e dell’etichetta.

#2#  Scanner non idoneo o posizione scorretta del lettore

Una scansione del codice a barre non riuscita può essere causata dalla posizione dello scanner rispetto al codice a barre:

>>> il codice a barre potrebbe essere troppo vicino o troppo lontano dallo scanner e a seconda della distanza focale ottimale dello scanner (la distanza alla quale il codice a barre viene messo a fuoco) potrebbe non essere letto

oppure

>>> il codice a barre potrebbe trovarsi con un’angolazione fuori specifica rispetto allo scanner

oppure

>>> l’orientamento del codice a barre potrebbe non essere compatibile con lo scanner.

Ad esempio, gli scanner con ottica laser devono essere posizionati in modo tale che la linea laser sia perpendicolare alle barre del codice.

Soluzione: per le applicazioni che richiedono condizioni di scansione complesse, l’utilizzo di lettori con autofocus incorporato è l’ideale, poiché possono adattarsi a una gamma di distanze, angoli e orientamenti variabili del codice a barre

#3#  Codici a barre danneggiati

I codici a barre possono essere esposti a condizioni difficili, come temperature estreme, esposizione a prodotti chimici o detergenti, abrasione meccanica. Condizioni aggressive possono sbiadire, graffiare o macchiare i codici a barre, rendendoli illeggibili.

CODICE A BARRE DANNEGGIATO
CODICE A BARRE DANNEGGIATO

Soluzione: in queste condizioni è fondamentale scegliere l’etichetta giusta.

L’uso di un’etichetta appropriata per la tua applicazione non solo assicurerà che rimanga applicata sul contenitore, ma garantirà l’integrità dell’etichetta e quindi la leggibilità del codice anche in situazioni avverse.

Considera che la scelta dell’etichetta giusta per la tua applicazione garantirà il successo del tuo progetto e eviterà l’insorgenza di problemi e perdite economiche e di tempo: la prevenzione vale sempre più della cura.

Questo vale anche per la stampa: non tutte le tecnologie di stampa sono idonee a stampare codici a barre nitidi e perfettamente leggibili.

Le stampanti a trasferimento termico, utilizzate con materiali specifici, forniscono alle etichette la massima resistenza alle temperature estreme, ai solventi e altre sostanze chimiche, garantendo che i codici a barre non sbiadiscano nel tempo.

stampanti a trasferimento termico

Inoltre, i costruttori leader di mercato come Zebra, Honeywell, Datalogic producono lettori ad alte prestazioni che implementano algoritmi di ricostruzione dei codici in grado di leggere correttamente anche simboli danneggiati.

In condizioni critiche, utilizzare etichette in materiali sintetici e nastri di stampa in resina di alta qualità aiuterà anche a proteggere i codici a barre da situazioni aggressive che potrebbero compromettere la leggibilità dei codici.

#4#  Contrasto insufficiente

Per leggere correttamente un codice a barre, lo scanner deve essere in grado di distinguere le barre chiare da quelle scure che caratterizzano il simbolo. Tuttavia, il contrasto tra questi due elementi può variare a seconda del tipo di materiale su cui è stampato il codice a barre.

 Il contrasto potrebbe anche essere influenzato se le barre stampate o la superficie su cui sono stampate non sono uniformi.

codice con basso contrasto
codice con basso contrasto

Se non c’è abbastanza contrasto, lo scanner non sarà in grado di distinguere correttamente il codice a barre, rendendo impossibile la lettura.

I codici a barre con basso contrasto riducono anche la distanza alla quale è possibile leggere un codice a barre.

Soluzione: regolare le impostazioni della stampante per garantire una qualità di stampa ottimale è sicuramente il primo passo da cui partire per evitare codici a basso contrasto.

#5#  Violazione delle Quiet Zone

La Quiet Zone, o zona non stampabile, è l’area intorno al codice a barre che deve essere completamente priva di segni, grafica e testi.

Questa zona consente al lettore di verificare i limiti del codice a barre e di scansionarlo nella sua interezza.

QUIET ZONE codice a barre
QUIET ZONE

La Quiet Zone ha requisiti specifici che dipendono dal tipo di codice a barre che stai utilizzando.

Per i codici a barre 1D, la Quiet Zone deve essere almeno 10 volte la larghezza della barra più piccola su entrambe le estremità, sia a destra che a sinistra del codice a barre.

Nei simboli 2D, la Quiet Zone è lo spazio che circonda l’intero simbolo e quindi va rispettata su tutti e quattro i lati del codice.

Le Quiet Zone nei codici a barre bidimensionali (2D) vengono calcolate in modo diverso in funzione del simbolo utilizzato.


Soluzione: la soluzione più semplice è quella di progettare opportunamente il layout dell’etichetta per garantire che siano soddisfatti i requisiti della Quiet Zone.

Inoltre, se è possibile, è consigliabile aumentarne lo spazio oltre i requisiti minimi per assicurare un’immediata lettura del codice.

#6#  Stampa inconsistente

Ci possono essere molte ragioni per cui la tua stampante non esegue una stampa affidabile dei codici a barre.

Ad esempio, per le stampanti a getto d’inchiostro e laser, i livelli bassi di inchiostro e toner sono la causa principale dell’inconsistenza del codice a barre.

Se i livelli di inchiostro o toner sono troppo bassi l’intensità della stampa può essere non omogenea rendendo il codice a barre difficilmente scansionabile.

Soluzione: l’uso di una stampante a trasferimento termico risolve molti dei problemi relativi alle stampe inconsistenti prodotti dalle stampanti laser o a getto d’inchiostro.

stampanti a  trasferimento termico

Inoltre, è importante verificare periodicamente le impostazioni della stampante e mantenerle corrette per l’intero processo di stampa. È necessario controllare regolarmente la pressione e la pulizia della testina di stampa, dei rulli siliconati, nonché l’integrità delle testine di stampa.

#7#  Scanner programmato in modo inappropriato

Una programmazione dello scanner non adatta al codice che deve essere letto e alla formattazione dei dati richiesta può impedire la lettura e/o la trasmissione del codice.

Soluzione: controlla lo scanner e i requisiti del tipo di codice a barre che stai utilizzando! Alcune simbologie, come il Codice 39 e l’Interleaved 2 di 5, potrebbero richiedere una programmazione specifica per consentire allo scanner di leggerle correttamente.

#8#  Codici ad alta densità

Un ulteriore punto da considerare è la densità del codice a barre.

Cercare di codificare troppe informazioni provocherà un codice a barre ad alta densità, in cui gli spazi bianchi diventano troppo stretti per essere rilevati.

densità dei codici a barre

Soluzione: anche in questo caso per risolvere il problema è possibile acquistare lettori con ottica HD in grado di decodificare i codici ad alta densità.

Conclusioni

È fondamentale che i codici a barre vengano letti velocemente e senza problemi, indipendentemente da dove lavori.

I codici a barre illeggibili possono arrestare il flusso di lavoro e provocare la perdita di informazioni

Se i tuoi codici a barre sono illeggibili o se devi sceglier e un lettore di codice a barre idoneo alle tue esigenze contattaci

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito 

www.acsistemisrl.com


Approfondisci

La configurazione perfetta di un sistema eliminacode

Quando si decide di acquistare un nuovo sistema eliminacode multiservizio e multi-sportello è importante effettuare un’analisi preliminare sul metodo di configurazione dei diversi parametri.

eliminacode multiservizio e multi sportello

Un sistema eliminacode che gestisca efficacemente più servizi e più sportelli deve essere facilmente configurabile da qualsiasi operatore senza dover ricorrere al fornitore che spesso non è immediatamente disponibile per apportare dei repentini cambiamenti.

I principali parametri che devono essere impostati in un eliminacode sono:

  • Numero di servizi
  • Numero di sportelli
  • Numero di servizi associati ad ogni sportello
  • Schedulazioni orarie/settimanali per ogni servizio
  • Gestione delle priorità delle persone in coda
  • Chiamata vocale
  • Personalizzazione del layout di visualizzazione delle code e del ticket

Questi parametri richiedono una configurazione personalizzata sulle proprie esigenze di gestione degli utenti in coda.

Inoltre, le specifiche necessità possono cambiare nel corso del tempo e quindi il software di gestione del sistema deve essere una chiave di valutazione primaria nella scelta dell’eliminacode adatto a regolare il flusso di persone.

Come deve essere strutturato un software per la gestione di un sistema eliminacode?

Il software deve avere 3 caratteristiche fondamentali:

  • facile da utilizzare
  • riassumere tutti i parametri di configurazione in un pannello riepilogativo
  • consentire la massima flessibilità di configurazione per rispondere alle richieste attuali ma anche ad eventuali cambiamenti futuri

Analizziamo nel dettaglio le principali impostazioni di configurazione e come possono essere personalizzate in base alle specifiche esigenze della struttura.

eliminacode software di gestione

Gestione dei servizi

In un sistema eliminacode multiservizio, una gestione completa dei servizi significa avere la possibilità di:

  • abilitare/disabilitare il singolo servizio
  • cambiare il nome del servizio
  • cambiare il colore rappresentativo del servizio
  • impostare un intervallo di emissione del ticket, ad esempio un servizio di visite specialistiche potrebbe essere impostato sull’emissione di massimo 10 ticket giornalieri
  • impostare la chiamata vocale del servizio

Schedulazione degli orari di attività del servizio

Per ogni servizio deve essere possibile programmare gli orari di attività settimanale.

Inoltre, quando il servizio non è disponibile deve apparire il messaggio “CHIUSO” e gli orari di attività di quel servizio.

programmazione del servizio sistema eliminacode

Gestione delle priorità di chiamata

Negli studi medici, nei laboratori di analisi e in alcuni uffici amministrativi ci sono delle file che devono avere una priorità di chiamata differente.

Quindi la priorità di chiamata deve essere un parametro facilmente accessibile e configurabile secondo diversi criteri di programmazione (priorità bassa, standard, alta, scalare)

ATTENZIONE: verificare sempre che l’algoritmo di calcolo delle priorità soddisfi i propri requisiti di chiamata, in altre parole verificare che il sistema eliminacode che si intende acquistare gestisca le priorità secondo le nostre esigenze di gestione della coda.

Configurazione delle chiamate

Quando si deve gestire un flusso di persone su più servizi e diverse postazioni è fondamentale che la consolle di chiamata gestisca in modo completo e versatile la chiamata.

Il sistema MicroTouch consente di gestire i servizi che devono essere chiamati dal singolo sportello offrendo una configurazione completa e ricca di opzioni per coprire qualsiasi esigenza operativa.

Inoltre, l’opzione AUTO-CALL permette di effettuare chiamate automatiche su tutti i servizi selezionati tenendo in considerazione eventuali priorità.

Opzioni di Riaccodo automatico

Questa funzionalità consente di trasferire automaticamente un ticket appena gestito ad un altro servizio.

Richiamata/Trasferimento ticket

Questa opzione consente di effettuare una richiamata del numero o un trasferimento ad un altro servizio del ticket preso in carico

Chiamata selettiva

MicroTouch consente anche la chiamata manuale di un ticket senza tenere conto delle priorità o della sequenza temporale di arrivo degli utenti

chiamata sistema eliminacode

Composizione dello stile del biglietto

Per ogni servizio deve essere possibile personalizzare gli elementi che compongono il biglietto.

Sul biglietto devono potere essere stampate le informazioni necessarie e opzionali come:

  • il nome del servizio
  • il numero di turno
  • data/ora di emissione del ticket
  • messaggi personalizzati
  • logo o eventuale grafica
  • numero delle persone in coda
  • tempo di attesa stimato

Reportistica e statistiche

Un sistema eliminacode ben progettato deve avere un modulo di reportistica che indichi le statistiche relative a un determinato periodo selezionato.

Le statistiche devono tener conto del totale dei biglietti emessi, il totale dei biglietti serviti e il totale dei biglietti stimati persi, il tempo medio di lavoro degli operatori che hanno gestito un determinato servizio.

Le statistiche sono utili per effettuare un’analisi della gestione del flusso dell’utenza e apportare opportuni cambiamenti per rendere il servizio di gestione della coda più veloce.

In conclusione

Un sistema eliminacode efficiente deve offrire delle garanzie di autonomia nella gestione e nella manutenzione dell’impianto, rendendo la soluzione indipendente dal fornitore.

Gli strumenti di amministrazione del sistema devono essere di semplice comprensione e devono essere facilmente accessibili e configurabili dal personale della struttura.

Se vuoi valutare con noi la soluzione adatta alle tue esigenze contattaci

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


Come risolvere i problemi di etichette RFID non codificate sulle stampanti Zebra RFID ZT400

Quando utilizziamo la stampante Zebra ZT410 o ZT420 con codificatore RFID e viene stampata un’etichetta con la scritta VOID, significa che l’etichetta non è stata codificata.

Vediamo quali sono le procedure da eseguire per evitare il problema di etichette RFID non codificate e quindi annullate

stampante Zebra RFID

Procedere alla calibrazione delle etichette e dei ribbon

In primo luogo, dobbiamo assicurarci che la stampante sia correttamente calibrata sull’altezza dell’etichetta.

Questo è un passaggio di vitale importanza per correggere i problemi di codifica RFID: bisogna eseguire una calibrazione completa dei supporti/ribbon per evitare etichette VOID.

Approfondisci

Guarda il video sulla calibrazione di etichette e ribbon sulle stampanti Zebra ZT400

Eseguire la calibrazione RFID

La procedura di calibrazione RFID configura le impostazioni RFID in modo appropriato alle etichette utilizzate: posizione del tag RFID, antenna RFID e potenza di lettura e scrittura RFID

Per eseguire la procedura, navigare nel pannello LCD e scorrere il Menù alla voce Calibrazione RFID. Selezionare la voce per iniziare la procedura

Approfondisci

Guarda il video sulla calibrazione RFID delle stampanti Zebra ZT400

  • A questo punto puoi procedere con la stampa dei tag RFID e verificare che tutte le etichette inviate in stampa siano correttamente codificate
  • Durante la stampa assicurarsi di tenere chiuso il coperchio della stampante per evitare la contaminazione con polvere e altre sostanze estranee
  • Se i passaggi precedentemente eseguiti non funzionano assicurarsi che il firmware della stampante sia aggiornato all’ultima versione rilasciata da Zebra

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


Letture consigliate

STAMPA CREATIVA A TRASFERIMENTO TERMICO

Il trasferimento termico è una tecnologia che sfrutta un processo di trasferimento del colore, su carta o pellicola sintetica, basato sull’impiego del calore: in pratica il  calore della testina scioglie un nastro inchiostrato, detto ribbon, che trasferisce l’inchiostro sul supporto.

stampa a trasferimento termico

Le caratteristiche principali che hanno contribuito alla rilevante diffusione di stampanti a trasferimento sono:

  • velocità
  • qualità di stampa eccellente
  • scelta ampia e versatile dei materiali di stampa
  • basso costo stampa
  • stampa in funzione del fabbisogno
  • produzione di modelli idonei a qualsiasi esigenza operativa (desktop, industriali, semi-industriali, per integrazione sulle linee, portatili)

L’impiego abituale delle stampanti a trasferimento termico è per la creazione di etichette destinate a contenere dati di tracciabilità quali codice a barre, data e lotto di produzione, indicazioni di peso o volume del prodotto, taglia e colore dell’articolo, ma anche ticket di vario genere.

Sono spesso utilizzate per stampare dati variabili su etichette con una grafica a colori prestampata.



Solitamente attraverso il trasferimento termico si producono etichette con stampa nera su sfondo bianco senza nessuna finalità estetica ma solo funzionali al loro scopo.

Non tutti sanno che il ribbon che imprime la stampa, oltre che differenziarsi per le sue caratteristiche tecniche di durabilità (in ordine di resistenza cera, cera-resina e resina) è disponibile con molteplicità di colori, ed anche preziose variazioni metallizzate, che conferiscono alle etichette un aspetto ancor più ricercato e attraente per il consumatore, nonché molto credibile da un punto di vista qualitativo.

ribbon colorati per il trasferimento termico

Inoltre, i materiali su cui poter stampare sono una gamma altrettanto variegata: carta naturale lucida od opaca, oppure materiali sintetici come il poliestere, il pvc e il polipropilene, disponibile anche nella versione trasparente che è molto adatta a dare risalto al contenuto della confezione, facendo apparire il prodotto nella sua integralità.

Se abbiamo bisogno di differenziarci è possibile stampare anche su etichette colorare utilizzando ribbon idonei.

Ed ecco che si possono realizzare, con una semplice stampante a trasferimento termico, etichette dall’impatto moderno, essenziale ed elegante, nonché durevoli perché resistenti alle varie aggressioni atmosferiche, chimiche e meccaniche.

Semplicemente sostituendo il ribbon nella nostra stampante possiamo differenziare le nostre etichette e conferire una personalizzazione più tematica alla nostra linea di prodotti.

etichette stampate a trasferimento termico

Etichette non necessariamente monocromatiche, grazie alla possibilità di sovrapporre più di un processo di stampa con ribbon di colori diversi, inserendo, per esempio, qualche particolare metallizzato che valorizza il nostro layout grafico con luminescenze tridimensionali.

etichette stampate con nastri a trasferimento colorati

CONCLUSIONI

Una stampante a trasferimento termico, con dei costi contenuti sia all’acquisto sia nella gestione della manutenzione e dei consumi di esercizio, non solo crea le nostre etichette con codici a barre utili per la tracciabilità e l’organizzazione del magazzino, ma può essere un valido strumento anche per la realizzazione di etichette prodotto comunicative, che catturano l’attenzione del cliente, differenziando il tuo prodotto da altri simili.

Il trasferimento termico è una tecnologia molto diffusa, semplice da utilizzare e vincente in termini di rendimento estetico, qualità percepita, costi e tempi di realizzazione.

Se vuoi scegliere la tua stampante di etichette insieme a noi chiamaci

Elisabetta Urbisaglia

Telefono 06.51848187

info@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


Leggi anche

La giusta progettazione delle tue etichette può creare un prodotto vincente

L’etichetta è una parte fondamentale di un prodotto, rappresenta il cuore e l’anima del tuo prodotto e ha un impatto immediato sull’attenzione del consumatore.

Il design dell’etichetta quindi rappresenta una parte essenziale del marketing.

La scelta del prodotto da parte del consumatore dipende da una serie di fattori come le proprie preferenze, il valore economico del prodotto, il numero di scelte disponibili.

L’unico denominatore comune è l’etichetta: i consumatori non acquisteranno mai un prodotto privo di etichetta, seppur lussuosamente confezionato.

etichetta per prodotti

Cosa rappresenta un’etichetta per i consumatori?

I consumatori sono l’aspirazione principale di qualsiasi prodotto. Quindi è necessario sintetizzare nell’ etichetta tutto ciò che riguarda il tuo prodotto dal punto di vista di chi lo acquista.

Le etichette svolgono un ruolo vitale nel creare o distruggere l’immagine di un prodotto sul mercato.

Quindi per far comprendere la necessità e la qualità del tuo bene lo devi analizzare dal punto di vista dell’acquirente.

Una corretta etichettatura informa il consumatore, rendendolo consapevole delle sostanze che sta utilizzando e lo tutela dall’uso di prodotti contraffatti. 

Le etichette assicurano ai clienti la qualità del tuo prodotto

Dal punto di vista di un consumatore, ciò che è al di fuori di una confezione è il chiaro riflesso di ciò che è dentro.

Se un’azienda non applica un’etichetta efficace sia dal punto di vista funzionale che estetico, sicuramente non riesce a convincere il cliente che la confezione contiene un buon prodotto.

progettazione etichette adesive

Per attirare nuovi clienti, oltre a curare il packaging, è importante investire tempo e risorse nella creazione di in un layout dell’etichetta accurato e che ispiri fiducia.

L’etichetta fornisce le informazioni sul prodotto e sul produttore. La conoscenza del marchio e di informazioni chiare, danno al cliente una sensazione di connessione, costruendo così un livello di fiducia superiore.

Le etichette aiutano un prodotto a distinguersi tra gli scaffali

L’etichetta rappresenta l’identità del prodotto e di chi lo produce!

Acquisteresti mai un prodotto senza etichetta o con informazioni inaccurate e incomplete?

Le etichette distinguono il tuo prodotto dalla concorrenza e allo stesso tempo lo rendono riconoscibile per i clienti.

Le etichette danno al consumatore un senso di sicurezza

Le etichette fanno parte di una confezione del prodotto che fornisce ai clienti tutte le informazioni obbligatorie e non.

Quando un consumatore preleva un prodotto dallo scaffale del negozio e non trova alcuna descrizione del contenuto o del modo di utilizzare il prodotto o di possibili pericoli associati ad un uso improprio non si sentirà al sicuro.

etichette descrizione condizioni di utilizzo

Molti di noi sono allergici: se non leggeremo informazioni chiare e trasparenti sulla lista completa degli ingredienti dei prodotti alimentari, sulla tabella nutrizionale, ci sentiremo garantiti dal consumo di quello specifico alimento?

Quando utilizziamo un prodotto chimico e non esiste un’etichetta che fornisca informazioni esaustive dei possibili effetti pericolosi sulla salute possiamo sentirci tranquilli?

Una descrizione accurata può convincere un cliente ad acquistare il tuo prodotto perché darà il necessario senso di sicurezza e fiducia.

Un’etichetta ben progettata offre ai clienti un senso di autosufficienza e trasparenza sul prodotto

Esistono molti prodotti per i quali un consumatore ha bisogno delle istruzioni di utilizzo.

Se il tuo prodotto è molto buono e ben confezionato, ma è privo di un’etichetta con le istruzioni, il cliente non si sentirà autosufficiente nell’uso del prodotto e quindi non lo acquisterà.

Pensa ad un balsamo per capelli: le indicazioni sul tempo di posa, se è con o senza risciacquo, sono brevi istruzioni di utilizzo che possono essere tranquillamente stampate sull’etichetta.

Rendi la tua etichetta attraente per i consumatori

Immagina il tuo prodotto allineato sullo scaffale insieme a una moltitudine di articoli uguali al tuo? Cosa conquisterà in pochi secondi l’attenzione del tuo potenziale cliente? Un design accurato e unico, un buon bilanciamento dei colori, un’etichetta accattivante ben progettata, chiara e che abbia la capacità di comunicare che il tuo prodotto è migliore degli altri

progettazione etichette

La nostra mente ricorda più facilmente i marchi che si distinguono dagli altri, quindi se vuoi realizzare un’etichetta che catturi l’attenzione devi differenziarti dai tuoi concorrenti.

Devi progettare una nuova etichetta?

Chiamaci se desideri un consiglio o sei vuoi approfondire tecnologie e materiali di stampa

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


Il futuro è a colori: perché scegliere una stampante di etichette a colori

Una stampante di etichette a colori aiuta le aziende a creare un’etichetta accattivante, a organizzare in modo efficiente i prodotti e i processi aziendali, a soddisfare i requisiti di conformità richiesti da alcuni settori.

Viviamo in un mondo di colori: le ricerche di marketing indicano che la maggior parte delle informazioni visive è legato al colore.

stampante di etichette a  colori
stampante a colori Epson 7500

Fino ad oggi, l’etichettatura a trasferimento termico con codice a barre in bianco e nero ha rappresentato uno standard del settore per diverse ragioni:

  • le etichette a colori prestampate sono costose
  • la conformità normativa non ha sempre richiesto l’utilizzo del colore
  • il trasferimento termico è una tecnologia di stampa veloce ed economica

Tuttavia, i progressi nell’hardware e nel software di etichettatura, nell’efficienza del magazzino, nel miglioramento delle scorte e l’adempienza ai requisiti normativi di alcuni settori stanno portando molte aziende verso un futuro di etichettatura a colori.

Il colore aiuta ad aumentare l’organizzazione e l’efficienza del magazzino

Il colore porta un grande vantaggio in termini di accuratezza e produttività in generale.

L’uso del colore come parte del processo di identificazione aiuta a rendere gli oggetti in un magazzino facilmente visibili dall’occhio umano, aumentando la rapidità del processo di riconoscimento dei prodotti.

etichetta magazzino colorata

I prodotti possono avere forma e dimensioni simili e l’utilizzo del colore aiuta a differenziare.

La codifica a colori delle etichette offre una soluzione semplice e affidabile per evitare errori di spedizione.

L’etichettatura a colori aumenta la produttività, riduce costi e sprechi di materiale

L’acquisto di una stampante di etichette a colori consente di stampare le etichette secondo le proprie necessità, eliminando l’esigenza di ordinare etichette prestampate che spesso rimangono inutilizzate perché obsolete a causa della modifica delle informazioni stampate.

Il colore aiuta a comunicare le avvertenze di sicurezza e soddisfa i requisiti normativi

Testi o immagini in bianco e nero possono passare inosservati in un’etichetta monocromatica, mentre il colore richiama l’attenzione sulle informazioni essenziali.

La stampa di etichette a colori aiuta a segnalare con immediato impatto visivo merce scaduta o non conforme.

Pittogrammi GHS
Pittogrammi GHS

Miscele cancerogene, mutagene, tossiche devono comunicare la presenza di sostanze pericolose attraverso pittogrammi con cornice rossa.

L’acquisto di una stampante di etichette a colori è una soluzione autonoma e completa per la stampa di un’etichetta nel settore chimico e farmaceutico

Vantaggi di una stampante di etichette a colori

Il progresso tecnologico ha portato i più importanti costruttori di stampanti di etichette a produrre modelli adatti a qualsiasi esigenza operativa, sia per piccole produzioni di etichette che per aziende che gestiscono elevati volumi di stampa.

stampante di etichette a colori Epson C3500
stampante di etichette a colori Epson C3500

I benefici offerti da una stampante di etichette a colori sono molteplici:

  • ottieni il controllo del processo di stampa, nessun ordine di etichette prestampate, tu mantieni il controllo totale del processo di produzione delle etichette dalla creazione grafica, alla stampa dei dati fissi e variabili
  • aggiungi flessibilità, puoi creare immediatamente etichette personalizzate, modificare i layout e i dati variabili e puoi stampare nelle quantità esatte, al momento del bisogno
  • riduci i costi, quando si ordinano etichette prestampate viene richiesto un minimo di produzione, con una stampante di etichette a colori puoi stampare anche 1 sola etichetta alla volta
  • elimina lo spreco di etichette inutilizzate, con una stampante di etichette a colori non avrai nessuno scarto di etichette dovuto a modifiche di progettazione, puoi immediatamente cambiare colori, layout, grafica o dati secondo le tue necessità
  • riduci il magazzino di etichette, non sarai costretto ad avere un magazzino pieno di rotoli prestampati. Dovrai avere solo i formati di etichetta che dovrai stampare: un’etichetta bianca che stamperai secondo le tue necessità effettive.
stampante di etichette a  colori VIP Color

Quando è conveniente valutare l’acquisto di una stampante di etichette a colori?

Passare da una tecnologia di stampa monocromatica ad una stampa a colori ti porterà dei vantaggi se:

  • utilizzi etichette prestampate a colori con dati variabili
  • sei stanco di sprecare stock di etichette a colori prestampate
  • la tua etichetta richiede l’uso del colore per motivi di conformità, normative o di sicurezza
  • l’uso di un’etichettatura a colori porta alla tua azienda un vantaggio competitivo dal punto di vista del marketing
  • ritieni che l’efficienza del magazzino e dei processi logistici migliorerebbe se le etichette utilizzassero una codifica a colori di immediato impatto visivo
  • hai la necessità di stampare in tempi brevi, evitando giorni o settimane di attesa per il ricevimento delle etichette prestampate
  • vuoi immediatamente produrre diverse prove di stampa delle tue etichette con varianti di grafica e colori

Stai valutando una soluzione di stampa a colori? Chiamaci per scegliere il modello adatto alle tue esigenze di stampa

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visitate il nostro sito  

www.acsistemisrl.com


6 suggerimenti per acquistare la tua stampante di codici a barre

Con l’enorme numero di modelli presenti sul mercato, scegliere una stampante di codici a barre per la tua attività può essere un’impresa non semplice.  

Fortunatamente, è facile trovare il modello giusto se si eseguono i passaggi per determinare le proprie esigenze.

stampanti a trasferimento termico e termiche Zebra

Questi suggerimenti ti aiuteranno a restringere le tue scelte e semplificare il processo di acquisto.

1. Decidere il modello di stampante di codici a barre

Le stampanti di codici a barre possono essere classificate in tre categorie principali

  • Desktop
  • Industriali
  • Portatili

L’opzione migliore per te dipenderà dal volume di stampa medio, dai requisiti di mobilità e dal tipo di stampa che devi generare.

Stampanti Desktop

Le stampanti desktop di codici a barre sono in grado di stampare da poche decine fino a circa 500 etichette al giorno, e quindi sono lo strumento ideale per uffici, negozi e piccoli magazzini.

stampante Zebra ZD420 desktop

Stampanti Industriali

Con una capacità di stampa superiore rispetto alla classe desktop, le stampanti industriali possono produrre migliaia di etichette al giorno, in funzione del modello.

Ci sono stampanti da 4,6 e 8 pollici: la larghezza dell’etichetta che devi stampare determina il modello adatto alle tue esigenze.

Intermec PM43 stampante di etichette industriale

I modelli industriali sono idonei per ambienti impegnativi che devono gestire elevati volumi di stampa come le aziende di produzione, i centri di distribuzione e i grandi rivenditori.

Stampanti Portatili

Le stampanti portatili non richiedono alcuna connessione fisica al computer e sono ideali per le attività che richiedono mobilità o per stampare  nel luogo di applicazione dell’etichetta.

stampante portatile per etichette

Le larghezze di stampa sono da 2, 3 o 4 pollici.


Approfondisci

2. Comprendere i diversi metodi di stampa

Le stampanti di codici a barre sono ulteriormente divise per il metodo di stampa che utilizzano: a trasferimento termico oppure termico diretto.

Comprendere la differenza tra le due tecnologie è essenziale quando si sceglie la stampante in quanto influisce su tutto, dalla longevità dell’etichetta al materiale su cui è possibile stampare i codici a barre.

Metodo termico diretto

Nelle stampanti termiche dirette, il calore proveniente dalla testina di stampa crea l’immagine sulle etichette. Questi modelli presentano numerosi vantaggi, tra cui la semplicità di utilizzo, l’assenza di un nastro di stampa e la capacità di produrre codici a barre nitidi e perfettamente scansionabili da un lettore.

Tuttavia, poiché è necessario utilizzare etichette in materiale termico, le stampanti termiche dirette sono adatte solo per etichette con un ciclo di vita breve.

Trasferimento termico

ribbon per il trasferimento termico

La stampa a trasferimento termico utilizza il calore della testina per riscaldare un nastro inchiostrato, comunemente chiamato ribbon, per produrre stampe di lunga durata su un’ampia varietà di materiali.

I codici a barre generati con tecnologia a trasferimento termico possono durare anni e produrre stampe indelebili e resistenti se utilizzate con materiali di consumo idonei.

Le stampanti a trasferimento termico sono più costose dei corrispondenti modelli termici diretti, è quindi opportuno scegliere questa opzione solo se richiesta dai propri requisiti di stampa.


Approfondisci

3. Connettività

Devi anche decidere in che modo desideri che la tua stampante di codici a barre comunichi con il computer. Tutte le stampanti dispongono di connettività USB ma molti modelli sono opzionalmente dotate di Ethernet, Bluetooth o WiFi, che consentono a qualsiasi dispositivo della rete di connettersi alla stampante.

Naturalmente le opzioni di connessione aggiuntive hanno un costo non trascurabile.

4. Decidi una risoluzione di stampa

La risoluzione di stampa è il numero di punti per pollice (dpi) che la testina di stampa è in grado di produrre.

Maggiore è la risoluzione, più nitida sarà la qualità dei codici a barre.

Printhead
Printhead

Per la maggior parte delle applicazioni la risoluzione di 203 dpi è sufficiente, ma se devi stampare codici ad alta densità o codici 2D molto piccoli oppure elementi grafici allora devi prendere in considerazione risoluzioni più alte


Approfondisci

5. Valuta se hai bisogno di componenti aggiuntivi

Prima di completare la selezione, dovresti sempre considerare quali componenti aggiuntivi potrebbero essere preziosi per la stampa di codici a barre nella tua azienda.

Le opzioni aggiuntive comuni includono taglierina, spellicolatore, riavvolgitore, codificatore RFID.

taglierina per stampanti termiche

Inoltre, non trascurare l’analisi del materiale di consumo idoneo alla tua applicazione.

Una soluzione di stampa vincente, senza problemi, dipenderà anche dalla scelta di etichette e nastri di stampa.

6. Acquista da rivenditori di codici a barre autorizzati

Infine, dovresti considerare da chi stai acquistando la tua stampante di codici a barre.

I rivenditori di codici a barre autorizzati sono sempre il percorso migliore. Hanno le conoscenze, l’esperienza, il servizio, la garanzia di figure professionali e competenti che possono consigliarti la soluzione migliore per le tue esigenze.

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


pazzi per l'identificazione!!!