Archivi categoria: testina termica

Stampanti di etichette:testina Flat o Near Edge?

Facebookgoogle_plus

Le stampanti termiche o a trasferimento termico possono montare testine Flathead (piatte) o Near Edge.

In entrambe le tecnologie la stampa è prodotta attraverso una combinazione di pressione e calore della testina di stampa per trasferire l’inchiostro di un nastro sull’etichetta o imprimere un’etichetta termica

Printhead
Printhead

Nelle stampanti con testina Flat, la testina è situata in posizione orizzontale (piana) rispetto all’etichetta e gli elementi riscaldanti sono posti al centro. Quando il ribbon passa sotto gli elementi riscaldanti l’inchiostro viene trasferito sull’etichetta. Le stampanti a trasferimento termico con testina piatta possono montare ribbon cera, cera-resina o resina

Testina Flathead
Testina Flathead

 

 Vantaggi

Le testine Flat hanno un ciclo di vita lungo

Ottima qualità di stampa su materiali non trattati

Ottima resistenza all’abrasione su materiali sintetici

Il ribbon cera, adatto per la stampa su etichette e cartellini in carta, è il nastro più economico

Risparmio sul materiale di consumo per uso comune (tipo etichette spedizione, etichette settore agroalimentare,etc)

 

Testina Near Edge
Testina Near Edge

Le testine Near Edge sono inclinate di circa 45°, consentendo il raggiungimento di velocità più elevate, e gli elementi riscaldanti sono posti al bordo della testina.

Con questa tecnologia, la testina di stampa entra in contatto con il ribbon e il materiale da stampare allo spigolo della testina per un intervallo di tempo più breve rispetto alla testina Flat e quindi il trasferimento di inchiostro deve essere immediato. Pertanto, questa condizione limita il tipo di nastro da utilizzare che può essere cera-resina o resina

Vantaggi

Ottimo bilanciamento tra velocità di stampa e qualità di stampa

La testina flottante si regola automaticamente sullo spessore del materiale, evitando regolazioni manuali che spesso richiedono diversi test per ottenere la qualità desiderata

Stampa ad alta definizione su materiali speciali, in particolare su materiali sintetici molto sottili (tipo l’ultra-distruttibile) o con spessori diversi

Stampa di ottima qualità di font molto piccoli ed elementi grafici

Risparmio sull’uso del ribbon (opzione del Ribbon Save su alcuni modelli di stampanti)

print with ribbon

Non vogliamo sponsorizzare una tecnologia a favore dell’altra, ma evidenziare che ognuna ha delle caratteristiche che meglio possono adattarsi alle proprie esigenze di stampa. È sempre opportuno, specialmente per la stampa su materiali particolari, effettuare dei test con il carattere, la grafica e il materiale che si intende utilizzare per verificare la qualità del risultato ottenuto.

Inoltre per allungare il ciclo di vita della testina è consigliabile eseguire una pulizia della stampante ad ogni sostituzione del materiale di consumo. In questo articolo puoi trovare alcuni utili suggerimenti “Come allungare il ciclo di vita di una testina”

Cristina Urbisaglia cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi andrea@acsistemisrl.com 

 

Facebookgoogle_plus

Come allungare il ciclo di vita della testina di una stampante termica

Facebookgoogle_plus

La testina delle stampanti termiche o a trasferimento termico è la parte di consumo più soggetta ad usura e proporzionalmente alla risoluzione è una parte di ricambio che può valere fino al 30% il costo di una stampante nuova.

Printhead
Printhead

I costruttori di stampanti raccomandano l’uso di etichette e ribbon originali, perchè materiali di buona qualità certamente garantiscono un ciclo di vita delle testine come indicato dai costruttori.

Quali sono i fattori che influiscono sulla durata di una testina termica:

  1. Residui di ribbon (nastro usato per la stampa a trasferimento termico)
  2. Polvere di carta, impurità e residui adesivi lasciati dalle etichette
  3. Velocità di stampa
  4. Temperature di stampa
  5. Uso improprio da parte degli operatori
stampanti mid-range
stampanti mid-range

Alcune semplici accortezze possono aiutare ad allungare la durata di una testina termica e contestualmente assicurano una qualità di stampa buona. Vediamo come

  1. Nella stampa in modalità trasferimento termico viene utilizzato un nastro di stampa che trasferisce, attraverso il calore della testina, l’inchiostro sulle etichette. I ribbon lasciano residui e dopo l’uso di ogni ribbon è buona norma pulire la testina con un panno imbevuto di alcool per eliminare qualsiasi residuo.
ribbon
ribbon per il trasferimento termico

Nella nostra lunga esperienza tecnica abbiamo constatato che ribbon non originali hanno spesso una pessima qualità del film inchiostrato lasciando le testine delle stampanti molto sporche

  1. Etichette di materiali di scarsa qualità hanno una carta che può risultare troppo abrasiva sulle testine producendo polvere che danneggia la testina.etichette adesive Questa occorrenza è ancora più gravosa quando si utilizzano stampanti in modalità termica diretta, cioè senza il ribbon che comunque ha una pellicola con superficie più liscia rispetto a quella delle etichette e rappresenta una protezione per le testine. Anche in questo caso deve essere effettuata regolarmente la pulizia della testina con un panno imbevuto di alcool

 

 

 

 

 

3. Più la velocità è alta e più è necessario aumentare la temperatura della stampante per mantenere una buona qualità di stampa. Nella maggior parte dei casi un’impostazione alta della velocità non serve a nulla, non si nota neanche la differenza.

Una delle prime impostazioni che controlliamo quando effettuiamo interventi di manutenzione sulle stampanti è proprio la velocità, che puntualmente abbassiamo alla metà del valore senza che questo influisca sull’efficienza del processo di stampa

  1. Le alte temperature riducono la durata della testina. Alla prima installazione della stampante, spendete qualche minuto per impostare la temperature giusta che vi consenta di ottenere una stampa nitida e con buona risoluzione: partite da un valore basso, stampate un’etichetta di test e se la stampa non vi soddisfa aumentate di 1/2 punti la temperature. Ripetere il procedimento finchè non raggiungete la qualità desiderata. Alcuni punti da considerare per un corretto settaggio:
  • la stampa termica diretta(senza ribbon) richiede temperature più elevate
  • ribbon cera hanno temperature di fusione più basse rispetto ai nastri resina
  • la temperatura dell’ambiente operativo influisce sui settaggi di temperature delle stampanti
  1. Uso improprio significa utilizzare taglierini, forbici, oggetti appuntiti per eliminare i residui di etichette o adesivo che si incastrano nella stampante. Anche in questo caso bisogna procedure alla pulizia della testina con un panno imbevuto di alcool.

Come si può controllare se la testina di stampa è guasta?

Test-testina

E’ possibile effettuare un semplice test per verificare se la testina ha dei dot rotti. Create una etichetta con il programma fornito con la stampante o eventualmente anche con word. Disegnare all’interno dell’etichetta un rettangolo nero di larghezza identica all’etichetta e altezza 1 cm. Procedere alla stampa: se il rettangolo risulta completamente uniforme la testina è buona, altrimenti se presenta delle linee verticali bianche significa che ci sono dei dot guasti.

In conclusione programmare la pulizia della testina dopo ogni cambio di rotolo di etichette e/o ribbon, da eseguire a macchina senta, allunga il ciclo di vita delle testine termiche preservando la qualità della stampa delle vostre etichette

Ing. Cristina Urbisaglia

se hai domande puoi scrivermi a cristina@acsistemisrl.com

Facebookgoogle_plus