Archivi tag: RFID

Che cosa è l’NFC? Quali sono le differenze tra NFC e RFID?

Facebookgoogle_plus

NFC

NFC , Near Field Communication, letteralmente ” comunicazione in prossimità”, è una tecnologia che fornisce connettività wireless bidirezionale a corto raggio tra dispositivi elettronici. Le comunicazioni tra dispositivi sono stabilite in modo semplice e  non richiedono configurazione da parte dell’utente, come nel caso di altre comunicazioni wireless. L’NFC consente la comunicazione senza contatto fino a distanze di circa 4 o 5 centimetri. Poiché non sono utilizzati connettori fisici, la connessione è più affidabile e non soffre dei problemi legati al contatto come l’usura, la corrosione e la sporcizia, problematiche spesso riscontrate nei sistemi che utilizzano connettori fisici. L’NFC opera nella porzione HF dello spettro radio, ad una frequenza di  13,56 MHz. L’NFC è quindi una forma di RFID, ma ha un insieme specifico di norme che regolano il suo funzionamento, l’interfaccia, ecc. Gli standard NFC determinano non solo l’ambiente operativo senza contatto, ma anche il formato e la velocità di trasferimento dati.

nfc4_thumb

Applicazioni NFC
La tecnologia NFC è l’evoluzione di una combinazione di tecnologie di identificazione e di interconnessione senza contatto, tra cui l’RFID, e permette con estrema facilità di stabilire una connessione tra due dispositivi,  su distanze di pochi centimetri. Semplicemente avvicinando due dispositivi elettronici è possibile stabilire una comunicazione e questo semplifica notevolmente i problemi di identificazione e di sicurezza, il che rende molto più facile lo scambio di informazioni. In questo modo si prevede che la tecnologia Near Field Communications consentirà di evitare le complesse procedure di configurazione necessarie per alcune connessioni wireless a lungo raggio. I dispositivi abilitati NFC sono unici in quanto supportano tre modalità di funzionamento: card emulation mode, peer-to-peer, e reader/writer La modalità card emulation permette ai dispositivi dotati di NFC di comportarsi come una smart card, consentendo agli utenti di eseguire operazioni quali acquisti, biglietteria e  controllo accessi In modalità peer-to-peer i dispositivi abilitati NFC con un semplice tocco comunicano tra loro consentendo lo scambio di informazioni e la condivisione di file. Ad esempio gli utenti possono condividere i parametri di configurazione di un collegamento wifi o bluetooth o lo scambio di dati come biglietti da visita virtuali o le foto. La modalità Reader/Writer consente ai dispositivi NFC di leggere le informazioni memorizzate su tag NFC che possono essere per esempio integrati in manifesti intelligenti e display, fornendo un ottimo strumento di marketing per le aziende

Quindi l’’NFC si presta perfettamente ad una grande varietà di applicazioni:
• Smartphone, PDA, PC
• Registratori di cassa o attrezzature “point-of-sale”
• Tornelli
• Distributori automatici
• Parchimetri
• Bancomat
• Porte per garage, cancelli automatici, ecc

NFCDifferenze tra NFC e altre tecnologie wireless
L’NFC è una tecnologia che si distingue da altre tecnologie wireless, non solo nella tecnologia, ma anche per  le applicazioni previste.
• Bluetooth: Sebbene sia Bleutooth e NFC può essere utilizzato per trasferire i dati, il Bluetooth è stato progettato per trasferire dati su distanze molto maggiori. NFC è stato progettato per essere usato con distanze di pochi centimetri (prossimità)
• Wi-Fi / IEEE 802.11: Wi-Fi è stato progettato per le reti locali, e non è  una tecnologia peer to peer a  corto raggio.
• RFID: Sebbene l’RFID sia molto simile all’ NFC per molti aspetti, la tecnologia RFID è molto più ampia.

Facebookgoogle_plus