Archivi tag: palmari magazzino

Quale terminale portatile scegliere?

I computer portatili sono diventati uno strumento essenziale per molte aziende: dall’inventario, alle operazioni logistiche nel magazzino, dagli operatori nel settore sanitario al personale sul campo per operazioni di assistenza tecnica o tentata vendita i palmari con lettore di codice a barre integrato aumentano l’efficienza e la velocità dei flussi aziendali.

intermec cn51
intermec cn51

Selezionare il palmare idoneo alle proprie esigenze è una vera sfida. La vasta offerta di modelli disponibili può essere fonte di confusione e comprendere le differenze tra le molteplici configurazioni non è semplice.

Per sfruttare concretamente il vantaggio tecnologico offerto da un computer mobile è fondamentale scegliere il modello idoneo alle proprie esigenze.

Il primo passo è la definizione dei requisiti specifici della propria applicazione:

  • Quale sarà l’utilizzo del terminale portatile? Inventario, tracciabilità dei beni, attività sul campo (tipo multe, gestione eventi, carico/scarico merci)?
  • Quale sarà l’ambiente di utilizzo? E’ un ambiente impegnativo per il quale la robustezza del terminale è un parametro essenziale?
  • Avete già scelto il software che sarà installato sul terminale? Quale sistema operativo vi occorre?
  • Quale codice a barre si deve leggere? A quale distanza deve essere letto il codice? Sono previste scaffalature alte in cui la distanza del codice è un requisito da valutare per una scelta corretta del gruppo ottico da integrare nel lettore?

Approfondisci

Come scegliere l’ottica di un lettore di codice a barre


scelta-del-lettore--ambiente

  • È necessaria una connettività in tempo reale su rete wireless e/o comunicazione voce e dati?

Conoscere come sarà utilizzato il computer mobile vi aiuterà a decidere il fattore di forma, il sistema operativo, le opzioni di connessione e di montaggio e altre caratteristiche funzionali  che nel miglior modo soddisfano le vostre esigenze


Potrebbe interessati

Palmare per il magazzino: le 8 domande che ci aiutano a scegliere quello giusto


Terminali Batch

I terminali batch sono i più semplici computer portatili e possono rappresentare un primo “economico” punto di partenza. Sono dispositivi privi di connessione WIFI o WAN (comunicazione dati). Memorizzano in un file di testo i codici letti e solitamente sono utilizzati per effettuare un inventario dove è sufficiente rilevare solamente il codice a barre e la quantità. Il file di dati raccolti viene successivamente scaricato sul PC per poi essere elaborato con il gestionale aziendale.

I terminali batch sono indicati per svolgere operazioni di codice/quantità e quando non è richiesta la connettività in tempo reale

Opticon OPH-3001
Opticon OPH-3001

Terminal Touch stile smartphone

I terminali stile smartphone sono progettati con le dimensioni compatte di uno smartphone ma la robustezza di un dispositivo industriale per fornire agli utenti un accesso totale e sicuro alle informazioni aziendali.

Sono dispositivi che offrono multi-connettività: WIFI, voce, dati, GPS, Bluetooth.

Le dimensioni compatte, la robustezza, la durata delle batterie rendono questi palmari lo strumento ideale per gli operatori che lavorano in mobilità ed esternamente all’azienda. Un dispositivo del genere può ricoprire diverse ruoli: computer portatile, telefono, scanner quindi tutte le funzionalità raccolte in un unico strumento per avere accesso alle informazioni ovunque e in qualsiasi momento.

Datalogic DL Axist

Sono solitamente dotati di display molto ampi per garantire spazio alle applicazioni con uso intensivo di grafica. Inoltre lo schermo, diversamente da un comune smartphone, funziona anche quando è bagnato oppure quando si usano i guanti, uno stilo o in condizioni di luce solare intensa.


Potrebbe interessarti

Classificazione dei palmari per la lettura del codice a barre


Terminali Hend-Held

I palmari hend-held sono progettati con caratteristiche di robustezza estreme per gli ambienti più difficili, come i magazzini, le piattaforme di carico e scarico merci, la gestione delle scorte, aree di stoccaggio a temperature molto basse, scali aeroportuali.

DATALOGIC FALCON X3

I modelli più evoluti offrono un’ampia serie di opzioni selezionabili in base alle specifiche esigenze progettuali.

È opportuno effettuare un’analisi dettagliata dell’applicazione per selezionare la configurazione idonea.

Solitamente le opzioni selezionabili sono:

  • Sistema operativo
  • Gruppo ottico per l’acquisizione dei codici a barre o 2D
  • Tastiera
  • Connettività
  • Accessori di ricarica, montaggio e protezione

Ad ognuna di queste caratteristiche corrisponde una configurazione differente ed ovviamente un costo diverso.

Il dimensionamento della configurazione corretta del terminale è requisito essenziale per una scelta commisurata alla specifica esigenza

Palmari con manico (Pistol-grip)

I computer palmari con impugnatura a pistola sono progettati per applicazioni robuste e magazzini dotati di scaffalature verticali per lo stoccaggio dei materiali.  Come dispositivi full-size, questi computer portatili offrono una vasta scelta di scanner per l’acquisizione dei codici, inclusi lettori a lungo raggio per la scansione fino a oltre 30 metri di distanza.

MC9200
MC9200

Sono ideali per gli addetti a magazzini che lavorano sui muletti, perché la robustezza e la facilità di utilizzo velocizzano le operazioni logistiche. In molti modelli il manico è un accessorio facilmente smontabile e quindi il terminale può essere utilizzato sia come dispositivo hend-held che con impugnatura a pistola

Lettori indossabili

I computer portatili indossabili forniscono la stessa potenza di connettività che trovate nei dispositivi a pistola o hend-held, ma consentono un’operatività a mani libere. Il computer si monta sul polso mentre lo scanner si attacca al dito: ciò consente di eseguire la scansione e la raccolta dei dati a mani libere che possono essere utilizzate per la raccolta dei prodotti. Questi dispositivi vengono spesso utilizzati i in applicazioni vocali e pick-and-pack dove un dispositivo indossabile aiuta ad aumentare l’efficienza e la produttività

scanner ad anello bluetooth
scanner ad anello bluetooth

Zebra e Honeywell propongono un’ampia scelta di modelli che aiutano gli operatori a mantenere le mani libere e concentrare lo sguardo su ciò che si sta facendo senza perdere tempo a maneggiare un dispositivo mobile palmare o la documentazione cartacea.


Approfondisci sul nostro sito i modelli di lettori indossabili

http://www.acsistemisrl.com/lettori-indossabili.html


Computer veicolari

I terminali per il montaggio su veicolo integrano la robustezza e la potenza in un fattore di forma appositamente progettato per essere installato e alimentato dal muletto e resistere alle vibrazioni del veicolo. A differenza degli altri tipi di computer mobili, questi dispositivi non dispongono di scanner incorporati. Per la scansione dei codici a barre è possibile collegare un lettore wireless o con cavo a seconda delle esigenze operative.

Sul nostro sito puoi trovare i modelli delle più importanti case costruttrici come Honeywel, Zebra, Psion

http://www.acsistemisrl.com/terminali-veicolari.html

Una volta definito il tipo di palmare è necessario selezionare la configurazione idonea alle proprie necessità applicative, in base alle opzioni disponibili sul modello specifico

Se hai bisogno di aiuto contattaci: saremo felici di rendere il tuo processo decisionale più semplice

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

andrea@acsistemisrl.com

I lettori di codici a barre long range facilitano le operazioni di magazzino

Quando si lavora in un grande magazzino, con struttura verticale delle locazioni di stoccaggio e una grande movimentazione di prodotti, il monitoraggio di ogni singolo elemento può rivelarsi un’impresa ardua

magazzino

I lettori di codici a barre long range sono dotati di gruppi ottici che offrono caratteristiche di scansione estremamente performanti consentendo la lettura di codici 1D e 2D oltre i   20 mt di distanza.

Un lettore long range può essere utile per gli operatori che devono eseguire scansioni di codici fuori dalla portata visiva, come quelli posizionati su scaffalature alte.

I magazzini che sfruttano gli spazi verticali per aumentare la capacità di stoccaggio delle merci ottimizzando lo spazio a terra necessitano di lettori e palmari con motori di scansione che si adattino velocemente alle diverse distanze di lettura.

La scansione di un codice posto sulle scaffalature più alte può essere un serio problema per l’operatore: un lettore con raggio standard non sarà il grado di acquisire i codici più lontani.

Una soluzione di scansione che integri un motore ottico a lungo raggio garantisce l’acquisizione delle informazioni in qualsiasi momento con il minimo sforzo, accelerando le operazioni logistiche e ottimizzando il flusso operativo

lettore di codice a barre long range

Alcuni modelli di lettori long range utilizzano la tecnologia di scansione omnidirezionale il che significa che non è necessario allineare lo scanner al codice a barre velocizzando le operazioni di scansione.

La combinazione della capacità long range con le caratteristiche omnidirezionali permette agli operatori sul muletto di acquisire velocemente i codici, senza dover continuamente scendere o spostarsi.


Approfondisci

COME SCEGLIERE L’OTTICA DI UN LETTORE DI CODICE A BARRE


Inoltre gli scanner a lungo raggio offrono eccellenti capacità di lettura anche a corto raggio quindi possono essere utilizzati efficacemente in un’ampia gamma di distanze, da pochi centimetri di distanza allo scaffale più alto del magazzino: il personale potrà̀ passare in modo rapido e affidabile ad operazioni che richiedono scansione ravvicinata o a distanza grazie alla messa a fuoco automatica

ds3508 -LETTORE LONG RANGE PER MAGAZZINI

La scelta di lettori o palmari con motore di scansione bidimensionali ed ottica a lungo raggio con messa a fuoco automatica evita l’utilizzo di  scanner diversi  specifici per ogni applicazione: gli imager di nuova generazione sono in grado di leggere codici a barre con estrema velocità consentendo di operare con un’eccezionale tolleranza ai movimenti della mano e del codice a barre.


Guarda i modelli di

> Lettori di codici a barre rinforzati

Palmari per il magazzino


Gruppi ottici con caratteristiche così performanti sono integrati sia in lettori a pistola che nei palmari e tutte le più importanti case costruttrici prevedono questa tecnologia su determinati modelli.

Per aumentare ulteriormente la distanza di lettura di un lettore long range si possono utilizzare etichette retroriflettenti, costituite da poliestere miscelato con microsfere di vetro che riflettono il raggio dello scanner aumentando la profondità di campo

Hai domande? Scrivimi una mail

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su cristina@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

Palmare per il magazzino: le 8 domande che ci aiutano a scegliere quello giusto

Quando si tratta di scegliere il terminale più adatto al proprio magazzino ci si trova spesso a dover soddisfare le richieste del reparto IT con le esigenze degli utenti dei dispositivi. La vasta gamma di prodotti presenti sul mercato può essere fonte di confusione per comprendere quali siano le differenze e selezionare il dispositivo giusto diventa una sfida ardua.

Terminali magazzino
Palmari per Magazzino Intermec

Stabilire alcuni punti chiave può aiutarci ad indirizzare la scelta verso un modello specifico

  1. Come è l’ambiente del tuo magazzino?

I magazzini possono essere sporchi, polverosi e a seconda della posizione geografica e delle condizioni climatiche possono trovarsi in condizioni di temperature fredde, calde o umide. Scegliere un palmare che si adatti al vostro ambiente e che abbia caratteristiche di robustezza idonee, con un grado di protezione adeguato al vostro contesto operativo vi permetterà di risparmiare sul costo di gestione del dispositivo.

Spesso i dispositivi di classe consumer se vengono impiegati in applicazioni di magazzino, anche se meno costosi, hanno una durata limitata. Diversamente i computer portatili rugged, invece, durano solitamente almeno quattro anni anche in ambienti industriali particolarmente difficili.

I computer rugged vengono utilizzati quasi sempre in ambienti di produzione e magazzino, poiché l’affidabilità è un fattore della massima importanza.

La robustezza e l’affidabilità sono il risultato di numerosi fattori, tra cui la struttura, il materiale dello schermo, il tipo di tastiera, le porte I/O, l’eventuale custodia aggiuntiva e molto altro ancora. Tali funzionalità proteggono i computer da danni e condizioni tipiche degli ambienti di lavoro impegnativi.

Quindi dal datasheet tecnico è consigliabile controllare i seguenti parametri

  • Temperatura di esercizio

cold temperature

 

Se l’ambiente è troppo freddo bisogna orientarsi verso un terminale appositamente progettato per le basse temperature

 

 

 


 

Puoi approfondire l’argomento in questo articolo http://www.acnet.it/2016/02/21/la-logistica-del-freddo-identificare-e-tracciare-a-basse-temperature/


 

  • Classificazione IP, cioè il grado di protezione contro pioggia e polvere

Ad esempio, un computer portatile con classificazione IP54 possiede un livello cinque di protezione da particelle, il che significa che potrebbero formarsi depositi di polvere sull’unità e un livello quattro di protezione dall’acqua, il che significa che il dispositivo è in grado di funzionare se esposto a schizzi d’acqua o a spruzzi a bassa pressione. Quanto più elevato il numero, tanto più elevata sarà la protezione. Un dispositivo IP64 è considerato ermetico alla polvere e può essere esposto a spruzzi d’acqua.

concrete test

  • Resistenza alle cadute su cemento

E’ un valore che a seconda del modello può variare da 1,2 mt a oltre 2 mt.

  1. Quali tipi di codici a barre devono essere letti?

Dovete leggere codici 1D o 2D? Accertarsi che il gruppo ottico implementato nel palmare risponda alle vostre esigenze di lettura.

Esistono modelli che permettono l’upgrade del gruppo ottico in un secondo momento, qualora le esigenze di lettura cambino nel tempo

  1. A quale distanza devo leggere?

Solitamente il tipo di gruppo ottico è un elemento configurabile, ovvero è possibile scegliere tra lettori lineari o bidimensionali, ottiche Standard Range, Long Range, HD cioè ad alta densità.

long range reader

Se i codici da scansionare non sono in prossimità del palmare, ma ad esempio sono posti su una scaffalatura, assicurarsi di configurare il palmare con un’ ottica “Long Range o “Extended Range” o “Auto Range” per leggere sia da vicino che in situazioni di distanza.

  1. Quale sistema operativo è richiesto?

La versione corrente di Windows per i computer mobili è Windows Embedded Handheld (WEH). Anche se Windows Mobile e Windows CE si stanno avvicinando alla fine del loro ciclo di vita, entrambi sono ancora commercializzati. Android sta aumentando la sua quota di mercato e adesso si trova installato anche su alcuni modelli di terminali per magazzino. Il fattore decisivo per la scelta del sistema operativo è l’applicazione mobile che girerà sul palmare. Se l’applicazione è sviluppata per Windows CE non funzionerà su un Win Mobile o su un dispositivo con WEH. Alcune applicazioni vengono eseguite su computer remoti e hanno bisogno solo di un client di emulazione di terminale per l’esecuzione sul computer palmare. In alcuni casi i software di emulazione vengono pre-installati. In caso contrario possono essere acquistati separatamente.

  1. Caratteristiche del display?

Con i dispositivi consumer, ci siamo abituati ad interagire con display grandi ma la scelta del tipo di display deve tener conto di alcune considerazioni:

tc800
Zebra TC8000

 

  • un display grande consuma batteria ed incide sull’ingombro/peso del dispositivo e sulla robustezza
  • valutare le condizioni di illuminazione in cui verrà usato il palmare, cioè sarà utilizzato in pieno sole o in un ambiente con scarsa illuminazione.
  • La superficie del display deve essere resistente all’usura e reattiva al tocco

I display sono disponibili in una varietà di opzioni basate su luminosità e contrasto

La maggior parte dei dispositivi robusti progettati per il magazzino sono ideati per funzionare in pieno sole e in aree scarsamente illuminate, in ogni caso è sempre bene effettuare un test nelle condizioni operative reali in cui userete il terminale.

  1. Quale è la configurazione della tastiera che lavora meglio con la tua applicazione?

Per scegliere la tastiera più idonea è necessario considerare il tipo e la quantità di informazione che devono essere digitate.

keypad

Solitamente sono disponibili opzioni multiple di tastiera che assicurano una configurazione ideale del dispositivo per le diverse esigenze di immissione dei dati. Ad esempio per un operatore che utilizza i guanti certamente sarà più indicata una tastiera numerica con tasti più grandi, robusti e incisi a laser

  1. Quale connettività vi occorre?

I terminali sono disponibili in diverse configurazioni per soddisfare le diverse esigenze di connessione: batch, WiFi, Bluetooth, GSM/GPRS, etc.

Quando si scegli un modello WIFI è importante verificare che supporti i più avanzati standard di sicurezza wireless

  1. Terminale con manico o Handheld?

Questo è un aspetto ergonomico che dovrebbero decidere gli utilizzatori del dispositivo. In alcune situazioni l’attività di picking risulta essere più veloce con un palmare dotato di pistol grip

Pistol grip o Hendheld?
Pistol grip o Hendheld?

Nella scelta di un terminale per operazioni di magazzino ci sono ovviamente altri parametri da valutare pertanto è consigliabile farsi guidare da persone esperte, che sappiano consigliarvi il modello più adatto alle vostre necessità sia operative che di budget. L’acquisto di un prodotto sbagliato può finire per costare di più in termini di disservizio e di inattività.

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su cristina@acsistemisrl.com

 Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com