Archivi tag: etichette resistenti

Le tue etichette adesive si staccano? Probabilmente hai scelto l’adesivo sbagliato

Se la tua etichetta adesiva non aderisce bene alla superficie su cui l’applichi oppure si stacca con il tempo, probabilmente hai scelto un’etichetta con un adesivo non adatto.

Esistono molte tipologie di adesivi e la selezione di quello più idoneo alle tue esigenze richiede la conoscenza dei fattori che influenzano il collante dell’etichetta:

  • la forma e il materiale della superficie su cui applicato
  • la pulizia della superficie
  • la temperatura e l’umidità
etichette in poliestere

Materiale della superficie di applicazione

La composizione del substrato su cui verrà applicata l‘etichetta può influire sulla resistenza e sul legame di coesione tra etichetta e superficie.

Quindi plastica, vetro, carta, cartone, metallo e tessuto hanno composizioni differenti che possono influenzare le prestazioni dell’adesivo.

Acquistare un’etichetta con adesivo permanente standard può non funzionare per alcune tipologie di superfici e l’etichetta tenderà a staccarsi.

etichette

Ad esempio, se devi etichettare una superficie di plastica estremamente liscia a bassa energia superficiale oppure una zona verniciata, un adesivo standard permanente acrilico potrebbe non aderire perfettamente e quindi dovresti valutare un adesivo rinforzato e con un elevato tack iniziale (quindi con caratteristiche di immediata adesione sul prodotto).

Texture

Una superficie con trama rugosa e irregolare influisce negativamente sulle prestazioni dell’adesivo perché offre un’estensione minore per l’adesione.

In questi casi è necessario acquistare etichette con un adesivo più aggressivo in grado di aderire ad un livello più profondo e penetrare nella trama della superficie di applicazione.

Forma della superficie

Le curve e gli angoli sono aree difficili da etichettare, specialmente se il frontale dell’etichetta è rigido.

Ad esempio, se applichiamo un’etichetta in poliestere su una superficie curva o irregolare, la rigidità del materiale può causare il sollevamento dalla zona di applicazione prima che l’adesivo possa aderire completamente.

Se poi la superficie curva è anche rugosa diventa una situazione difficile da gestire.

In queste situazioni è consigliabile utilizzare un’etichetta in un materiale estremamente flessibile con un adesivo molto tenace, come il 3M 3698 o il 3M 3690

etichette in PVC resistenti

Approfondisci

Pulizia della superficie di applicazione

Una superficie sporca può impedire a un’etichetta di raggiungere la massima adesione. In alcuni processi produttivi, la contaminazione con polvere, olio o altre sostanze è inevitabile. In queste situazioni devi utilizzare adesivi speciali che possono aiutarti a superare questo problema.

Temperatura

La temperatura gioca un ruolo importante nel modo in cui un adesivo può penetrare sulla superficie di applicazione dell’etichetta.

Le temperature estremamente basse possono essere particolarmente problematiche poiché gli adesivi hanno una “temperatura minima di applicazione”, che è la temperatura più bassa alla quale le etichette possono essere applicate prima di cristallizzare e l’adesivo diventa solido.

Quindi per applicazioni in ambienti freddi sono necessari adesivi specifici.

Esistono adesivi che arrivano fino a -196°C: è quindi importante stabilire il range di temperatura a cui deve lavorare l’etichetta e verificare che le specifiche tecniche dell’adesivo siano coerenti con i requisiti dell’applicazione.

Come puoi notare dal datasheet di etichette CryoCool, la temperatura di servizio è da -196°C a + 88°C, esiste poi una minima temperatura di applicazione e una temperatura di immagazzinamento: controllare che questi valori siano idonei al ciclo di vita dell’etichetta.

etichette per ambienti freddi

Condizioni di servizio

Le etichette non vengono applicate in un ambiente asettico ma interagiscono con l’ambiente circostante. È importante tenere presente i vari elementi a cui saranno esposte le etichette per tutta la loro durata, poiché potrebbero essere necessari materiali speciali per garantirne l’integrità.

Umidità, abrasione, calore, freddo, olio, sporco … l’elenco delle potenziali condizioni di servizio che possono influire negativamente sulle vostre etichette è praticamente illimitato!

Se hai bisogno di un consiglio, se non sai quale sia l’etichetta giusta per la tua attività contattaci

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


Etichette 3m 3690e 3698e per la tracciabilità dei metalli

Le aziende metallurgiche richiedono, per l’identificazione e la tranciabilità dei metalli, soluzioni di etichettatura durevoli nel tempo, resistenti all’aggressività dei solventi e degli agenti atmosferici.

etichette per metalli

L’etichettatura dei metalli è una sfida esigente a causa delle loro superfici irregolari, trattate o grezze e non tutti i materiali adesivi sono idonei.

La tracciabilità dei metalli in produzione spesso viene utilizzata non solo durante il ciclo di lavorazione ma anche a fine lavorazione e quindi è necessario applicare un’etichetta

  • dotata di un adesivo particolarmente tenace
  • con un frontale durevole nel tempo
  • che possa essere stampata con una tecnologia che garantisca la leggibilità dei dati per tutto il ciclo di vita dell’etichetta.

La 3m produce un materiale che ha delle caratteristiche particolarmente idonee all’etichettatura dei metalli: il 3m 3690e colore bianco e 3698e in argento.

Il materiale è un vinilico flessibile molto sottile (51 microns) in grado da adattarsi a qualsiasi superfice piana, curva o rugosa.

L’adesivo è acrilico e molto tenace, e dopo l’applicazione sulla superfice è estremamente difficile da rimuovere.

È un materiale stampabile a trasferimento termico con nastri resina che garantisce una stampa durevole nel tempo e resistente ai solventi, detergenti, sostanze chimiche e a condizioni atmosferiche avverse.

Un ‘etichetta in materiale 3m3698/3690 è certificata per applicazioni in esterno con una durata garantita pari 5 anni, mentre in ambienti riparati ha una durata illimitata.

Se analizziamo i dati tecnici relativi al materiale 3m 3698e, possiamo notare un range di temperatura operativa a breve termine e a lungo termine molto esteso.

caratteristiche etichette metalli

La tabella che segue fa riferimento a dei test di esposizione ad alcuni liquidi di un’etichetta applicata a pannelli di acciaio inossidabile.

etichette 3m per metalli

Per scegliere l’etichetta giusta per la tua applicazione è fondamentale analizzare il ciclo di vita e le condizioni a cui verrà sottoposta.

Per ulteriori informazioni puoi contattarci ai seguenti riferimenti

Telefono 06.51848187

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


Etichette per ambienti esterni: scegliere il materiale adatto

L’etichettatura in ambienti esterni rappresenta una delle applicazioni più impegnative da affrontare per la variabilità dei parametri in gioco: oltre all’ampio range di temperatura e umidità, l’etichetta deve resistere ai raggi ultravioletti che causano un veloce degrado della stampa e dell’adesivo.

La scelta dell’etichetta giusta richiede l’approfondimento dei requisiti dell’applicazione:

1. Ambiente. Le condizioni climatiche determinano il tipo di materiale e anche il tipo di adesivo. L’esposizione a pioggia, sole, grandine, umidità va valutata diversamente da un’esposizione esterna ma riparata da una tenda o una tettoia

2. Durata del periodo di esposizione all’esterno

3. Resistenza

È importante approfondire le sollecitazioni subite dall’etichetta nel corso della sua vita. I fattori da valutare che incidono sulla resistenza sono:

agenti chimici, detergenti, oli, etc.

raggi uv. I raggi UV e la luce fluorescente provocano un precoce scolorimento dei dati stampati e della tenuta dell’adesivo

abrasioni: il contatto e lo sfregamento deteriorano l’etichetta e la stampa

4.Tipologia di superficie di applicazione: curva, irregolare, rugosa, liscia. Il tipo di superficie su cui deve aderire l’etichetta determina l’adesivo più idoneo e il materiale. Per alcune superfici è richiesto un adesivo più aggressivo e con elevato tack iniziale.

Definiti i requisiti specifici dell’applicazione è opportuno analizzare le caratteristiche del materiale dell’etichetta.

Un’etichetta è composta da diversi strati e affinché l’etichettatura sia efficace è importante che tutti gli strati lavorino bene insieme e che siano adatti alle condizioni di esposizione.

strati di un'etichetta

Ogni materiale è caratterizzato da una temperatura di servizio, cioè il range di temperatura a cui verrà esposto e da una temperatura di applicazione, cioè la minima temperatura a cui può essere applicata l’etichetta. Un’etichetta per ambienti esterni deve essere in materiale sintetico in grado di resistere a molteplici fattori avversi.

Esiste un’ampia gamma di materiali sintetici idonei per l’esterno, con caratteristiche differenti in termini di resistenza dell’etichetta, range della temperatura di servizio, flessibilità del materiale e specificità dell’adesivo.

Vinile è un materiale eccellente per applicazioni esterne con una durata fino a 7 anni. L’adesivo acrilico appositamente modificato e la flessibilità del materiale offrono un’adesione permanente praticamente su qualsiasi tipo di superficie anche su superfici curve con diametri molto piccoli. Resiste ai raggi UV e a molti solventi. Il range di temperatura è da -60°C a +150°C per applicazioni a breve termine e da -60°C a +95°C a lungo termine

Poliestere è un materiale adatto sia per uso interno che esterno; è caratterizzato da un range di temperatura da -40°C a 150°C. Ha una qualità di stampa eccezionale e una buona resistenza ai graffi. Offre inoltre un’eccellente resistenza agli agenti chimici. È consigliato per applicazioni che richiedono un’esposizione all’aperto fino a 3 anni.

etichetta per ambienti esterni

Polipropilene è un materiale che offre un’elevata qualità di stampa e un’ottima resistenza ai graffi e alle sbavature. Inoltre, offre una buona flessibilità adattandosi quindi all’etichettatura di superfici curve. È un materiale per applicazioni che richiedono un’esposizione all’esterno da 6 mesi a 2 anni. Il polipropilene offre un range di temperatura fino a 121°C

Poliammide è un materiale progettato per esposizioni a temperature molto elevate fino a 260°C e oltre. È consigliato per l’etichettatura di circuiti stampati

Polietilene è un materiale utilizzato in un’ampia varietà di applicazioni dove è richiesta durata, resistenza e qualità di stampa. All’aperto dura da 6 mesi a 2 anni.

Trovare un materiale adatto alle proprie esigenze richiede una valutazione iniziale dei fattori variabili che possono deteriorare l’etichetta: dedicare del tempo prima di prendere una decisione è una scelta saggia che eviterà di acquistare etichette non idonee al tipo di utilizzo a cui sono destinate

Se vuoi approfondire l’argomento, se sei in cerca di un’etichetta durevole

Contattaci

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


Approfondisci

Come stampare etichette indelebili

Stampare un’etichetta indelebile significa selezionare una tecnologia di stampa e un materiale capace di resistere nel tempo preservando la sua integrità e qualità di stampa.

Quando si deve stampare un’etichetta indelebile, il primo passo è la definizione di indelebilità rispetto a determinate condizioni.

etichette resistenti e indelebili

Un’ etichetta può essere indelebile in riferimento a differenti agenti esterni aggressivi:

  • condizioni climatiche esterne avverse come pioggia, umidità, raggi UV
  • aggressione di sostanze detergenti, solventi, sostanze chimiche
  • range di temperatura estremi: applicazioni a temperature elevatissime (oltre >80°C) o molto fredde (fino a -196°C)
  • applicazioni particolari che richiedono passaggi in forno, verniciature o processi di lavorazioni meccaniche che comportano un’abrasione della superficie dell’etichetta
  • applicazioni in cui è prevista una manipolazione dell’etichetta

La corretta e dettagliata descrizione del ciclo di vita dell’etichetta è il passo fondamentale per selezionare la tecnologia e il materiale più idoneo alle specifiche condizioni di utilizzo.

Approfondisci

Etichette adesive: 5 errori frequenti da evitare

Ogni materiale presenta diversi attributi che ne consentono l’utilizzo in ambienti e condizioni specifiche

Un’etichetta resistente e durevole deve garantire le sue caratteristiche in riferimento a 3 parametri:

1.frontale dell’etichetta (strato superficiale)

Il ciclo di vita dell’etichetta è un fattore determinante per la scelta del materiale.  La superficie su cui viene applicata, la flessibilità del materiale, la qualità di stampa e la resistenza a graffi e sbavature, la temperatura e l’utilizzo di sostanze chimiche sono alla base di una corretta valutazione del materiale più indicato per etichettare i propri prodotti

etichette resistenti all'acqua

2.adesivo

Sono disponibili vari tipi di adesivi, selezionabili in base alla superficie di applicazione dell’etichette e alle condizioni di utilizzo.

Gli adesivi possono essere classificati in 3 categorie principali:

  • adesivo permanente
  • adesivo rimovibile
  • adesivo speciale, in grado di resistere a condizioni aggressive, a temperature estreme o dotato di capacità di adesione supplementare

3.stampa

La stampa indelebile è garantita da nastri a trasferimento termico in resina o resina speciale quando si utilizza una tecnologia di stampa a trasferimento termico oppure da inchiostri a pigmenti durevoli se si utilizza una stampa a getto d’inchiostro.

Come ottenere una stampa indelebile?

Per stampare un’etichetta indelebile, una volta scelta la tecnologia di stampa, è necessario individuare la combinazione perfetta tra nastro di stampa e materiale da stampare

etichetta ghs durevole

Nella stampa a trasferimento termico, materiali sintetici come il polipropilene, il poliestere, il PVC sono resistenti ma producono una stampa permanente solamente se stampati a trasferimento termico con ribbon resina.

Inoltre esistono diverse tipologie di nastri resina, in qualità adatte alla specifica applicazione. Quindi un nastro resina per lavaggi industriali o per il settore tessile, avrà una composizione diversa da un nastro resina utilizzato per la stampa di etichette utilizzate per l’inventario o per i cespiti aziendali.


Approfondisci

Come scegliere il nastro a trasferimento termico giusto per la tua etichetta

Quando si deve ottenere una stampa permanente è fondamentale effettuare un’analisi dettagliata di tutti i fattori che possono interagire con l’etichetta.

Per selezionare una soluzione di etichettatura vincente è importante valutare e definire l’ambiente in cui sarà utilizzata l’etichetta e le condizioni peggiori a cui verrà sottoposta.

Ing. Cristina Urbisaglia

Andrea Capponi

Se ti occorre aiuto, se vuoi approfondire la vasta scelta di materiali disponibili contattaci

Telefono 06.55302591

cristina@acsistemisrl.com

andrea@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


Etichette per ogni applicazione