Archivi categoria: stampanti di etichette

Stampanti di etichette per la mobilità

La stampa di una etichetta in mobilità è molto produttiva  specialmente se svolgiamo  un lavoro intenso in spazi molto estesi, perché l’operatore potrà generare l’etichetta direttamente nel punto di applicazione, azzerando l’eventualità di applicare l’etichetta sbagliata.

stampante portatile per il magazzino

Diversamente, una gestione centralizzata della stampa potrebbe generare  errori, poiché l’operatore dovrà portare con sé una serie di etichette prestampante che applicherà all’occorrenza.

Vediamo alcuni esempi di utilizzo della stampa in mobilità.

Logistica

In un grande magazzino, dove vengono effettuate molte lavorazioni di picking, aver la possibilità di stampare un’etichetta identificativa del collo durante la sua preparazione sicuramente fa risparmiare tempo ed evita errori.

stampante termica per il  magazzino

Sanità

I prelievi del sangue, in condizioni cliniche critiche del paziente, vengono effettuati direttamente a bordo letto: in questo caso l’utilizzo di una stampante portatile dà la possibilità di stampare un’etichetta identificativa della provetta appena effettuato il prelievo,  evitando scambi di persone ed errori clinici.

stampante per etichette in ospedale e a bordo letto

Gestione cespiti

La gestione del cespite non è una banalità e spesso in grossi enti fare la bonifica inventariale è un processo lungo ed impegnativo.

Nella gestione inventariale ogni oggetto appartenente ad una stanza deve essere etichettato e spesso non si conosce a priori il numero di cespiti da etichettare e di conseguenza il numero di etichette che occorrono : stampare direttamente sul luogo ottimizza i tempi di etichettatura ed evita gli sprechi.

La soluzione è la stampa in mobilità

Sicuramente quando si parla di stampanti mobili si pensa solo ed esclusivamente alle piccolissime stampanti da cintura, in realtà esistono anche dei kit di batterie aggiuntivi che si possono installare su alcuni modelli di  stampanti desktop trasformandole in stazioni di stampa mobili.

Pregi e limitazioni delle stampanti da cintura

stampante termica da cintura

Pregi

Dimensioni ridotte, leggere e robuste contro le cadute accidentali.

Limitazioni

Possono stampare solo su etichette termiche che solitamente hanno un ciclo di vita breve e non sono resistenti ai solventi, alle abrasioni e a condizioni climatiche estreme.

Quindi se ti occorre una stampa durevole non puoi stampare su supporto termico

Inoltre, i rotoli di etichette sono piccoli a causa del ridotto spazio interno della stampante.

Pregi e limitazioni delle stampanti desktop con batteria

stampante desktop di etichette e portatile

Pregi

Stampa a trasferimento termico su una vasta gamma di materiali, sia in carta che sintetici idonei per qualsiasi applicazione.

Stampa indelebile, resistente ai solventi, a condizioni climatiche avverse e antigraffio.

Rotolo di etichette con diametro massimo fino a 127mm

Limitazioni

Più ingombranti e pesanti rispetto ad una stampante da portare alla cintura

Se hai necessità di una soluzione di stampa in mobilità contattaci

Contattaci

Telefono 06.51848187

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


Sai comprare una stampante di etichette online? La maggior parte delle volte no!!!

Mi sono sempre chiesta perché le persone comprano online una stampante di etichette.

Acquistare una stampante di etichette non è come acquistare uno smartphone.

stampante di etichette

I criteri per comprare la stampante di etichette giusta per le tue esigenze sono molteplici e vanno tenuti in considerazione alcuni parametri essenziali, tra cui:

  • Tipologia di stampante
  • Tecnologia di stampa
  • Volume di stampa
  • Larghezza di stampa
  • Risoluzione
  • Interfaccia di connessione
  • Ambiente operativo
  • Accessori

Quindi come fai ad acquistare il modello giusto?

Scrivi stampante di etichette su Google e ti basi sul prezzo più basso oppure sulle recensioni degli utenti?

Sbagli!!!

Il prezzo è importante, ma tu acquisti una stampante per stampare etichette di una o più dimensioni specifiche, su un materiale che abbia certe prestazioni e quindi non solo devi acquistare un modello che soddisfi le tue esigenze, ma poi dovrai configurarla e farla funzionare.

Ipotizziamo però che ti sia informato o che qualcuno ti abbia consigliato un modello specifico di uno dei costruttori leader di mercato: la Zebra ZD420, una stampante desktop molto performante.

Zebra ZD420
Zebra ZD420

Quindi hai già deciso, vai sul web, digiti Zebra ZD420 e cerchi il prezzo più basso.

Bene…anzi malissimo!!!

La serie Zebra ZD420, come la maggior parte delle stampanti di etichette , viene prodotta sia con tecnologia solo termica diretta che a trasferimento termico, una distinzione fondamentale per il prezzo, ma ancora più importante per la tipologia di etichette che dovrai stampare.

Infatti, la Zebra ZD420 termica diretta stampa solo su etichette in carta termica, quindi di breve durata e per applicazioni con un ciclo di vita limitato come un’etichetta di spedizione.

La ZD420 con tecnologia  a trasferimento termico ha, invece, la possibilità di stampare su una vasta gamma di materiali e può generare etichette estremamente durevoli, su materiali come il PVC, il poliestere, il polipropilene che, se stampati con ribbon resina, resistono a condizioni avverse come detergenti e solventi, all’umidità, all’esterno.

Ma ipotizziamo che hai chiara la distinzione tra termico e trasferimento termico, quindi sei un passo avanti e vuoi acquistare il modello a trasferimento termico per avere la possibilità di stampare diverse tipologie di materiali.

Devi sapere che, a parità di marca e modello, le stampanti di etichette vengono prodotte in molteplici configurazioni per andare incontro alle diverse esigenze operative.

Di seguito puoi vedere le configurazioni disponibili per la ZD420D (modello termico diretto) e la ZD420T (modello a trasferimento termico).

configurazioni stampante di etichette ZD420D
configurazioni per la stampante di etichette ZD420D termica diretta
configurazioni stampante di etichette ZD420T
configurazioni stampante di etichette ZD420T

13 configurazioni in totale!!!

Quindi quando cerchi il prezzo della ZD420 sul web e sei contento di aver trovato un sito con il prezzo più basso, quale configurazione stai acquistando esattamente?

Tu non lo sai, chi ti vende non te lo chiede e non sai effettivamente se quello che stai acquistando ti sarà utile per il tuo lavoro!!!

La scelta si complica se stai cerando una stampante di etichette robusta, adatta ad elevati volumi di stampa, di classe industriale o semi-industriale.

Se analizziamo la Zebra ZT411 a trasferimento termico troviamo ben 10 configurazioni differenti, con prezzi molto variabili.

configurazioni stampante di etichette ZT411
configurazioni per stampante di etichette ZT411 a trasferimento termico

Mi chiedo: come fai a  comprare una stampante di etichette senza parlare con qualcuno che possa farti tutte quelle domande utili per determinare il modello adatto alle tue stampe???

Veramente, non lo fare!!! Alza il telefono e fatti consigliare, tu non devi saperlo ma chi ti vende deve farti le giuste domande:

Quale è il tuo volume di stampa giornaliero?  Quale è il ciclo di vita della tua etichetta? Va all’esterno oppure la utilizzi in un ambiente interno? Deve resistere a detergenti e solventi? La tua etichetta è esposta a  temperature alte oppure basse? Quale dimensione di etichetta devi stampare? Stampi testi, immagini, codici a barre? Da quale programma stamperai? Che tipo di connessione utilizzerai? Ti occorrono gli accessori per gestire il post-stampa come un riavvolgitore o uno spellicolatore? Oppure, è possibile aggiungere una scheda di rete, una porta seriale, uno spellicolatore in un secondo momento?

Ti assicuro che le domande che ti dovrebbero fare non si esauriscono qui: la scelta va valutata secondo le tue esigenze specifiche  e non quelle degli altri.

Poi devi anche preoccuparti dell’installazione e della configurazione…

Le stampanti di etichette non sono Plag&Play, hanno bisogno di essere configurate secondo i parametri della tua applicazione.

Quindi perché compri online uno strumento di lavoro come faresti con un paio di scarpe o una custodia del telefonino?

Non puoi farlo, a meno che non ti occupi di stampanti di etichette da anni e  sei un esperto del settore.

Uno strumento di lavoro deve essere utile, velocizzare il tuo lavoro e semplificare i tuoi flussi aziendali.

Conclusioni

Ti occorre una stampante di etichette?

Perdi 10 minuti del tuo tempo per analizzare le tue esigenze, alza il telefono e chiama!!!

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


Approfondisci

Come scegliere la risoluzione di stampa di una stampante a trasferimento termico

L’acquisto di una stampante a trasferimento per alcune applicazioni non è sempre una scelta semplice, perché è necessario valutare diversi parametri.

etichette in alta risoluzione

In questo articolo analizziamo la risoluzione di stampa.

Vi siete mai chiesti quale sia  la risoluzione di stampa giusta per la vostra etichetta?

Le stampanti a trasferimento termico hanno una risoluzione che va da 203 fino a 600 dpi, che identifica i punti di stampa per pollice.

etichette a trasferimento termico

Premettendo che questa tecnologia di stampa non ha una qualità fotografica è anche vero che adottando la risoluzione giusta si possono raggiungere eccellenti risultati anche per la stampa di loghi o grafiche complesse.

Le stampanti a trasferimento termico sono concepite per stampare codici a barre e testi e questo lavoro lo svolgono meglio di qualsiasi altra tecnologia di stampa, in termini di costi e velocità.

Una stampante a 203 dpi stampa un massimo di 8 punti per millimetro mentre una a 600 dpi stampa  24 punti per millimetro.

Esempio di stampa a 203dpi

risoluzioni per il trasferimento termico

Poiché le stampanti con risoluzione più alta hanno un costo nettamente superiore e inoltre, più è alta la risoluzione più diminuisce la velocità di stampa, prima di effettuare un acquisto è importante valutare il layout che dovrete stampare.

Nella maggior parte dei casi è sufficiente una stampante a 203 dpi, quando però si devono stampare degli elementi grafici di una certa complessità è opportuno valutare stampanti con risoluzioni maggiori.

Attenzione ai codici a barre

Se stampiamo un codice a barre con risoluzione maggiore la dimensione sarà nettamente inferiore: in questo caso  è opportuno verificare che i lettori di codici a barre in uso siano  in grado di decodificare codici stampati ad alta risoluzione.

Come mostrato nella seguente illustrazione, la differenza del testo e del logo, passando da 203 dpi a 300 non si nota molto, mentre i codici a barre 1D e il codice bidimensionale cambiano drasticamente di dimensione.

etichetet a 300 dpi

Quindi quale risoluzione di stampa è la migliore per le tue esigenze?

Sicuramente se dobbiamo stampare un testo con altezza inferiore a 2 mm o un codice a barre con molte informazioni da decodificare in una etichetta di piccole dimensioni, la scelta dovrà essere indirizzata verso l’acquisto di una stampante ad alta risoluzione.

Oggi tutti i più importanti Brand offrono risoluzioni differenti sia per le stampanti desktop da ufficio che per le stampanti di classe industriale, più performanti per grandi volumi di stampa.

Se hai necessità di capire stampante di etichette è idonea alle tue esigenze contattataci ai nostri riferimenti

Telefono 06.51848187

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


STAMPANTI DI ETICHETTE: GUIDA ALL’ACQUISTO

In questo articolo valutiamo quali sono i parametri principali da analizzare nella scelta di una stampante di etichette.

stampanti di etichette guida per l'acquisto

I brand specializzati nel settore come Zebra, Honeywell, Toshiba Tec, Sato, TSC, hanno un’offerta molto ampia garantendo soluzioni di stampa idonee per qualsiasi settore e per qualsiasi esigenza operativa.

I parametri essenziali per una corretta valutazione sono:

  • Tipologia di stampante
  • Tecnologia di stampa
  • Volume di stampa
  • Larghezza di stampa
  • Risoluzione
  • Interfaccia di connessione
  • Ambiente operativo
  • Accessori

Analizziamoli nel dettaglio e cerchiamo di comprendere quali sono le caratteristiche tecniche fondamentali per effettuare un acquisto in linea con le proprie esigenze.

Tipologia di stampante: stampante fissa o mobile?

A seconda del tuo flusso aziendale devi scegliere se stampare  da una postazione fissa o se devi optare per una stampante portatile, che ti permette di stampare esattamente nel punto in cui ti occorrono le etichette.

Le differenze  e le possibilità di stampa offerte da una stampante fissa o mobile sono molto differenti.

Le stampanti portatili implementano una tecnologia di stampa solo termica e quindi sono adatta a stampare un’etichetta poco durevole e con un breve ciclo di vita

stampante desktop Zebra
Stampante Zebra desktop
stampante portatile Zebra
Stampante portatile Zebra

Tecnologia di stampa: termica diretta o trasferimento termico?

Le stampanti per etichette implementano 2 tecnologie di stampa:

  • termica diretta
  • trasferimento termico

Nella stampa termica diretta si stampa direttamente sull’etichetta o sul cartellino che quindi deve essere rigorosamente termico.

Poiché il supporto sul quale si stampa è termico, il ciclo di vita dell’etichetta è limitato nel tempo, perché la stampa termica tende a perdere la leggibilità.

Diversamente la stampa a trasferimento termico usa un nastro di stampa per trasferire l’inchiostro. In questo secondo caso l’etichetta può essere in carta ma anche in materiale sintetico come il poliestere, il polipropilene, il PVC, il TNT etc.

PER STAMPARE UN’ ETICHETTA LEGGIBILE E DUREVOLE NEL TEMPO LA TECNOLOGIA DI STAMPA CHE DEVI UTILIZZARE È IL TRASFERIMENTO TERMICO

Larghezza di stampa

La larghezza di stampa massima dell’etichetta che vogliamo stampare è una caratteristica tecnica che dobbiamo verificare in fase di selezione del modello più adatto.

Le stampanti di etichette sono prodotte con larghezze di stampa da 2 pollici fino a 8 pollici, che significa avere una larghezza di stampa da 56 mm fino 216 mm

Quindi una stampante da 4 pollici stamperà etichette con larghezza massima pari a 104 mm, ma se dobbiamo stampare un’etichetta larga 148 mm dobbiamo scegliere un modello con testina di stampa da 6 pollici

Conoscere la larghezza del supporto su cui stampare è un elemento fondamentale perché questo incide in modo sostanziale sul costo della stampante.

Risoluzione di stampa

Le risoluzioni variano da 203 dpi fino ad arrivare a 600 dpi.

Definire il layout dell’etichetta, le dimensioni dei caratteri, dei codici a barre e delle immagini, è un aspetto che deve essere valutato prima dell’acquisto per ottenere una stampa nitida e perfettamente  leggibile.

Se gli elementi sono particolarmente piccoli, occorre una risoluzione maggiore per ottenere una stampa ben definita.

Se dobbiamo stampare su etichette particolarmente piccole, se la nostra etichetta comprende elementi grafici dettagliati, se devono essere stampati testi molto densi, tipo la lista degli ingredienti di un’etichetta alimentare, allora bisogna acquistare una stampante con risoluzione di almeno 300 dpi.

Volume di stampa

Considerando come unità di misura un’etichetta di dimensione 100X100 mm, in funzione alla quantità di etichette prodotte al giorno, possiamo classificare le stampanti in tre categorie:

  • stampanti desktop: ideali per bassi volumi di stampa, massimo 700/800 di etichette al giorno.

Le stampanti desktop sono compatte, ideali per gli spazi ristretti e indicate per ambienti puliti, come un ufficio o un negozio.

Zebra ZD420T e ZD420D

Zebra ZD420
Zebra ZD420

HONEYWELL PC23

Honeywell PC23
Honeywell PC23 stampante da 2 pollici

TOSHIBA B-FV4T & B-FV4D

stampante di etichetet Toshiba B-FV4
Toshiba B-FV4

SATO WS4

stampante di etichette B-FV4
  • stampanti mid-range: ideali per medi volumi di stampa, da 800 a poche migliaia di etichette al giorno, offrono una struttura solida, ideale anche per gli ambienti più impegnativi e polverosi e dove è necessaria una  buona velocità di stampa.

Zebra SERIE ZT200

Zebra ZT400
Zebra ZT200 stampante di etichette mid-range

HONEYWELL PM42

stampante PM42
Honeywell stampante PM42 mid-range
  • stampanti industriali: progettate per grandi volumi di stampa, oltre 2000 etichette al giorno (anche a ciclo continuo), sono dotate di elevata velocità e progettate con estrema robustezza.

Le stampanti industriali garantiscono un’affidabilità senza confronti anche nelle applicazioni più impegnative e negli ambienti più ostili.

ZEBRA SERIE ZT400

Zebra serie ZT400
Zebra serie ZT400

ZEBRA SERIE ZT600

zebra zt600
Zebra ZT600

HONEYWELL PX940

Honeywell PX940
Honeywell PX940

Interfaccia di connessione

Devi decidere come collegare la stampante al tuo sistema.

Oltre al classico cavo di connessione USB, le stampanti possono essere dotate di molte interfacce di connessione, alcune di serie altre opzionali.

Puoi quindi collegarla al tuo PC tramite porta USB, RS232 o LPT1 o Ethernet oppure optare per un collegamento WIFI o Bluetooth.

Fai attenzione a quello che è di serie, a quello che è opzionale e alla disponibilità di connessioni che possono essere implementate in un secondo momento qualora le tue esigenze cambino.

Non tutte le connessioni sono disponibili per tutti i modelli.

Potresti ad esempio scegliere una stampante con collegamento USB e Ethernet e scoprire che per il modello che hai scelto non esiste l’opzione Wifi.

L’interfaccia di connessione fa parte di quelle caratteristiche tecniche che devi valutare prima dell’acquisto della stampante

Ambiente

È fondamentale conoscere la temperatura di esercizio e se la stampante dovrà operare in un ambiente ostile per la presenza di polveri, umidità, etc.

Per condizioni d’uso particolarmente impegnative la scelta ottimale ricade sulla categoria di stampanti industriali con una struttura completamente in metallo.


Gli accessori

È molto importante definire come le etichette verranno usate in fase post-stampa.

Accessori come lo spellicolatore, la taglierina, il riavvolgitore possono fare la differenza e non tutti i modelli sono dotati degli accessori a voi necessari per implementare un sistema di stampa fluido e produttivo.

CONCLUSIONI

Le esigenze di etichettatura individuali indirizzano univocamente ad una categoria e ad  un modello specifico in grado di soddisfare le vostre esigenze attuali e future.

Non scegliere da solo, contattaci per selezionare insieme a noi la stampante giusta per te.

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


STAMPANTI DI CODICE A BARRE TERMICHE O A TRASFERIMENTO TERMICO:QUALE È LA SCELTA MIGLIORE?

Le stampanti di codice a barre possono essere con tecnologia a  trasferimento termico oppure termica diretta.

In questo articolo vediamo la differenza fra le 2 tecnologie e quali sono i punti chiave da analizzare per effettuare una scelta idonea alla propria applicazione.

stampante Zebra industriale per codice a barre

La tecnologia

Nella stampa termica diretta gli elementi della testina termica sono a diretto contatto con il materiale dell’etichetta.

La stampa termica diretta deve quindi essere utilizzata con un’etichetta in materiale termico, cioè sensibile al calore della testina, il quale provoca un cambiamento di colore sul materiale per creare l’immagine stampata.

Al contrario, la stampa a trasferimento termico utilizza un nastro inchiostrato che scorre tra la testina di stampa e l’etichetta.

I nastri a trasferimento termico di qualità sono prodotti con un rivestimento posteriore che aumenta la durata della testina di stampa riducendo l’elettricità statica e l’attrito.

stampante a trasferimento termico

Questo è un vantaggio della tecnologia a trasferimento termico, del quale non è possibile usufruire nella stampa termica diretta  dove l’etichetta è in contatto diretto con la testina di stampa determinando una maggiore usura.

Nelle applicazioni termiche dirette, polvere e detriti che possono essere presenti sulle etichette sono a diretto contatto con la testina di stampa. Poiché questi materiali estranei vengono trascinati attraverso la testina di stampa, possono bruciare o danneggiare fisicamente gli elementi della testina con conseguente scarsa qualità di stampa o guasto prematuro della testina di stampa.

Anche nelle applicazioni di stampa a trasferimento termico può esserci del materiale estraneo, ma i detriti si fermano  tra l’etichetta e il nastro, quindi non entrano a diretto contatto  con gli elementi della testina, riducendo notevolmente l’usura della testina di stampa.

In generale, un’azienda dovrebbe prevedere che la testina di stampa termica diretta forniscano una durata prevista inferiore del 25% fino al  50% rispetto a una testina di stampa a trasferimento termico.

In funzione dei volumi di stampa, la differenza di costo può essere significativa e deve essere considerata nella scelta della tecnologia di stampa adatta alla propria applicazione

Configurazione e costi della stampante

Le stampanti a trasferimento termico hanno la capacità di stampare sia a trasferimento termico che in modalità termica diretta.

Le stampanti di etichette termiche dirette sono generalmente meno costose da acquistare perché non contengono l’hardware necessario per guidare e controllare il nastro di stampa. L’eliminazione dei componenti hardware di gestione del nastro si traduce anche in una stampante meno complessa con meno parti soggette a  consumo e quindi una riduzione dei costi di servizio e tempi di fermo macchina.

Inoltre, gli operatori non devono preoccuparsi delle impostazioni o delle regolazioni del nastro, con conseguente miglioramento dei tempi di attività e una maggiore efficienza.

nastro a trasferimento termico per stampante di codice a barre

Con un rotolo di nastro di dimensioni standard da 450 metri, solitamente alloggiato nelle stampanti di fascia industriale o semi-industriale,  si stamperanno circa 4.300  etichette alte 10 cm.

Quindi ogni 4.300 etichette dovrai sostituire il nastro di stampa, operazione che richiede all’incirca un paio di minuti per un operatore esperto.

Alcuni modelli di stampante presentano una grande capacità di etichette e bobine di nastro che riducono il tempo necessario tra i cambi di supporto e rendono le operazioni più efficienti.

Scelta e costi del materiale di stampa

La scelta dei supporti di stampa influisce direttamente sul costo delle etichette, sulla durata della testina di stampa, sulla velocità e sulla qualità di stampa.

Queste sono considerazioni fondamentali in quanto determinano i costi di mantenimento e gestione della stampante.

Nella stampa termica diretta la testina di stampa e l’etichetta sono in contatto diretto l’una con l’altra , pertanto, si genera un processo di sollecitazione diretta sulla testina .Se le etichette sono troppo abrasive, usurano prematuramente la testina di stampa con conseguente aumento dei costi di sostituzione.

testina stampante
sostituzione testina stampante

L’utilizzo  di un’etichetta termica diretta protetta (rivestita, con un substrato più liscio) è una soluzione migliore di un’etichetta “non protetta”. In ogni caso la scelta del materiale dell’etichetta può fare un’enorme differenza nella frequenza di sostituzione della testina di stampa.

In funzione del materiale utilizzato, si dovranno impostare valori specifici per la velocità e la temperatura di stampa per ottenere una buona qualità di stampa.

etichetta termica economica

In linea generale, è opportuno scegliere un materiale che riesca a soddisfare i requisiti di produttività riducendo al minimo l’impostazione del calore: devi trovare un buon fornitore che sappia opportunamente consigliarti in base alle tue specifiche necessità.

Quando si confrontano i costi diretti associati alla selezione dei supporti, è necessario confrontare il costo delle etichette a trasferimento termico più il nastro con il costo delle etichette termiche dirette.

Eliminando l’uso del nastro si elimina ovviamente il costo associato al nastro. Tuttavia, il costo più elevato delle etichette termiche dirette rispetto alle etichette a trasferimento termico generalmente compensa il costo del nastro.

Requisiti di durata dell’etichetta

Il requisito relativo alla durata delle etichette condiziona la scelta tra un’etichetta termica o a trasferimento termico: le etichette stampate con metodo termico diretto hanno una durata inferiore rispetto alle etichette stampate a trasferimento termico.

Se le informazioni sull’etichetta devono essere leggibili per un periodo di tempo indeterminato l’unica scelta che garantisce lunga vita alla stampa è il trasferimento termico.

Al contrario, se il prodotto ha una vita breve nella catena di fornitura e non è esposto a condizioni ambientali difficili, la stampa termica diretta potrebbe essere una buona scelta.

I requisiti normativi per la riservatezza delle informazioni sono un’altra area che influisce sull’uso di supporti termici diretti.

etichette antistatiche

Ad esempio, in ambito sanitario, la privacy del paziente può essere a rischio se le informazioni personali sono disponibili sul nastro a trasferimento termico utilizzato. Ciò ha portato a un maggiore utilizzo di supporti termici diretti per etichette applicate sulle provette  delle analisi del sangue o di altri campioni biologici e sui braccialetti per pazienti.

Conclusioni

Per scegliere la tecnologia giusta, se  non sei un esperto, devi affidarti a chi ha una vasta esperienza di tecnologie di stampa e  soprattutto di materiali di stampa.

Non esiste la scelta migliore, ma bisogna effettuare una selezione commisurata alle proprie esigenze: se vuoi parlane con noi!!!

Ing. Cristina Urbisaglia

06.51848187

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com


STAMPANTI DI ETICHETTE: CODICI A BARRE E MOLTO DI PIU’

La distribuzione di qualsiasi prodotto sul mercato è accompagnata da un’etichetta che sintetizza, tramite un semplice codice a barre, una serie di informazioni obbligatorie ed utili al consumatore per la tracciabilità del prodotto.

Toshiba B-FV4T

Anche i piccoli produttori si sono dovuti allineare a questi canoni, acquistando stampanti a trasferimento termico per la creazione delle loro etichette di codici a barre, beneficiando loro stessi di agevolazioni sulla gestione dell’inventario.

Non tutti sanno quanto queste stampanti, dedicate solitamente alla creazione di etichette funzionali alla distribuzione, possano realizzare la personalizzazione di una gamma vastissima non solo di etichette, ma anche di cartellini, bollini tondi, etichette chiudi busta, nastri di confezionamento sia in carta sintetica che in raso e tanto altro ancora. Tutto questo grazie alla grandissima scelta offerta sui materiali di consumo:

  • molti tipi di carta: opaca, lucida, trasparente, colorata…
  • innumerevoli colori e qualità di nastri di stampa (ribbon), che imprimono sull’ etichetta una stampa monocromatica, da scegliere in un campionario ampio di nuance che propone tinte opache e  metallizzate.
  • Materiali sintetici come il polipropilene sia bianco che trasparente, il poliestere , il pvc, il tessuto non tessuto

In questo articolo avrete modo di verificare la versatilità delle stampanti a trasferimento termico attraverso una serie di video in cui illustriamo una moltitudine di stampe su materiali differenti.

Vi proponiamo quindi una rassegna di video tutorial che testimoniano la fantasiosa applicazione di un comune processo di stampa per la creazione di etichette e nastri personalizzati.

  • Etichette per il confezionamento di miele, marmellate, vino e qualsivoglia prodotto alimentare a cui si voglia attribuire un’etichetta di rappresentazione essenziale, sincera, moderna.

Di seguito alcuni video esplicativi

  • .Meravigliosi nastri personalizzati in raso, sui quali possiamo stampare il nostro logo, le nostre informazioni di contatto, ma anche immagini, dediche, auguri per occasioni speciali. Questi nastri aggiungono alle nostre confezioni uno stile inconfondibile ed unico.

Ecco per voi una collezione di video da cui poter prendere spunto

  • Etichette prodotto nel settore cosmetico, impreziosite dall’utilizzo di nastri di stampa in oro e argento, colori sempre in grado di conferire una comunicazione persuasiva con un consumatore che apprezza la raffinatezza del confezionamento.

Ecco qualche esempio

  • Etichette in polipropilene trasparente per qualsiasi prodotto di cui si vogliano svelare le sue caratteristiche visibili, senza celarle dietro un etichetta oscurante, per rendere accessibile il contenuto ad una visione diretta, senza schermi.

Vi presentiamo una piccola raccolta di video inerenti

  • Bollini adesivi personalizzati, cartellini ed etichette chiudibusta, rappresentativi del nostro marchio aziendale, applicabili ovunque si desideri lasciare un’impronta di accuratezza nel confezionamento dei prodotti.

Di seguito trovate alcuni video per valutare la loro particolarità

  • Etichette di identificazione aziendale, vere e proprie carte di presentazione, pubblicità di contatto  per la vostra azienda che viaggia insieme ad ogni spostamento dei vostri prodotti.

Se vi interessa la soluzione, guardate questi video

COME AVETE POTUTO CONSTATARE, UNA STAMPANTE A TRASFERIMENTO TERMICO CI OFFRE UN PANORAMA DI SOLUZIONI DIFFERENZIATO, CHE VA BEN OLTRE LA SEMPLICE REALIZZAZIONE DI ETICHETTE PER IL CODICE A BARRE.

Se volete acquistare una stampate di etichette adatta alle vostre esigenze contattateci.

Telefono 06.51848187

Elisabetta Urbisaglia

info@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

Puoi anche acquistare online sul nostro shop

https://shopacsistemi.com/

6 suggerimenti per acquistare la tua stampante di codici a barre

Con l’enorme numero di modelli presenti sul mercato, scegliere una stampante di codici a barre per la tua attività può essere un’impresa non semplice.  

Fortunatamente, è facile trovare il modello giusto se si eseguono i passaggi per determinare le proprie esigenze.

stampanti a trasferimento termico e termiche Zebra

Questi suggerimenti ti aiuteranno a restringere le tue scelte e semplificare il processo di acquisto.

1. Decidere il modello di stampante di codici a barre

Le stampanti di codici a barre possono essere classificate in tre categorie principali

  • Desktop
  • Industriali
  • Portatili

L’opzione migliore per te dipenderà dal volume di stampa medio, dai requisiti di mobilità e dal tipo di stampa che devi generare.

Stampanti Desktop

Le stampanti desktop di codici a barre sono in grado di stampare da poche decine fino a circa 500 etichette al giorno, e quindi sono lo strumento ideale per uffici, negozi e piccoli magazzini.

stampante Zebra ZD420 desktop

Stampanti Industriali

Con una capacità di stampa superiore rispetto alla classe desktop, le stampanti industriali possono produrre migliaia di etichette al giorno, in funzione del modello.

Ci sono stampanti da 4,6 e 8 pollici: la larghezza dell’etichetta che devi stampare determina il modello adatto alle tue esigenze.

Intermec PM43 stampante di etichette industriale

I modelli industriali sono idonei per ambienti impegnativi che devono gestire elevati volumi di stampa come le aziende di produzione, i centri di distribuzione e i grandi rivenditori.

Stampanti Portatili

Le stampanti portatili non richiedono alcuna connessione fisica al computer e sono ideali per le attività che richiedono mobilità o per stampare  nel luogo di applicazione dell’etichetta.

stampante portatile per etichette

Le larghezze di stampa sono da 2, 3 o 4 pollici.


Approfondisci

2. Comprendere i diversi metodi di stampa

Le stampanti di codici a barre sono ulteriormente divise per il metodo di stampa che utilizzano: a trasferimento termico oppure termico diretto.

Comprendere la differenza tra le due tecnologie è essenziale quando si sceglie la stampante in quanto influisce su tutto, dalla longevità dell’etichetta al materiale su cui è possibile stampare i codici a barre.

Metodo termico diretto

Nelle stampanti termiche dirette, il calore proveniente dalla testina di stampa crea l’immagine sulle etichette. Questi modelli presentano numerosi vantaggi, tra cui la semplicità di utilizzo, l’assenza di un nastro di stampa e la capacità di produrre codici a barre nitidi e perfettamente scansionabili da un lettore.

Tuttavia, poiché è necessario utilizzare etichette in materiale termico, le stampanti termiche dirette sono adatte solo per etichette con un ciclo di vita breve.

Trasferimento termico

ribbon per il trasferimento termico

La stampa a trasferimento termico utilizza il calore della testina per riscaldare un nastro inchiostrato, comunemente chiamato ribbon, per produrre stampe di lunga durata su un’ampia varietà di materiali.

I codici a barre generati con tecnologia a trasferimento termico possono durare anni e produrre stampe indelebili e resistenti se utilizzate con materiali di consumo idonei.

Le stampanti a trasferimento termico sono più costose dei corrispondenti modelli termici diretti, è quindi opportuno scegliere questa opzione solo se richiesta dai propri requisiti di stampa.


Approfondisci

3. Connettività

Devi anche decidere in che modo desideri che la tua stampante di codici a barre comunichi con il computer. Tutte le stampanti dispongono di connettività USB ma molti modelli sono opzionalmente dotate di Ethernet, Bluetooth o WiFi, che consentono a qualsiasi dispositivo della rete di connettersi alla stampante.

Naturalmente le opzioni di connessione aggiuntive hanno un costo non trascurabile.

4. Decidi una risoluzione di stampa

La risoluzione di stampa è il numero di punti per pollice (dpi) che la testina di stampa è in grado di produrre.

Maggiore è la risoluzione, più nitida sarà la qualità dei codici a barre.

Printhead
Printhead

Per la maggior parte delle applicazioni la risoluzione di 203 dpi è sufficiente, ma se devi stampare codici ad alta densità o codici 2D molto piccoli oppure elementi grafici allora devi prendere in considerazione risoluzioni più alte


Approfondisci

5. Valuta se hai bisogno di componenti aggiuntivi

Prima di completare la selezione, dovresti sempre considerare quali componenti aggiuntivi potrebbero essere preziosi per la stampa di codici a barre nella tua azienda.

Le opzioni aggiuntive comuni includono taglierina, spellicolatore, riavvolgitore, codificatore RFID.

taglierina per stampanti termiche

Inoltre, non trascurare l’analisi del materiale di consumo idoneo alla tua applicazione.

Una soluzione di stampa vincente, senza problemi, dipenderà anche dalla scelta di etichette e nastri di stampa.

6. Acquista da rivenditori di codici a barre autorizzati

Infine, dovresti considerare da chi stai acquistando la tua stampante di codici a barre.

I rivenditori di codici a barre autorizzati sono sempre il percorso migliore. Hanno le conoscenze, l’esperienza, il servizio, la garanzia di figure professionali e competenti che possono consigliarti la soluzione migliore per le tue esigenze.

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


Cosa fare quando la stampante di etichette non funziona

Quando si utilizza una stampante di etichette a trasferimento termico o termica diretta può presentarsi un malfunzionamento o un fermo macchina che in molti casi è facilmente risolvibile.

stampanti a trasferimento termico

In questo articolo descriviamo una lista dei problemi più comuni che è possibile riscontrare e la procedura migliore per risolverli.

Possiamo semplificare la metodologia di verifica del processo di stampa procedendo per 3 passi fondamentali:

  • verifica della stampante
  • verifica delle impostazioni del driver
  • verifica del programma da cui si esegue la stampa

La stampante non risponde o non stampa

Le possibili cause possono essere:

  • la stampante non è pronta

Nelle stampanti dotate di pannello di controllo, sul display viene mostrato lo stato della stampante che deve essere impostato su Ready.

Zebra-ZD410 STAMPANTE TERMICA DI ETICHETTE

Le stampanti non dotate di display solitamente mostrano il loro stato attraverso led luminosi. Lo stato di Ready è mostrato da un led verde

  • i cavi non sono connessi in modo appropriato

Anche se può sembrare superfluo è bene sempre accertarsi che i cavi siano inseriti correttamente. La pratica migliore è disconnettere e poi riconnettere il cavo accertandosi che sia propriamente alloggiato nella porta

  • il driver della stampante non è corretto.

Verificare che il driver della stampante sia corretto e aggiornato all’ultima versione. Se si hanno più stampanti dello stesso modello installate sul PC accertarsi di utilizzare il driver giusto.

Consiglio: stampa di una pagina di prova dal driver della stampante

Per verificare che il driver della stampante e la stampante siano in grado di comunicare in modo efficace è opportuno stampare un test dal driver della stampante

Aprire Dispositivi e stampanti dal Pannello di controllo di Windows

Fare clic con il tasto destro del mouse sulla stampante> selezionare Proprietà stampante

Selezionare la scheda Generale > Stampa pagina di prova

La porta della stampante non è corretta

Il computer comunica con la stampante attraverso la porta impostata nelle proprietà della stampante: verificare che ci sia una corrispondenza tra la porta e il cavo di connessione utilizzato.

  1. Dal Pannello di Controllo di Windows aprire “Dispositivi e Stampanti”
  2. Selezionare con il tasto destro del mouse Proprietà della Stampante
  3. In Proprietà della stampante aprire il TAB “Porte
  4. Selezionare la porta corrispondente al cavo di connessione utilizzato:
  • cavo USB: USB1, USB2, etc.
  • cavo seriale: Com1, Com2, etc.
  • cavo parallelo: LPT1, LPT2, etc.
  • cavo Ethernet: indirizzo TCP/IP

Le etichette stampate sono bianche

Nel caso la stampante, pur avanzando quando si invia il comando di stampa, generi etichette prive di stampa possiamo verificare le seguenti opzioni:

stampanti di etichette
  • la temperatura di stampa è impostata ad un valore non corretto, solitamente troppo bassa. La temperatura di stampa è un parametro che deve essere configurato sul driver della stampante e opportunamente settato in funzione del materiale di consumo utilizzato
  • le impostazioni della metodologia di stampa o del materiale di consumo non sono corrette.

Ad esempio, se si utilizza una carta a trasferimento termico in modalità di stampa termica diretta usciranno etichette bianche perché le etichette utilizzate non sono sensibili al calore.

Oppure, se si utilizza un ribbon resina su un’etichetta in carta potrebbe uscire una stampa bianca o molto chiara

  • il materiale di consumo non è caricato correttamente nella stampante.

La stampante salta alcune etichette

In questo caso la stampante:

  • è fuori calibrazione. Procedere ad una calibrazione della stampante per allineare correttamente i supporti utilizzati
  • la dimensione dell’etichetta non è correttamente impostata sul driver della stampante e/o sul programma da cui si stampano le etichette

Scarsa qualità di stampa

Controllare la temperatura di stampa che potrebbe essere impostata su valori troppo bassi o troppo elevati in relazione al materiale di consumo utilizzato

Verificare la velocità di stampa che potrebbe essere troppo alta.

Approfondisci

La stampa risulta troppo ingrandita o ridotta rispetto al layout di stampa

Controllare il driver della stampante e che i dpi impostati (risoluzione) sul driver corrispondano a quelli della testina di stampa.

Approfondisci

Per verificare la configurazione della stampante utilizzata, stampare la pagina di configurazione della stampante e verificare che i dpi della stampante corrispondano a quelli indicati nel driver

Hai problemi con la tua stampante di etichette? Devi acquistare una stampante di etichette e non sai quale scegliere? Contattaci

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su  cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com

Stampante Intermec PM43: cosa fare se si formano le grinze sul nastro di stampa

I ribbon per il trasferimento termico, a causa dello strato sottile di cui sono composti, sono soggetti ad arricciatura e alla formazione di pieghe che compromettono la qualità di stampa.

Grinze sul nastro di stampa
Grinze sul nastro di stampa

Le grinze sul ribbon creano la stampa di segni bianchi sull’etichetta quindi delle aree prive di stampa.

Se si riscontrano problemi di increspatura del nastro a trasferimento termico, possiamo provare ad eseguire 2 regolazioni

  1. Regolazione della barra di tensione del nastro
  2. Regolazione della pressione della testina di stampa

PROCEDURA DI REGOLAZIONE DELLA BARRA DI TENSIONE DEL NASTRO

1 Aprire il coperchio della stampante

2 Usare un cacciavite con punta a taglio larga per regolare la barra di tensione del nastro.

Girare in senso orario la vite della barra di tensione per diminuire la tensione

Girare in senso antiorario la vite della barra di tensione per aumentare la tensione

PM43 regolazione della barra di tensione del ribbon

PROCEDURA DI REGOLAZIONE DELLA PRESSIONE DELLA TESTINA DI STAMPA

1 Aprire il coperchio della stampante.

2 Usare un cacciavite con punta a taglio per regolare la vite che regola la pressione.

  • Girare la vite in senso orario per aumentare la pressione
  • Girare la vite in senso antiorario per diminuire la pressione
regolazione della pressione della testina di stampa PM43

3 Verificare e regolare di nuovo la pressione della testina di stampa se necessario.

Se hai bisogno di assistenza tecnica o di una stampante di etichette industriale contattaci

Ing. Cristina Urbisaglia

puoi contattarmi su  cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

puoi contattarmi su andrea@acsistemisrl.com

Oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com


Pro e contro delle stampanti di etichette termiche dirette

Le stampanti di etichette con tecnologia di stampa termica diretta utilizzano etichette termosensibili che si anneriscono quando passano sotto la testina di stampa producendo l’immagine da stampare.

Zebra-ZD410 STAMPANTE TERMICA DI ETICHETTE

In pratica la testina di stampa produce calore ed innesca una reazione chimica sullo strato superiore dell’etichetta che deve essere in materiale termico.

Le stampanti di etichette termiche dirette non utilizzano un nastro di stampa, per questo sono semplici da utilizzare e l’unico supporto di consumo è rappresentato dalle etichette.

Analizziamo quali sono i benefici e i limiti nell’uso di questa metodologia di stampa e se può essere ritenuta idonea alle proprie esigenze di stampa

VANTAGGI DELLA STAMPA TERMICA DIRETTA

UN SOLO MATERIALE DI CONSUMO

L’assenza di un nastro di stampa significa minore perdita di tempo legata al caricamento e alla regolazione del nastro.

ribbon o nastro a trasferimento termico

Inoltre, l’impiego del ribbon, oltre ad un costo in più, richiede un’attenzione maggiore perché durante il processo di stampa si possono formare delle grinze sul nastro che inficiano la qualità di stampa.

L’utilizzo del ribbon richiede la perfetta conoscenza delle diverse composizioni e misure per poter effettuare un ordine adeguato ai propri supporti di stampa e al modello di stampante in uso.

Una tra le più comuni cause di una scarsa qualità di stampa è legata all’utilizzo di nastri di stampa non idonei alle specifiche esigenze.

SEMPLICITA’ DI UTILIZZO

Poiché nella stampa termica diretta non c’è il nastro di stampa l’utilizzo è molto più semplice rispetto alla stampa a trasferimento termico e il design è più compatto.

Un caricamento non corretto del nastro a trasferimento termico è spesso causa di messaggi di errore nella stampante.

L’inserimento corretto di un nastro a trasferimento termico richiede una minima esperienza operativa sulle stampanti di etichette.

Diversamente l’impiego della tecnologia termica diretta è immediato e alla portata anche di un utente meno esperto.

etichette inventario cespiti

DIVERSE TIPOLOGIE DI ETICHETTE DISPONIBILI

La gamma di materiali termici disponibili, non solo in carta, ma anche sintetici, consente l’utilizzo delle stampanti termiche dirette in molte applicazioni, anche quelle che richiedono una durata dell’etichetta a medio termine. 

  • La stampa termica diretta è utilizzata in diversi settori
  • laboratori di analisi: etichette per provette e campioni
  • logistica e trasporti: etichette di spedizione, etichetta segna-collo
  • retail: etichette prezzi, etichette prodotti
  • food: etichette su confezioni alimentari

VELOCITA’

Le stampanti termiche sono veloci.

Mediamente una stampante di etichette desktop lavora ad una velocità di 127 mm/sec, il che significa che stampa in un secondo quasi 3 etichette alte 5 cm.

etichette con codice a barre

Le stampanti termiche di fascia industriale raggiungono velocità molto più elevate, oltre i 350 mm/sec che significa stampare 7 etichette alte 5 cm in 1 secondo

CONTRO

Le etichette termiche non sono in grado di sopportare una lunga esposizione alla luce diretta del sole o al calore estremo, perché con il tempo sbiadiscono.

Le etichette termiche possono anche iniziare a sbiadire dopo un periodo di tempo prolungato, anche se non esposte alla luce solare. Quindi, se devi utilizzarle per etichettare prodotti che verranno conservati nel tuo inventario per anni la stampa termica diretta non rappresenta la soluzione migliore.



La stampa termica diretta tende ad usurare in minor tempo le testine di stampa.

Per prolungare il ciclo di vita della testina è consigliabile utilizzare carta di qualità, liscia e pulire la testina di stampa ad ogni sostituzione del rotolo di etichette.

Sicuramente i punti di forza di una stampante termica diretta superano i suoi limiti.

Come in qualsiasi applicazione di etichettatura prima di procedere alla scelta è opportuno affidarsi al consiglio di professionisti che abbiano l’esperienza necessaria per orientarci sulla soluzione più indicata alle proprie esigenze di stampa.

Se hai bisogno di aiuto contattaci

Telefono 06.51848187

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visita il nostro sito

www.acsistemisrl.com