Come configurare le stampanti termiche e a trasferimento termico

Facebookgoogle_plus

La configurazione non corretta del driver di stampa comporta errori che rallentano o addirittura fermano il processo di produzione delle etichette.

Il settaggio dei parametri adeguati solitamente risolve la maggior parte degli errori di stampa e dei fermi macchina, specialmente nelle stampanti desktop.

Intermec PC43

Le stampanti a trasferimento termico e termiche, a prescindere dalla marca e dal modello, per funzionare correttamente richiedono la configurazione di alcuni parametri in funzione della metodologia di stampa e del tipo di supporto che si utilizza.

Le impostazioni principali da settare nel driver sono:

  • Modalità di stampa: trasferimento termico o termica diretta
  • Modalità sensore carta: trasmissivo, riflessivo, nessuno
  • Misura dell’etichetta, del cartellino o di altro consumabile utilizzato
  • Definizione del supporto: etichetta con spazi, etichetta con black mark sul retro, materiale a modulo continuo, cartellino con perforo.

Parametri opzionali ma funzionali per ottenere una stampa nitida e perfettamente leggibile sono

  • Temperatura
  • Velocità di stampa

Approfondiamo la scelta dei valori dei parametri in funzione della specifica applicazione.

Modalità di stampa

Se la stampante di etichette è solamente termica la scelta sarà ovviamente univoca e la modalità di stampa sarà impostata su termica diretta.

Se la stampante è a trasferimento termico la metodologia di stampa utilizzata potrà essere termica diretta o a trasferimento termico.

Scegliamo termica diretta se stampiamo senza l’utilizzo del ribbon (nastro di stampa) su un supporto termico.

Diversamente se stampiamo utilizzando il ribbon dobbiamo selezionare trasferimento termico.

driver stampanti termiche

Se confrontiamo i driver di stampanti di marche diverse, possiamo facilmente constatare che il driver riporta sempre la scelta fra queste due opzioni

Tipo di sensore

La selezione del sensore dipende dal tipo di supporto utilizzato.

Utilizziamo sensore trasmissivo per etichette con gap, cioè etichette in rotolo che presentano uno spazio tra un’etichetta e l’altra.

Utilizziamo sensore riflessivo per materiali che presentano una banda nera sul retro. La banda nera (black mark o segno nero) è necessaria su materiali trasparenti per distinguere il passaggio da un’etichetta all’altra

Selezioniamo nessuno per rotoli di carta continua.

IDENTIFICAZIONE-DELLE-ETICHETTE
identificazione materiale di consumo

Misura dell’etichetta o del supporto

In qualsiasi driver è necessario impostare i valori della larghezza e dell’altezza dell’etichetta o di altro supporto utilizzato.

In questo passaggio è indispensabile inserire valori coerenti con la definizione dei parametri della stampante come evidenziato in figura (larghezza e altezza definite in funzione del verso di uscita).

La comprensione della tipologia del supporto da stampare e della definizione dei parametri è essenziale per una corretta impostazione del driver. Vale la pena spendere pochi minuti configurare la corretta definizione del materiale utilizzato per la stampa

dimensioni etichetta

Temperatura & Velocità di stampa

I valori di temperatura e velocità devono essere opportunamente impostati quando la stampa è chiara e poco definita e nelle applicazioni in cui si stampano materiali speciali sintetici con l’utilizzo di ribbon resina

In linea generale, i consigli per un corretto settaggio di questi 2 parametri seguono tre semplici regole

> In modalità a trasferimento termico, cioè quando stampate attraverso un nastro di stampa ricordate che

  • Nastro cera: velocità media e temperature bassa;
    Nastro cera-resina: velocità media-alta, temperature media
    Nastro resina: Velocità bassa, temperatura alta

ribbon

> In modalità termico diretto la temperatura deve essere impostata su valori elevati, fermo restando che la temperatura dipende dalla qualità e dal tipo di materiale utilizzato. Un’etichetta termica dovrà essere stampata a temperatura più bassa rispetto ad un’etichetta termica protetta

A prescindere dalla semantica utilizzata nel driver della stampante, troverete sempre le maschere dove effettuare la corretta configurazione dei parametri di stampa

Ing. Cristina Urbisaglia

Se ti occorre aiuto contattaci

Telefono 06.55302591

Oppure scrivici una mail

cristina@acsistemisrl.com

andrea@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com

Facebookgoogle_plus

Marcatore manuale semi-automatico per qualsiasi esigenza

Facebookgoogle_plus

In questo articolo vediamo quali sono i passaggi per stampare data e lotto di scadenza con un marcatore semi-automatico.

La nostra soluzione di marcatura a getto d’inchiostro “Deskmark” rappresenta il dispositivo ideale per le applicazioni di marcatura manuale dove è richiesta un’elevata velocità e precisione di stampa.

Dove c’è la necessità di marcare lotti di produzione elevati ma non si ha una linea automatizzata, il DeskMark risolve con facilità ed immediatezza il problema di marcare in modo professionale diverse decine di oggetti in breve tempo.

marcatore semi-automatico per data e lotto

In questo tutorial analizziamo 3 semplici passaggi per implementare una stazione di marcatura performante e adattabile a qualsiasi tipologia di superficie, percorrendo l’intero processo di marcatura, dalle regolazioni del dispositivo fino alla creazione della stampa tramite il software.

1. Regolazione delle guide 

Posizionare l’oggetto sul nastro trasportatore e allentare la guida mobile tramite i due pomelli neri.

Stringere le guide fino a pochi millimetri di distanza dall’oggetto. Solitamente la larghezza del canale creato ha una dimensione di  1 o 2 mm maggiore rispetto alla larghezza dell’oggetto.

marcatore data e lotto

2. Regolazione dell’altezza di stampa

Rispetto al nastro trasportatore bisogna regolare l’altezza della stampa. L’altezza di stampa è compresa da 0 a 20 cm, quindi si adatta facilmente a qualsiasi forma e dimensione dell’ oggetto da marcare.

Per regolare l’altezza è sufficiente allentare con una chiave a brugola il fermo del supporto dell’asta e scegliere la posizione desiderata.

DeskMark marcatore manuale data e lotto

3. Creazione del layout di stampa

Utilizzando il software a corredo possiamo creare facilmente il messaggio di stampa desiderato inserendo testi fissi e variabili, data, contatori e codici a barre.

Possiamo trasferire queste informazione collegando il marcatore al PC tramite la porta Ethernet oppure salvarle su una chiavetta USB e successivamente copiarle nel dispositivo.

Come primo passo impostiamo 2 parametri:

  • posizione di stampa
  • risoluzione di stampa

Successivamente creiamo il layout di stampa utilizzando gli oggetti a disposizione e trasferiamo il messaggio al marcatore.

software marcatore

Stampa

Per procedere con la stampa e sufficiente posizionare gli oggetti da marcare all’inizio del nastro trasportatore facendoli scorrere automaticamente nelle guide. Il DeskMark stampa automaticamente le informazioni al passaggio dell’oggetto davanti la testa di stampa

Il DeskMark può marcare su qualsiasi tipologia di superficie, sia porosa come carta e cartone che non porosa, come plastica, vetro e metallo grazie all’utilizzo di una gamma completa di inchiostri, base acqua, base solvente, pigmentati e colorati.

Caratteristiche tecniche:

  • Marcatore a getto di inchiostro con tecnologia TIJ HP
  • Altezza di stampa: 12,7mm
  • Lunghezza di stampa: fino a 400mm
  • Risoluzione: Orizzontale 600 dpi, verticale 300dpi
  • Caratteri: font di Windows
  • Dati Variabili: data, ora, numeri di lotto, numeri progressivi
  • Codici Barre: 1D e 2D
  • Immagini: Loghi e immagini monocromatiche
  • Inchiostri: nero e colorati per superfici porose base acqua e non porose base solvente
  • Nastro trasportatore: Lunghezza 60 cm, larghezza 20 cm
  • Velocità nastro:10 /15 mt\min.
  • Sponde laterali regolabili
  • Tensione: 220 V ac 50/60Hz con alimentatore incluso
  • Software di gestione: software per la creazione del layout di stampa e parametrizzazione marcatore per Windows XP, 2K, WIn7, Win8, Win10.

Se vuoi approfondire la soluzione contattaci

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

06.55302591

http://www.acsistemisrl.com/marcatori.html


Approfondisci

DeskMark: marcatore semiautomatico da tavolo

 

Facebookgoogle_plus