Come stampare un’etichetta senza PC

Facebookgoogle_plus

Ci sono applicazioni dove si ha l’esigenza di stampare un’etichetta senza l’uso del PC o di una connessione di rete per pilotare la stampante.

I motivi per utilizzare una soluzione di stampa stand alone sono diversi

  • mancanza di spazio

  • assenza di cablaggio di una linea ETHERNET o connessione WIFI

  • inadeguatezza dell’operatore nell’uso dei moderni sistemi informatici

Se si deve stampare un’etichetta con dati fissi la soluzione è immediata perché è sufficiente creare una procedura all’interno della stampante che manda in stampa sempre la stessa etichetta.

Etichetta con 4 campi collegati
Etichetta con 4 campi collegati

Diversa è la soluzione se l’etichetta è composta da dati fissi ( tipo logo, descrizione articolo, etc…) e da dati variabili (come il lotto, la data, il codice articolo, etc)

Quale è la soluzione quando è necessario stampare un’etichetta con dati fissi e dati variabili?

Si utilizza una tastiera programmabile dotata di display collegata alla porta seriale della stampante di etichette. La tastiera viene programmata con una procedura che guida l’operatore nell’inserimento dei dati da stampare

stampante e tastiera
stampante e tastiera

Prendiamo ad esempio il caso in cui si debba stampare un’etichetta con tre dati variabili: Data, Lotto, Articolo.

I dati saranno inseriti dall’operatore direttamente sulla tastiera collegata alla stampante. Sul display della tastiera verranno visualizzati i seguenti messaggi:

Fase 1 visualizzazione del messaggio di inserimento data

INSERIRE LA DATA GG/MM/AAAA

___________________________

Fase 2 inserimento da tastiera della data

INSERIRE LA DATA GG/MM/AAAA

30/11/2016_________________

Fase 3 visualizzazione del messaggio di inserimento del lotto

INSERIRE IL LOTTO

___________________________

Fase 4 inserimento da tastiera del lotto

INSERIRE IL LOTTO

1900_______________________

Fase 5 visualizzazione del messaggio di inserimento del codice articolo

INSERIRE L’ ARTICOLO

___________________________

Fase 6 inserimento da tastiera codice articolo

INSERIRE L’ ARTICOLO

123456_____________________

Fase 7 stampa dell’etichetta

etichetta-dati-variabili

I campi di applicazione sono diversi, è una soluzione stand-alone consigliata dove i dati variabili non sono molti poichè l’inserimento manuale è soggetto ad errori e non è una procedura con un livello di automazione elevato.

Vediamo alcuni campi di applicazione

  • Linea di produzione:

in produzione in alcuni casi è richiesta la codifica e tracciabilità del semilavorato, con una etichetta che riporta la data, il lotto e codice articolo.

  • Settore agro-alimentare:

stampa della data di scadenza e lotto di produzione

  • Punto vendita:

nei punti vendita è una soluzione alternativa e più elegante rispetto alle etichette erogate dalle comuni prezzatrici a tampone

  • Cartellino ingresso visitatore:

stampa del nome del visitatore ed dell’azienda di appartenenza su un cartellino o etichetta da inserire in un porta badge

  • Duplicazione etichetta:

collegando un lettore di codici a barre alla tastiera l’operatore legge il codice a barre da duplicare, inserisce la quantità da tastiera ed ottiene la copia identica della etichetta con la quantità desiderata.


guarda il video della soluzione

stampa etichetta senza PC


Per qualsiasi approfondimento potete contattarmi ai seguenti riferimenti

 

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visitate il nostro sito  www.acsistemisrl.com

Facebookgoogle_plus

Etichette GHS – CLP: 3 soluzioni di stampa per produrre un’etichetta di qualità e resistente

Facebookgoogle_plus

Il nuovo standard per sostanze chimiche e miscele è in vigore dal 1 giugno 2015 e tutti i produttori, importatori e distributori dovranno etichettare i prodotti attenendosi al sistema GHS.

Pittogrammi GHS
Pittogrammi GHS

Quali sono le soluzioni per stampare un’etichetta conforma allo standard GHS?

Analizziamo tre sistemi di stampa, considerando benefici e svantaggi di ognuno di essi

SOLUZIONE 1

  1.  Stampante a trasferimento termico monocromatica ed etichette con i simboli GHS già prestampati.
stampanti mid-range
stampanti mid-range

Con questo metodo si utilizza una stampante a trasferimento termico, un ribbon nero (nastro di stampa) ed etichette a trasferimento termico dove sono stati prestampati i pittogrammi di pericolo con bordi rossi. Con la stampante a trasferimento termico si stamperanno il testo, le immagini e tutte le altre informazioni necessarie sull’etichetta.

In sintesi i componenti utilizzati sono:

  • Stampante a trasferimento termico (tipo Zebra, Intermec, Datamax, Toshiba, ecc, http://www.acsistemisrl.com/stampanti-industriali.html )
  • Ribbon nero nella composizione adatta all’etichetta che si utilizza, ovvero cera, cera-resina o resina
  • Etichette a trasferimento termico con prestampa dei pittogrammi
  • Software di stampa

potrebbe interessarti

come scegliere il nastro a trasferimento termico giusto per la tua etichetta


Vantaggi

Le stampanti a trasferimento termico hanno un’elevata velocità di stampa

E’ possibile stampare su una vasta gamma di materiali, a seconda delle proprie esigenze, dalla carta a trasferimento termico più economica  ai materiali sintetici come poliestere , polipropilene e polietilene che garantiscono un’ ottima resistenza ai solventi e alle sostanze chimiche se stampati con ribbon idonei

I costi di stampa sono contenuti rispetto alle soluzioni con stampanti laser od inkjet

Svantaggi

E’ necessario tenere a stock una scorta di etichette prestampate

E’ necessario assicurarsi che vengano ordinate etichette prestampate con i pittogrammi corretti, posizionati nei punti giusti, operazione soggetta ad errori quando i formati ed i layout sono molteplici

Se si devono stampare diversi formati di etichette potrebbe essere necessario possedere più di una stampante termica, per evitare di cambiare frequentemente il rotolo di etichette

SOLUZIONE 2

  1. Stampante a trasferimento termico per la stampa a 2 colori, come la CAB serie XC4 o XC6
XC4 stampante a 2 colori
XC4 stampante a 2 colori

guarda il video   della stampante CAB serie XC a 2 colori video CAB serie XC


Le etichette conformi alla classificazione GHS richiedono la stampa in 2 colori, nero e rosso.

La stampante CAB serie XC a trasferimento termico è progettata per svolgere questo lavoro. La serie XC è dotata di 2 testine di stampa e alloggia 2 ribbon, nel caso di un’etichetta GHS si monta un ribbon nero ed uno di colore rosso. In questo modo è possibile stampare con un solo passaggio sia i pittogrammi con cornice rossa, che il resto delle informazioni in nero.

Da notare che questo modello di stampanti CAB XC4/6 utilizzano il modulo RIBBON SAVE che consente di risparmiare fino all’80% il consumo del nastro di stampa, funzione utilissima considerato che con il ribbon rosso vengono stampate solamente le cornici dei pittogrammi


puoi approfondire l’argomento del moduo ribbon save al seguente link modulo ribbon save


Quindi i componenti utilizzati sono:

  • Stampante a trasferimento termico a 2 colori equipaggiata con 2 testine di stampa tipo la CAB XC4 o XC6
  • Ribbon nero nella formulazione adatta al tipo di etichetta che si utilizza
  • Ribbon rosso nella formulazione adatta al tipo di etichetta che si utilizza
  • Etichette neutre a trasferimento termico
  • Software di stampa

Vantaggi

Si evita di fare magazzino di etichette prestampate

Layout diversi di etichette, che presentano pittogrammi differenti in funzione del prodotto, possono essere stampati con la stessa stampante senza cambiare il rotolo di etichette: è sufficiente mandare in stampa il layout che si desidera stampare

Elevata velocità di stampa

Costi contenuti se comparati a soluzioni laser o inkjet

Vasta scelta di materiali e adesivi per le etichette

Svantaggi

Il costo di possesso e di gestione di una stampante con 2 testine è più oneroso rispetto ad una stampante a trasferimento termico standard

E’ sicuramente un soluzione conveniente quando si devono stampare molte etichette con formati e pittogrammi diversi


Approfondisci i modelli di stampanti a trasferimento termico sul nostro sito

http://www.acsistemisrl.com/stampanti-industriali.html


SOLUZIONE 3

  1. Stampante di etichette a colori con etichette neutre
stampante di etichette a colori
stampante di etichette a colori

Con le stampanti di etichette a colori è possibile stampare grafica, testo, foto e codici a barre con qualità professionale. Negli ultimi anni c’è stato un progresso tecnologico di queste stampanti in termini di velocità, risoluzione e qualità di stampa.

Inchiostri con formulazioni speciali resistenti all’acqua, ai graffi e alle sbavature garantiscono stampe durevoli, ad asciugatura rapida e di ottima definizione.

I componenti di questa soluzione sono:

Stampante di etichette a colori tipo Epson C3500, C7500 o C831


Approfondisci le caratteristiche sul nostro sito

http://www.acsistemisrl.com/stampanti a colori


Cartucce con inchiostri a pigmenti

Etichette neutre con superficie adatta all’uso di inchiostri a pigmenti

Software di stampa

Vantaggi

Stampa on- demand, cioè solo della quantità necessaria ai prodotti da etichettare, eliminando la necessità di stoccare etichette prestampate

Stampa di diversi layout di etichette con pittogrammi differenti senza cambiare il rotolo di etichette

Stampa brillante, durevole, resistente all’acqua e alla maggior parte delle sostanze chimiche

Utilizzo della stampante per creare etichette di qualsiasi colore per altre applicazioni, oltre l’etichetta GHS

Svantaggi

Costi delle etichette e delle cartucce di inchiostro

 

Per qualsiasi approfondimento potete contattarci ai seguenti riferimenti

 

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

 

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visitate il nostro sito  www.acsistemisrl.com

Facebookgoogle_plus

Braccialetti identificativi per il paziente: quale scegliere?

Facebookgoogle_plus

La sicurezza del paziente inizia con l’identificazione del paziente. Per questo motivo sta crescendo il numero di strutture sanitarie che implementano sistemi di braccialetti con codice a barre per identificare i pazienti in ogni fase del processo di assistenza sanitaria.

L’identificazione e la tracciabilità attraverso il codice a barre consente alle strutture sanitarie di integrare più sistemi e di migliorare il flusso di informazioni tra i vari reparti.

Braccialetti identificativi paziente
Braccialetti identificativi paziente

L’acquisizione, la memorizzazione e la conservazione del dato con strumenti di identificazione automatica rende il processo produttivo e riduce gli errori costosi e pericolosi, specialmente in ambito sanitario

Gli elementi chiave da analizzare nella scelta di un braccialetto identificativo sono:

  1. Durata. Il braccialetto deve essere di un materiale resistente e la stampa deve essere leggibile per il periodo di degenza del paziente
  2. Scansionabilità. Il codice utilizzato, che sia 1D o bidimensionale, deve essere sempre scansionato con successo da un lettore barcode. Questo significa che deve essere prodotta una stampa di qualità. E’ consigliabile effettuare dei test di lettura con i lettori in uso
  3. Leggibilità. Le informazioni stampate devono essere chiare e di facile lettura. Per raggiungere un risultato leggibile è opportuno fare un’analisi del tipo e della dimensione del carattere utilizzato. Considerazione deve essere fatte sulla scelta della risoluzione della stampante a 203 o 300 dpi, in funzione delle informazioni che devono essere stampate
  4. Confortevole. I braccialetti devono essere comodi e non irritanti per la cute. 

    La gamma di braccialetti Zebra comprende formati per Adulti, bambini e neonati, diverse colorazioni e 2 tipi di chiusure, adesive o a clip,e  tipologie di materiali diversi a seconda che si voglia stampare in modalità termica diretta o a trasferimento termico.

    Vediamo in dettaglio le varie tipologie di braccialetti offerti

    Z-BAND DIRECT

    Z-BAND DIRECT
    Z-BAND DIRECT

    MATERIALE: polipropilene bianco privo di lattice con rivestimento antimicrobico. I braccialetti sono protetti da uno speciale rivestimento impermeabile, sono resistenti ai raggi UV, all’alcol, ai solventi e ai detergenti delicati.

    METODO DI STAMPA: termico diretto

    CHIUSURA: Linguetta adesiva acrilica ad alte prestazioni

    DIMENSIONI:

    Adulto 25 mm x 279 mm

    Bambino 25 mm x 178 mm

    Neonato 25 mm x 152 mm

    COLORE: bianco oppure bianco con bordi rossi

    Z-BAND QUICKCLIP

    BRACCIALETTI QUICKCLIP
    BRACCIALETTI QUICKCLIP

     

    I braccialetti QuickClip sono come i Z-band direct, ma sono dotati di chiusura con clip, invece che adesiva

    MATERIALE: polipropilene bianco privo di lattice con rivestimento antimicrobico. Sono protetti da uno speciale rivestimento impermeabile, sono resistenti ai raggi UV, all’alcol, ai solventi e ai detergenti delicati.

    METODO DI STAMPA: termico diretto

    CHIUSURA: sistema di chiusura a clip, disponibili in diversi colori: rosso, blu, verde, giallo e rosa

     

    DIMENSIONI:

    Adulto 30 mm x 279 mm

    Bambino 25 mm x 178 mm

    Z-BAND ULTRASOFT

    Z-Band UltraSoft è il braccialetto per la stampa termica diretta più morbido disponibile sul mercato. Specificamente sviluppato per rispondere alle esigenze di pazienti con la pelle delicata, questo materiale sintetico flessibile presenta un lato posteriore estremamente morbido al tatto, per garantire un comfort superiore.

    Z-Band UltraSoft
    Z-Band UltraSoft

    MATERIALE: polipropilene bianco estremamente mobido e  privo di lattice con rivestimento antimicrobico. Sono protetti da uno speciale rivestimento impermeabile, sono resistenti ai raggi UV, all’alcol, ai solventi e ai detergenti delicati.

    METODO DI STAMPA: termico diretto

    CHIUSURA: Linguetta adesiva acrilica ad alte prestazioni

    DIMENSIONI:

    Adulto 25 mm x 279 mm

    Bambino 25 mm x 178 mm

    Neonato 25 mm x 152 mm

    Z-BAND 4000

    MATERIALE: poliestere bianco privo di lattice impermeabile e resistente a sbavature, abrasioni, alcol e detergenti delicati

    METODO DI STAMPA: trasferimento termico. Per essere stampati si deve utilizzare un nastro (ribbon) resina

    CHIUSURA: Linguetta adesiva acrilica ad alte prestazioni

    DIMENSIONI:

    Adulto 25 mm x 279 mm

    COLORE: bianco

    Vengono distribuiti in un kit composto da ribbon e braccialetti e possono essere stampati con le stampanti desktop Zebra


Approfondisci sul nostro sito

http://www.acsistemisrl.com/stampanti-desktop.html


Considerazioni finali:

  • E’ fondamentale adottare una soluzione di stampa semplice e senza complicazioni legate al caricamento del materiale di supporto. La stampante della Zebra HC100 è stata realizzata appositamente per la stampa di braccialetti, consentendo un caricamento facilitato a cartuccia dei braccialetti.

guarda il video


  • La stampa prodotta da una stampante termica, come l’HC100 o le stampanti desktop tipo la GK420D è più nitida, più duratura e di una qualità migliore rispetto a quella di una stampante laser
  • L’utilizzo di un codice a barre 2D  permette la stampa di più informazioni in uno spazio ridotto, rispetto ad un codice 1D.
  • Inoltre, utilizzando un codice 2D si può pensare alla stampa di molteplici codici sulla lunghezza del braccialetto per consentire una scansione più immediata del codice senza dover girare il polso del paziente

Per qualsiasi approfondimento potete contattarmi ai seguenti riferimenti

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

www.acsistemisrl.com

Facebookgoogle_plus

Come creare un codice a barre composto da più variabili con Zebra Designer

Facebookgoogle_plus

In produzione se dobbiamo codificare un prodotto finito o semilavorato e abbiamo la necessità di stampare un codice a barre che sia la somma di più campi è possibile utilizzare la funzione associata all’oggetto variabile campo collegato.  

In questo modo si automatizza la composizione del codice a barre velocemente e senza errori.

struttura del codice a barre
struttura del codice a barre GTIN

Ci sono capitati casi in cui si doveva produrre un’etichetta con un codice 2D composto dalla somma di 25 campi collegati: potete immaginare la difficoltà e l’inevitabile presenza di errori.

Questa guida vi illustrerà come è semplice e immediato risolvere il problema con il software Zebra Designer Pro.


Approfondisci:

Software di stampa Zebra Designer Pro


Partiamo da un esempio in cui dobbiamo realizzare un codice a barre, usando la famiglia Code 128, con 4 campi collegati:

  • data (campo variabile)
  • articolo (campo fisso con input da tastiera)
  • operatore (campo fisso)
  • lotto (campo fisso)

Dopo avere creato un nuovo documento, iniziamo ad inserire il nostro primo campo variabile: la data.

Selezionare il testo di tipo “Testo variabile”.

1-oggetto-testo

Vengono visualizzare una serie di opzioni da associare alla variabile, in questo caso scegliamo “Campo data” e confermiamo.

campo variabile

Inseriamo il secondo campo: il codice articolo. Lo consideriamo sempre come variabile per approfondire un’altra funzionalità del software, “Inserimento dalla tastiera

3

Inseriamo il messaggio associato alla variabile articolo, che verrà visualizzato all’operatore prima della la stampa della etichetta. In questo caso abbiamo scritto : “Inserire codice articolo”.

4

Inseriamo il terzo campo: il codice operatore, come “Contenuto fisso”, ad esempio 014857

5

Inseriamo il quarto campo: il codice lotto  come “Contenuto fisso”, ad esempio AB16

Iniziamo la costruzione del quinto campo il codice a barre, avendo come dati la somma dei precedenti 4 già inseriti.

Selezioniamo “Dati variabili del codice a barre” e il tipo di codice a barre ad esempio Code 128

6

Nel menù successivo selezioniamo  “Campo collegato”

7

Tramite il menù a tendina, “Elementi disponibili” selezioniamo i campi che ci interessano da inserire nella interpretazione del codice a barre e confermiamo con aggiungi.

Una volta selezionati i campi, con le frecce in alto o basso è possibile modificare l’ordine di inserimento o se ne dobbiamo eliminare qualcuno dall’elenco precedentemente inserito, è sufficiente selezionarlo e premere il tasto rimuovi.

8

A questo punto la nostra etichetta è terminata e come potete notare il codice a barre ha come interpretazione la somma dei quattro campi, ad esclusione del campo articolo “vuoto” essendo una variabile come descritto precedentemente,che prevede l’inserimento da tastiera.

Potete fare dei test, modificando un campo ad esempio codice operatore o lotto, in automatico cambierà l’interpretazione del codice a barre.

 

Etichetta con 4 campi collegati
Etichetta con 4 campi collegati

Stampando l’etichetta viene visualizzato il messaggio “inserire codice articolo”, ad esempio inseriamo AX17

10

Dopo aver inserito da tastiera il codice articolo la nostra etichetta è completa e possiamo procedere con la stampa.

Per qualsiasi approfondimento potete contattarmi ai seguenti riferimenti

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

http://www.acsistemisrl.com/contatti.html

 

Facebookgoogle_plus

ZEBRA ZD420: l’unica stampante a trasferimento termico con il nastro a cartuccia

Facebookgoogle_plus

Cambiare il nastro di stampa in una stampante a trasferimento termico per i non esperti è un procedimento che può rivelarsi complesso, lungo e addirittura non attuabile quando non si ha a disposizione un’anima per il riavvolgimento del nastro utilizzato. Inoltre un’installazione non corretta del ribbon da un errore di stampa non sempre immediatamente individuabile

Zebra ZD420
Zebra ZD420

La ZD420 è l’unica stampante termica a offrire una cartuccia il cui caricamento richiede solo pochi secondi e la cui installazione è di una semplicità estrema – la cartuccia può essere caricata in un solo senso e l’operazione è istantanea, con successo garantito al primo colpo ogni volta. Il chip integrato nel nastro segnala quando è necessario sostituire la cartuccia


Guarda il video del caricamento intuitivo ed immediato del nastro


SUPPORTI

Il sensore mobile dei supporti consente la stampa di qualsiasi tipologia di materiale, etichette con pretagli, black mark, tacche, carta per ricevute, cartellini, braccialetti ospedalieri.

Massima larghezza di stampa:104 mm

CONNETTIVITA’

E’ possibile scegliere tra diverse opzioni:

USB v2.0, Bluetooth Low Energy, USB Host

RS-232 Serial (Option)

10/100 Ethernet (Option)

Wireless: 802.11ac with Bluetooth 4.1 (Option)

RISOLUZIONE

203 o 300 dpi

La risoluzione può essere modificata successivamente on-site

Cartuccia d'inchiostro ZD420

ACCESSORI

spellicolatore e taglierina entrambi installabili on-site

Link-OS ,  la piattaforma software che facilita la gestione della stampante

La ZD420 supporta Link-OS di Zebra, un’esclusiva piattaforma software che semplifica in modo estremo l’integrazione, la gestione e la manutenzione delle stampanti, da qualunque luogo. Con questa soluzione innovativa e altamente flessibile, potete gestire una singola stampante, un gruppo di stampanti specifiche oppure tutte le vostre stampanti ovunque si trovino nel mondo, attraverso il cloud.

Per qualsiasi approfondimento potete contattarci ai seguenti riferimenti

Ing. Cristina Urbisaglia

cristina@acsistemisrl.com

 

Andrea Capponi

andrea@acsistemisrl.com

oppure visitate sul nostro sito la sezione stampanti

http://www.acsistemisrl.com/stampanti-desktop.html

Facebookgoogle_plus